“Stanotte a Pompei': ” I dati di ascolto premiano la qualità”

Stanotte-a-Pompei
Stanotte-a-Pompei

Dichiarazione del presidente nazionale AIART Giovanni Baggio: “Da anni la nostra associazione lo propone e i risultati ci danno ragione: le scelte di qualità sono premiate dagli ascolti. La programmazione in prima serata su Raiuno di “Stanotte a Pompei”, meraviglioso programma di Alberto Angela, si è rivelato un successo.

Moltissimi nostri iscritti hanno espresso il loro apprezzamento per una scelta in controtendenza rispetto al trash e ai troppi déjà vu che spesso non meritano – ammettiamolo – l’esborso del canone.

Stavolta, invece, sosteniamo la scelta del servizio pubblico e diciamo il nostro “brava” alla Rai.

Caetano Veloso -tour italiano “Ofertorio”

CAETANO MORENO ZECA TOM por Ney Coelho_b
CAETANO MORENO ZECA TOM por Ney Coelho_b

Dopo i tre concerti a Pavia, Perugia e Roccelletta di Borgia (CZ), grande attesa domani, sabato 21 luglio, a ROMA, all’Auditorium Parco della Musica, per l’ultima tappa del tour italiano “Ofertorio” di CAETANO VELOSO (Viale Pietro de Coubertin 30 – inizio concerto ore 21.00).

Il cantautore brasiliano insieme ai figli Moreno, Tom e Zeca darà vita ad uno speciale spettacolo in versione volutamente acustica, dimensione naturale di Caetano Veloso, nel quale il massimo esponente del Tropicalismo, accompagnato dai figli, condurrà le melodie suonando la sua chitarra e incantando il pubblico con il suo inconfondibile timbro vocale.

Reduce dall’esibizione all’Eurovision Song Contest con il portoghese Salvador Sobral vincitore della precedente edizione, Veloso si raffronta con la famiglia, sinonimo di felicità, dimostrando al pubblico quale elevata e raffinata qualità si possa raggiungere unendo le peculiarità di ognuno di loro per la prima volta in un unico show.

Il quartetto Veloso eseguirà i grandi successi del repertorio del celebre cantautore, come “Reconvexo”, “O Leãozinho”, “Un canto de afoxé para o bloco do Ilê” e “Sertão”, oltre alle composizioni di Moreno Veloso e degli altri due figli più piccoli.

Stupinigi Sonic Park Nichelino: obiettivi raggiunti

Stupinigi Sonic Park
Stupinigi Sonic Park

Gli obiettivi di presenze, gradimento e coinvolgimento del pubblico che la produzione congiunta Reverse e Vertigo si era prefissata al momento dell’ideazione di Stupinigi Sonic Park, il primo festival organizzato dal 25 giugno al 11 luglio 2018 nel parco secolare della Palazzina di Caccia di Stupinigi nel Comune di Nichelino (TO), sono stati raggiunti.

Stupinigi Sonic Park, promosso da Città di Nichelino e Sistema Cultura, con il patrocinio di Regione Piemonte e Camera di Commercio di Torino, in collaborazione con Piemonte dal Vivo e Consorzio Residenze Reali Sabaude all’interno di Palchi Reali, è stato apprezzato dal pubblico, e dagli addetti ai lavori, e sta già lavorando sulla line up del prossimo anno.

La prima edizione non è stata solo la realizzazione di un progetto durato 7 mesi, ma è stata soprattutto la sperimentazione delle possibilità della nuova location caratterizzata da un alto livello di qualità estetica e da un’intrinseca necessità di tutela del patrimonio architettonico e ambientale.

La prestigiosa cornice del parco della residenza sabauda settecentesca Patrimonio dell’Unesco è stata gradita non solo dal pubblico, ma anche dagli artisti nazionali e internazionali per i quali si sono accesi i riflettori sul palco.

I Deep Purple prima del concerto di mercoledì 11 luglio hanno commentato salendo dal backstage per il sound check «Amazing»; Steven Wilson davanti al pubblico dopo l’esecuzione del primo brano ha affermato «Over the years I’ve played some extraordinary and beautiful locations in Italy and this would definitely count as one of the most extraordinary and beautiful of all!».

20.000 le presenze di pubblico pagante per i 6 concerti, oltre 60 i musicisti e artisti che sono saliti sul palco di 300 mq montato per la prima volta nella storia tra gli alberi secolari.

Inaugurato lunedì 25 giugno con una delle tre date italiane di Jeff Beck e seguìto, la sera dopo, dal concerto di Steven Wilson in “To The Bone Tour” sono state oltre 3.000 le persone che hanno testato il parterre con posto assegnato nei due live.

I concerti di LP il 29 giugno e Negrita + Kiol del 5 luglio hanno accompagnato circa 7.000 entusiasti fan nel parterre in piedi. Raddoppiate le presenze, infine, nelle due date del gran finale, il 9 luglio con Caparezza + The Minis con 6.800 appassionati che hanno accerchiato la passerella che ampliava il palco per l’occasione e l’11 luglio il concerto di chiusura del festival con Deep Purple + The Temperance Movement in una delle due uniche date italiane, dopo l’Arena di Verona, davanti a un pubblico intergenerazionale di oltre 3.200 persone.

Tutti i concerti hanno raggiunto le capienze massime auspicate, superando così le aspettative dell’organizzazione e confermando il potenziale della nuova venue per concerti live estivi in Piemonte.

Uno staff composto da 40 volontari reclutati da Informagiovani Nichelino, quasi 900 i chilometri fatti dallo staff di produzione nei giorni del festival, poco meno di 2 chilometri che ogni spettatore ha fatto dall’inizio del viale fino al palcoscenico.

Un’ampia area in cui per 3 settimane oltre 400 persone, tra maestranze tecniche e personale dedicato a facchinaggio, accoglienza artisti, accoglienza pubblico e sorveglianza hanno lavorato per rendere reale un festival nuovo dalle alte aspettative.

700 pasti consumati in totale da artisti, manager, squadra tecnica e runner, team organizzazione e team comunicazione, 260 litri di spray antizanzare forniti al pubblico all’ingresso, 1.800 hamburger di fassona cotti nel food park.

Anche i numeri della comunicazione sono stati soddisfacenti: nata il 1 dicembre 2017 la pagina Facebook di Stupinigi Sonic Park ha oggi 15.357 fan con più di 12.000 click diretti all’acquisto dei biglietti su Ticketone. Il 95 % dei fan è italiano, il 5 % rimanente proviene da Francia, Spagna, Inghilterra, Svizzera, Germania e Stati Uniti.

La settimana prima dell’inizio del festival è stato lanciato il video di un progetto di street marketing realizzato in Torino da Reverse: 4 telecamere nascoste hanno ripreso l’interazione spontanea dei passanti con 6 performer con maschere da cervi; coloro che hanno deciso di mettersi in gioco e scoprire “il segreto del cervo” hanno ottenuto un vantaggio sui biglietti del festival.

Il video ha superato le 130.000 visualizzazioni tra tutti i social che lo hanno condiviso ed è stato il post che ha ottenuto più successo, seguìto dal post sul servizio del Tg3 Piemonte del 26 giugno con 34.137 visualizzazioni.
Il video teaser del festival è stato visualizzato da 206.136 utenti su una copertura potenziale di 316.745.

“Come nasce una canzone”

comenasceunacanzone_
comenasceunacanzone_

È in arrivo da sabato 4 agosto su RADIO 24 “COME NASCE UNA CANZONE”, la nuova trasmissione di Marta Cagnola, con Laura Faggin e Paolo Corleoni, che svelerà al pubblico cosa c’è dietro la nascita di una canzone di successo. La trasmissione, composta da 6 puntate, andrà in onda il sabato alle 16:30 e in replica la domenica alle 9:30.

Come nasce una canzone? Quale processo creativo e quali interventi tecnici ci sono alla base dei brani di successo? Lo spiegano alcuni autori Warner Chappell. Partendo dalle prime note e le prime parole, fino all’arrangiamento che fa sì che un brano sia quello che ascoltiamo e amiamo. Ad accompagnare e arricchire il loro racconto, gli interventi di editori, produttori, amici e interpreti.

Gli autori protagonisti delle 6 puntate saranno: DANIELE CORO, co-autore insieme a Luca Carboni, Federica Camba e Valerio Carboni, di Una Grande Festa interpretata da Luca Carboni; FEDERICA CAMBA, co-autrice insieme a Diego Calvetti e Daniele Coro di Stupida interpretata da Alessandra Amoroso; GIULIA ANANIA, co-autrice insieme a Paola Turci, Luca Chiaravalli e Davide Simonetta, di Fatti Bella Per Te interpretata da Paola Turci; GIANNI POLLEX, co-autore insieme a Ermal Meta, di Straordinario interpretata da Chiara; DIEGO CALVETTI, co-autore insieme a Marco Ciappelli, di L’Amore Si Odia interpretata da Noemi feat Fiorella Mannoia; MARTA VENTURINI, co-autrice insieme a Giulia Ananìa e Zibba, di Io Di Te Non Ho Paura di Emma.

“Come nasce una canzone” è una trasmissione articolata in sei puntate di 30 minuti ciascuna ed è registrata insieme ai protagonisti, con interviste ed esecuzioni dal vivo, negli studi milanesi della Warner Chappell Music, la società di edizioni musicali di Warner Music Group.

Il programma vanta anche l’amichevole partecipazione dell’attore Nicola Nocella, vincitore di due Nastri d’Argento, del Boccalino d’Oro al Festival di Locarno e del Ciak d’Oro, che racconterà le biografie degli autori.

“Radio Stop Festival per ADMO”

Locandina Radio Stop Festival per ADMO 2018
Locandina Radio Stop Festival per ADMO 2018

Saranno due ore e mezza di musica live che animeranno la serata di martedì 10 luglio in Largo Cairoli a Marina di Cecina – Livorno (ore 21.00 – ingresso libero) dove in occasione del “Radio Stop Festival per ADMO”, condotto da Roberto Giannoni, editore di Radio Stop e Giulia Salemi, si esibiranno tantissimi artisti: Irama, Anna Tatangelo, Thomas, Elodie, Einar, Shade, Le Deva, Fred De Palma, Zic, Vegas Jones, Matteo Markus Bok, Elly, Greta.

Radio Stop Festival per ADMO è un evento musicale, gratuito per il pubblico, che raduna ogni edizione circa 8/9 mila persone, realizzato in collaborazione ed a favore di ADMO Toscana e ha come fine la divulgazione della cultura della donazione del midollo osseo. L’evento sarà trasmesso in streaming video sulla pagina ufficiale facebook di Radio Stop.

Non si tratta di un’operazione a scopo di lucro, ma, piuttosto, di un impegno cresciuto nel tempo, nato dalla stretta collaborazione con i volontari dell’ADMO Toscana. Il Festival viene realizzato in parte grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale e alle aziende più importanti del nostro territorio che partecipano in qualità di sponsor.

Il Radio Stop Festival è l’evento di musica Pop che Radio Stop, emittente radiofonica toscana, organizza da anni, in diverse località della Toscana (da Cecina a Tirrenia, a Piombino, a Follonica ecc.), con grande partecipazione di pubblico e durante il quale si esibiscono artisti di fama nazionale apprezzati soprattutto dal pubblico giovane e non solo.

Nel corso del tempo sui nostri palchi si sono alternati, ad esempio: Alexia, Annalisa, Ivana Spagna, Benji & Fede, Francesca Michielin, Moreno, Nesli, Marco Masini, Stadio, Anna Tatangelo, Simona Molinari, e molti altri.