Nuova uscita “Sound BoCS Diary”

Sound BoCS Diary
Sound BoCS Diary

A marzo uscirà

“Sound BoCS Diary”:

un libro di lettura aumentata che conterrà racconti, fotografie, videoclip e brani dei 10 artisti che sono stati ospiti a settembre 2020 di “Sound BoCs”,

prima music farm a sfondo civile mai realizzata in Europa di Musica contro le mafie.

I brani saranno raccolti in una compilation, disponibile in digitale a partire dal 19 febbraio, anticipata dall’uscita di tutti i singoli con cadenza di due a settimana.

A partire da oggi online il primo brano:

“La civile ballata dei numeri zero” di Poesia potente e chitarra tonante (ascolta qui).

Il diario sarà presentato a Casa Sanremo nella settimana

del 71° Festival della Canzone Italiana.

A marzo sarà disponibile in digitale “Sound BoCS Diary” (di AA.VV a cura di Gennaro de Rosa, edito da Musica contro le mafie, anno 2021): si tratta di un libro di lettura aumentata che contiene racconti, fotografie, video e una compilation di brani realizzati dai dieci artisti residenti di “Sound BoCS” (progetto di residenza artistica innovativa e creativa nel cuore della città di Cosenza, nato come incubatore di produzioni artistiche, supportato da “Perchicrea” di MIBACT e SIAE), prima music farm a sfondo civile mai realizzata in Europa di Musica contro le mafie. La prefazione è a cura di Marcello Ravveduto (Docente di Public History UniSa, UniMoRe) e di Gennaro de Rosa (Presidente e Direttore Artistico di Musica contro le mafie). Gli autori dei contenuti del diario sono: Cadmio, Cance, Ciarz, Gero Riggio, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, Le Cose Importanti, Massimonero, Misga, Poesia Potente e Chitarra Tonante.

“Sound BoCS Diary”, che sarà presentato a Casa Sanremo nella settimana del 71° Festival della Canzone Italiana, è quindi un taccuino, un diario, in cui sono raccolti i pensieri, le sensazioni e le emozioni dei dieci giovani talenti che hanno partecipato a questa iniziativa in un luogo unico al mondo. Una residenza creativa, sul Lungofiume Crati di Cosenza, che ha fatto nascere e sviluppare interazioni importanti tra i residenti creando opere uniche, testimonianza di un momento di condivisione, di esperienze e di vita vissuta insieme. Una realtà attuale calata in un luogo ideale per la creazione artistica, immerso nella natura, con collegamenti “on streaming” h24, come in un reality, da casette di legno, i BoCS.

“Un esperimento sociale, tra il talent e il reality, in uno dei momenti più complicati per la musica e non solo, abbiamo puntato la massima attenzione al lato umano, lavorando sulla costruzione di quello che chiamiamo “NOI” con diversi corpi ma uguali nello spirito – racconta Gennaro De Rosa, Presidente e Direttore Artistico di Musica contro le mafie – Diversità che si sono fuse dando vita a qualcosa di diverso e di comune senza perdere la propria identità”

“Sound BoCS Diary” è una raccolta attuale e piena di colori realizzata per contenere memorie, per puntualizzare anche a se stessi ciò che stava accadendo, per annotare i propri ricordi, le proprie esperienze; per esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti. Imprimere indelebilmente appunti di vita vissuta, video, fotografie oltre al brano musicale che ognuno degli artisti ha realizzato.

Lo scopo più nobile di un diario è certamente quello di imprimere su carta momenti che non vuoi per nessuna ragione dimenticare e soprattutto perché, come diceva Virginia Woolf, “Nulla è realmente accaduto finché non viene scritto in un diario”

La pubblicazione di “Sound BoCS Diary” sarà anticipata dalla compilation di brani inediti e originali che gli artisti ospiti – e autori del diario – hanno creato durante la loro residenza nei BoCS a settembre 2020, ispirati alle tematiche e ai valori di “Musica contro le mafie”: diffusione di Buone idee e Buone Prassi attraverso la musica, impegno sociale, lotta alle mafie, cittadinanza attiva, critica e proposta. La raccolta completa sarà disponibile in digitale a partire dal 19 febbraio, anticipata da tutti i singoli che usciranno a cadenza di due a settimana, a partire da oggi con “La civile ballata dei numeri zero” di Poesia potente e chitarra tonante.

Questa la tracklist completa: “La civile ballata dei numeri zero” di Poesia potente e chitarra tonante; “Altrove” di Giulia Zedda; “Basta che se ne parli” di Cance; “Che prezzo ha?” di Laura Pizzarelli; “Pillirina” di Massimonero; “Voglio andare al mare” di Misga; “Da capo” di Gero Riggio; “Gianna Floyd” di Ciarz; “Noè uomo” di Cadmio; “Terra” di Le Cose Importanti.

Link social

www.musicacontrolemafie.it

www.facebook.com/musicacontrolemafieofficial

www.instagram.com/musicacontrolemafie/