Centro Culturale di Milano: mostra di Guy Harloff fino al 5/12

Guy Harloff_Je voudrais voir mon coeur... i disegni dopo l'infarto_1975_lancio
Guy Harloff_Je voudrais voir mon coeur… i disegni dopo l’infarto

Simbolismo, filosofia ed esoterismo, ma anche arte, musica e cinematografia: tutto questo compone il multiforme universo del poliedrico artista Guy Harloff, autore di spicco del secolo scorso a cui è dedicata la mostra “Guy Harloff (1933-1991). Alchimie e sinestesie” presentata al Centro Culturale di Milano ancora per pochi giorni, fino a giovedì 5 dicembre.

L’importante rassegna, curata da Serena Redaelli, è organizzata dallo Studio d’arte Nicoletta Colombo, sede dell’Archivio Guy Harloff, e si avvale dei prestigiosi patrocini di Commissione Europea, Regione Lombardia, Comune di Milano.

L’evento è inoltre inserito nella programmazione di Bokcity Milano 2019 e nella rassegna JAZZMI 2019.

Il percorso espositivo nelle sale del CMC offre al pubblico oltre quaranta opere su carta realizzate dalla metà degli anni Cinquanta fino a tutti gli anni Ottanta, in dialogo con i più stimolanti temi culturali e artistici coltivati da Guy Harloff a testimonianza dell’evoluzione della sua complessa quanto inconfondibile poetica, espressa in un trentennio attorno ad alcuni soggetti prediletti: i mandala, le lettere dell’alfabeto, i vascelli del Grande Viaggio, i libri della conoscenza, gli ampi tappeti persiani, il cuore, l’Albero della Vita, l’alchemica Voie Royale, accompagnati da locuzioni, scritte e datazioni volte a rafforzarne il profondo messaggio.

Avvicinatosi alla Beat Generation, il “mite gigante, pittore e alchimista” – come lo definì Dino Buzzati – si dedica alla pittura, tra collage e chine colorate che, all’insegna dell’accumulazione neo-barocca di segni, seguono un’ispirazione simbolica da miniaturista moderno, giocata sull’ibridazione surreal-simbolista e neo-dadaista con l’allegoria ebraica, orientale e araba.

Per una più completa comprensione del “pianeta” Harloff, la mostra propone inoltre fotografie di Roberto Masotti, importanti ritrovamenti dall’Archivio Lelli e Masotti che ritraggono l’artista sul suo galeone a Chioggia e in occasione dell’apertura della personale alla Permanente di Milano, quando l’amico sassofonista e compositore Ornette Coleman, con la sua band, allestisce un memorabile concerto jazz. E ancora si possono ammirare cover di dischi jazz disegnate da Harloff, foto documentarie, libri e cataloghi particolarmente rari, un prezioso esemplare di tappeto caucasico (courtesy Mirco Cattai FineArt&AntiqueRugs, Milano), a confronto con i Tapis harloffiani, ed una serie di riletture pittoriche dell’opera di Guy Harloff realizzate dalla giovane artista Linda Caracciolo Borra, in arte Linda Orbac. L’esposizione prevede, infine, la proiezione di due cortometraggi realizzati da Harloff, appassionato cinefilo, finora rimasti inediti e concepiti dall’autore come integrazione della sua produzione pittorica.

L’anima da apolide, la vastità degli interessi, gli spostamenti ininterrotti tra Parigi, New York, Milano, il Marocco e l’Iran, hanno infatti portato Guy Harloff a studiare il mondo del jazz, del cinema, della filosofia – è stato cultore di alchimia, tantra, sufismo e cabala ebraica – della letteratura e della critica d’arte, e ad avvicinarsi ad esponenti del grande collezionismo e dell’arte internazionale, come Peggy Guggenheim, Philip Martin, Alberto Giacometti, Francis Bacon. Tra le sue amicizie si ricordano i musicisti Ornette Coleman e Charles Mingus, gli scrittori Giovanni Arpino ed Henry Miller, il poeta Alain Jouffroy, lo storico dell’arte Franco Russoli, il curatore Harald Szeemann e i critici Michel Tapié e Patrick Waldberg, oltre alle collaborazioni con l’attore Vittorio De Sica e l’artista Arsenije Jovanovic. L’attuale esposizione al Centro Culturale di Milano, che segue le recenti mostre milanesi alla Galleria San Barnaba del 2016 e alla Galleria Anna Maria Consadori del 2018, prosegue quindi il progetto di riscoperta dell’articolata figura dell’artista-filosofo di fama negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso.

Accompagna la mostra un approfondito catalogo con testimonianze inedite e curiosità sulla vita e la produzione dell’artista.

Cenni biografici. Guy Harloff nasce a Parigi il 4 giugno 1933 e passa l’infanzia viaggiando per l’Europa con i genitori. Trascorre l’adolescenza a Parigi e, ribelle e pieno di rabbia, appena adolescente abbandona la famiglia e gli studi, e nel 1950 si trasferisce a Roma dove lavora al Centro Sperimentale Cinematografico. Inizia a disegnare nei primi anni Cinquanta, avvicinandosi al surrealismo ed eseguendo i primi collages con materiali di recupero. È qui che entra in contatto con gli esponenti storici della Beat Generation e inizia a interessarsi alla musica jazz, di cui successivamente diviene un profondo cultore. Tra il 1959 e il 1960 la sua produzione artistica è sostenuta in Italia da Carlo Cardazzo e Arturo Schwarz.

Quindi viaggia e soggiorna nel Golfo Persico, si stabilisce in Marocco, visita l’Africa e il Sudan. Nei primi anni Sessanta frequenta Milano e gli amici di Brera, Roberto Crippa e Lucio Fontana, e sottoscrive un contratto con Renzo Cortina. Verso la fine degli anni Sessanta vive tra Milano, Parigi e Londra, mentre dal 1970 abita e lavora a New York.

Nel corso degli anni Sessanta e Settanta partecipa a svariate collettive e tiene numerose personali in Italia, Francia, Stati Uniti, Danimarca, Belgio, Paesi Bassi, Germania, tra cui ricordiamo le gallerie del Cavallino a Venezia e del Naviglio, Schwarz, Cortina e Carini a Milano. Nel 1972 espone a Documenta 5 a Kassel presentato da Harald Szeemann, quindi è omaggiato nel 1974 dall’antologica alla Permanente di Milano; nel 1977 partecipa alla X Quadriennale di Roma.

Nel decennio successivo, dopo alcuni anni di viaggi negli Stati Uniti e di residenza a New York, torna in Italia, a Galliate (Novara) dove scompare prematuramente per un infarto nel 1991.

Coordinate mostra

Titolo GUY HARLOFF (1933-1991). Alchimie e sinestesie

Sede Centro Culturale di Milano, Largo Corsia dei Servi 4, Milano

Date 7 novembre – 5 dicembre 2019

Orari lunedì-venerdì ore 10-13; 14-18.30 | sabato ore 15.30-19

Ingresso gratuito

Info pubblico Studio d’arte Nicoletta Colombo, Archivio Guy Harloff, Milano

Tel. +39 02 875617 – mob. +39 333 3931516

sere.greta@gmail.com – info@nicolettacolomboarte.it

Centro Culturale di Milano

Tel. +39 02 86455162 – www.centroculturaledimilano.it

Guy Harloff Official Website: www.guyharloffartist.com

Lavori pubblici, Milano: interventi sulle strade e marciapiedi

Lavori pubblici strade e marciapiedi
Lavori pubblici strade e marciapiedi

Circa 4.300 interventi di manutenzione lungo le strade, i marciapiedi, le sedi tranviarie nelle ultime quattro settimane. A seguito delle continue piogge che hanno messo a dura prova la tenuta del manto stradale e dei masselli, le squadre dei reparti di manutenzione e il Nucleo di intervento rapido (Nuir) del Comune di Milano hanno lavorato in tutta la città con particolare operosità per fronteggiare il deterioramento.

Fra le località interessate da lavori di sistemazione avvenuti tra metà ottobre e metà novembre – e che riguardano, tra l’altro, proprio la copertura delle buche, il ripristino dei masselli, la manutenzione dei marciapiedi e dei tratti stradali contigui ai binari dei tram – ci sono, per citarne alcune, via Mecenate, viale Ungheria, via Zama, via Castelbarco, via Ripamonti, viale Toscana, via Ugo Bassi, via Farini, piazzale Lugano, piazzale Nigra, via Palmaria, via Sassetti, piazza Schiavone, viale Fulvio Testi, viale Zara, viale Monza, piazzale Bacone, viale Romagna, via Rubattino, via Olgettina, corso di Porta Romana, via Ariosto, piazzale Medaglie d’Oro, via Lamarmora, via Vincenzo Monti, via Mario Pagano, viale Beatrice d’Este, il controviale di via Palmanova, via Tonale (sede tranviaria all’angolo con via Fabio Filzi e corsia Atm), piazza Duca d’Aosta, via Viotti, via Bassini, via Cadore, via Cirene, piazzale Cuoco, via Pietro Teuliè, via Laveno, piazza Piemonte, via Rembrandt, via De Cristoforis, viale Jenner, viale Sarca.

“Le piogge delle ultime settimane stanno mettendo alla prova le strade cittadine – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori pubblici –  per questo abbiamo intensificato l’attività di manutenzione. Non vi è nessuna situazione straordinaria e il lavoro delle squadre è continuo per mantenere buona la qualità del manto e consentire di percorrere vie e strade in sicurezza. Sappiamo che i disagi ci sono e invitiamo tutti a segnalarci situazioni di ammaloramento”.

La colmatura di buche con l’asfalto a freddo, tecnicamente chiamato ‘conglomerato bituminoso plastico’, e la sistemazione dei masselli di granito sono attività che vengono effettuate a ciclo continuo, sia dalle imprese incaricate dal Comune sia dalle squadre di pronto intervento. Nonostante le metodologie e i materiali utilizzati oggi offrano migliori garanzie di durata rispetto al passato, sono molti gli elementi che causano l’usura di carreggiate in asfalto o pietra. Tra questi particolarmente aggressiva è l’acqua piovana che si infiltra nelle fessure e scava sotto l’asfalto sbriciolandolo e provocando piccoli cedimenti e buche di superficie anche in punti dove la strada è in buone condizioni di manutenzione. Ovviamente anche le continue sollecitazioni del traffico veicolare, ad esempio dove transitano bus e mezzi pesanti, e la contiguità con le rotaie del tram possono deteriorare il manto stradale.

I cittadini che volessero segnalare la presenza di buche sul manto stradale possono farlo attraverso il sito del Comune di Milano: previa registrazione è necessario cliccare “contattami” – in alto a destra sulla pagina – per effettuare la segnalazione che viene inoltrata all’Area Tecnica Infrastrutture per la Mobilità.

Da domani al 25/11 “Alberi in ogni quartiere”, tutti gli appuntamenti

Alberi in ogni quartiere_Milano
Alberi in ogni quartiere_Milano

Oltre mille piante in tutti i municipi della città danno il via alla stagione agronomica 19/20 che porterà 20mila esemplari. Possibili variazioni in caso di maltempo

Al via domani “Alberi in ogni quartiere”, la sei giorni di piantumazioni che porterà in città oltre 1.000 degli oltre 20.000 nuovi esemplari previsti entro marzo. Di seguito i principali appuntamenti che coinvolgeranno assessori, municipi, scuole, associazioni e società private.

20 Novembre

– ore 14.30: piantumazione di 10 alberi nel cortile delle case popolari di via Vergiate 5-22, con il supporto di MM. Sarà presente l’assessore alla Case e Politiche Sociali Gabriele Rabaiotti

– ore 15.30: piantumazione di 6 alberi nel cortile delle case popolari di via Visconti 10-12 con il supporto di MM. Sarà presente l’assessore alla Case e Politiche Sociali Gabriele Rabaiotti

– ore 16.30: piantumazione di 22 alberi al Parco Galli con la presentazione dell’intervento complessivo fatto nel parco e un racconto della giornata dell’albero alla presenza di rappresentati del Municipio e Comitati partner del restyling

– dalle 7 alle 16: piantumazione di 25 alberi al Parco della Vettabbia

– mattinata: piantumazione di 22 alberi tra via Giambellino e via Brunelleschi nell’ambito del progetto SeMiniAmo promosso da Comune di Milano e Zack Goodman

21 Novembre

– ore 9.15: piantumazione di un albero presso il nido Simone Martini. Sarà presente l’assessore all’Educazione Laura Galimberti

– ore 10.30: piantumazione di 30 alberi al parco Lambro (ingresso via Cazzaniga). Sarà presente l’assessore al Verde Pierfrancesco Maran

– ore 10.30: piantumazione di un albero in via De Sanctis con l’asssociazione La Bottega e rappresentanti del Municipio

– ore 11.30: piantumazione di 30 alberi al Parco Verga da parte di Euromilano, con il coinvolgimento delle scuole e delle associazioni di quartiere (ingresso via Giulio Confalonieri)

– mattinata: piantumazione di 100 alberi al Boscoincittà da parte di Italia Nostra

– mattinata: piantumazione di 100 alberi al Parco Nord, nell’area vicino al velodromo, da parte di Legambiente

– ore 14.15: piantumazione di 4 alberi di fronte alla Triennale di Milano in viale Alemagna in occasione del World Forum on Urban Forests – Milano Calling 2019

– ore 15.30: piantumazione di 5 alberi presso la scuola via Caduti di Pace con attività per bambini

22 Novembre

– dalle 7 alle 16: piantumazione di 40 alberi nel parco di Villa Finzi

– dalle 8 alle 17: piantumazione di 400 esemplari tra alberi e arbusti in via Feltre da parte di Ersaf nell’ambito del progetto ReLambro 2. Tra le 11.30 e le 12.30 parteciperanno gli alunni della scuola primaria Munari. I ragazzi assisteranno ai lavori di messa a dimora delle piante seguiti da alcuni esperti di Ersaf per una breve lezione a carattere ecologico-naturalistico

– In giornata: piantumazione di 50 alberi in via Argelati da parte di Calciocity

23 Novembre

– mattinata: piantumazione dei primi 20 alberi in piazza Sant’Agostino con la collaborazione di Zack Goodman nell’ambito di SeMiniAmo. Sarà presente l’assessore Pierfrancesco Maran (Verde)

– mattinata: piantumazione di 6 alberi lungo il parterre di via Giambellino

– dalle 7 alle 16: piantumazione di 42 alberi al Giardino dell’Esplanade

– ore 10.30: piantumazione di 100 alberi al Parco Nord promossa da Triennale Milano nell’ambito del World Forum on Urban Forests – Milano Calling 2019

24 novembre

– mattinata: piantumazione di 130 alberi al parco Cassinis a Rogoredo da parte di Italia Nostra

– ore 9: piantumazione di un albero in piazza Corvetto da parte di Italia Nostra nell’ambito dei patti di collaborazione. Saranno presenti gli assessori Pierfrancesco Maran (Verde) e Lorenzo Lipparini (Partecipazione)

– Intera giornata: piantumazione di 120 piante al parco Segantini, promossa dall’Associazione Parco Segantini con il coinvolgimento di cittadini e bambini.

25 Novembre

– dalle 7 alle 16: piantumazione di 75 alberi tra via Viterbo e via Bentivoglio

– ore 10: piantumazione di 40 alberi in via Lampugnano con la partecipazione di alcuni studenti

– mattinata: dopo la cerimonia alla Bocconi alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella verranno inaugurate le aiuole alberate del Campus

In queste giornate arrivano inoltre, grazie a interventi a scomputo oneri, i primi 75 dei 312 alberi previsti a Merezzate (Investire sgr), oltre 30 alberi tra via Niccolini, via Bramante e via Ceresio (Porta Volta S.r.l), 26 alberi tra le vie Domodossola, Duilio, Gattamelata e Carlo Magno (Citylife), 23 in via Schievano (Land srl) e 29 in via Rizzoli, lungo la pista ciclabile (ProgInvest srl).

Le attività di piantumazione potrebbero subire modifiche in caso di maltempo.

“Tosca” di Giacomo Puccini protagonista in città della “Prima diffusa” 2019

Tosca
Tosca

Dal 30 novembre al 12 dicembre, il Comune di Milano insieme a Edison porta ovunque l’energia di “Tosca” di Giacomo Puccini, opera inaugurale della stagione 2019/2020 del Teatro alla Scala. “Tosca”, giunta al suo 119° compleanno, sarà diretta da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore, che ha già firmato con successo “Attila” per l’inaugurazione 2018/2019, e sarà trasmessa in diretta mondiale da Rai, grazie alla nona edizione di “Prima Diffusa”. La città sarà animata da oltre 50 iniziative tra proiezioni, concerti, performance, reading, incontri e conferenze dedicati all’opera, coinvolgendo più di 40 luoghi della cultura milanese e spazi cittadini simbolici presenti in tutti i 9 Municipi. Novità di questa edizione: il concerto “Art and love” di Patti Smith, influente e idealista come Tosca, vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e appassionata d’opera fin dall’infanzia.
“Siamo giunti alla nona edizione di Prima Diffusa, e ogni anno scopriamo sempre più quanto questa manifestazione sia attesa dalla città – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. La condivisione di un appuntamento così importante e sentito, qual è la Prima della Scala, unita a un programma di approfondimento e partecipazione diffuso in tutta Milano, assicura a questo evento una condivisione amplissima che va al di là dell’ascolto in diretta dell’opera, resa possibile anche grazie all’impegno della RAI e alle trentotto dirette in diversi luoghi della città”.
“Il legame tra il Teatro alla Scala e Milano si è costruito in 241 anni di storia ed è simboleggiato dalla corrispondenza della serata inaugurale della stagione con il giorno di Sant’Ambrogio, patrono della città. Da nove anni questo legame è ancora più forte grazie a Prima Diffusa, l’iniziativa unica al mondo con cui il Comune di Milano insieme a Edison e alla Rai porta il titolo inaugurale in tutta la città attraverso un ciclo di proiezioni e un calendario di eventi che coinvolgono tutti i quartieri, in molti casi con la collaborazione della nostra Accademia. Tosca, che aprirà la prossima stagione, sarà dedicata a Paolo Grassi di cui ricorre il centenario della nascita. Prima Diffusa testimonia che l’impegno di Grassi a coinvolgere, educare ed entusiasmare i cittadini milanesi nella vita del loro teatro non è stato disatteso, come dimostra la volontà del Maestro Chailly di partecipare personalmente a due incontri con il pubblico”, dichiara il Sovrintendente del Teatro alla Scala Alexander Pereira.
“Siamo felici di alimentare nuovamente e per la nona edizione consecutiva il Palinsesto di Prima Diffusa. Questa manifestazione, unica al mondo, è ormai un’iniziativa consolidata per Edison e frutto della collaborazione con il Comune di Milano e con il Teatro alla Scala. Prima Diffusa rappresenta inoltre una occasione unica e prestigiosa per mettere la nostra energia, reale ed emotiva, a disposizione di tutti”, afferma Cristina Parenti, Senior Vice President Communication & External Relations di Edison.
Al centro della Prima Diffusa 2019 si confermano le proiezioni in diretta dell’opera inaugurale della stagione scaligera, in collaborazione con Teatro alla Scala e RAI, che ne cura le riprese e la diffusione in diretta su Rai 1 e via satellite. Trentotto luoghi di proiezione nei nove Municipi cittadini e fuori città. Numerosi i luoghi simbolici come gli Istituti penitenziari San Vittore e Cesare Beccaria, la Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’, ma anche sedi inconsuete come la Stazione ferroviaria del Passante di Porta Vittoria e l’Aeroporto di Malpensa – Terminal 1. Molte delle proiezioni sono precedute da guide all’ascolto a cura dell’Accademia Teatro alla Scala.
Il Teatro alla Scala accompagnerà il pubblico alla scoperta dell’opera di Giacomo Puccini attraverso diversi appuntamenti, dalla presentazione presso il Museo Teatrale alla Scala, il 15 novembre alle ore 18, del secondo volume dell’Epistolario di Giacomo Puccini a cura di Armando Torno (ingresso gratuito con prenotazione a museoscala@fondazionelascala.it), per arrivare agli appuntamenti dedicati dal Maestro Chailly agli studenti universitari della città: il 21 novembre alle ore 18 presso l’Aula Magna dell’Università Bocconi e il 26 novembre alle ore 18.30, con l’introduzione all’opera e la prova aperta per Fondazione Milano per la Scala e per gli studenti delle Università e Conservatori Milanesi. Quest’ultimo evento sarà ripreso dalle telecamere della Rai.
Aprono il palinsesto di Prima Diffusa “Tosca: vissi d’arte, d’amore e gelosia” al Castello Sforzesco il 30 novembre e “Art and love” con Patti Smith al Padiglione Visconti (via Tortona, 58) il 1° dicembre.
“Tosca: vissi d’arte, d’amore e gelosia”, evento curato dall’Accademia Teatro alla Scala, permetterà di conoscere l’opera pucciniana attraverso laboratori, interventi musicali e una coinvolgente guida all’ascolto teatralizzata. Nelle Sale Panoramiche (dalle 15 alle 16, iscrizione obbligatoria su accademialascala.it/newsprimadiffusa) gli allievi della Scuola scaligera faranno conoscere ad adulti e bambini arti e mestieri che si celano dietro le quinte attraverso dimostrazioni di trucco teatrale ed effetti speciali, guidando il pubblico alla realizzazione pratica di elementi scenografici. Nella Sala della Balla, preceduto dagli interventi musicali del Coro di Voci Bianche e del Quartetto d’Archi dell’Accademia (ore 15), il musicologo Fabio Sartorelli sarà il protagonista di un percorso narrativo attraverso le scene più significative di Tosca, avvalendosi della partecipazione di attori e dei solisti del Corso di perfezionamento per cantanti lirici (a partire dalle ore 16, ingresso libero fino a esaurimento posti).
“Art and love”, il 1° dicembre alle ore 18 (ingresso libero, previa registrazione a partire dal 18 novembre su yesmilano.it/primadiffusa), si terrà alle ex Officine Ansaldo, oggi sede dei prestigiosi Laboratori del Teatro alla Scala: Patti Smith, accompagnata dal bassista Tony Shanahan e dalla figlia Jesse Smith al piano, si esibirà in un concerto dove presenterà i suoi brani più famosi assieme a suggestioni inerenti all’opera lirica e alla vita dedicata all’arte e all’amore.
Il fabbisogno energetico della performance artistica alle ex Officine Ansaldo, per cui Edison ha realizzato un significativo intervento di efficientamento energetico, sarà interamente compensato con fonti rinnovabili.
Fra gli altri appuntamenti da non perdere, il 5 dicembre al Teatro Puntozero Beccaria, il recital dei giovani solisti dell’Accademia di canto scaligera introdotto da un presentatore d’eccezione come Elio (prenotazione obbligatoria su info@puntozeroteatro.org). E saranno ancora gli esperti della Scuola del Teatro a condurre le guide all’ascolto in ben 9 delle sale dove si terranno le proiezioni dell’opera.
Il 3 dicembre alla Scuola Musicale di Milano presso l’Istituto Zaccaria, via della Commenda 5, alle ore 18.00, una Lezione concerto su “Tosca” a cura di Giustina Gueli con video, esempi al pianoforte ed esecuzioni dal vivo di arie con i cantanti allievi di Bianca Maria Casoni. Il 5 dicembre alle ore 18.00 alla Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto – Via Francesco Sforza 7, “Guida alla Prima della Scala – Tosca di Giacomo Puccini” – a cura di Antonio Polignano della Scuola Musicale di Milano, con video, ascolti ed esecuzioni dal vivo degli allievi della classe di canto di Bianca Maria Casoni.
Le esposizioni: “E te, beltade ignota…” dal 30 novembre al 20 dicembre 2019 presso il Conservatorio di Milano, dedicata al “giovane Puccini” per raccontare il clima che il compositore, allora allievo del Regio Istituto, respirò all’interno della “scuola” e nella Milano in cui scelse di trasferirsi; “E lucevan le stelle…”, dal 28 novembre al 7 gennaio 2020, in via Monte Napoleone, realizzata in collaborazione con MonteNapoleone District e Biagio Scuderi di Cose Belle d’Italia S.p.a., con 10 gigantografie delle più belle tavole illustrate dalla graphic novel Tosca di Sara Colaone; “Tre Matite Per Tosca”, dal 7 dicembre al 5 gennaio 2020 presso WOW Spazio Fumetto, con tre tavole originali realizzate per l’occasione da tre grandi protagonisti come Milo Manara, Simone Bianchi e Fabio Celoni.
Un incontro tra il Maestro Chailly e l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, dal titolo “Tosca Melodramma estremo” al Cine Teatro Delfino, venerdì 6 dicembre alle ore 18 (prenotazione obbligatoria su info@cinemateatrodelfino.it), offrirà un approfondimento dell’opera attraverso inattesi e differenti punti di vista. Un altro momento di confronto fra il Maestro Chailly e gli studenti del Conservatorio avrà luogo al Conservatorio il 12 dicembre alle 18 con interventi degli studenti dei corsi di Direzione d’orchestra che dovranno “cimentarsi” con lo stesso capolavoro pucciniano (incontro aperto al pubblico fino a esaurimento dei posti, previa prenotazione a biglietteria@consmilano.it)
Ancora, il 6 dicembre alla Triennale andrà in scena “Sette ragazze imperdonabili”, talk e spettacolo con Maria Antonietta, Francesca Genti, Chiara Frugoni (prenotazione obbligatoria su yesmilano.it/primadiffusa), e il 7 dicembre alle 15, presso lo Spazio Theca in piazza Castello 5, si parlerà di tutte le donne del grande musicista, sul palco e nella vita, insieme alla scrittrice milanese Giovanna Ferrante, con “Aspettando la prima della Scala: le donne di Puccini”.
Prima Diffusa è un progetto del Comune di Milano|Assessorato alla Cultura in collaborazione con Edison e realizzato a cura di Direzione Cultura, Area Spettacolo e Ponderosa Music & Art con la collaborazione di: Teatro alla Scala, Accademia Teatro alla Scala, Rai, ATM, i 9 Municipi della Città di Milano, Castello Sforzesco, Cascina Casottello, Casa Chiaravalle, Centro Accoglienza Via Mambretti, Centro Asteria, Cine Teatro Delfino, Teatro Dal Verme, MUBA Museo dei Bambini, Casa Emergency, Casa degli Artisti, Casa Circondariale di Milano San Vittore, Conservatorio di Milano, Auditorium Gaber, Alma Rosé, Villa Pallavicini, Heracles Gymnasium, Spazio Tadini, Campo Teatrale, Liceo Virgilio, Cine Teatro Delfino, WOW Spazio Fumetto, Mercato Comunale Ferrara, Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci”, MAMU Magazzino Musica, Barrio’s, MUDEC Museo delle Culture, Istituto penale minorile Cesare Beccaria, Comunità Oklaoma, Spazio Teatro 89, Spiazza Biblioteca Sociale – Borgo Sostenibile Figino, Amici del Trivulzio Onlus, Vidas, Teatro il Cielo Sotto Milano, Pacta dei Teatri, Nuovo Armenia, Teatro della Cooperativa, Triennale Milano, MIC Museo Interattivo del Cinema, Ospedale Niguarda Ca’ Granda, Triennale Milano, MUMAC – Museo Macchine Caffè e SEA – Aeroporto di Milano Malpensa.
La diretta in Ottagono – Galleria Vittorio Emanuele II è realizzata grazie al contributo del Teatro alla Scala e dei propri partner ufficiali.
ELENCO SEDI PROIEZIONI IN DIRETTA
Tutte le proiezioni sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti, salvo dove diversamente indicato

MUNICIPIO 1
Ottagono – Galleria Vittorio Emanuele II
a cura della Fondazione Teatro alla Scala
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro, 2
dalverme.org
ingresso gratuito previo ritiro dei biglietti in distribuzione presso la biglietteria del Teatro dal 2 dicembre
Conservatorio di Milano, sala Verdi
Via Conservatorio, 12
consmilano.it
Casa degli Artisti
Via Tommaso da Cazzaniga, 89/A
info@casadegliartisti.org

GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30
Casa Emergency
Via Santa Croce, 19
eventi.emergency.it
– prenotazione obbligatoria –
MUBA Museo dei Bambini
Rotonda della Besana – Via E. Besana, 12
info@muba.it – muba.it
– prenotazione obbligatoria –

Casa Circondariale di Milano San Vittore
ingresso riservato agli ospiti

MUNICIPIO 2
Villa Pallavicini
Via Privata A. Meucci, 3
info@villapallavicini.org – villapallavicini.org

Heracles Gymnasium
Via Padova, 21
heracles-symposium.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Sala Alma Rosé – Artepassante
Piazza San Gioachimo
mezzanino del Passante Ferroviario Repubblica
info@almarose.it – almarose.it
– prenotazione obbligatoria –

MUNICIPIO 3
Auditorium Gaber
Palazzo Pirelli – Consiglio Regionale della Lombardia
Piazza Duca d’Aosta, 3
consiglio.regione.lombardia.it
– prenotazione obbligatoria –

Liceo Virgilio
Piazza Ascoli, 2
gis.ascoli@liceovirgiliomilano.it – liceovirgiliomilano.edu.it

Spazio Tadini
Via N. Jommelli, 24
museospaziotadini@gmail.com – spaziotadini.com

MUNICIPIO 4
Teatro Il Cielo Sotto Milano – Artepassante
Stazione Ferroviaria del Passante Porta Vittoria
Viale Molise
organizzazione@ladualband.com – ladualband.com

Cascina Casottello
Via Fabio Massimo, 19
sunugal.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Cine Teatro Delfino
Piazza P. Carnelli
info@cinemateatrodelfino.it – cinemateatrodelfino.it
– prenotazione obbligatoria –

Mercato Comunale Ferrara – Made in Corvetto
Piazzale Ferrara, 2
madeincorvetto.it

WOW Spazio Fumetto
Viale Campania, 12
info@museowow.it – museowow.it

MUNICIPIO 5
Casa Chiaravalle
Via Sant’Arialdo, 69

Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’
Viale Ortles, 69
PSS.festacasajannacci@comune.milano.it – comune.milano.it
– prenotazione obbligatoria –

Centro Asteria
Viale Giovanni Da Cermenate, 2
cultura@centroasteria.it – centroasteria.it

Comunità Oklahoma
Via C. Baroni, 228
comunicazione@oklahoma.it – oklahoma.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

MAMU Magazzino Musica
Via F. Soave, 3
mamu@magazzinomusica.it – magazzinomusica.it

Pacta Dei Teatri – Salone Via Dini
Via U. Dini, 7
biglietteria@pacta.org – pacta.org
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
alle 16.30 alle 17.30

MUNICIPIO 6
Teatro Edi/Barrio’s
Piazza Donne Partigiane
info@barrios.it – barrios.it

MUDEC
Via Tortona, 56
mudec.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.00 alle 17.30

Teatro Puntozero Beccaria
c/o Istituto Penale per i minorenni Cesare Beccaria
Via Calchi Taeggi, 20
info@puntozeroteatro.org – puntozeroteatro.org
– prenotazione obbligatoria –

MUNICIPIO 7
Auditorium Luigi Porta – Pio Albergo Trivulzio
Via A.T. Trivulzio, 15
info@amicideltrivulzio.it – amicideltrivulzio.it

Spazio Teatro 89
Via Fratelli Zoia, 89
info@spazioteatro89.org – spazioteatro89.org

Spiazza – Biblioteca Sociale e Caffè
Via G. B. Rasario, 10/C
spiazza@arimo.org
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

MUNICIPIO 8
Casa Vidas
Auditorium Alberto Malliani
Via U. Ojetti, 66
segreteria.eventi@vidas.it
– prenotazione obbligatoria –
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Centro Post Acute di via Mambretti
Fondazione Progetto Arca onlus
Via A. Mambretti, 33

MUNICIPIO 9
MIC Museo Interattivo del Cinema
Viale F. Testi, 121
spiazza@arimo.org – cinetecamilano.it

Nuovo Armenia
Via Livigno, 9
nuovoarmenia.it

Teatro della Cooperativa
Via Privata Hermada, 8
info@teatrodellacooperativa.it – teatrodellacooperativa.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Ospedale Niguarda
Sala Medicinema
Piazza dell’Ospedale Maggiore, 3
Pad. Nord A, piano – 1

FUORI CITTÀ
La porta di Milano
Aeroporto di Malpensa – Terminal 1
Ferno – Varese
milanomalpensa-airport.com

Mumac Museo della macchina per Caffè di Gruppo Cimbali
Via P. Neruda, 2 – Binasco
Navetta gratuita da Porta Genova alle 16.30
– prenotazione obbligatoria-
mumac.it/prenotazioni

Milano, sgomberati 7 alloggi abusivi in viale Fulvio Testi

Milano, sgomberati 7 alloggi abusivi
Milano, sgomberati 7 alloggi abusivi

Aler Milano ha effettuato, questa mattina, un intervento di sicurezza nelle case di viale Fulvio Testi 310, ‘liberando’ 7 alloggi che risultavano occupati abusivamente da famiglie italiane e straniere. L’intervento e’ sato realizzato in stretta collaborazione con la Prefettura, la Questura, la Polizia Locale, il Comune di Milano e Regione Lombardia. Ne da’ notizia l’assessore regionale alle Politiche sociali, Abitative e Disabilita’ Stefano Bolognini.
Il significativo spiegamento delle Forze dell’Ordine che ha visto la presenza della Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale, coordinati dalla Questura di Milano, ha consentito che lo svolgimento delle operazioni di sgombero avvenisse nella massima sicurezza.
Anche Aler Milano ha partecipato all’intervento con 20 ispettori supportati da 10 fabbri e 10 camion necessari per l’asporto delle masserizie. “E’ stata anche fornita assistenza ai minori – ha commentato l’assessore regionale alle Politiche sociali, Abitative e Disabilita’ Stefano Bolognini – presenti in 3 dei nuclei famigliari che hanno dovuto abbandonare gli alloggi. Gli appartamenti recuperati saranno oggetto di riqualificazione da parte di Aler Milano e conseguentemente assegnati a famiglie aventi titolo”.
“L’intervento di oggi rappresenta un’importantissima operazione di legalita’ in uno dei quartieri e dei contesti piu’ difficili della citta’. Desidero ringraziare il Prefetto e le Forze dell’ordine, oltre ad Aler e a Regione Lombardia – ha aggiunto Bolognini – per l’operazione e l’impegno messo in campo, che testimonia quanto grande sia l’attenzione per ripristinare la legalita’ all’interno delle case Aler”.
Dall’inizio dell’anno sono stati sgomberati circa 400 appartamenti e nel 2019 per la prima volta, se si considerano gli ultimi sette anni, il numero degli alloggi occupati abusivamente in citta’ e’ diminuito. Oltre 2000 appartamenti sono stati recuperati in pochi mesi da Aler.
“Sono dati significativi – ha concluso Stefano Bolognini – che denotano un’importante inversione di tendenza e di rilancio dei quartieri popolari di Milano. Stiamo dando un segno di presenza delle Istituzioni e dello Stato in contesti difficili, per liberare le energie positive e per riportare una vita nella condizione di normalita’ in questi quartieri”.