Onu riconosce il valore di Areu

Gallera
Gallera

I professionisti dell’AREU (Azienda Regionale di Emergenza Urgenza) e i Vigili del Fuoco hanno ottenuto dalle Nazioni Unite la certificazione Insarag (International Search and Rescue Advisory Group) come “i migliori team classificati fino ad ora”. La definizione è di Jasper Holmer Lund, segretario Insarag, una rete globale di oltre 80 paesi e organizzazioni che fa capo delle Nazioni Unite.

L’Insarag si occupa di questioni relative alla ricerca urbana e al salvataggio, con l’obiettivo di stabilire standard internazionali minimi per i team USAR (Urban Search And Rescue) e la metodologia per il coordinamento internazionale nella risposta ai terremoti.

A guadagnarsi il prestigioso riconoscimento sono stati i team USAR Italia, formati dai Vigili del Fuoco e dagli operatori sanitari di AREU. Da Amatrice a Rigopiano fino al ponte Morandi, gli USAR sono stati protagonisti di grandi interventi di soccorso, che hanno visto gli uomini di AREU in prima fila negli interventi di assistenza sanitaria al team e anche, dove necessario, di assistenza alle vittime delle calamità.

“La presenza di medici e infermieri all’interno dei nuclei – ha spiegato l’assessore Gallera – assume un ruolo di primaria importanza nell’efficacia delle operazioni USAR e per questo motivo il personale medico infermieristico e tecnico è selezionato tra i professionisti esperti in soccorso extra-ospedaliero con una formazione specifica ad interventi in ambienti ostili”.

“Durante le operazioni – ha sottolineato l’assessore – il personale sanitario è sempre integrato con le squadre di intervento. Ad esempio, una volta individuate e raggiunte le vittime da parte del personale tecnico, uno o due operatori sanitari possono accedere al sito e procedere con la stabilizzazione del paziente. Sono molto orgoglioso che anche l’ONU riconosce e valorizza tutto il lavoro di formazione, addestramento e operatività sul campo svolto da questi team unici in Italia”.

Geas a Vicenza contro la violenza sulle donne

WhatsApp Image 2017
WhatsApp Image 2017

Anche il Geas si schiera contro la violenza sulle donne: domenica, durante la partita Vicenza – Geas, le sestesi scenderanno in campo con un nastro arancione sulle maglie, a testimonianza della loro mobilitazione. Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e molti sono gli enti e i personaggi impegnati in questa battaglia, che prenderanno parte a eventi e manifestazioni in Italia e nel mondo. L’arancione è il colore scelto dall’Onu per simboleggiare questa importante tematica sociale.

Marcia Diritti Bambini- Zona 2 Milano

radunomarcia3
Sabato 21 novembre 2015 l’ISC di via Giacosa (“Casa del Sole e elementare Russo), il comitato genitori e l’associazione Amici del parco Trotter celebrano l’anniversario della Convenzione internazionale per i Diritti dell’Infanzia approvata dall’ONU  il 20 novembre del 1989.

Lo fanno, come ormai accade da tanti anni, con una FESTA DEI DIRITTI DELL’INFANZIA che si svolge nel parco Trotter e che ha il suo momento centrale nella MARCIA DEI DIRITTI DEI BAMBINI  che partendo dal parco attraverserà le strade adiacenti del quartiere, dalla via Padova a viale Monza.

Quest’anno la Marcia e la Festa dei diritti dei bambini vuole porre all’attenzione di tutti l’articolo 24 della Convenzione:  “Si riconosce il diritto del bambino di godere del miglior stato di salute possibile… gli Stati si impegnano a lottare contro la malattia e la malnutrizione… in particolare mediante la fornitura di alimenti nutritivi e di acqua potabile…”

Non vogliamo riferirci solo al diritto a una giusta nutrizione dei bambini che abitano nelle zone più povere del pianeta, toccate da crisi, guerre, carestie, o dei piccoli profughi che da quelle condizioni terribili fuggono. Vogliamo parlare anche di “casa nostra”:
«…La percentuale di nuclei familiari con bambini non in grado di permettersi un pasto con carne, pollo o pesce (oppure un equivalente a base di legumi e verdure) ogni due giorni è più che raddoppiata in Estonia, Grecia, Islanda e Italia, raggiungendo rispettivamente il 10 percento, il 18 percento, il 6 percento e il 16 percento nel 2012» (Rapporto Unicef 2014).

Il rapporto Unicef 2014 registra che sono 619mila bambini diventati poveri in Italia dal 2008 ad oggi. In Europa sono 11 milioni. Bambini che mangiano peggio e soffrono doppiamente le difficoltà dei genitori: disoccupazione, problemi con la casa, stress.
Lo spreco, la ineguale distribuzione delle risorse, la crisi sociale degli ultimi anni hanno accresciuto la povertà e tra le vittime di questa situazione ci sono i bambini a un numero crescente dei quali non è più assicurato in modo adeguato il diritto a una sana e completa alimentazione.

L’articolo 24 della Convenzione richiama gli stati le istituzioni pubbliche alla garanzia del diritto alla salute, all’alimentazione, all’acqua potabile per tutti i bambini.
Con l’iniziativa del 21 novembre  vogliamo ricordarlo con forza.
Come vogliamo ricordare che le povertà crescenti, compreso quella particolarmente odiosa dei bambini, possono e devono essere fronteggiate anche dal basso, con il mutualismo e la solidarietà collettiva, a partire dai nostri luoghi di vita.
ISC di via Giacosa, Milano
Comitato genitori  Casa del Sole
Ass. Amici del parco Trotter
Comitato genitori Russo Pimentel

Programma della giornata:
ore 9.30 – ritrovo nella piazza grande del Trotter per la marcia dei bambini
ore 12 – alla fattoria del Trotter:  installazione dei lavori dei bambini e riflessione sul tema di una alimentazione sostenibile
ore 13 – alla fattoria: buffet con piatti delle varie cucine del mondo preparati dai bambini e dalle famiglie del Trotter
ore 14 – alla stanza delle scoperte/fattoria:  storie lette in lingua originale a cura dei docenti e dei genitori di “Librotrotter”; laboratori agroalimentari per bambini, giochi, giardinaggio e orticoltura, esperimenti di colture sostenibili; musica e laboratorio di percussioni con Ablo Traore ed altri artisti.

In fattoria ci sarà un punto di raccolta cibo NON DEPERIBILE da destinare ad interventi di solidarietà e gestito dal GRUPPO MUTUO SOCCORSO di Zona 2.

Info: www.parcotrotter.org – www.genitoritrotter.com – 320.1761809

Aderiscono alla marcia: Scuola Infanzia Giacosa, Ass. Genitori  Quintino di Vona, Legambiente, Emergency di Zona 2, Teatro del Sole, ASD San Gabriele Basket, ADS Ciesse Freebasket, Ass. Villa Pallavicini, Ass. Culturale Trotterland, Gruppo Mutuo Soccorso zona 2, Scuola Mafalda Milano, Gruppo Agesci Milano 68, Gas del Sole

 

Cardellini della pioggia


Cardellini della pioggia
Autrice: Carmen Yáñez
Guanda Editore
113 pag. 13,00 euro

16 aprile 2015, di Elisa Zini – Carmen Yáñez, scrittrice cilena, con il peso della storia sulle spalle, dopo l’incontro con la polizia politica di Pinochet e l’esperienza della clandestinità, sotto la protezione dell’ONU si rifugia in Svezia. Nella nuova terra inizia a pubblicare le sue poesie. Dopo essersi trasferita in Spagna nelle Austrie con nuova serenità si dedica alla scrittura.
“Cardellini della pioggia” è una raccolta di poesie dal sapore dolce e delicato. Racconti che rispettano la vita e onorano la natura senza perdere il ricordo amaro delle esperienze passate.
Orme nella sabbia che il mare non cancella. Impronte che riaffiorano ad ogni alito di vento capaci però di dare il giusto valore alle emozioni, ai ricordi, ai sapori.
Un dolce regalo all’animo umano.