Zelig Cabaret: “Bella domanda Sciò”

Bella Domanda LR
Bella Domanda LR

Ridere, sorridere, sogghignare… sono sinonimi? Bella domanda!
Per conoscere la risposta, non avremmo potuto rivolgerci ad altri se non proprio ai Bella Domanda, duo comico piemontese vincitore dell’ultima edizione di Eccezionale veramente, il talent show de La7 e tra i più apprezzati comici del cast fisso di Colorado.
Arrivano per una sola serata, venerdì 30 novembre, sul palco del teatro Zelig Cabaret di Milano, ore 21 in viale Monza 140.

Nel loro spettacolo “Bella Domanda scio’” la narrazione è affidata agli sketch, il veicolo teatrale preferito da Mafe Bombi e Paolo Carenzo. I Bella Domanda, coinvolgono il pubblico tra situazioni quotidiane dai risvolti surreali e momenti di sana follia.La ricerca di un nuovo vestito, l’organizzazione di un viaggio, la cena in un ristorante stellato o un colloquio di lavoro e ancora, ancora tanto altro…

Del loro spettacolo commentano:
“Non bisogna stare fermi, bisogna fare cose! Il nostro spettacolo è un insieme di sketch che abbiamo portato in giro in questi 4 anni. Sketch raccolti nel tempo ma con un tema in comune: la ricerca del lavoro. Noi, comicamente, cerchiamo di dare dei consigli su come cercare lavoro. Il nostro spettacolo si conclude proprio con il colloquio di lavoro, il nostro sketch più bello!”.

Carenzo e Bombi scelgono la chiave dell’ironia per portare in scena la rincorsa al colloquio di lavoro: un’esperienza faticosa e frustrante che molti di noi ben conoscono. Intorno alla ricerca del colloquio di selezione – prima ancora della ricerca di un’occupazione vera e propria – prende corpo un rocambolesco storytelling giocato sul filo del paradosso e del non sense.

Nella pièce dei due comici piemontesi, trovano spazio molteplici stati d’animo, apparentemente distanti dalla ricerca di un’occupazione, eppure presenti, come ad esempio la vendetta e la comicità. Immersi in un’apparente deprivazione di senso, poiché è solo lì che possono esistere il luogo e il tempo opportuni al racconto e alla rappresentazione teatrale, i ruoli finalmente si rovesciano fino a confondersi e confondere.

Bisogna essere pronti a ‘mescolarsi’ per godere fino in fondo della bellezza di questo spettacolo straordinario.

INIZIO SPETTACOLO ore 21.00
ZELIG CABARET – Viale Monza 140 – 20125 Milano – www.areazelig.it – Ingresso consentito ai maggiori di anni 16
ingresso: tavolo 15 euro – tribuna 12 euro
I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita

Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.00 – sabato dalle 18.00 alle 20.00). Acquisti online su www.ticketone.it

Festival Gaber 2018

Festival Gaber 2018
Festival Gaber 2018

Partirà il 1 luglio, da Camaiore, il tanto atteso Festival Gaber, la kermesse itinerante tra i comuni della Toscana, giunta ormai alla sua quindicesima edizione, con lo scopo di diffondere e mantenere vivo il grande messaggio di Giorgio Gaber, soprattutto fra il pubblico più giovane. Il festival è ricco di appuntamenti: incontri, teatro, comicità, musica, tutti a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

La Fondazione Gaber, con il sostegno della Regione Toscana e soprattutto in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, propone il Festival Gaber 2018 nei Comuni di Follonica, Marciana Marina, Marina di Vecchiano, Montecatini Terme, Pistoia e Prato, oltre all’esclusiva sezione con 13 rappresentazioni in programma a Camaiore, dove Gaber aveva scelto di vivere fin dagli anni 80, e che nelle ultime edizioni ha conquistato la centralità del Festival.

In occasione della quindicesima edizione il Festival vedrà un programma unico: alla tradizionale kermesse in Piazza San Bernardino e all’immancabile appuntamento con Le strade di notte, l’apertura del Festival è quest’anno affidata a tre eventi speciali. Nell’ottica di proseguire nel progetto di valorizzazione estiva del centro storico di Camaiore, e di contribuire ulteriormente a rafforzare l’indotto economico delle attività commerciali cittadine, d’accordo con l’amministrazione comunale quest’anno il Festival Gaber approderà anche al Teatro dell’Olivo e al nuovissimo Cinema Borsalino.

Ivano Fossati, produttore dell’album Giorgio Gaber – Le donne di ora, intervistato da Massimo Bernardini, sarà protagonista dell’apertura del Festival il 1 luglio al Teatro dell’Olivo.

A seguire ci sarà l’incontro con Giuseppe Fiorello (2 luglio, Cinema Borsalino), e il 5 luglio sarà la volta di Lo Stallo (Teatro dell’Olivo), lo spettacolo su testo inedito di Sandro Luporini con David e Chiara Riondino. Il Comune di Camaiore ha previsto la presenza di un maxischermo in piazza A. Diaz per seguire in diretta gli eventi del 1 e 2 luglio.

Il 3 luglio, negli spazi della mostra Sandro Luporini Pittore Scrittore allestita fino a settembre alla Pinacoteca Civica di Follonica, si terrà l’incontro con Sandro Luporini condotto da Massimo Bernardini dal titolo Vi racconto Giorgio Gaber.

Il 6 luglio ci sarà la sesta edizione di Le strade di notte, l’evento popolare ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio, che come da tradizione animerà il centro storico di Camaiore a partire dalla storica Piazza San Bernardino da Siena.

Durante tutto il mese di luglio nella splendida piazza di Camaiore si alterneranno grandi artisti della musica e dello spettacolo, tra i quali Lorenzo Fragola (16 luglio), Giacomo Poretti (18 luglio), Lo Stato Sociale (19 luglio), Enrico Nigiotti (20 luglio), Diodato (21 luglio), Brunori Sas (23 luglio), Morgan (27 luglio), Le Vibrazioni (30 luglio) e Giorgio Panariello (31 luglio)

La rassegna continua con tre speciali appuntamenti che per il terzo anno animeranno la splendida Piazza della Chiesa di Marciana Marina: l’11 luglio e 12 luglio spazio alla grande comicità con Debora Villa e Paolo Hendel, mentre il 13 luglio sarà la volta della Banda Gaber, con i musicisti storici che hanno accompagnato il grande Gaber durante la sua carriera.

Il 16 luglio torna l’appuntamento a Marina di Vecchiano, nella suggestiva location di Piazzale Montioni Silvano Ambrogi. Quest’anno il protagonista sarà Giobbe Covatta, che racconterà la sua carriera e il suo Signor G, intervistato da Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber.

Il Festival sarà presente per il terzo anno anche a Montecatini Terme, dove alle Terme Tamerici sono previsti tre appuntamenti legati al ’68: il 17 luglio ci sarà Montecatini e il ’68 con Ombretta Colli e Bruno Ialuna, il 24 luglio Noi tutti. 1968 – 2018 con Mario Capanna mentre il 1° agosto sarà la volta di Il ’68 e la canzone con Giulio Casale.

Il 19 luglio nella Corte delle Sculture di Prato andrà in scena Polli di allevamento, lo spettacolo scritto da Gaber e Luporini interpretato da Giulio Casale, che ha riscosso un grande successo anche la scorsa primavera al Piccolo Teatro di Milano nell’ambito della rassegna Milano per Gaber.

Il Festival sarà presente anche a Pistoia (Fortezza Santa Barbara), dove il 26 luglio vi sarà Per fortuna c’è Giorgio Gaber, l’evento itinerante ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio. All’interno della suggestiva fortezza, cantanti, musicisti e attori omaggeranno Giorgio Gaber rivisitando i brani più importanti della sua produzione.

Radio Italia Solomusicaitaliana è la radio ufficiale del Festival Gaber.

Teatro Il Celebrazioni: “Di’ che ti manda Picone”

Di' che ti manda Picone
Di’ che ti manda Picone

Dal 13 al 15 aprile arrivano al Teatro Il Celebrazioni Biagio Izzo e Rocío Muñoz Morales con Di’ che ti manda Picone.

Nel 1984 Nanni Loy gira la fortunata pellicola con Giancarlo Giannini e Lina Sastri, “Mi manda Picone”, che narra la storia di un operaio dell’Italsider di Bagnoli che per protesta, alla chiusura della fabbrica, si dà fuoco in tribunale davanti al figlio piccolo e alla moglie.

Nello spettacolo teatrale, spin-off del film, ci si chiede con umorismo che fine abbia fatto il bambino che assistette alla morte del padre e si immagina dopo trentatré anni Antonio ormai adulto, disoccupato, sposato, forse futuro papà, esaurito e perseguitato da oscuri personaggi.

Di’ che ti manda Picone è uno spettacolo di denuncia, e nello stesso tempo di comicità, che, con in scena Biagio Izzo e Rocío Muñoz Morales, farà trascorrere al pubblico una serata leggera e divertente.

PREZZI (comprensivi di prevendita): intero 29,00 € – ridotto 26,00 € – abbonato 24,00 € – smart 22,00 €

PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO IL CELEBRAZIONI (Via Saragozza, 234, Bologna), aperta dal lunedì al sabato (ore 15.00 – 19.00), presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione, 4, Bologna) aperta dal lunedì al sabato (ore 15.00 – 19.00), attraverso il circuito TICKETONE (nei punti vendita e online), il circuito VIVATICKET (solo nei punti vendita), i punti d’ascolto delle Ipercoop, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatrocelebrazioni.it.

PER INFORMAZIONI: www.teatrocelebrazioni.it | info@teatrocelebrazioni.it | 051.4399123

“Essere o Benessere” – Giovanni d’Angella

giovanni dangella
giovanni dangella

La programmazione di Oltheatre si conferma multiforme e aperta a spettacoli sempre diversi: è la volta dello spettacolo Essere o Benessere, con Giovanni d’Angella. Sul palco torna la comicità, che porta lo spettatore, tra una risata e l’altra, a riflettere sulla propria quotidianità.

In Essere o Benessere ogni spettatore ritroverà se stesso: sul palco Giovanni è tutti Noi. È l’Avatar che, con intelligente ironia, mette in scena i nostri vizi, i nostri costumi e le nostre speranze.

«Sono entusiasta di come sta procedendo il Tour,» racconta d’Angella «ad ogni replica sento che lo spettacolo si rinforza e che man mano cresce la complicità col pubblico. Mi fa particolarmente piacere portare lo spettacolo a Pescheria Borromeo, a pochi chilometri da dove ho trascorso la mia infanzia, dove ho tirato i primi calci al pallone e dove sognavo di diventare un grande attore. Sul palco del De Sica sarò accompagnato dall’estro e dalla musica dei Fatti Così e non vedo l’ora di sentire il calore delle risate, perché nonostante la televisione ti possa far conoscere ad un pubblico nazionale, l’emozione che sanno trasmetterti le persone in teatro, è ineguagliabile»

DOVE E QUANDO
24 marzo 2018, ore 21 | Oltheatre al De Sica, Via Don Luigi Sturzo 25, Peschiera Borromeo

BIGLIETTI
18 € (17 € + 1 € prevendita) Biglietto intero
16 € (15 € + 1 € prevendita) Riduzione per militari, forze ordine, over 60, ragazzi dai 14 ai 26 anni, residenti Peschiera, bambini da 4 ai 13 anni, tesserati Oltre APS)
13 € (12 € + 1 € prevendita) Riduzione speciale per gruppi di più di 10 persone

Lorenzo Baglioni in tour

Lorenzo Baglioni - ph Gianluca Zati
Lorenzo Baglioni – ph Gianluca Zati

Dopo il boom di visualizzazioni del brano sanremese “Il Congiuntivo” – tra i videoclip ufficiali più popolari della kermesse con oltre 7 milioni e mezzo di views sul web – è uscito “Bella, Prof!”, il debutto discografico di Lorenzo Baglioni per Sony Music.

Tra qualche settimana prenderà il via il tour e tra le date non può mancare la “sua” Firenze: appuntamento mercoledì 21 marzo all’Obihall (ore 21 – biglietti posti numerati 25/20/15 euro – info tel. 055.667566 – 055.6504112 – www.bitconcerti.it – www.obihall.it -#LoreBaglioFI18).

I biglietti sono disponibili in prevendita nei punti Box Office Toscana http://www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.boxol.it e www.ticketone.it.

“Bella, Prof!” è composto da 12 tracce dedicate a 12 materie scolastiche differenti che, sullo stile del brano presentato sul palco del Teatro Ariston “Il congiuntivo”, gioca con ironia portando avanti intenti didattici precisi.

Il disco, infatti, nasce come una provocazione nei confronti della didattica ‘classica’, proponendo con intelligente ironia un’alternativa, in cui gli argomenti seriosi vengono trattati in maniera leggera attraverso due assi vincenti della comunicazione: la musica e la comicità.

“Bella, Prof!” è un progetto articolato che si esprime attraverso differenti piani di narrazione: musicale – con l’uscita dell’album – televisivo – con l’omonimo programma tv in onda su Sky Uno e live – con un tour nei principali teatri italiani.

Classe 1986, toscano, ex professore, Lorenzo Baglioni è cresciuto tra i numeri con una laurea in Matematica ed esperienze in cattedra.

Eclettico artista che si muove tra il cantautorato, la recitazione e il teatro-canzone, ha dato vita così ad un “pop didattico”, in cui si trovano ironia, musica e materie scolastiche.

Divenuto un vero caso mediatico e di studio, il suo ‘congiuntivo’ ha ricevuto anche la benedizione dell’Accademia della Crusca che, dopo averlo elogiato attraverso i social (“La canzone di Baglioni è bella e spero abbia ricadute sulla società.

Il tema della lingua italiana sta tornando d’attualità”, aveva scritto Claudio Marazzini, presidente dell’Accademia), lo ha ospitato anche in uno dei suoi appuntamenti pubblici per parlare ai ragazzi dell’importanza della lingua italiana.

In “Bella, Prof!” si va così da “Le leggi di Keplero”, raccontate con lo stile pop delle boy-band americane a “El Corazon”, dove su melodie reggaeton viene descritto il funzionamento anatomico dell’organo cardiaco. Non mancano poi tracce dance legate alla grammatica italiana come “L‘apostrofo” o punk legate alla scienza come “La classificazione dei Silicati”, fino alla fisica de “Il piano inclinato” descritto in chiave rap.

Un vero e proprio ripasso a tempo di musica che da marzo sarà in tour nei principali teatri italiani.

Sempre a marzo è prevista anche la messa in onda su Sky Uno HD dell’omonimo programma tv “Bella, Prof!“: un edutainment dove in 12 puntate Lorenzo approfondirà le materie scolastiche dell’album. Ogni episodio della durata di 5 minuti svelerà un videoclip inedito delle varie tracce dell’album dal tono volutamente ironico e tagliente cui farà seguito una vera e propria lezione didattica presieduta da Lorenzo e un professore della materia affrontata