Comune di Cori: esenzione TOSAP e ICP

Comune di Cori
Comune di Cori

Comune di Cori: esenzione TOSAP e ICP per le attività commerciali sospese durante l’emergenza Covid-19

Le attività commerciali per le quali era stata disposta la chiusura fino al 18 maggio dai vari provvedimenti governativi e regionali di contenimento dell’emergenza Covid-19, sono esentate – per il 2020 – dal pagamento della tassa per occupazione di spazi e aree pubbliche (TOSAP) e dell’imposta comunale sulla pubblicità (ICP). Per gli altri soggetti passivi di questi tributi le tariffe rimangono invariate a quelle già in vigore. Per godere del beneficio, il contribuente dovrà semplicemente astenersi dal pagamento, non sono necessarie ulteriori azioni.

È quanto disposto dalla Giunta Municipale del Comune di Cori, con due distinte deliberazioni approvate in videoconferenza – la n. 52 del 30/04/2020 e la n. 53 del 30/04/2020 – al fine di alleggerire il carico fiscale sugli operatori economici del territorio già duramente provati dal lungo periodo di inattività, prima che il Consiglio comunale deliberi il prossimo bilancio di previsione i cui termini di approvazione sono stati differiti al 31 maggio (art. 107, co. 2, D.L. 17 marzo 2020, n. 18).

I suddetti tributi locali peraltro sono al loro ultimo anno di vigenza. La Legge 27 dicembre 2019, n. 160 ha infatti istituito, dal 2021, il canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria (canone unico) che sostituirà – a parità di gettito e con regolamentazione affidata agli Enti Locali – la TOSAP (o il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche – COSAP), l’ICP, il diritto sulle pubbliche affissioni (DPA) e il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari (CIMP).

 

Italo: tutte le iniziative per la sicurezza

Italo
Italo

Tutte le iniziative di Italo per la sicurezza
Sanificazione costante a bordo treno per la tutela dei viaggiatori e dei dipendenti, disposizione di posti alternati e biglietti nominativi. Supporto a Protezione Civile e Croce Rossa Italiana per fronteggiare l’emergenza

Roma, 4 maggio 2020. La sicurezza dei viaggiatori e dei suoi dipendenti per Italo è da sempre un punto fondamentale della propria strategia.

Ancor più in un momento storico come quello attuale, segnato dall’emergenza Covid-19, Italo sta mettendo in campo tutte le misure volte a tutelare il benessere della comunità. Garantendo i più alti standard igienico-sanitari, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute, Italo prevede regolari interventi di pulizia a bordo treno con specifici prodotti antibatterici e disinfettanti: viene effettuata un’accurata attività di sanificazione prima della partenza (comprendente anche sedili, tavolini, ecc.), durante il viaggio le superfici con maggior contatto (maniglie, pulsanti di apertura porte, ecc.) vengono igienizzate dal personale di pulizia presente in treno e i filtri dell’aria condizionata vengono sostituiti frequentemente.
Sono stati fra l’altro installati all’ingresso di ogni carrozza i dispenser di gel disinfettante, così come nelle toilette è stato introdotto apposito sapone disinfettante per le mani, e per mantenere il distanziamento di sicurezza i sedili non utilizzabili sono appositamente contrassegnati e non potranno essere prenotati in fase di acquisto grazie ad una nuova disposizione dei posti che prevede un assetto a scacchiera per garantire la giusta distanza fra i passeggeri, che dovranno munirsi di mascherine per accedere a bordo treno. I biglietti devono essere nominativi e possono essere acquistati dal sito web italotreno.it, dall’app Italo Treno, dal contact center di Italo allo 060708 e dalle biglietterie automatiche presenti in stazione, frequentemente igienizzate e sanificate. Le biglietterie in stazione saranno riaperte a breve ed in un secondo momento è prevista la riapertura delle lounge Italo Club.
Il personale Italo, che al momento non erogherà il servizio di welcome drink e catering a bordo per limitare le possibilità di contatto e salvaguardare il benessere di tutti, è comunque pronto ad assistere il viaggiatore in ogni fase del tragitto, è istruito sulla gestione delle emergenze e dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale. Proprio a favore del suo personale Italo ad inizio emergenza ha deciso di destinare una copertura sanitaria ad hoc, in caso di contagio da coronavirus, per assistere il dipendente non solo durante il ricovero ma supportandolo anche nel post, fornendo un aiuto pratico con servizi a supporto delle attività quotidiane (baby sitter, pet sitter, consegna spesa a domicilio, ecc.).
Italo, che attualmente effettua 2 soli servizi giornalieri fra Roma e Venezia, nella settimana fra il 18 ed il 24 maggio, nel caso in cui le disposizioni governative aboliranno il vincolo di spostamenti fra regioni differenti, inizierà a reinserire progressivamente le corse e le tratte in funzione della domanda di trasporto.
Ma Italo vuole essere vicino a tutti coloro che stanno fronteggiando in prima linea questa situazione e quindi, dopo aver garantito ai volontari della Croce Rossa la possibilità di spostarsi gratuitamente sui nostri treni, anche per il mese di maggio, per consegnare beni di prima necessità, ha deciso di aiutare anche la Protezione Civile. I nostri treni saranno infatti a disposizione della Protezione Civile, garantendo ai suoi medici ed operatori sanitari volontari la possibilità di spostarsi gratuitamente per prestare supporto.

“Il Mondo” – Massimo Di Cataldo

Massimo di Cataldo
Massimo di Cataldo

Sarà disponibile da venerdì 27 marzo in tutti i digital store “Il Mondo” brano indimenticabile di Jimmy Fontana che Massimo Di Cataldo ha realizzato insieme ad un collettivo di artisti: Alessio Pizzotti – piano, Alberto Lombardi – chitarra, Ingo Peter Schwartz – basso, Fabio Giandon – batteria.

Come racconta l’artista: “A causa dell’emergenza CoronaVirus tantissime persone si trovano in difficoltà, tanti i musicisti e gli artisti che hanno visto bloccata la loro attività, ma nonostante il difficile periodo si cerca di reagire adoperandosi per trovare nuove forme di collaborazione. È nata spontanea l’esigenza di continuare a suonare insieme anche se ognuno da casa sua, mettendo a disposizione le proprie competenze. È una situazione difficile per tutti, e noi che viviamo della musica e nello spettacolo abbiamo il desiderio e anche il dovere di continuare a sollevare gli animi dai problemi e le angosce sopraggiunti in questo momento drammatico. L’intrattenimento ora come mai assume una forma più nobile. Ci sentiamo tutti così piccoli di fronte ad una difficoltà cosi contingente, abbiamo quindi scelto di dare un segnale positivo, attraverso questa meravigliosa canzone “Il mondo” portata al successo da Jimmy Fontana negli anni ’60 e mai così attuale, nei confronti di un mondo che non si vuole fermare e vive con la speranza che anche dopo questa notte verrà il giorno.”

Il progetto vuole essere anche a sostegno delle iniziative di solidarietà promosse dal NuovoIMAIE nei confronti degli artisti la prima delle quali è senz’altro il “Fondo Speciale” di oltre 5 milioni di euro che la collecting stanzierà a favore degli iscritti che hanno dovuto annullare i propri impegni lavorativi a causa dell’emergenza Coronavirus.

Le imprese di CNA Lombardia per l’ospedale Fiera

Pres Parolo
Pres Parolo

Le imprese di CNA Lombardia offrono assistenza tecnica gratuita per la costruzione dell’ospedale a Milano Fiera

 Installatori e degli impiantisti, associati a CNA Lombardia, sono  a disposizione della comunità lombarda per la costruzione del nuovo ospedale per i malati di Coronavirus

Sono tempi difficili ma è proprio nelle difficoltà che stiamo trovando esempi straordinari di solidarietà. Appena si è diffusa la notizia della possibile costruzione di un ospedale dedicato ai malati di Covid – 19 nell’area Fiera di Milano, alcuni imprenditori di Varese, Milano e Como della nostra filiera degli installatori e degli impiantisti hanno chiamato CNA Lombardia per far sapere di essere disponibili a prestare gratis la proprio opera di assistenza tecnica”.

In questa stagione di difficoltà, sono velate da soddisfazione e da un filo di commozione le parole del Presidente regionale lombardo di CNA, Daniele Parolo, quando riferisce di questa bella e importante notizia. Prosegue il Presidente Parolo: “In questi giorni in cui siamo in attesa di capire la misura del supporto alle imprese da parte del Governo, che ringraziamo per quanto potrà fare, ci piace poter dire che le nostre imprese si stanno già mettendo a disposizione della comunità lombarda per aiutare a costruire il nuovo ospedale di cui abbiamo bisogno”.

 CNA Lombardia vuole valorizzare e rilanciare questa disponibilità, facendone un appello ai coraggiosi, ai volenterosi, perché, commenta il Segretario regionale Stefano Binda: “Abbiamo l’onore di rappresentare donne e uomini liberi e forti”.

La CNA Lombardia è la struttura regionale della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Nel settore dell’Artigianato, tutela e lavora al servizio delle Piccole e Medie imprese, alle Piccole e Medie Industrie.