“Il Confine” di Mauro Uzzeo e Giovanni Masi

cover
cover

Arriva in libreria e fumetteria per Sergio Bonelli Editore il quarto episodio della serie IL CONFINE di Mauro Uzzeo e Giovanni Masi, il nuovo universo narrativo firmato da Sergio Bonelli Editore.

La storia – disegnata da Silvia Califano e con la copertina di Lorenzo LRNZ Ceccotti – riprende nel momento in cui, ancora sotto shock per quanto scoperto oltre l’arco spezzato, Antoine Jacob sembra aver perso ogni contatto con la realtà. Laura Denti, determinata a fidarsi delle sue parole, lo segue tra i boschi innevati e i sentieri che cambiano forma, alla ricerca delle rovine che custodiscono il più terrificante dei segreti. Corpi contusi. Schiene marchiate.

Voci di bambini appena sussurrate. Figli scomparsi, nascosti e poi rivelati. Redentori lacerati, estirpati dai loro stessi crocifissi. Mentre oscuri patti vengono siglati all’ombra della montagna, una rete di risposte che celano nuove, inquietanti, domande si stringe intorno a Laura senza lasciarle via di scampo. A chi appartengono quelle spoglie insanguinate? E se si celasse proprio lì, nella cripta del romitorio abbandonato, la risposta al mistero nascosto oltre il Confine?

Grazie a una preziosa postfazione, anche IL CONFINE. DODICI SCHELETRI – in cui i lettori più attenti ritroveranno importanti riferimenti anche al primo episodio della serie – propone un viaggio dietro le quinte, tra interviste agli autori, studi, sketch, versioni alternative e traiettorie impreviste nella realizzazione de Il Confine.

Racconta Giovanni Masi: “Nel quarto episodio, da ogni risposta nasce almeno un’altra domanda, in un gioco al rilancio che amplia la ragnatela di mistero che avvolge il nostro piccolo grande universo narrativo. Tesserla è stato un piacere… e un lungo esercizio di concentrazione: Il Confine è un mosaico fatto di tasselli minuscoli, studiati pezzo per pezzo in fase di pre-produzione. Per orientarci nell’intreccio, abbiamo sempre guardato alla risposta fondamentale del mistero, di cui ogni evento, anche il più insignificante, è cassa di risonanza, come i cerchi creati da un sasso caduto in acqua. Ma cosa c’è sotto la superficie?”

Mauro Uzzeo aggiunge: “Permettetemi di dirlo, io AMO la Laura di Silvia Califano. Le sue occhiaie, le sue movenze, la sua fragile durezza, la corazza della sua ironia, tutto concorre a renderlo quel personaggio che potevamo solo sognare di vedere così ben trasmesso su carta”.

Sergio Bonelli Editore presenta “Mister No. Alien”

cover
cover

Pubblicata per la prima volta nel 1984, MISTER NO. ALIEN è un’inusuale e affascinante avventura del celebre personaggio ideato da Sergio Bonelli, questa volta scritta da Tiziano Sclavi, poi creatore di Dylan Dog, e disegnata da Fabio Civitelli prima che diventasse uno dei più amati disegnatori di Tex.

La nuova edizione di MISTER NO. ALIEN arriverà in libreria e in fumetteria dal 18 giugno e ci mostrerà come, colpito da un misterioso oggetto volante, Mister No precipiti con il suo Piper nella giungla, dove alcuni indigeni lo sottopongono ad arcani riti. Stanno per ucciderlo, quando viene salvato da… un astronauta sovietico atterrato nella foresta!

“Zardo” di Tiziano Sclavi

cover
cover

Nel 1992 Camunia pubblicò il romanzo “Nero.”, scritto da Tiziano Sclavi. Si trattava di un progetto transmediale ante litteram tanto che, già nel ’92, uscì l’omonimo film diretto da Giancarlo Soldi, con Sergio Castellitto, Chiara Caselli, Luis Molteni e Hugo Pratt. Ma Sclavi aveva preparato anche la sceneggiatura per un fumetto che oggi, a distanza di quasi 30 anni, diventa realtà con i disegni di Emiliano Mammucari e un nuovo titolo: Zardo.

Un omicidio, un corpo da occultare, una notte senza fine, per un racconto fulminante, affilato come una lama e in uscita nelle librerie e nelle fumetterie italiane per Sergio Bonelli Editore dall’11 giugno.

Ma chi è Zardo? Una domanda semplice, che annega inesorabilmente nella complessità dell’incubo. Federico, lasciandosi convincere dalla sua nuova compagna Francesca, si reca a casa dell’ex ragazzo di lei. Lo trova morto, certamente ammazzato e, sospettando che possa essere stata Francesca, decide di far sparire il cadavere. Ma un investigatore privato ha visto tutto. È questo l’inizio di una serie di fughe, ricatti e rivelazioni…

In esclusiva negli store della catena Games Academy, Zardo sarà disponibile in un’edizione speciale con copertina variant.

Zagor. Le origini. Il Demone Cannibale

cover
cover

Che cosa trasforma un ragazzo in un eroe?
La storia che è alla base della leggenda dello Spirito con la Scure può essere raccontata di nuovo con sorprendenti retroscena, inattesi per chi già credeva di conoscere i fatti, inquietanti e avvincenti per chi scopre le origini di Zagor per la prima volta. È da qui che è nato il progetto ZAGOR. LE ORIGINI, che arriva ora in libreria e in fumetteria con il terzo episodio della miniserie, proposto in formato cartonato a colori.

In ZAGOR. LE ORIGINI. IL DEMONE CANNIBALE giovane Pat Wilding è cresciuto: è un adolescente che vaga per la foresta con il padre adottivo, “Wandering” Fitzy. Non ha dimenticato però il nome dell’uomo che ha ucciso i suoi genitori, contro il quale ha giurato vendetta: Salomon Kinsky. Per prepararsi ad affrontarlo, Pat ha trovato chi gli ha insegnato a fare acrobazie tra i rami degli alberi, a cavalcare, a sparare, a usare la scure. Ma anche Fitzy ha un demone interiore che lo tormenta. C’è un segreto nel suo passato, qualcosa che gli ha fatto scegliere la vita solitaria. I suoi fantasmi si materializzano quando ricompaiono coloro che anni prima condannarono a morte i membri di una carovana di pionieri, che lo rapiscono e lo conducono con loro nella “Valle delle ossa”, e dove si dice colpisca un misterioso demone cannibale…

Il volume è arricchito da una postfazione di Moreno Burattini, vero vate zagoriano di via Buonarroti e curatore del personaggio.

Il Commissario Ricciardi Magazine

Cover
Cover

Appuntamento in edicola per tutti i fan di Maurizio de Giovanni.

Esce infatti il 23 maggio IL COMMISSARIO RICCIARDI MAGAZINE, curato da Luca Crovi e Graziano Frediani, che offrirà a tutti i lettori quattro racconti inediti − tre dedicati al celebre commissario Ricciardi e uno ai Bastardi di Pizzofalcone − e un viaggio nel crogiuolo di vite e di vie che animano e popolano il capoluogo partenopeo.

Nelle quattro storie proposte, tutte su soggetto di Maurizio de Giovanni, scopriremo come il viaggio di una rosa possa cambiare per sempre il destino di varie persone (Il viaggio di una rosa, sceneggiato da Claudio Falco e disegnato da Luigi Siniscalchi); ascolteremo il dottor Modo svelare a Ricciardi e Maione un episodio vissuto al Fronte (La guerra di Modo, sceneggiato da Sergio Brancato e disegnato da Luigi Siniscalchi), lasceremo che il vento di Ponente, il Maestrale e il Libeccio sconvolgano la vita per le strade di Napoli (Il vento cambia, sceneggiato da Paolo Terracciano e disegnato da Alessandro Nespolino) e infine vedremo come il mese di maggio si mostri in tutta la sua cupa violenza (Maggio, sceneggiato da Claudio Falco e disegnato da Carmelo Zagaria).

Inoltre, grazie allo speciale itinerario compreso in questo numero, il commissario Ricciardi e la squadra dell’ispettore Giuseppe Lojacono ci accompagneranno per le vie di Napoli, con le illustrazioni di Daniele Bigliardo e con le foto di un sorprendente flash mob dei personaggi creati da Maurizio de Giovanni.