“Costa Zena Festival”

costa2-monumentale 1
costa2-monumentale 1

Sabato 7 luglio 2018 a Genova andrà in scena “Costa Zena Festival” (www.costa.it/festival), il grande evento durante cui Costa Crociere festeggerà, insieme a Realize Networks e alla città di Genova, il suo 70° compleanno.

Gli imponenti festeggiamenti, organizzati da Costainsieme al Comune di Genova e con il patrocinio della Regione Liguria, prevedono oltre 20 attrazioni gratuite, uno scivolo gonfiabile ad acqua di 340 metri(il più lungo mai costruito al mondo in una città!), 60 performer provenienti da tutta Europa, 28 artisti tra cantanti, dj e attori comici e oltre 450 persone di staff.

“Dopo oltre tre anni di intensa sinergia, Realize Networks ha il piacere di trovarsi al fianco diCosta Crociere, che ha fortemente voluto fare questo meraviglioso dono alla sua città, nella realizzazione dei festeggiamenti per i 70 anni di vita e di grandi successi dell’azienda stessa. Per la speciale occasione, Realize Networks ha progettato e curerà la regia dello entusiasmante e coinvolgente evento, un’intera giornata di “Felicità al quadrato”, durante la quale tutti potranno vivere l’esperienza di una crociera Costa in città”commenta così, Pasquale Arria, Founder e CEOdi Realize Networks.

Ad illuminare la festa, un gran pavese di dimensioni giganti punteggiato di luci si estenderà per 1.8 km lineari nel centro di Genova. Partendo da Via XX Settembre, salirà su Piazza De Ferrari, sopra a Palazzo Ducale, per scendere in Piazza Matteotti, percorrere via San Lorenzo e collegarsi a piazza Caricamento, fino ai Magazzini del Cotone di Porto Antico.

Ad arricchire il festival anche una gustosa offerta gastronomica: Costa offrirà ben 2000 Kg di gelato, nei “Food District si potranno degustare:la selezione Bruno Barbieri, i mini hot dog per i più piccoli e i Burger d’Autore, sorseggiando Aperol Spritzo la birra del Birrificio Angelo Poretti.
Dalle 18, si alterneranno spettacoli comici e concerti dal vivo.

Dalla celebre coppia Al Bano e Romina Poweragli artisti di Radio 105, tra i quali Michele Bravi, Elodie, The Kolors, Francesco Gabbani, Ermal Meta e Moreno.
Alle 23 circa, per la prima volta in Liguria un incredibile show di luci e acquache conquisterà il pubblico. Dopo la mezzanotte la grande festa proseguirà con il Dj Set di Radio 105 fino alle prime ore del mattino.

MSMT_Comunicato Chiusura e Comunicato Rettifica

milano-serravalle
milano-serravalle

A7 MILANO-SERRAVALLE
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 21:00 di Lunedì 11 Giugno alle ore 05:00 di Mercoledì 13 Giugno 2018, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il casello di Tortona (Km 63+647) in entrata/uscita per/da entrambe le carreggiate nord (direzione Milano) e sud (direzione Genova). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono la deviazione del traffico al casello di Castelnuovo Scrivia (Km 54+384).

    Dalle ore 22:00 di Mercoledì 13 Giugno alle ore 06:00 di Giovedì 14 Giugno 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Castelnuovo Scrivia (Km 54+384) da carreggiata nord (direzione Milano). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico al casello precedente di Tortona (Km 63+647). Contestualmente sarà chiuso al traffico il casello di Castelnuovo Scrivia (Km 54+384) in entrata per la medesima carreggiata nord. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Autostrada al casello di Casei Gerola (Km 49+980).

    Dalle ore 21:00 di Giovedì 14 Giugno alle ore 05:00 di Venerdì 15 Giugno 2018, verrà chiusa al traffico la carreggiata sud (direzione Genova) nella tratta compresa tra l’interconnessione con il Raccordo Autostradale A7-A26 Predosa Bettole (Km 72+120) e Serravalle Scrivia (km 84+496), svincoli interclusi e area di Servizio Bettole Ovest (km 80+315) compresi. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico al casello di Novi Ligure dell’Autostrada A26 e il successivo indirizzamento in viabilità ordinaria per il rientro in A7 al casello di Serravalle Scrivia (Km 84+496). Gli utenti diretti a Genova potranno altresì proseguire sulla A26-Voltri.

    Dalle ore 22:00 di Venerdì 15 Giugno alle ore 06:00 di Sabato 16 Giugno 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Binasco (Km 10+503) per carreggiata nord (direzione Milano). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Tangenziale Ovest allo svincolo S.S.35 MI-Ticinese (Km 21+386).

    Dalle ore 22:00 di Venerdì 15 Giugno alle ore 06:00 di Sabato 16 Giugno 2018, verrà chiuso al traffico il casello di Casei Gerola (Km 49+980) in entrata/uscita per/da carreggiata nord (direzione Milano). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico al casello di Castelnuovo Scrivia (Km 54+384).
A51 TANGENZIALE EST
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:

    Dalle ore 22:00 di Martedì 12 Giugno alle ore 06:00 di Mercoledì 13 Giugno 2018, verrà chiusa al traffico la carreggiata nord (direzione Usmate) nella tratta compresa tra l’Interconnessione A51-A4 (Km 20+650) e lo svincolo S.P.13 Agrate (Km 21+040), rami di svincolo interclusi compresi. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico alla precedente uscita S.P.208 Carugate (Km 17+808) per il successivo rientro in Tangenziale attraverso la viabilità ordinaria allo svincolo S.P.13 Agrate (Km 21+040). In alternativa, gli utenti potranno proseguire in Autostrada A4 direzione Venezia al casello di Agrate Brianza (A4, km 145+900) con analogo percorso alternativo in viabilità ordinaria.

    Dalle ore 22:00 di Venerdì 15 Giugno alle ore 06:00 di Sabato 16 Giugno 2018, verrà chiusa al traffico la carreggiata nord (direzione Usmate) nella tratta compresa tra gli svincoli S.P.13 Monza (Km 21+040) e S.P.41 Burago (Km 23+867), rami di svincolo interclusi compresi. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico in viabilità ordinaria per il successivo rientro in Tangenziale allo svincolo S.P.2 Vimercate Sud (Km 24+600).

    Dalle ore 22:00 di Venerdì 15 Giugno alle ore 06:00 di Sabato 16 Giugno 2018, verrà chiusa al traffico il ramo di svincolo in uscita per Vimercate Centro (Km 26+623) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico allo svincolo precedente Vimercate Nord (Km 28+137) o in alternativa al successivo S.P.2 Vimercate Sud (Km 24+600).

Per lavori di pavimentazione eseguiti da ASPI 2° Tronco di Milano in propria competenza, si rende necessaria la seguente chiusura:

    Dalle ore 22:00 di Mercoledì 13 Giugno alle ore 05:00 di Giovedì 14 Giugno 2018, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo dell’Interconnessione A51-A4 (Km 20+650) in uscita per Venezia da carreggiata nord (direzione Usmate). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo precedente S.P.208 Carugate (Km 17+808) per il successivo ingresso in Autostrada A4 attraverso la viabilità ordinaria al casello di Agrate Brianza (A4, km 145+900).

A54 TANGENZIALE OVEST DI PAVIA
Per lavori di pavimentazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
    Dalle ore 22:00 di Venerdì 15 Giugno alle ore 06:00 di Sabato 16 Giugno 2018, verrà chiusa al traffico la carreggiata nord (direzione Milano) nella tratta compresa tra Disinnesto con S.S.35 dei Giovi (Km 0+000) e Interconnessione A54-A53 (Km 5+266), rami di svincolo interclusi compresi. I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria (Strada Statale S.S.35 dei Giovi).
In caso di maltempo le lavorazioni di cui sopra potranno essere rinviate e recuperate
nel corso del primo giorno utile consecutivo, con pari modalità ed orari.

RETTIFICA

A seguito della riprogrammazione delle lavorazioni sul Raccordo A52 – S.P.46, il comunicato del 7 giugno viene annullato e sostituito dal presente, limitatamente a tratta e lavorazioni qui richiamate.

RACCORDO AUTOSTRADALE A52 – S.P.46
Per lavori di riqualifica e potenziamento della ex S.P.46 Rho-Monza, verranno effettuate le seguenti chiusure:

    Dalle ore 12:00 di Lunedì 11 Giugno fino a Mercoledì 20 Giugno 2018, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo dell’Interconnessione con S.P. ex S.S.35 (Km 6+850) in entrata da Milano e Meda per carreggiata nord (direzione A8-Rho). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico in Autostrada A4 direzione Torino attraverso lo svincolo di Cormano.

27^ Partita del Cuore

formazione
formazione

Mercoledì 30 maggio 2018, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, andrà in scena la 27esima edizione della Partita del Cuore con la Nazionale Cantanti che scenderà in campo assieme ai Campioni del Sorriso.

Confermate le due madrine della serata: la campionessa paralimpica Bebe Vio e l’attrice Penelope Cruz, il presidente della Fifa Gianni Infantino e il vice segretario Zvonimir Boban.

Tante le stelle della musica, del cinema, dello sport e della televisione, presenti la sera di mercoledì 30 Maggio allo Stadio Luigi Ferraris di Genova. Hannoconfermato la presenza l’ex Genoa Marco Rossi, Mattia Perin e Fabio Quagliarella, naturalmente Gianni Morandi, il presidente Paolo Belli, Moreno, Benji e Fede, Briga, Lodo e Albi dello Stato Sociale, Ermal Meta, Ficarra, Luca e Paolo, Clementino, Rocco Hunt, Boosta dei Subsonica, Jack Savoretti,

Il Volo, Enrico Ruggeri, Neri Marcorè, Pio e Amedeo, Paolo Conticini, Gian Piero Gasperini, Emiliano Viviano, Angelo Palombo, Roberto Pruzzo e moltissime altre star che saranno comunicate al più presto.

La Nazionale Cantanti e i Campioni del Sorriso giocheranno la Partita del Cuore 2018, organizzata grazie alla collaborazione di Regione Liguria, Comune di Genova e di Costa Crociere, per raccogliere fondi a favore dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, policlinico pediatrico, eccellenza in Italia e di AIRC Associazione italiana per la ricerca sul Cancro, principale finanziatore indipendente della ricerca oncologica italiana.

E’ già attivo il numero solidale 45527 da telefono fisso per le donazioni da 5 e 10 euro ed è già possibile inviare un sms del valore di 2 euro allo stesso numero.
I biglietti si possono acquistare presso il Liguria Informa Point di Regione Liguria in piazza De Ferrari, 14 R (piano terra) dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16, nelle ricevitorie della rete Listicket, sul sito internet www.listicket.com e tramite call center al numero 892101. Il prezzo del biglietto varia da 10 a 20 euro in base ai settori e non sono previsti ulteriori costi di prevendita.

Tedua: nuovo album

tedua-nuovo-album-mowgli-il-disco-della-giungla
tedua-nuovo-album-mowgli-il-disco-della-giungla

In sole 24 ore dall’uscita in streaming di “MOWGLI Il disco della Giungla”, tutti i brani del nuovo album di Tedua entrano nella classifica Top50-Italia di Spotify e di Apple Music, nella quale l’album è anche al primo posto della classifica. Inoltre, la traccia Sangue Misto ha già conquistato la vetta delle classifiche di Spotify e di Apple Music.

Classe 1994, il Mowgli del rap italiano, dalla periferia di Genova, è arrivato a Milano con il desiderio di riscatto da una vita che l’ha messo alla prova sin da piccolo. Trova la sua rivincita nella boxe, nelle strofe che scrive e nelle battaglie di freestyle, arrivando a definire un flow unico nel suo genere. Il suo vissuto personale si trasforma in rima e conquista il pubblico con la sua identità.

Distribuito da Sony Music, l’album contiene 16 brani inediti (gli ultimi due disponibili solo nella versione Deluxe Edition), scritti da Tedua, affiancato nella produzione dal suo fidato Chris Nolan capace di dare vita ad un suono autentico e ben definito.

Da ieri, 2 marzo 2018, è possibile ascoltare “MOWGLI Il disco della Giungla” su tutte le piattaforme streaming, mentre da mercoledì 7 marzo 2018 l’album sarà disponibile in digital download e in tutti i negozi di dischi nei seguenti formati: Standard Jewelbox (14 brani), CD Deluxe (14 brani + 2 esclusivi solo in fisico) e Vinile (14 brani).

L’uscita del disco è stata anticipata dal teaser “Il disco della giungla” (http://vevo.ly/qgTibX), nato da un racconto di Tedua e Chris Nolan e da due singoli: “La Legge del Più Forte”, certificato disco di platino, che conta oltre 8 milioni di stream su Spotify e oltre 6 milioni di views su Vevo/Youtube, e “Burnout”, pubblicato lo scorso 2 febbraio, che ha già totalizzato oltre 2 milioni e mezzo di stream e il cui video ha già raggiunto quasi 2 milioni di views.

Perquisizione in carcere a Genova

donato-capece-sappe
donato-capece-sappe

Movimentata perquisizione in carcere a Genova. Gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno infatti esaminato e perquisito ogni anfratto delle I e II Sezione detentiva del carcere di Marassi trovando, in alcune celle, telefoni cellulari, lame e cannabis. A darne notizia è Donato Capece, Segretario Generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

“I cellulari sono stati trovati in alcune celle occupate da detenuti sudamericani e tunisini. Gli apparecchi sono stati sequestrati e se n’è data notizia agli uffici dipartimentali e regionali e all’Autorità Giudiziaria. Al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria chiediamo interventi concreti come, ad esempio, la dotazione ai Reparti di Polizia Penitenziaria di adeguata strumentazione tecnologica per contrastare l’indebito uso di telefoni cellulari o altra strumentazione elettronica da parte dei detenuti nei penitenziari italiani”, aggiunge il leader nazionale del SAPPE.

“Il rinvenimento è avvenuto – spiega il leader nazionale del SAPPE – grazie all’attenzione, allo scrupolo e alla professionalità di Personale di Polizia Penitenziaria in servizio. Sulla questione relativa all’utilizzo abusivo di telefoni cellulari e di altra strumentazione tecnologica che può permettere comunicazioni non consentite è ormai indifferibile adottare tutti quegli interventi che mettano in grado la Polizia Penitenziaria di contrastare la rapida innovazione tecnologica e la continua miniaturizzazione degli apparecchi, che risultano sempre meno rilevabili con i normali strumenti di controllo”.

“E’ del tutto evidente che il carcere di Marassi, sotto il profilo dell’organizzazione e della sicurezza è allo sbando”, denuncia Capece. “Ogni giorno succede qualcosa, ed è quasi diventato ordinario denunciare quel che accade tra le sbarre. Altro che carcere umano e più sicuro, come prometteva il Ministro della Giustizia Orlando: Marassi è un colabrodo per le precise responsabilità di ha creduto che allargare a dismisura le maglie del trattamento a discapito della sicurezza interna ed in danno delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria.

“E non è un caso se, da quando sono stati introdotti nelle carceri vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto, gli eventi critici nelle carceri sono decuplicati”, evidenzia. “Non ci si ostini a vedere le carceri con l’occhio deformato dalle preconcette impostazioni ideologiche, che vogliono rappresentare una situazione di normalità che non c’è affatto: gli Agenti di Polizia Penitenziaria devono andare al lavoro con la garanzia di non essere insultati, offesi o – peggio – aggrediti da una parte di popolazione detenuta che non ha alcun ritegno ad alterare in ogni modo la sicurezza e l’ordine interno, come è avvenuto recentemente proprio a Marassi. Cosa si aspetta a mandare nel carcere di Genova gli ispettori del Ministero della Giustizia a constatare i continui fallimenti dell’attuale direttore?”.

“La situazione nelle carceri della Liguria, dove oggi sono detenute oltre 1.400 persone rispetto ai circa 1.000 posti letto è sempre tesa ed allarmante”, conclude Capece. E sottolinea i molti eventi critici accaduti a Marassi nell’anno 2017: “A Marassi, dove si è orientati ad una discutibilissima gestione di permissivismo e di tolleranza da parte dei vertici della direzione, si è concentrato il maggior numero di eventi critici: 199 atti di autolesionismo, 17 tentati suicidi, 235 colluttazioni e 38 ferimenti. Aggiungo che la cosa grave è che questi numeri si sono concretizzati proprio quando sono stati introdotti la vigilanza dinamica ed il regime penitenziario ‘aperto’, ossia con i detenuti più ore al giorno liberi di girare per le Sezioni detentive con controlli sporadici ed occasionali della Polizia Penitenziaria”.

“Anche per questo il SAPPE ha chiesto ai vertici ministeriali un netto “cambio di passo” nel carcere di Marassi “cominciando con l’avvicendamento dell’attuale direttore, che ci sembra dimenticare di tutelare coloro che in prima linea delle sezioni detentive del carcere di Marassi rappresentano lo Stato, ossia gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria, preferendo iniziative trattamentaliste che lasciano il tempo che trovano”.