Portogallo: 27 milioni di turisti nel 2019

18-02-2020_dati-turismo-2019
18-02-2020_dati-turismo-2019

Il turismo in Portogallo: registrati i massimi storici nel 2019
Il Portogallo raggiunge 27 milioni di ospiti in un anno

Il Portogallo ha raggiunto 27 milioni di ospiti nel 2019, il 7,3% in più rispetto all’anno precedente, e 69,9 milioni di pernottamenti (+4,1%); il turismo interno (7,5%) cresce ad un ritmo leggermente superiore a quello esterno (7,1%), e continua così il consolidamento della sostenibilità del settore nel Paese.

Il Regno Unito rimane il principale mercato di emissione per il Portogallo, che rappresenta il 19,2% di soggiorni di non residenti, con gli ospiti in crescita del 5,9% e soggiorni in crescita del 1,5%. I mercati più in crescita nel 2019 sono stati gli Stati Uniti d’America (+20,2%) e la Cina (+16%).

I risultati mostrano che i benefici del turismo si sono estesi a tutto il paese, con crescite più significative nel Nord (9,7% dei soggiorni), nell’Alentejo (7,6%) e nelle Azzorre (7,5%).

Per il Segretario di Stato per il Turismo, Rita Marques, i dati pubblicati rappresentano “un motivo di orgoglio per il lavoro svolto da tutti coloro e rivelano risultati, ancora una volta, storici”.

“Il turismo in Portogallo continua a crescere sia a livello nazionale sia a livello internazionale e ad un ritmo molto più elevato rispetto alla crescita della domanda globale. I risultati continuano anche a mostrare un chiaro trend di diversificazione del mercato, con una crescita esponenziale negli Stati Uniti e in Cina”, afferma Rita Marques.

Con i risultati del 2019, prosegue il Segretario di Stato, si continua a dimostrare la crescita sostenibile, data la “continua riduzione dei livelli di stagionalità, mentre il settore consolida la sua posizione come più grande attività di esportazione nel paese”.

D’altra parte, il settore impiega attualmente più di 400.000 persone, pari al 9% del totale dell’occupazione nazionale. “Il turismo in Portogallo oggi è un’attività che si estende su tutto il territorio e attrarre risorse qualificate per questa attività rappresenta per noi una priorità”, afferma Rita Marques.

Carnevale in Portogallo

Carnevale
Carnevale

Carnevale è alle porte e in tutto il mondo si festeggia la festa più colorata dell’anno. Anche il Portogallo non è da meno con i suoi eventi che si svolgono per settimane intere e che coinvolgono tutti gli abitanti: dal Carnevale di Sesimbra a Madeira, ecco i migliori festival per celebrare il carnevale in pieno stile lusitano.

Il Carnevale in Portogallo: tutti gli appuntamenti da segnarsi in agenda

Carnevale di Sesimbra
In pieno stile brasilero, il carnevale di Sesimbra è un vero e proprio evento che anima tutta il paese, che da tranquillo villaggio di mare si trasforma completamente per l’occasione. Scuole e gruppi di Samba percorrono le vie del paese insieme a divertenti pagliacci che danno vita a una delle più grani sfilate di clown. L’evento si svolge a soli 40km da Lisbona dal 22 al 25 febbraio ed è uno dei più importanti in tutto il Portogallo.

Carnevale di Torre Vedras
Il carnevale di Torre Vedras (Centro) è uno dei più popolari di tutto il paese. Uno dei momenti più divertenti della manifestazione è la sfilata, dove carri allegri e colorati con enormi caricature satiriche percorrono le vie del paese. La loro preparazione richiede molti mesi e coinvolge tutti gli abitanti. Quest’anno Torre Vedras celebrerà il carnevale dal 21 al 26 febbraio, animando ogni angolo della città.

Carnevale a Madeira
Il carnevale in Portogallo è una festa che coinvolge tutti, anche gli abitanti di Madeira. Qui, dal 19 febbraio all’1 marzo Funchal celebra il carnevale a suon di bande filarmoniche e marce carnevalesche. Una grande sfilata allegorica percorre le vie della città, mentre il martedì grasso un corteo di simpatici pagliacci, chiamato il corteo pasticcione, sfila di fronte agli abitanti che si lasciano contagiare dal clima di festa.

Carnevale di Loures
Chi si trova nelle vicinanze di Lisbona, ma vuole fare un vero e proprio viaggio nelle tradizioni locali, non può che partecipare al carnevale di Loures, a soli 20 km dalla capitale lusitana. I festeggiamenti iniziano il 22 febbraio, con il ballo e l’incoronazione dei re. Seguono giorni di follia e divertimento tra sfilate con i classici carri allegorici e moltissimi intrattenitori.
Musiche, balli e spettacoli di giocolieri animano il centro storico, le piazze della città si colorano di maschere.
Il carnevale di Loures termina il 26 febbraio con la sepoltura del famoso D. Ocaráio, il re del carnevale.

Le bellezze del Portogallo

centro-del-portogallo
centro-del-portogallo

Racchiuso tra le due città principali del paese, Lisbona e Porto, il centro del Portogallo è una regione ricca di monumenti, università degne di essere state inserite nei Patrimoni Mondiali dell’Unesco e spiagge di rara bellezza.

Il Portogallo non si ferma solamente alle zone più conosciute e rinomate come Lisbona che, con i suoi tram e le salite e discese, incanta i turisti provenienti da tutto il mondo, Porto e il Ponte Dom Luis I e l’Algarve con le sue distese di sabbia e l’oceano che bagna tutta la costa. Ci sono numerose città e luoghi nascosti ancora inesplorati che vale la pena visitare per scoprire la magia e il fascino portoghese che si celano dietro ogni angolo.

La regione del Centro ospita numerosi luoghi che sono stati classificati come Patrimonio Mondiale dall’Unesco. Centro del sapere, l’Università di Coimbra è stata fondata nel 1290 ed è una delle università più antiche dell’Europa. È situata nella parte alta della città e si affaccia sul fiume Mondego. Il Convento di Cristo a Tomar, invece, è un’altra opera Patrimonio Mondiale dell’Unesco e rappresenta un connubio perfettamente riuscito tra un castello e un convento. Il Monastero di Alcobaça è, invece, un imponente monastero, uno dei più impressionanti e magnifici esempi di architettura cistercense in Europa.

 

Spazio Teatro No’hma: “Black Stars”

Black Stars
Black Stars

Mercoledì 28 febbraio e giovedì 1° marzo, ore 21, lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro ospita il debutto dello spettacolo Black Stars, prodotto in Portogallo a cura della storica compagnia della scena lusitana Teatro da Garagem, attiva a Lisbona dal 1989.

Black Stars, con la regia del direttore artistico Carlos J. Pessoa, andrà in scena in esclusiva per la prima volta in Italia partecipando alla IX edizione del Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro.

Black Stars è una pièce per due attrici, Ana Palma e Maria João Vicente, che si muovono in scena sul doppio binario della fantasia e del ricordo, raccontando appassionanti storie di persone attraverso la scoperta di una luce nascosta, una luminosità latente, sconosciuta, diversa e rara, che riapre le porte dell’avventura.

Il messaggio di Black Stars si fonda sulla ricerca di possibilità per migliorare la propria vita quando tutte le speranze sembrano svanire. Uno spettacolo dalla grande forza poetica, che dimostra come il teatro sia ancora e sempre capace di capovolgere le prospettive più impensabili o inimmaginabili, attraverso la potenza della fantasia, delle immagini e della loro invincibile semplicità.

SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria
Infoline e prenotazioni: 02.45485085 / 02.26688369

È possibile prenotare anche collegandosi al sito www.nohma.org