WikiPoesia – primo Congresso

Wikipoesia
Wikipoesia

Il consiglio direttivo di WikiPoesia, l’enciclopedia poetica che imita il modello di Wikipedia, ha annunciato che terrà il primo congresso a Domodossola. Tra i temi che verranno analizzati, la Libertà di Pensiero.

“Stiamo scrivendo un’intera enciclopedia da zero. In meno di nove mesi abbiamo recensito oltre 500 premi letterari – afferma Renato Ongania (presidente) – il modello è quello di un’enciclopedia collaborativa, simile a Wikipedia, ma riservata al mondo della poesia e più orientata alle esigenze dei poeti e degli operatori culturali. Abbiamo scelto Domodossola perché il volontario più attivo d’Italiarisiede in Val d’Ossola e ci è sembrato un giusto riconoscimento, inoltre il Piemonte è terra di libertà ricca di poesia. A Domodossola lanceremo la nostra nuova campagna internazionale a favore della Libertà di Pensiero.”

Il primo congresso, aperto a chiunque desideri partecipare, si terrà domani  3 gennaio 2020, presso la Sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso.
L’inizio è previsto alle ore 17.

“Domodossola è una città premiata per le sue battaglie di libertà e di civiltà – commenta Michele Scaciga (Content Specialist di WikiPoesia) – principalmente per gli eventi legati alla repubblica partigiana di Ettore Tibaldi durante la seconda guerra mondiale. Sono contento di questa scelta, in tal modo il borgo della cultura continua ad arricchirsi di contenuti. Il mio augurio è che questa iniziativa di carattere nazionale possa contribuire a sostenere l’arte dando visibilità ai poeti”.

“Il nostro intento – conclude Ongania – è sviluppare una nuova rete nazionale di premi letterari, mediante un’enciclopedia libera, non cartacea, gratuita e condivisa al servizio di migliaia di poeti in Italia, di associazioni e di case editrici. Siamo pronti a collaborare con tutti per raggiungere questi scopi”.

Dal sito si legge che il progetto mira a ‘una valorizzazione di fatto di tutti i progetti letterari presenti in Italia che promuovono la poesia’. Sfrutta il motore su cui giraWikipedia mediante il paradigma della“conoscenza condivisa”, ma rinuncia quasi completamente al sistema dell’autorità (spesso criticato a Wikipedia) che impedisce ai poeti contemporanei non in possesso di un titolo accademico di comparire sulla famosa enciclopedia co-fondata da Jimmy D. Wales.

Per maggiori informazioni: www.wikipoesia.it

Gemitaiz e MadMan

Gemitaiz MadMan_credito fotografico Lettergram
Gemitaiz MadMan_credito fotografico Lettergram

Dopo l’annuncio dell’uscita del nuovo album “SCATOLA NERA” (Tanta Roba Label/Island Records/Universal Music), il power duo del rap italiano GEMITAIZ & MADMAN ha svelato oggi la tracklist e le grandi collaborazioni presenti nel disco:

FUORI E DENTRO feat. THA SUPREME (Prod. Polezky, Kang Brulèe)
ESAGONO feat. SALMO (Prod. Mixer T, PK)
KARATE feat. MAHMOOD (Prod. Ombra, Polezky, Kang Brulèe)
COME ME (Prod. Mixer T, PK)
CALIFORNICATION (Prod. Mixer T, PK)
FIORI feat. GUÈ PEQUENO, MARRACASH (Prod. Mixer T, PK)
¥€$ (Prod. Ombra)
CHE ORE SONO feat. VENERUS (Prod. Ombra)
SCATOLA NERA feat. GIORGIA (Prod. Ombra, PK)
UN’ALTRA NOTTE feat. PRIESTESS (Prod. Ombra, PK)
TUTTO OK (Prod. Orang3)
VELENO 7 (Prod. Mixer T, PK)

Il terzo lavoro in studio dei due rapper, che segue l’uscita di “Detto, Fatto.” (2012) e “Kepler” (2014), arriva a cinque anni dall’ultimo disco insieme. L’album, anticipato dal grande successo del singolo “Veleno 7”, è già disponibile in pre-save e pre-order al link http://island.lnk.to/scatolanera.

Dal 20 settembre Gemitaiz e MadMan saranno i protagonisti di un instore tour durante il quale incontreranno i fan e firmeranno le copie di “SCATOLA NERA”. Queste le date confermate:

20 settembre
Ore 16:00 Milano, Mondadori (Piazza Duomo)

21 settembre
Ore 16:00 Roma, Discoteca Laziale (Via Giovanni Giolitti 263)

22 settembre
Ore 16:00 Napoli, Feltrinelli (Stazione, Piazza Garibaldi)

23 settembre
Ore 14:00 Lecce, Feltrinelli (Via dei Templari 9)
Ore 18:00 Bari, Feltrinelli (C.C. Santa Caterina)

24 settembre
Ore 17:00 Padova, Mondadori (Piazza Insurrezione 3)

25 settembre
Ore 16:00 Brescia, Mondadori (C.C. Freccia Rossa)

26 settembre
Ore 14:00 Varese, Varese Dischi (Via Alessandro Manzoni 3)

27 settembre
Ore 16:00 Torino, Feltrinelli (Stazione Porta Nuova)

28 settembre
Ore 14:30 Lucca, Sky Stone & Songs (Piazza Napoleone 22)
Ore 18:00 Firenze, Galleria del Disco (Piazza della Stazione 14)

29 settembre
Ore 17:00 Cagliari, Mondadori (Via Farina 16)

30 settembre
Ore 17:00 Catania, Feltrinelli (Via Etnea 285)

1 ottobre
Ore 16:00 Palermo, Mondadori (C.C. Forum)

Bollate: Operazioni sui veicoli stranieri

polizia-locale
polizia-locale

Nuova operazione della Polizia locale nell’ambito delle indagini sui veicoli stranieri, che ha permesso la restituzione di un’auto rubata al legittimo proprietario..

L’auto, una Toyota RAV4 Hybrid chiusa e parcheggiata in via Cinque Giornate, è stata identificata dalla Polizia locale di Bollate nelle scorse settimane. A destare l’attenzione della pattuglia in servizio, la tipologia di targa e l’immatricolazione bulgara.

L’esperienza maturata dal personale del Comando in tema di veicoli stranieri, ha subito permesso di cogliere un dettaglio significativo: le due targhe avevano la bandiera della Bulgaria sul lato sinistro, secondo un tipologia che non è più in uso dal 2005 (oggi c’è la “corona a stelle” europea).

Dato che la macchina era visibilmente più recente, il sospetto si è subito insinuato e gli agenti hanno osservato meglio il veicolo notando anche l’inversione delle targhe tra anteriore e posteriore. Assenti anche le due vetrofanie tipiche delle auto bulgare, comprovanti la copertura assicurativa e la nuova immatricolazione o re-immatricolazione. A questo punto gli agenti si sono collegati a un sito bulgaro dedicato, per verificare la copertura assicurativa del veicolo e al PRA italiano ottenendo le prove che la targa non corrispondeva all’auto in sosta, ma apparteneva a un altro veicolo di marca “Daimler Chrysler Voyager” di immatricolazione italiana fino al 2008 e poi “radiato”.

Ne è seguita la richiesta al Centro di cooperazione di Polizia e Dogana di Chiasso di informazioni sull’auto che, in Bulgaria, risultava corrispondente alla targa rilevata sulla Toyota RAV4 Hybrid oggetto del controllo.

Da un ulteriore sopralluogo i vigili hanno notato anche che, all’interno dell’abitacolo, si intravedeva una targa di nazionalità italiana ripiegata su sé stessa, appena visibile ma chiaramente riconoscibile anche per la presenza, nella parte posteriore di colore metallico, del logo “IPZS” del Poligrafico dello Stato.

Gli agenti, a quel punto, hanno sequestrato l’auto e l’hanno portata nel deposito convenzionato con il Comune, anche al fine di impedire spostamenti o ulteriori manomissioni.

Chieste le opportune autorizzazioni alla Procura della Repubblica, nei giorni successivi la Pl di Bollate ha potuto aprire l’auto e trovare le due targhe originali italiane, oltre ai documenti di circolazione che corrispondevano alla denuncia di furto fatta dal proprietario.

Nei giorni scorsi, è stato contattato il proprietario che, recatosi al Comando di via Garibaldi 2, è tornato in possesso della sua auto ringraziando la Polizia locale di Bollate per il ritrovamento.

Manifesto

manifesto_poster_ita
manifesto_poster_ita

Nelle sale spazioCinema solo il 23, 24 e 25 ottobre
MANIFESTO di JULIAN ROSEFELDT
il primo film della serie “I wonder stories”
con protagonista la meravigliosa Cate Blanchett

Anteo Palazzo del Cinema
23 ottobre ore 11.00 17.40 19.50
24 ottobre ore 11.00 13.00 15.10 22.00
25 ottobre ore 11.00 13.00 17.40 21.50
Ariosto spazioCinema
25 ottobre ore 19.15
Capitol spazioCinema
23 ottobre ore 21.15
Teodolinda spazioCinema
25 ottobre ore 21.15
Cremona Po spazioCinema
24 ottobre ore 20.00

Arriva nelle sale MANIFESTO di Julian Rosefeldt, prima uscita di I Wonder Stories: un appuntamento mensile per poter vedere su grande schermo i documentari più straordinari e le storie più rivelatrici. Questi film raccontano della creatività in tutte le sue forme e mirano a far comprendere meglio la contemporaneità e il nostro mondo, in continua evoluzione.

Il film viene proposto in versione originale (cono sottotitoli in italiano) per consegnare al pubblico il valore artistico dell’eccezionale interpretazione di Cate Blanchett.

Il Manifesto del Partito Comunista raccontato da un homeless, i motti dadaisti recitati da una vedova a un funerale, il Dogma 95 descritto da una maestra ai suoi alunni, e così via. 13 personaggi diversi: ogni personaggio uno scenario, ogni scenario un movimento celebrato attraverso intensi monologhi. È la sfida a cui si sottopone il premio Oscar Cate Blanchett in questo spettacolare omaggio alla tradizione dei manifesti letterari che ha conquistato il Sundance. L’artista e regista Julian Rosefeldt riprende e ricontestualizza le parole immortali di artisti e pensatori e attraverso quelle parole rilegge il mondo contemporaneo. Raccontandoci così ciò che è cambiato e ciò che non cambierà mai.

Biglietti: Tariffa applicata da ciascun cinema per la normale programmazione

Irene Ghiotto in tour a Milano

Irene Ghiotto
Irene Ghiotto

A quasi due anni dall’uscita di Pop simpatico con venature tragiche, definito dalla critica «squisitamente pop nella musica, ma anche profondamente tragico nelle parole», Irene Ghiotto rivela le ultime date del suo tour.

La cantautrice tornerà a esibirsi dal vivo dopo una breve pausa, concludendo con stile il lavoro su un album che lei stessa definisce “metaletterario”, perchè tratta del ruolo della musica e di come si scrive, di quanto si può “tirare e deformare” un brano senza fargli perdere le ragioni che lo hanno reso necessario.

«Com’è giusto che sia, il disco dal titolo impossibile da ricordare e per questo indimenticabile, giunge all’ultimo strascico della sua naturale curva di vita – esordisce Irene – Lo considero l’atto finale di un percorso appassionato. Gli ultimi concerti, prima di dedicarmi anima e corpo alla costruzione del prossimo album».

Sarà domenica 8 ottobre a Milano, nella cornice del Ma’ Hidden Kitchen Supper Club, il primo concerto di questo colpo di coda. Poi proseguirà con venerdì 17 novembre a Rimini, per un solo show dentro il Circolo MilleLuci; pochi giorni dopo sarà invece in provincia di Verona, sabato 25 novembre all’Opificio dei Sensi di San Martino Buon Albergo.

«Saranno concerti sentimentali e grotteschi – incalza Irene – nei quali un romanticismo sfrenato e atroce si confonderà e mischierà con l’attitudine punk che mi contraddistingue. D’altronde, consisto in entrambe le facce della medaglia: non basta lanciare in aria una moneta e aspettare che esca testa o croce, la realtà interiore di ciascuno è più complessa e perciò degna di stupore».

Il gran finale è previsto per giovedì 14 dicembre a Breganze, proprio nelle vicinanze della sua Vicenza, dove si scatenerà per l’ultima volta davanti ai fan più affezzionati all’interno dell’OsteriaCreativa Pomopero.

«A Breganze più che un concerto sarà una festa, un regalo. Sul palco si alterneranno musicisti, amici e collaboratori che hanno lavorato con me da dietro le quinte – conclude Irene – Con questa data ritorno alla dimensione più genuina del fare musica, quella della passione; per andare avanti ho bisogno di ricordarmi quanto mi piace cantare, ed esprimermi davanti alle persone che amo ha tutto un altro sapore».

Il tour nel nord Italia, breve ma intenso, sarà l’occasione migliore per lanciare il nuovo lyric video de La sposa, che è un peso sul cuore, è «il vuoto che mi riempie e mi divora», e fa commuovere.