“AspettandoNapoliModaDesign”

Sparaco
Sparaco

“AspettandoNapoliModaDesign” chiuderà lunedì 3 dicembre la tre giorni di luxuryideas alla Reggia di Caserta con una cena di galanella Sala della Gloria con il ricavato destinato in beneficenza alla onlus Azione Sorriso.

La protagonista sarà lei, Rosanna Marziale, chef stellatae patron del ristorante Le Colonne di Caserta. “Sarà una cena legata al territorio”, racconta Lady Mozzarella. “Mi piace far assaggiare le cose di casa nostra e le nostre eccellenze.

NapoliModaDesign ci ha coinvolto in questa cena di solidarietà, un tema che ci sta a cuore e per il quale siamo spesso presenti. Quando ci è stato chiesto, siamo stati subito pronti a rispondere. Il territorio è attento alla solidarietà, ma è attento anche a valorizzarsi.E tutte le persone che lavorano qui cercano di evidenziare ciò che di bello abbiamo”.
Ma Rosanna Marziale non sarà l’unica eccellenza gastronomica del territorio. Spazio per un giovane talento,il pasticciere Guido Sparacodi Castel Morrone. Sarà lui a preparare le dolci degustazioni per l’opening di domani sera. Guido è un giovane artigiano che vive la pasticceria da sempre.

Con il master della prestigiosa scuola di formazione professionale casertana Dolce&Salato ha avuto l’opportunità di conoscere diversi maestri di fama internazionale.

Sarà poi il più noto dei bartender casertani Giacomo Serao a proporre i suoi cocktail per un aperitivo straordinario la mattina di sabato primo dicembre per il vernissage.
Stupiranno le gustose proposte in chiave sushi e fusion che domenica 2 dicembre, a conclusione delle sfilate, proporrà il Ristorante Nippon di Caserta grazie allo chef sushiman Umberto Bove eallo chef della cucina Stefano Del Vecchio.

L’obiettivo di Nippon è mescolare la ormai avanzatissima e conosciuta cucina nipponica ai tradizionali gusti italiani, senza tralasciare chi vuole la classica cena a base di solo sushi e sashimi.Nipponè un posto dove due eccellenze mondiali come l’Italia e il Giappone si fondono nel gusto.

Il Ristorante Tre Farine di Caserta ha collaborato ad “AspettandoNapoliModaDesign” ospitando i casting e trattenendo a tavola gli organizzatori con i suoi raffinati piatti. La novità in campo enologico è stata la “Reale carta dei vini della Vigna del Ventaglio”, una carta nuova, un vero fiore all’occhiello per il ristorante, l’unico a convogliare in un’unica lista i vini legati alla storia della città di Caserta e all’intero comparto vitivinicolo delle Terre del Volturno.

I vini che entreranno alla Reggia saranno quelli della casa vinicola Michele Setaro, con un taurasi barricato e una falanghina. Sarà proposto anche l’elisir Seta Rossa, amaro di vino cotto servito in cialde di cioccolato. Quindi, i cocktail molecolari di Roberto Onorati sempre alla ricerca delle nuove tendenze nel mondo dl bere.E poi la “tortatropicana” montata al momentodal maestro pasticciere Mario Di Costanzo dell’azienda Di Costanzo Pasticceria di Napoli, alla terza generazione.

Stazione Centrale: Sfilata dello stilista Stefano Ricci

Magoni,+Terzi+e+lo+stilista+Ricci
Magoni,+Terzi+e+lo+stilista+Ricci

L’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda Lara Magoni ha partecipato oggi alla presentazione della collezione autunno-inverno 2019-2020 dello stilista toscano Stefano Ricci, avvenuta presso la Sala Reale della Stazione Centrale di Milano.

LOCATION ESEMPIO DI DINAMISMO ITALIANO – “Sono molto orgogliosa che la Stazione Centrale di Milano e la Lombardia siano stati scelti dallo stilista Stefano Ricci per presentare la sua collezione di moda. Un’emozione unica poter assistere ad un evento di così alto livello: presentare una collezione in una location che è esempio italiano di dinamismo e storia del nostro Paese è sicuramente un valore aggiunto”.

CREATIVITA’ TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE – “Grazie alla fondazione Fs e con l’arrivo di un treno storico originale del
1904 – ha proseguito Magoni – lo stilista ha saputo interpretare la creatività tra tradizione e innovazione di un’azienda che fa del saper fare artigiano la sua forza. Un chiaro segnale di apertura di un mondo spesso esclusivo e che invece in questa occasione decide di mostrarsi alla città e alla nostra regione in tutta la sua bellezza ed arte. E quindi voglio ringraziare Stefano Ricci per questa importante occasione, vero e proprio ambasciatore del Made in Italy nel mondo”.

MILANO E LOMBARDIA LEADER NELLA MODA – “D’altronde – ha detto ancora l’assessore – proprio Milano e la Lombardia sono le capitali della moda a livello internazionale: la nostra regione produce un fatturato di più di 35 miliardi di euro e offre lavoro a oltre 209 mila addetti. Numeri da record che sono certa possano ancora crescere. La moda uomo infatti, sta acquisendo sempre più valore nel nostro Paese, il 2017 ha visto una crescita delle vendite all’estero del +5,2%, con una quota pari a 6,1 miliardi, su 9,3 miliardi di euro di fatturato annuo”.

“Non dobbiamo fermarci – ha chiosato Magoni – e il nostro obiettivo è saper cogliere le opportunità di sviluppo e di crescita offerte dalla moda, settore nevralgico per la nostra economia e volano strategico delle eccellenze italiane a livello internazionale”.

TERZI:STAZIONE CENTRALE PERLA DA VALORIZZARE – All’evento ha partecipato anche l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Terzi. “La Sala Reale della stazione centrale di Milano
– ha commentato – è un autentico gioiello adatto a ospitare eventi di prestigio come quello odierno, e può rappresentare un valore aggiunto per sviluppare nuove potenzialità in chiave turistica. É una perla da valorizzare. In questo senso ringrazio il direttore generale di Fondazione Fs, Luigi Cantamessa, che sta lavorando per far conoscere il patrimonio storico delle Ferrovie, con positive ricadute per la Lombardia: penso al successo dei viaggi organizzati con locomotive e convogli d’epoca che hanno appassionato tanti lombardi e tanti turisti”.

Daniel Lismore alla Fashion Graduate Italia

Daniel Lismore
Daniel Lismore

“Fashion Graduate Italia: tre giorni di talk, sfilate, esposizioni, consulenza, workshop per discutere e comunicare gli approcci e le tendenze di un settore in rapido cambiamento”, è questa la manifestazione dedicata alla formazione in ambito moda e organizzata da Piattaforma Sistema Formativo Moda che andrà in scena dal 26 al 29 ottobre al Base di via Bergognone a Milano e a cui parteciperanno gli studenti di Accademia della Moda.

Dieci fashion designer laureandi avranno l’occasione di presentare la propria collezione ad esperti, appassionati e aziende del settore durante l’evento nato per celebrare l’eccellenza delle scuole di moda italiane e promuovere la creatività degli studenti più talentuosi.

Gli studenti laureandi dell’Accademia sfileranno sabato 27 ottobre alle ore 15 e Daniel Lismoreparteciperà come ospite speciale per annunciare che il prossimo luglio sarà per la prima volta in Italia, e precisamente al PAN di Napoli, con una mostra in collaborazione con gli studenti dell’Accademia della Moda.

Daniel Lismore, definito da Vogue l’indossatore più eccentrico d’Inghilterra, è un artista e fashion designer londinese, noto per la sua scelta di vivere la vita come un’opera d’arte, indossando elaborati e stravaganti costumi che abbinano brillantemente l’alta moda alle sue creazioni.

Accademia della Moda è l’unico ente privato di alta formazione del Sud Italia riconosciuto ed accreditato dal MIUR tra le Istituzioni AFAM per i corsi triennali di I livello in Fashion Design, Interior Design e Visual Communication.

L’Accademia, nata negli anni ’60 da un’idea del maestro sarto Domenico Lettieri, è presente a Napoli con due sedi e una a Milano e ha l’obbiettivo di preparare gli studenti ad entrare nel mondo del lavoro da professionisti, grazie a piani di studio creati con le aziende e a partire dalle esigenze del mercato, e grazie alla partecipazione a workshop, incontri con le aziende, laboratori pratici.

Barbie Magia delle Feste

BARBIE-MAGIA-DELLE-FESTE-2018
BARBIE-MAGIA-DELLE-FESTE-2018

Dal 1988 ad oggi, per le piccole fan di Barbie e per i collezionisti più accaniti, Barbie Magia delle Feste si conferma la bambola più desiderata, in grado di far brillare di gioia gli occhi di grandi e piccini!

Come ogni anno, Barbie si veste per meglio rappresentare lo spirito del Natale e quest’anno il suo look da collezione è ispirato alla prima Barbie Magia delle Feste.
Il rosso acceso ed elegante del tulle, valorizzato da mille ruches, forma una gonna principesca e ampia che non passerà di certo inosservata.

Il corpetto attillato, in contrasto con la gonna vaporosa, è stretto in vita da un lungo fiocco di raso ton sur ton, sotto cui prendono forma i sottili volant che lo arricchiscono. Completa questo elegantissimo abito una parure di accessori composti da 30 perle: lo scollo a barca è impreziosito da un bellissimo collier che si abbina perfettamente alla tiara sottile e al bracciale argentato.

I capelli sciolti in un’onda morbida sulla schiena,lasciano il viso scoperto:il make-up di Barbie completa il look raffinato.

Con Barbie Magia delle Feste 2018, questo Natale lascerà un ricordo indelebile da custodire gelosamente insieme a questa bambola da collezione unica!

“F” nuovo numero in Edicola

COPERTINA F n 39
COPERTINA F n 39

Elena Santarello a quasi un anno dalla scoperta del tumore del suo primogenito, è tornata a lavorare in tv ed è un’altra donna.
Mai un momento di rabbia? «Non sono arrabbiata, anzi sono contenta di aver vissuto questo passaggio. Molti hanno conosciuto un lato di me che non era visibile con i miei lavori precedenti, mi hanno visto più umana. Non ho mai dato la colpa a nessuno di quello che è successo, anche perché i bambini più reattivi alle cure sono quelli con i genitori che non accusano nessuno […]» e prosegue «[…] Sono una donna fortunata, lo scriva. Da certe esperienze si esce trasformati: so che non sarò più quella di prima, ma so anche che sono diventata una persona migliore».

Dice di essere fortunata, eppure molte al suo posto si sarebbero chieste: perché proprio a me? «Io invece guardo le altre madri in ospedale con me. Non solo quelle che hanno figli più gravi del mio, ma anche quelle che non abitavano a Roma e per trasferirsi vicino all’ospedale dove fanno le terapie hanno lasciato tutto: famiglie, altri figli neonati, lavoro, casa, affetti […]».

Suo figlio sta meglio? «La nostra battaglia non è ancora finita ma noi siamo molto fortunati: ci siamo accorti che Giacomo non stava bene prima che succedesse il patatrac. E poi lui è un bambino forte, fa una vita normale, corre, gioca. La parola tumore fa paura ma in questi mesi ho scoperto che esistono malattie peggiori, anche per i bambini. […]».
Sono diverse le reazioni di madri e padri di fronte alla malattia di un figlio? «I padri reagiscono più lentamente, ingranano piano piano, le mamme sono più corazzate. […] Con le dovute eccezioni, la verità è che le donne per la loro straordinaria forza si sobbarcano sulle spalle il peso maggiore».

Nella sua coppia invece come è andata? «Andavamo già bene e la nostra complicità è continuata. Lui mi fa tantissimi complimenti, mi dice sempre ‘se non ci fossi tu’ […]».

Ha annunciato che non posterà più foto dei suoi figli «Una riflessione che non avrei mai fatto senza la malattia di Giacomo. Ho sempre postato le foto dei miei bambini, mi faceva piacere. Oggi ho deciso che non lo farò più perché desidero che mio figlio, anche quando sarà guarito, sia libero di uscire senza essere indicato come il figlio della Santarelli. Tra un anno sarà diverso e nessuno lo riconoscerà più».

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.