“Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”

censi
censi

Città Metropolitana di Milano presenta il “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, un piano pluriennale di interventi e attività affidato al Concessionario (il Raggruppamento Safety21 SpA -Municipia SpA) in seguito ad un bando di gara europeo. Safety21 è un service provider d’eccellenza specializzato in servizi tecnologici e piattaforme avanzate per il miglioramento degli standard della sicurezza stradale. Municipia – società del Gruppo Engineering – è invece leader nel panorama nazionale nei processi di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione locale. Si tratta di uno dei più grandi progetti integrati di Smart City d’Europa per la riduzione dell’incidentalità, a tutela di pedoni e ciclisti.

Tra gli obiettivi principali degli interventi previsti dal “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana” ci sono la tutela del territorio, la cura dell’ambiente e il contrasto a reati come l’abbandono dei rifiuti, che troppo spesso si verificano nelle aree di sosta presenti nelle immediate vicinanze della rete stradale. Finalità da raggiungere attraverso strumenti moderni, applicazioni smart e IoT per il monitoraggio delle strade. Il piano prevede infatti, nelle zone individuate, l’installazione di innovativi sistemi di videosorveglianza delle piazzole di sosta.

Si tratta di videocamere in funzione 24h/7 con un sistema di “analisi intelligente della scena” che si attiva in presenza di movimenti sospetti che avvengono nell’area di sosta e registra eventuali infrazioni (ad esempio l’abbandono di rifiuti) allertando direttamente la Polizia Locale e fornendo i video dell’abuso. Il Progetto porterà all’installazione di un centinaio di sistemi di videosorveglianza sulla rete stradale controllata da Città Metropolitana di Milano.

Sempre in ottica di tutela dell’ambiente, il progetto di Città Metropolitana ha inoltre previsto l’installazione di dispositivi per il monitoraggio del traffico – fino a 60 sistemi – che forniranno dati e informazioni utili per elaborare analisi e pianificare interventi atti a migliorare la circolazione, decongestionare eventuali aree di traffico intenso e contribuire al miglioramento della qualità dell’aria

“I dati forniti da Istat e da PoliS Lombardia – commenta Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano – confermano la centralità di un tema come quello della sicurezza stradale, e la necessità di programmare e attivare interventi capillari che non possono esaurirsi nelle sole attività sanzionatorie, ma che devono fare tesoro degli sviluppi tecnologici applicati alle infrastrutture stradali per fare sì che si lavori sempre più sul terreno della prevenzione e della tutela dei cittadini e del territorio.”