Nuovo look per il mercato del sabato in Ripa di Porta Ticinese

Mercato di Ripa di Porta Ticinese
Mercato di Ripa di Porta Ticinese

Gazebo uniformi per colore, forma e dimensioni nei mercati settimanali scoperti realizzati in sostituzione della vecchia Fiera di Sinigallia. Sono state approvate, giovedì 23 settembre,   dalla Giunta le linee guida per la sostituzione delle attuali tende degli operatori commerciali  con nuovi  gazebo  beige  (4,50x3metri) conformi ai modelli individuati dal Settore Arredo Urbano  e dalla Sovrintendenza. Ai commercianti che si conformeranno alle indicazioni dell’Amministrazione verrà assegnato un contributo massimo di € 500 Euro per singolo posteggio. Il contributo complessivo messo a disposizione dall’Amministrazione è di circa 180 mila euro.  

“Un intervento utile a migliore l’impatto estetico del mercato, rendendolo più ordinato, razionale, gradevole e consono alla storicità dei luoghi nonché più  funzionale sia per gli operatori commerciali sia per i frequentatori del mercato, i cittadini residenti, contribuendo così a incrementare  anche l’attrattività del Mercato del sabato in Porta Ticinese”  commenta l’assessore al Commercio e Attività produttive Franco D’Alfonso

Nei prossimi giorni tutti i contenuti del bando verranno pubblicati sul sito del Comune www.fareinpresa.it. In questa prima fase il contributo messo a disposizione dell’Amministrazione sarà destinato solo agli operatori del mercato di Ripa di Porta Ticinese, che costituisce la prosecuzione dell’antica e tradizionale Fiera di Sinigallia, successivamente potrà essere esteso anche al mercato domenicale di Pagano.

L’iniziativa verrà realizzata solo se la totalità degli operatori del mercato renderà conforme la propria postazione all’immagine coordinata  proposta dagli uffici comunali; pertanto, gli operatori del mercato potranno dichiarare di possedere già una struttura conforme alle indicazioni dell’Amministrazione, oppure usufruire del contributo per l’acquisto di una nuova struttura. Il successo dell’intervento di riqualificazione si avrà solo se tutti i banchi si adegueranno al modello e colore indicato.

Se l’iniziativa sperimentale incontrerà il favore degli operatori, potrà essere estesa anche ad altri mercati cittadini scoperti a cominciare da quello di Pagano. 

Diglielo a tutti

CAST DIGLIELO A TUTTI
CAST DIGLIELO A TUTTI

Il Musical contro ogni Guerra

Quasi cinquant’ anni dopo Hair, arriva dal mondo del teatro e del Musical un nuovo e universale messaggio di pace.

Ecco “DIGLIELO A TUTTI” , nuovissimo musical, tratto dal celebre romanzo pacifista di Irwin Shaw “Bury the Dead”.

Si tratta di uno spettacolare show pieno di energia, con 16 artisti che lanciano, cantando, ballando e recitando il loro monito contro ogni guerra.

“Diglielo a tutti… il musical” , scritto da Paolo e Maurizio Barillari con la collaborazione di Guido Valtancoli, con la regia di Paolo Barillari, sarà in scena per tre repliche straordinarie i giorni 2, 3 e 4 ottobre, al Teatro Di Milano (via Fezzan, 11), il “salotto” della danza, che per la prima volta si apre al musical, per volontà di Marco Daverio, Direttore del Teatro.

Un’ altra particolarità di questo spettacolo, oltre alla tematica universale e pacifista che lo contraddistingue, è data dalle composizione ibrida del cast.

Otto performers già affermati nel panorama del musical italiano, ma altrettanti giovani talenti, appena usciti da accademie di musical, o scuole di canto e danza, o che comunque non hanno mai preso parte ad uno spettacolo professionistico su scala Nazionale.

La scelta è avvenuta in ossequio allo statuto del comitato “AMICI DI PAVI” che insieme a Maurizio Barillari ha finanziato il progetto, e che si propone di dare alle nuove leve del teatro e del Musical Italiano una nuova e concreta possibilità di espressione artistica.

Nel cast, quindi, oltre allo stesso Paolo Barillari, che si è ritagliato nel musical il ruolo del narratore, anche Mattia Inverni (Notre Dame de Paris),  Giò Tortorelli (Dracula, Peter Pan, Romeo e Giulietta), Michelangelo Nari (Siddartha), musical ed opere popolari di grandissimo richiamo e successo.

LA GENESI DEL MUSICAL: COME NASCE “DIGLIELO A TUTTI” ?

 “Diglielo a Tutti”, il Musical, nasce da un dramma teatrale dal titolo “Bury the Dead”, scritto dall’autore e drammaturgo americano Irwin Shaw nel lontano 1936.

Erano gli anni terribili tra le due grandi guerre mondiali, in cui tutto il mondo aveva preso coscienza dell’orrore di un conflitto che coinvolgesse tutto il globo, ma non si sentiva affatto sicuro del fatto che un’ esperienza del genere non potesse ripetersi.

Di fronte all’avanzare dei totalitarismi ed al progressivo sgretolarsi di una prospettiva di pace duratura, Shaw, raccontava nella sua opera surreale la tragedia di alcuni soldati, morti in un’ipotetica guerra combattuta dall’esercito americano. I malcapitati, all’improvviso si alzano dalle proprie tombe, ma non è una resurrezione vera e propria. E’ un atto di protesta formale contro la guerra e contro il dolore che la morte causa nelle famiglie, nelle mogli nei figli…insomma in tutta la società.

Il successo del dramma fu immediato e conseguentemente quello di Shaw che divenne uno degli scrittori più amati-odiati del panorama letterario americano.

Il Maccartismo colpirà duro anche su di lui che, anni dopo, sarà costretto a causa delle sue ideologie ad emigrare in Europa e più precisamente tra la Francia e la Svizzera, dove si spegnerà negli anni ottanta al termine di una lunga e brillantissima carriera.

LA RAPPRESENTAZIONE TEATRALE ITALIANA

Il padre di Paolo Barillari, Maurizio, aveva fatto parte di una compagnia teatrale che a livello amatoriale aveva rappresentato l’opera in Italia dal 1976 ai primi anni 80.

In quell’occasione, la regista Anna De Velo, aveva chiesto a Maurizio di scrivere alcune canzoni che descrivessero i protagonisti della vicenda e che accompagnassero il pubblico attraverso il dipanarsi degli eventi. Ne erano nati sette brani che da sempre Paolo ha imparato a conoscere ed amare, sentendoli e risentendoli tra le mura di casa.

“BURY THE DEAD” DIVENTA UN MUSICAL

Crescendo, Paolo Barillari comincia ad interessarsi di musica e a lavorare nel magico mondo del teatro e dello spettacolo. Il testo di Shaw lo colpisce subito per la sua incredibile attualità e per l’importanza sempre maggiore che il suo messaggio globale di pace e di giustizia sociale sta acquistando con l’andare del tempo.

Così, quasi per gioco nasce l’idea di “Completare” il lavoro intrapreso dal padre negli anni Settanta ed aggiungere nuove canzoni al copione. Brano dopo brano, le parti recitate sono scomparse e l’opera si è trasformata progressivamente in un Musical, completamente cantato, composto da 25 brani diversi.

LE PRIME RAPPRESENTAZIONI E LE RISPOSTE DELLA CRITICA

Dopo anni di duro lavoro e di estenuanti prove teatrali, Paolo Barillari con la collaborazione del regista Roberto Coppola e della Compagnia Teatrale “Pochi ma Buoni”, riesce a mettere in scena “Diglielo a Tutti” il Musical, a livello amatoriale.

Le repliche si tennero nella stagione 2005/2006, al “Cafè Teatro Nobel” di Milano e all’”Auditorium Dossena”.

L’evento suscitò ottime reazioni da parte della critica e persino del circuito mediatico.

Il noto critico teatrale Ugo Ronfani, che presenziò alla prima rappresentazione dedicò allo spettacolo un articolo su “Il Giorno”, il collega Piero Lotito, gli fece eco qualche mese dopo in occasione di una delle repliche.

Anche Rai Channel 24 preparò su “Diglielo a Tutti” un servizio a cura di Mimmo Spina nel Febbraio 2006.

Infine, graditissimo ed inatteso ospite, si presentò alla prima rappresentazione anche Adam Shaw, figlio di Irvin Shaw, autore del testo originale, che si disse estasiato dall’opera e dispostissimo a dare tutto il suo appoggio ufficiale al progetto.

L’ ATTUALE PROGETTO

I fondatori del Comitato “AMICI DI PAVI”, Nice e Gianfranco Pavia, che nel 2005 collaboravano con Paolo Barillari alla realizzazione di un concorso a premi per band emergenti, ebbero l’opportunità di assistere ad una delle repliche della versione amatoriale di “DIGLIELO A TUTTI” e ne rimasero profondamente colpiti.

Negli anni l’attività del Comitato nell’ambito della promozione di giovani talenti emergenti nel campo della musica e del teatro, andava progressivamente allargandosi, estendendosi a prestigiose collaborazioni come quella con l’ Associazione Musicale Palestrina.

Nell’Ottobre del 2014, col desiderio di cimentarsi in una nuova ed emozionante esperienza di produzione artistica, il Comitato ha proposto a Paolo Barillari di riprendere le rappresentazioni di “DIGLIELO A TUTTI”, questa volta in una chiave professionistica e con un nuovo apparato scenografico, registico e coreografico.

Paolo ha entusiasticamente accettato di farsi carico dell’organizzazione della nuova produzione, rivestendo il ruolo di Regista e Direttore Artistico dell’opera.

A partire dal mese di Novembre 2014, è quindi cominciato lo studio di una nuovissima regia dell’opera, che sarà arricchita da brillanti coreografie a cura di Michela Ciusani e da una scenografia, originale e del tutto diversa da quella della versione del 2005.

Le prime repliche della nuova versione di “DIGLIELO A TUTTI” si terranno a partire dal 2 Ottobre 2015 presso il “TEATRO DI MILANO”.

LA STORIA CONTINUA….. anche grazie a voi….

COMITATO AMICI DI PAVI

ll “COMITATO AMICI DI PAVI” è stato fondato il 16 giugno 2004 con lo scopo di raccogliere fondi per promuovere presso i Giovani la conoscenza e lo studio della musica attraverso l’istituzione di premi musicali e la realizzazione di altre iniziative da elaborare nel tempo grazie al contributo dei soci e di tutti coloro che vogliono prestare la loro opera per sostenere queste meritorie iniziative.

Questa idea è nata per ricordare la gioiosa passione per la musica del figlio di Cleonice e Gianfranco, Francesco Pavia, detto “il Pavi” dagli amici, venuto a mancare prematuramente nel 2004.

Si leva dunque una voce univoca da tutti i performers italiani, quelli che sono già professionisti, e quelli che presto lo saranno, anche grazie a questa esperienza… “BASTA GUERRA!”

In qualunque luogo e in qualunque forma.

Gridiamolo e cantiamolo dal maggior numero di palcoscenici possibili.

CREDITS:

Regia: Paolo Barillari

Testi e liriche: Paolo Barillari e Maurizio Barillari con la collaborazione di Guido Valtancoli

Regia Associata: Francesco Colosimo

Coreografie: Michela Ciusani

Direzione voci: Paolo Barillari

Scenografie: Massimiliano Merenda

Realizzazione Scenografica: Massimiliano Merenda e Pierfrancesco Martinotti

Costumi: Claudia Frigatti

Light Designer: Mario Longo

Fonico: Salvatore Maganza per “Ms Production”

Realizzazione grafica locandina: Mario Longo e Graphica di Attilio Patania

Consulente In Comunicazione: Silvia Arosio

Webmaster: web-studio.it

Prodotto da Mario Longo per “Live Music Association” In Collaborazione Con Maurizio Barillari e con Il “Comitato Amici Di Pavi”

PREZZI

da 15 a 40 euro.

Biglietteria

Dal mercoledì al sabato

Dalle h. 14:00 alle 18:00

Email – teatrodimilano@outlook.it

Tel. +39 02 42297313

Come raggiungerci

Via Fezzan, 11

20146 Milano

Italia

Collio, terra di gusti, sapori e cultura

Collio, terra di vini in Friuli
Collio, terra di vini in Friuli


La  zona collinare del Collio, situata nel Friuli Venezia Giulia che ha come capoluogo Gorizia, è collocata tra le Alpi Giulie e il mare Adriatico ed è rinomata in tutto il mondo per la varietà dei vini bianchi grazie a un microclima unico per la ventilazione ed escursione termica. La posizione rimasta in Italia (la minore) al confine con la Slovenia dopo la guerra del 1915-1918  si dispone ad arco con i dossi erosi da profondi solchi che sono litii di piccoli abitati, resti di antichi castelli, frutteti, boschetti di querce e faggi e ottimi vigneti.

Sono quattro i vitigni autoctoni: Malvasia, di colore paglierino chiaro con riflessi verdi  e profumo che richiama la frutta esotica e il pepe bianco. Ribolla Gialla, il più antico vitigno autoctono che i documenti fanno risalire al 1300 e a ha colore paglierino vivace e profumo intenso e vivace. Friulano, chiamato Tocai Friulano ha un colore paglierino con caratteristici riflessi verdolino e un delicato aroma fresco vegetale e sentore di mandorla: in zona è usato anche come aperitivo. Picolit, vino nobile e rarissimo dal colore giallo paglierino con riflessi dorati e profumo che ricorda i fiori di campo e il  miele d’acacia. Inoltre accanto a queste colture sono  numerosi i vigneti internazionali e tra questi citiamo Chardonnay, Pinot Bianco, Muller Thurgan, Riesling, Sauvignon, Traminer Aromatico. Non mancano nel territorio i vini rossi come Collio Cabernet,  Franc, Sauvignon, Merlot.  

Circa duecento sono le cantine della zona  riunite nel Conorzio Collio che producono il “nettare di Bacco” e  la grande quantità di bottiglie vengono esportate in tutto il mondo:  tra queste citiamo quella di Livio Felluga a Cormòns e Franco Toros .

Per quanto riguarda i prodotti alimentari tipici locali segnaliamo i funghi, caffè, miele, olio, frutta, radicchio di Gorizia, gubana  (dolce), lavanda, pasta, verza Sant’Andrea, liquori, frutta e gli insaccati come i prosciutti, salsicce, salami, cotechini.

I piatti tipici goriziani sono il prosciutto cotto nel pane che spolverato di cren grattugiato può considerarsi da piatto unico per il mezzogiorno, la minestra di orzo e fagioli “uardi e fasui”,  gnocchi di patate imbottiti con prugne secche, risotto con verdure, gulash, maiale in umido, asparagi Sant’Andrea. Ovviamente ciascun  ristoratore  può destreggiarsi nell’elaborazione  di ciascuna ricetta in base anche ai gusti diversi e la disponibilità dei prodotti stagionali. Per conoscere i gusti del territorio a Gorizia si è tenuta in settembre la dodicesima edizione  enogastronomica “Gusti di frontiera” organizzata dalla locale Provincia.

Un soggiorno nel Collio non è solo soddisfare le esigenze della gola  ma è l’occasione di arricchire la propria cultura visitando a Gorizia la Piazza Vittoria dominata dal colle del Castello,  la piazza grande e la chiesa Barocca di S. Ignazio con la fontana di Nettuno e al centro la colonna dedicata al santo, il complesso del Borgo Castello, il Sacrario Militare di Oslavia, il Monte San Michele (m.276 km.16) caposaldo sud per la difesa della città durante la Grande Guerra, il Monte Calvario (m. 240 a circa 6 km) ampio panorama   e cippo ai caduti, Palazzo Torriani sorto tra il 1644 e 1705 di stile palladiano e oggi sede municipale che ospita Galleria Regionale d’Arte Contemporanea, il Museo provinciale della Grande Guerra in Borgo Castello 13 che presenta nelle varie sale ben ordinate armi, manichini in divisa, fotografie, attrezzi inerenti alle  distruzioni dei due eserciti contendenti nonché la ricostruzione di una prima linea del fronte contestato e il Castello Formentini in località  San Floriano di origine medievale.

Carlo Torriani

 

 

Jimmy Ingrassia – A mano a mano –

Jimmy  Ingrassia
Jimmy Ingrassia

JIMMY INGRASSIA PROPONE UNA NUOVA E PERSONALE VERSIONE DI “A MANO A MANO”, UN BRANO DI RICCARDO COCCIANTE E RIPRESO ANCHE DA RINO GAETANO

La scelta del pezzo vuole essere un omaggio a due artisti che Ingrassia sente molto vicino artisticamente parlando.

“A mano a mano” è un brano di Riccardo Cocciante particolarmente caro a Jimmy Ingrassia, che propone, in una visione personale arrangiata da Valerio Calisse e diversa sia dalla versione originale che dalla prima cover, da circa due anni durante i suoi live e, visto il grande apprezzamento da parte del pubblico, ha deciso di inciderlo.

Il brano sarà disponibiile in tutte le radio dal 18 settembre e farà parte del prossimo lavoro discografico di Jimmy.

BIO

Jimmy Ingrassia è un cantante di origine siciliana che ha già collezionato diversi successi nel panorama musicale italiano.

Il suo primo approccio con la musica avviene a 11 anni circa, quando comincia a prendere lezioni private di pianoforte.

Poco più che ventenne decide di trasferirsi a Roma per dedicarsi allo studio del canto con celebri insegnanti come Edda Dell’Orso, Nora Orlandi e Stefania Del Prete.

Nella stagione annuale 2005/2006 dopo svariati provini entra a far parte del cast di “DOMENICA IN” in onda su RAI UNO, in qualità di cantante.

Nel 2006 supera brillantemente molteplici selezioni e conquista la vittoria all’ACCADEMIA DI SANREMO “Sanremolab” con il brano “Tutto e subito”.

Nel 2007 è ospite al “FESTIVAL EUROPEO DELLA MUSICA” svoltosi a Sanremo in Piazza Colombo.

Sempre nello stesso anno si ripresenta all’ACCADEMIA DI SANREMO “Sanremolab” raggiungendo la finale con il brano “L’altra parte di me”.

Nel 2009 è semifinalista nelle Nuove Proposte del FESTIVAL DI SANREMO con il brano “Sul filo”.

Il 2010 è un anno pieno di soddisfazioni, che si apre con la partecipazione in coppia con la cantante Mietta al programma “ I RACCOMANDATI ” in onda su RAI UNO (2° classificato).

Finalista al prestigioso premio “MUSICULTURA” (ex Premio Recanati) e di conseguenza inserito all’interno dell’omonima Compilation denominata “MUSICULTURA 2010” .

Ospite nella trasmissione “ NEW STARS NOTTE ” in onda su RAI DUE con un brano di propria composizione.

Sempre nel 2010 si aggiudica la vittoria del Festival Internazionale “TOUR MUSIC FEST” con conseguente “PREMIO DISCOGRAFIA CNI” tenutosi presso L’ATLANTICO LIVE di Roma.

Nel 2013 pubblica il suo primo EP dal titolo “ INDIFESA ” prodotto dalla NAR INTERNATIONAL e distribuito dalla EDEL , composto dai brani : Non esisti solo tu / Indifesa / Fino a venti / Sognatori e fanatici.

Il primo singolo estratto, dal titolo “ Indifesa ” (da cui prende il nome l’EP), viene inserito in rotazione radiofonica nazionale ed internazionale. Fra le emittenti che passano il brano spiccano diverse importanti radio come: Radio Cuore, Radio Touring104, Radio InBlu, RTR e Radio Margherita che lo inserisce tra i 30 singoli ad alta rotazione.

Da qui nascono una serie di live che lo portano a farsi conoscere in giro per l’Italia.

Ancora nel 2013, è nel cast della celebre trasmissione “AMICI” di Maria De Filippi (serale), in onda su CANALE 5, in qualità di corista.

Nel 2014 dopo molteplici provini entra a far parte del programma “THE VOICE of Italy” scelto dal coach Noemi.

Sempre nel 2014 ha avuto l’onore di cantare sia in coro che da solista dinanzi a PAPA FRANCESCO  per l’evento “Le società sportive con Papa Francesco” trasmesso in mondovisione.

Nel giugno 2014 esce su etichetta “STEEL ROSE RECORDS” il singolo dal titolo “Per votarmi scrivi si” che viene inserito in rotazione radiofonica nazionale ed internazionale.

In concomitanza viene realizzato anche il relativo videoclip musicale che vanta in totale più di 1.000.000 di visualizzazioni, fra muzu.tv, dailymotion e youtube.

Nel dicembre 2014 è finalista nelle Nuove Proposte del FESTIVAL DI SANREMO 2015 con il brano “Ti lovvo” .

Quest’ultimo viene pubblicato come singolo il 19 dicembre 2014 dall’etichetta “STEEL ROSE RECORDS” e inserito in rotazione radiofonica nazionale ed internazionale, riuscendo ad essere trasmesso su grandi network del calibro di RTL 102.5 che ha dedicato un’ora di intervista e live a Jimmy e raggiungendo il 24 esimo posto nella classifica nazionale delle etichette indipendenti “INDIE MUSIC LIKE”.

Nel gennaio 2015 l’agenzia mondiale “ANSA” decide di pubblicare in anteprima esclusiva il videoclip del singolo “TI LOVVO” che vanta in totale più di 1.000.000 di visualizzazioni, fra muzu.tv, dailymotion e youtube.

Ad aprile 2015 è finalista al contest per il concerto del PRIMO MAGGIO di Taranto.

Etichetta: STEEL ROSE RECORDS

CONTATTI & SOCIAL

Sito Web: www.jimmyingrassia.it

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Jimmy-Ingrassia/247682278633292?ref=hl

Canale youtube Jimmy Ingrassia: https://www.youtube.com/channel/UCfGF85Wvq0dlFhsrxq8GiYA

Canale youtube Steel Rose Records: https://www.youtube.com/channel/UCdvRtqci2YihnI4KniBVHcQ

Lorenza Fragola – Doppio Platino per Siamo Uguali –

Lorenzo Fragola
Lorenzo Fragola

“SIAMO UGUALI” È DOPPIO PLATINO!

Lorenzo Fragola conquista il doppio platino per il singolo presentato al Festival di Sanremo che lo ha consacrato artista rivelazione dell’anno.

Un altro prestigioso traguardo che si aggiunge al disco d’oro con l’album d’esordio “1995” (Sony), al doppio platino per “The Reason Why” (Sony) e al platino  dell’ ultimo singolo “#FUORI C’È IL SOLE”, uno dei brani più trasmessi dalle  radio che ha fatto cantare tutta l’Italia durante l’estate e il cui video conta più di 10 milioni di visualizzazioni.

Intanto il “1995 Il Tour” ha già registrato il sold-out nella prima data del tour a Roma (2 ottobre, Atlantico), a Napoli (3 ottobre, Casa della Musica) e a Milano (12 ottobre, Alcatraz).

Il tour, che vedrà impegnato Lorenzo in tutta Italia, si concluderà nella sua città, con un appuntamento speciale, il 20 dicembre al PalaTupparello di Acireale (CT).