Trenord: ridotto afflusso viaggiatori

trenord
trenord

Nella settimana dal 24 febbraio al 1 marzo, in seguito alle misure attuate per affrontare l’emergenza sanitaria, sui treni lombardi è stato rilevato un calo dell’affluenza del 60% – da 820mila a 350mila paseggeri in un giorno feriale – per la sospensione delle attività di atenei, scuole e diverse imprese. Rimanendo confermati tali provvedimenti, nella settimana da lunedì 2 a domenica 8 marzo viene confermata la riduzione del servizio Trenord che riguarda l’8% delle 2300 corse programmate. In Lombardia circoleranno 2100 treni.

Inoltre da lunedì 2 marzo in seguito al ripristino dei binari dell’Alta Velocità sulla linea Milano-Piacenza da parte di RFI i treni della linea S1 Saronno-Lodi avranno nuovamente origine e destinazione a Lodi e i treni della linea Milano Centrale-Brescia-Verona avranno origine e destinazione a Milano Centrale.

I dettagli sulle modifiche
Tutte le informazioni sui provvedimenti sono disponibili nelle pagine di ogni direttrice sul sito trenord.it e sull’App Trenord.

In particolare, su rete Ferrovienord sono previste le seguenti modifiche:
• le corse della linea S2 Milano Rogoredo-Passante-Mariano Comense non saranno effettuate. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S4 Camnago-Cadorna e i servizi del Passante ferroviario.
• le corse della linea S12 Melegnano-Milano Bovisa non saranno effettuate. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S1 Saronno-Lodi.
• il servizio della linea S3 Saronno-Milano Bovisa-Milano Cadorna sarà sospeso dalle ore 9 alle ore 22. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S1 Saronno-Lodi e le linee regionali per il collegamento Saronno-Milano Cadorna.
• subiranno modifiche con la riduzione di alcune corse anche le linee S9 Saronno-Seregno-Albairate; Milano Cadorna-Novara Nord; Milano Cadorna-Varese-Laveno; Milano Cadorna-Como Lago; S4 Milano Cadorna-Camnago

Su rete RFI subiranno modifiche – con la riduzione di alcune corse –le seguenti linee: Milano-Bergamo via Treviglio; Milano-Sondrio-Tirano; Milano-Brescia-Verona; Milano-Mortara-Alessandria; S11 Milano-Como San Giovanni; Milano-Cremona via Treviglio; Cremona-Mantova; Cremona-Brescia; S5 Varese-Milano-Treviglio.

In adempimento di quanto previsto dall’ordinanza regionale, prosegue la sospensione delle fermate di Codogno, Maleo, Casalpusterlengo. I treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermano a Codogno. Sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno il servizio è parzialmente sospeso.È inoltre sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo.

Le operazioni di sanificazione della flotta
Dando seguito alle disposizioni delle Autorità sanitarie, Trenord ha messo in atto le opportune misure precauzionali per la tutela dei passeggeri e del personale. I convogli sono sottoposti a operazioni di sanificazione, che sono svolte di notte presso gli impianti di Milano Fiorenza e Novate Milanese e di giorno, durante i tempi di sosta dei treni, presso le principali stazioni di Milano.

Tramite i propri canali di comunicazione – esterna e interna – l’azienda ha invitato i passeggeri e i dipendenti a rispettare le dieci regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute.

Il ripristino dei binari AV Milano-Piacenza
Da lunedì 2 marzo in seguito al ripristino dei binari dell’Alta Velocità sulla linea Milano-Piacenza da parte di Rete Ferroviaria Italiana:
• i treni della linea S1 Saronno-Lodi torneranno ad avere origine e destinazione a Lodi – invece che a Melegnano
• i treni della linea Milano Centrale-Brescia-Verona avranno origine e destinazione a Milano Centrale – invece che a Milano Lambrate.

Emergenza droga in Lombardia

Riccardo De Corato
Riccardo De Corato

Sicurezza, De Corato: emergenza droga in Lombardia, aumentare numero Forze dell’Ordine sul territorio

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione
e Polizia locale, Riccardo De Corato, ringrazia “gli agenti del
Commissariato Lorenteggio di Milano per aver arrestato l’ennesimo pusher
sorpreso in macchina con 51 kg di hashish. Milano – aggiunge – si conferma
crocevia dello spaccio”.

Vari sequestri droga negli ultimi due mesi – “Sono stati numerosi i
sequestri di droga in Lombardia negli ultimi mesi – ha aggiunto l’assessore
– ricordo episodi a Gorgonzola (MI) Sesto San Giovanni (MI), Paderno Dugnano
(MI), nei quartieri Lorenteggio e Giambellino a Milano e i 55 chili
sequestrati tra le province di Milano e Bergamo. A questi vanno aggiunti i
numerosi episodi di minore entita'”.

Serve aumento FF.OO. per contrastare traffico stupefacenti- “Di fronte ai
dati contenuti nella ‘Relazione Annuale 2019′ della Direzione Centrale per i
Servizi Antidroga – rimarca De Corato – e’ sempre piu’ evidente la
necessita’ di aumentare il numero delle Forze dell’ordine in Lombardia,
appello che continuo a rivolgere al Ministro dell’Interno Lamorgese. I dati
ci indicano che ‘nel
2018 in Lombardia e’ stato registrato il 16,02% delle operazioni antidroga
svolte sul territorio nazionale, il 7,21 % delle sostanze sequestrate e il
14,05% delle persone segnalate all’Autorita’ Giudiziaria’. E – conclude
l’assessore regionale alla Sicurezza – ‘in provincia di Milano e’ stato
registrato il 59,20% delle operazioni antidroga svolte sul territorio
nazionale'”.

Progetto Smart Future Academy

attilio-fontana-
attilio-fontana-

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale all’Istruzione Formazione e Lavoro Melania Rizzoli interverranno domani, mercoledi’ 12 febbraio, alla giornata dedicata all’Orientamento e alla Formazione degli studenti nell’ambito del Progetto Smart Future Academy.

L’evento, rivolto ai giovani delle scuole superiori, ha l’obiettivo di aiutarli a orientarsi nel mondo del lavoro attraverso il confronto con personalita’ dell’imprenditoria, della cultura, della scienza e dell’arte che raccontano la loro esperienza personale rivelando le chiavi del loro successo.

– ore 10.30, Brixia Forum (via Caprera, 5 – Brescia).

Lombardia: calo dei livelli di Pm10 nell’aria

Controllo-dellaria-inquinamento-
Controllo-dellaria-inquinamento-

In Lombardia significativo calo dei livelli di Pm10 nell’aria con valori che in tutte le province sono sotto la soglia dei 50 µ/m3 e in alcune scendono addirittura sotto i 10 µ/m3 della media provinciale.

In base ai dati rilevati ieri dalle centraline di monitoraggio di Arpa Lombardia, abbiamo, sempre come media provinciale: Milano (16,1 µ/m3), Monza (13,5 µ/m3), Bergamo (11,3,1 µ/m3), Brescia (13,7 µ/m3), Varese (10,3 µ/m3), Como (7,3 µ/m3), Lecco (9,3 µ/m3), Pavia (11,2 µ/m3), Lodi (11,5 µ/m3), Cremona (16 µ/m3), Mantova (6,8 µ/m3) e Sondrio (9,5 µ/m3).

Nei prossimi giorni potranno tornare condizioni progressivamente più favorevoli all’accumulo degli inquinanti, almeno fino alla giornata di domenica, quando le condizioni torneranno a essere neutre o variabili.

Bit dal 9 all’11 febbraio: Lombardia protagonista

Lara Magoni Assessore al Turismo
Lara Magoni Assessore al Turismo

Turismo, dal 9 all’11 febbraio Lombardia protagonista in Bit. Magoni: sempre più attrattivi a livello internazionale

Si apre domenica 9 febbraio (a Fieramilanocity fino a martedì 11 febbraio) l’edizione numero 40 della Bit (Borsa Internazionale del Turismo).

“Saranno 64 – spiega l’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni – gli operatori lombardi presenti. Professionisti del settore e visitatori saranno accolti dalla Regione in un’area espositiva di oltre 700 metri quadrati brandizzata #inLombardia. Dalle montagne ai laghi, dalla cultura all’arte, dai paesaggi mozzafiato sino ai percorsi enogastronomici: alla BIT 2020 la Lombardia si presenta con tutte le sue eccellenze, che ormai l’hanno fatta diventare una delle mete italiane più ambite a livello internazionale”.

Area espositiva – Lo stand è organizzato con un’Area ‘Accoglienza istituzionale’, compreso di corner per la distribuzione del Passaporto turistico inLombardia e per la promozione dell’App #inLombardia PASS. Cuore dell’area espositiva sarà l’Area Eventi, che ospiterà un ricco palinsesto di iniziative istituzionali e di promozione del territorio.

Inoltre, lo stand regionale ospita 48 postazioni riservate ai co-espositori del b2b per la commercializzazione dell’offerta turistica lombarda e 16 postazioni riservate ai territori lombardi per la promozione tematica ed esperienziale delle destinazioni.

Esaltiamo attrattività territori – “L’obiettivo – spiega Lara Magoni – è promuovere la Lombardia come sistema turistico integrato, valorizzando le peculiarità dei suoi territori. È questa la nostra vera ricchezza: proporre ai visitatori un’offerta davvero variegata, dalle città d’arte ai borghi segreti, dalla maestosità delle sue montagne ai laghi, dai sapori unici al mondo alla riscoperta delle tradizioni. Il tutto, condito da un’offerta ricettiva all’avanguardia. Voglio ricordare che il turismo è uno dei pilastri dell’economia mondiale: in Italia realizza il 13,2% del PIL e dà lavoro a quasi il 15% degli occupati. Non è un caso che la Lombardia abbia individuato in questo comparto un ambito strategico sul quale puntare per lo sviluppo economico. È una delle nostre priorità favorire in tutti i modi il nostro potenziale turistico, un settore che cresce al ritmo del 3,2%, ovvero 3,6 volte in più della crescita dell’economia italiana”.

“Il mio impegno – aggiunge Lara Magoni – sarà promuovere una visione di medio lungo periodo con particolare attenzione all’accessibilità, alla sostenibilità e all’innovazione”.

I punti di forza della Lombardia – Saranno 3 i macro-temi che Regione Lombardia ha scelto per promuovere le sue destinazioni: ‘Lombardia Active’, all’insegna di un turismo attivo, anche in vista delle Olimpiadi del 2026, vero fiore all’occhiello di una regione in grado di abbinare al meglio sport e turismo; ‘Lombardia Segreta’, alla scoperta di una Lombardia più inedita, dai borghi ai cammini storici, su destinazioni eccellenti ma al di fuori degli itinerari maggiormente conosciuti; infine, ‘Sapore inLombardia’, un viaggio tra le eccellenze enogastronomiche del territorio per riscoprire gusti, prodotti locali, ricette tradizionali che tutto il mondo ci invidia.

Numeri da record – D’altronde, i numeri stanno premiando sempre di più la Lombardia come destinazione turistica attrattiva a livello internazionale. I dati dei flussi turistici da gennaio a settembre 2019 (elaborazione Polis su dati provvisori in merito a rilevazione Istat) sono davvero positivi: gli arrivi sono stati 14.271.798, le presenze hanno toccato quota 35.928.599.

Numeri che certificano un vero e proprio boom del turismo lombardo, visto che rispetto allo stesso periodo del 2018 gli arrivi sono cresciuti del 5,8% e le presenze addirittura del 7,5%.

“La Lombardia – continua Magoni – è la prima regione italiana per spesa turistica da parte dei turisti internazionali. Con 813 milioni di euro, la nostra regione raccoglie più del 55% della spesa turistica totale degli stranieri nel Bel Paese per acquisti e shopping. Possiamo fare ancora di più: ecco perché come assessore alla partita lavorerò per sostenere ancora di più la competitività delle strutture ricettive, supportando lo spirito innovativo degli operatori turistici”.

Il turismo digitale – BIT è anche la vetrina per presentare la strategia di promozione di inLombardia, che trova la sua massima espressione nel costante aggiornamento dei canali digitali del brand. Anche quest’anno sarà possibile, attraverso un totem multimediale, vedere e toccare con mano le potenzialità di EDT (Ecosistema Digitale Turistico). Si tratta di una piattaforma digitale per la gestione e la condivisione di contenuti informativi dell’offerta turistica lombarda che raccoglie, armonizza e distribuisce contenuti digitali alimentando canali diversi (il portale in-lombardia.it, totem, infopoint, siti verticali territoriali).

Lombardia-Ryanair – Tra le partnership strategiche, invece, spicca quella con Ryanair attivata nel 2019, i cui esiti della collaborazione saranno presentati proprio in occasione di BIT, lunedì 10 febbraio alle ore 15 presso l’Area Eventi dello stand regionale (Padiglione 3, piano terra, stand n. C17-C25-G16-G24).