Ecomodo 2018

Città metropolitana di milano
Città metropolitana di milano

Domani, 7 novembre alle ore 13.30, all’interno di Ecomondo 2018 presso RiminiFiera in piazza delle Utilities a Rimini, si terrà “L’innovazione al servizio dell’ambiente nel servizio idrico: esperienze di simbiosi industriale, sinergie e incubazione”, un convegno organizzato da +Community e dal Gruppo CAP.

Scopo dell’evento è raccontare le esperienze e le sperimentazioni nate sia dai partner del programma +Community sia da parte di aziende esterne a questo circuito per dimostrare come possano nascere esempi concreti e virtuosi di sinergia tra diversi soggetti.

+COMMUNITY è un programma della Città metropolitana di Milano per la semplificazione amministrativa, un modello di governance multilivello replicabile in altre aree metropolitane e che si sostanzia in un accordo tra soggetti pubblici e privati che fanno comunità sui temi della sostenibilità, della fruibilità delle risorse e dell’equità nella distribuzione dei beni del territorio.

“Le Iene Show”

le-iene-2018-domenica
le-iene-2018-domenica

Domenica 30 settembre riparte “Le Iene Show”. Il programma cult di Davide Parenti va in onda in prima serata su Italia 1.
Nella puntata di domani, conducono Nadia Toffa, Giulio Golia, Filippo Roma e Matteo Viviani.

L’appuntamento infrasettimanale, a partire da mercoledì 3 ottobre sempre in prima serata su Italia 1, vede al timone Alessia Marcuzzi e Nicola Savino, con le voci irriverenti della Gialappa’s Band.

“Come nasce una canzone”

comenasceunacanzone_
comenasceunacanzone_

È in arrivo da sabato 4 agosto su RADIO 24 “COME NASCE UNA CANZONE”, la nuova trasmissione di Marta Cagnola, con Laura Faggin e Paolo Corleoni, che svelerà al pubblico cosa c’è dietro la nascita di una canzone di successo. La trasmissione, composta da 6 puntate, andrà in onda il sabato alle 16:30 e in replica la domenica alle 9:30.

Come nasce una canzone? Quale processo creativo e quali interventi tecnici ci sono alla base dei brani di successo? Lo spiegano alcuni autori Warner Chappell. Partendo dalle prime note e le prime parole, fino all’arrangiamento che fa sì che un brano sia quello che ascoltiamo e amiamo. Ad accompagnare e arricchire il loro racconto, gli interventi di editori, produttori, amici e interpreti.

Gli autori protagonisti delle 6 puntate saranno: DANIELE CORO, co-autore insieme a Luca Carboni, Federica Camba e Valerio Carboni, di Una Grande Festa interpretata da Luca Carboni; FEDERICA CAMBA, co-autrice insieme a Diego Calvetti e Daniele Coro di Stupida interpretata da Alessandra Amoroso; GIULIA ANANIA, co-autrice insieme a Paola Turci, Luca Chiaravalli e Davide Simonetta, di Fatti Bella Per Te interpretata da Paola Turci; GIANNI POLLEX, co-autore insieme a Ermal Meta, di Straordinario interpretata da Chiara; DIEGO CALVETTI, co-autore insieme a Marco Ciappelli, di L’Amore Si Odia interpretata da Noemi feat Fiorella Mannoia; MARTA VENTURINI, co-autrice insieme a Giulia Ananìa e Zibba, di Io Di Te Non Ho Paura di Emma.

“Come nasce una canzone” è una trasmissione articolata in sei puntate di 30 minuti ciascuna ed è registrata insieme ai protagonisti, con interviste ed esecuzioni dal vivo, negli studi milanesi della Warner Chappell Music, la società di edizioni musicali di Warner Music Group.

Il programma vanta anche l’amichevole partecipazione dell’attore Nicola Nocella, vincitore di due Nastri d’Argento, del Boccalino d’Oro al Festival di Locarno e del Ciak d’Oro, che racconterà le biografie degli autori.

Ilary Blasi, sul nuovo numero di “F”

F n 27 - COPERTINA
F n 27 – COPERTINA

Popolarità e successo come non mai per Ilary Blasi che si racconta a F – il settimanale di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei – in edicola domani.

Tra programmi di calcio e musica è la nuova regina della tv e non ha intenzione di fermarsi, né di fare il quarto figlio: “È il mio momento, adesso tocca a me. Mi diverto io. Mentre lavoro in tv Francesco pensa ai bambini”.

Si fa consigliare da suo marito su come condurre un programma che parla di calcio?

“Francamente non ce n’è bisogno. Il nostro è un programma che io definisco bipolare, nel senso che nella prima mezz’ora si parla della partita, ma dopo si passa all’intrattenimento”.

Com’è Totti pensionato, l’ottavo re di Roma senza più corona?

“A parte il fatto che non si mette gli scarpini e non va in campo, nulla è cambiato. Lui segue la squadra e ha responsabilità più impegnative”.

Se gli proponessero un contratto super miliardario ma in capo al mondo lo seguirebbe?

“Ho sempre detto che qualsiasi scelta l’avremmo condivisa. Quando sposi un calciatore lo sai: quella è la vita che ti aspetta. Anzi a me è andata anche di lusso: non ci siamo mai spostati da Roma”.

Suo marito è geloso?

“Là dove c’è sentimento, c’è sempre un po’ di gelosia. […] Comunque, quelle rare volte che usciamo insieme gli uomini guardano lui, mica me”.
Chi è la sua conduttrice preferita? “

Da bambina avrei risposto Raffaella Carrà, oggi dico Simona Ventura”.

In che rapporti è con Belén? Siete amiche?

“Prima di Balalaika ci siamo incontrate un’unica volta sul palcoscenico del Grande Fratello Vip, ma non ci siamo scambiate neanche una parola. Ci stiamo conoscendo adesso grazie a questo programma”.

Due primedonne della tv che fino ad oggi non si erano quasi neppure sfiorate…

“Questa storia della rivalità e dell’antagonismo fra primedonne non mi interessa. Io non mi metto mai in competizione con nessuna donna: al contrario, io sono amica delle donne, vengo da una famiglia tutta al femminile, siamo tre sorelle più mia madre. Papà era davvero in minoranza”.

Da amica delle donne che impressione si è fatta sul movimento #Metoo?

“Credo che il confine tra verità e menzogna possa essere molto labile. Quando ci sono delle testimonianze e delle prove è sacrosanto che una donna denunci. […] Però, succede che delle volte ci si butta in mezzo al calderone per far chiacchiera e allora è un’arma a doppio taglio”.

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.

Francesco Di Rosa e Orchestra da Camera Fiorentina

Francesco Di Rosa
Francesco Di Rosa

A lungo Primo Oboe Solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala e attualmente Primo Oboe dell’Orchestra dell’accademia nazionale di Santa Cecilia, Francesco Di Rosa torna al fianco dell’Orchestra da Camera Fiorentina, lunedì 11 e martedì 12 giugno nel Cenacolo della Basilica di Santa Croce a Firenze (ore 21).

Sul podio un altro ospite di caratura internazionale, il direttore egiziano Ahmed El Saedi, fondatore e presidente della Cairo Symphony Orchestra.

Il programma si apre con lo stile radioso e le arie in chiaroscuro del “Concerto per oboe e archi in la minore RV 461” di Antonio Vivaldi. A seguire il “Concerto per oboe e orchestra” di Ludwig August Lebrun, grande virtuoso della seconda metà del Settecento e punta di diamante dell’orchestra di Mannheim.

Chiudono due sinfonie di Franz Joseph Haydn: “Sinfonia n. 30 in do maggiore” – nota anche come “Alleluja, dal canto gregoriano del primo movimento – e “Sinfonia n. 89”.

Egiziano di nascita ma formatosi a Vienna dove ha studiato con Sergiu Celibidache, Ahmed El Saedi è noto anche per la sua attività di compositore. Vanta una lunga carriera internazionale, sul podio, tra le altre, della Royal Philarmonic Orchestra e della Prague Symphony Orchestra.

Biglietti 20/15 euro (riduzioni per studenti e over 65). Si ricorda che ai titolari della “Firenze Card” del Comune di Firenze è riservato uno sconto del 15% (o tre biglietti al prezzo di due). Biglietto a 5 euro per i titolari della “Carta Giò – Io studio a Firenze” del Comune di Firenze. Ingresso gratuito fino a 12 anni.

Prevendite nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online su www.boxol.it. Prevendita anche presso la biglietteria dell’Opera di Santa Croce nei giorni dei concerti, orario 9,30/17.

La 38esima stagione dell’Orchestra da Camera Fiorentina è realizzata con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Banca CR Firenze e Leggiero Foundation.