Milano: allerta maltempo

fiume Lambro
fiume Lambro

Il centro meteo regionale lombardo ha emanato un avviso di allerta (codice giallo) nell’area del nodo idraulico di Milano per rischio temporali e vento forte a partire dalle ore 18.00 di domani, domenica 14 luglio 2019. Nella seconda parte di domani, in particolare, il tempo sarà via via più instabile con primi rovesci o temporali isolati possibili già dal pomeriggio e un peggioramento previsto fino a lunedi.

Il Comune ha quindi disposto l’attivazione del COC dalle ore 18.00 di domani, presso il Centro di via Drago del Comune di Milano, al fine di graduare il piano di emergenza ovvero il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e del radar a cura della Protezione Civile del Comune. Sono allertate le pattuglie della Polizia Locale, le squadre del servizio idrico MM e le squadre di Amsa per entrare in servizio in caso di necessità.

Da Brera il Design arriva a Quarto Oggiaro

Quarto Oggiaro
Quarto Oggiaro

Portare la cultura del bello e del design dal centro alle periferie della città. Questo l’obiettivo di “Da Brera aQuarto – andata e ritorno: Bellosta e il design nei quartieri di Milano”, l’installazione inaugurata questo pomeriggio in piazza Capuana a Quarto Oggiaro. Il progetto, patrocinato dal Comune di Milano, è realizzato da Bellosta Rubinetterie in collaborazione con il Municipio 8 e con le principali associazioni attive nel quartiere.

Iniziative come questa contribuiscono  a implementare l’azione dell’Amministrazione volta a diffondere la vivacitàe la creatività della Milano Design Week in tutti i quartieri cittadini, soprattutto quelli al di fuori del centro. Il Fuorisalone non rappresenta solo una valida occasione di confronto per operatori e addetti ai lavori, ma è soprattutto un’opportunità per offrire ai cittadini la possibilità di avvicinarsi al bello e al ben fatto grazie ai nuovi linguaggi creativi sempre più attenti alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente. Un’occasione di confronto sul mondo del design che trae forza dal lavoro corale tra Comune di Milano e operatori privati uniti dalla volontà di promuovere Milano nel segno della creatività e dell’innovazione.

Per tutta la durata della Milano Design Week, grazie a “Da Brera aQuarto – andata e ritorno: il design nei quartieri di Milano”, largo Treves (Brera) e piazzetta Capuana (Quarto Oggiaro) saranno idealmente unite da due installazioni identiche che riproducono, per tratti essenziali, l’autobus di linea 57, storico collegamento tra piazzale Cadorna e Quarto Oggiaro.

L’interpretazione ideata da Bellosta Rubinetterie vuole essere un tributo a una realtà in divenire, sempre più attenta a creare un dialogo tra centro e realtà esterne alla circonvallazione nel segno del progetto, del bello e dell’innovazione. Un’istallazione che non è solo un viaggio concettuale ma anche fisico, da Brera a Quarto Oggiaro, per sottolineare come design e architettura non debbano essere uno strumento elitario solo per alcuni luoghi della città, ma al servizio dell’uomo con una finalità etica, oltre che estetica, capaci di valorizzare tutti i quartieri.

Un’istallazione che è anche un ricco calendario di eventi, aperti a tutti gli abitanti del quartiere e del centro città, che animerà piazzetta Capuana nei giorni del Fuorisalone. Si inizia, oggi, con le attività svolte da FabriQ, l’incubatore di Innovazione Sociale del Comune di Milano, che accompagnerà tutti i ragazzi alla scoperta della stampa 3D per realizzare il proprio gadget a forma di autobus 57. Mercoledì 10 aprile spazio alla pittura con il seminario a cura del gruppo “i colori di Quarto” che avrà per oggetto l’acqua e le sue rappresentazioni. Giovedì 11 aprile, dalle 17 alle 18, in diretta da piazzetta Capuana, Radio Popolare trasmetterà il programma I.P.I Impossibile Passare Inosservati dedicato alla Design Week. Venerdì 12 aprile ‘apericena’ per tutti i presenti e spettacolo musicale a cura di Arci Itaca. Sabato 13, nel pomeriggio, largo alla performance live di Germano Commissario, Street Artist conosciuto con lo pseudonimo di “TheProffMilano” nonché professore di educazione artistica presso l’istituto G. Vico che con i suoi studenti realizzerà live due opere ispirate all’acqua. A seguire in piazza spaghettata per Amatrice e spettacolo musicale a cura di Arci Itaca. Domenica 14, alle 18.30, presentazione del libro di Claudio Piani “Vagabondiario”: ‘un ragazzo di Quarto’, dall’Italia all’Indonesia coi mezzi pubblici, dal Tibet a Milano in bicicletta. Alle ore 20.30 proiezione del film “57 Quarto Oggiaro – Milano rinasce a nord ovest”, di Massimiliano Perna, Alina Nastasa, Marco Feliciani.

Per tutta la settimana sotto i portici di fronte alla struttura (lato Associazione Agorà) sarà allestita una mostra fotografica con immagini d’archivio a cura dei Vecchi Amici di Quarto. Un’occasione per confrontare com’era e com’è oggi la città dal punto di vista architettonico, urbanistico e artistico, con i suoi punti di forza e d’interesse.

Le Maschere di Milano a Palazzo Marino

Meneghino-a-Palazzo-Marino.
Meneghino-a-Palazzo-Marino.

Anche quest’anno il Comune di Milano ha deciso di abolire il Corteo Storico del Carnevale Ambrosiano ( Per quale motivo ?) ma le Maschere di Milano (Meneghino e la Cecca) si recheranno ugualmente Sabato Grasso , 9 Marzo, alle ore 15,00 in punto sotto il balcone del Sindaco Sala a Palazzo Marino.

All’Assessorato alla Cultura, da quest’anno incaricato di organizzare il Carnevale, fanno sapere che il Signor Sindaco è stato avvertito e non è escluso che scenda in piazza a ricevere le Maschere della Città (anche se è escluso che consegni a Meneghino le chiavi della città, com’era tradizione)

Comunque Menghino, al secolo l’Attore del Teatro della Memoria Aleardo Caliari, fa sapere che chiamerà il Sindaco a Gran voce prima di recarsi con la sua Cecca in piazza Duomo a salutare i bambini milanesi e tutte le più belle mascherine.

Inaugurazione asilo nido CityLife.jpg
Inaugurazione asilo nido CityLife.jpg

È stato inaugurato oggi il nido d’infanzia BabyLife, l’asilo comunale di Milano immerso nel parco pubblico di CityLife che aprirà le porte a 72 bambini da 0 a 36 mesi il prossimo settembre, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico.

La cerimonia inaugurale si è svolta alla presenza di Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, Laura Galimberti, assessore all’Educazione e Istruzione, Pierfrancesco Maran, assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura, al Presidente di Assicurazioni Generali Gabriele Galateri di Genola, Philippe Donnet Amministratore delegato e Group Ceo di Generali, Aldo Mazzocco Amministratore delegato di Generali Real Estate e Presidente di CityLife e Armando Borghi, Amministratore delegato di CityLife.

BabyLife è il primo asilo nido del Comune di Milano completamente in legno con obiettivo di certificazione «Leed platinum», esempio innovativo di architettura sostenibile per l’infanzia con i suoi 3.000 mq di giardino e 1.000 mq di struttura interna, inserito nel parco pubblico di 173mila mq con oltre 2mila alberi.

L’edificio è stato realizzato con tecniche e materiali ecosostenibili e a basso impatto ambientale per il risparmio energetico, il contenimento dei consumi d’acqua, l’utilizzo di impianti di riscaldamento ad alta efficienza e di sistemi di coibentazione.

Il nuovo nido BabyLife nasce con l’obiettivo condiviso tra Comune di Milano, Assicurazioni Generali e CityLife di realizzare e mettere a disposizione della collettività una struttura educativa di eccellenza che favorisca l’apprendimento pedagogico e lo sviluppo formativo.

I bambini saranno infatti accompagnati e incoraggiati nelle loro esplorazioni cognitive attraverso laboratori comuni sia all’interno del nido, sia nelle aree esterne come il giardino che, oltre agli spazi ludici, è arricchito da percorsi tattili e orti didattici.

Per celebrare questa inaugurazione, Generali donerà alla città di Milano 72 alberi di grandi dimensioni, uno per ciascun bambino, che saranno piantumati nelle aree pubbliche del Municipio 8, ad ulteriore testimonianza dell’attenzione che il Gruppo rivolge alla collettività e al verde pubblico.

L’asilo nido BabyLife è stato progettato dallo studio di architettura O2Arch, vincitore del concorso promosso da CityLife in collaborazione con Federabitazione Lombardia nel 2014 e rivolto a giovani architetti under 35.

https://www.dietrolanotizia.eu/2018/06/52756/

“A Milano per studiare l’Expo”

delegazione di osaka a palazzo marino
delegazione di osaka a palazzo marino

Studiare Expo 2015 per recepirne i punti di forza in vista dell’Esposizione Universale del 2025. È il motivo della visita a Milano della delegazione della Prefettura di Osaka, ricevuta questa mattina in Sala Marra a Palazzo Marino dal Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e da Giovanni Confalonieri, direttore Relazioni Istituzionali con la Città, Gabinetto del Sindaco, e Commissario Straordinario per la liquidazione della Società Expo 2015.

Tra le città giapponesi firmatarie del Milan Urban Food Policy Pact del 2015, Osaka è in lizza per l’organizzazione dell’Expo 2025, per la quale concorrono anche la russa Ekaterinenburg e la azera Baku.

“L’eredità di Expo non è solo culturale, economica o turistica ma contempla un patrimonio di informazioni legate alla capacità di pensare e organizzare un evento di portata mondiale e di gestire la fase successiva alla sua realizzazione – ha detto il Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé –. È il motivo per cui i candidati ad ospitare le prossime esposizioni universali sono interessati a conoscere il modello Milano. Questo ovviamente ci fa piacere e ci inorgoglisce. Ho espresso inoltre apprezzamento – ha concluso conclude Bertolé – per la scelta del tema dell’Esposizione pensata da Osaka, che pone al centro la progettazione del futuro all’interno della cornice dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dall’Onu”.

Gemellata con Milano dal 1981, Osaka – 2,7 milioni di abitanti – è la capitale dell’omonima Prefettura che conta otto milioni di cittadini divisi in 33 città. Nel 2016, in occasione 35° anniversario del gemellaggio, la Municipalità di Osaka ha organizzato un’iniziativa che ha coinvolto le scuole elementari (circa 120 mila alunni), nelle mense delle quali sono state servite eccellenze gastronomiche della tradizione culinaria milanese.

Molte le iniziative che dimostrano il legame tra le due città e tra l’Italia e il Giappone anche a Milano: il 25 e il 26 maggio, al MUDEC si terrà il convegno “Il Giappone in Italia: Passato, Presente e Futuro”; l’8 giugno presso la Palazzina Liberty suonerà il “Trio di Donne di Osaka”, composto da cantanti liriche che hanno studiato a Milano e in Lombardia.

Mentre in ottobre la Fabbrica del Vapore ospiterà il “Japan Festival”, rassegna culturale di arte, musica, food e artigianato del Giappone, con workshop e spettacoli.