Alessandra Ferri e Misty Copeland

Alessandra Ferri e Misty Copeland
Alessandra Ferri e Misty Copeland

Alessandra Ferri e Misty Copeland,

dialogo virtuale su Romeo e Giulietta tra Milano e New York

Mercoledì 30 un collegamento con il Museo Teatrale alla Scala conclude

il ciclo di colloqui sulla danza coordinati da Alastair Macaulay

e trasmessi sul canale YouTube del NY City Center

Mercoledì 30 settembre alle ore 23 (ora italiana) Alessandra Ferri conclude in collegamento dalla Sala dell’Esedra del Museo Teatrale alla Scala la serie virtuale Studio 5 | Great American Ballerinas: 5 incontri online sulla danza curati e condotti dal critico e storico della danza Alastair Macaulay per il New York City Center in cui la prima ballerina dell’American Ballet Theatre (ABT) Misty Copeland e le prime ballerine del New York City Ballet (NYCB) Sara Mearns e Tiler Peck lavorano ciascuna a stretto contatto con un altro acclamato artista di danza.

Nel programma finale della serie sarà proprio Misty Copeland a rivisitare insieme ad Alessandra Ferri le scene soliste di Giulietta nel terzo atto del Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan analizzando passi e situazioni per mostrare il processo di approfondimento di un ruolo. Un confronto tra un’artista che di MacMillan è stata musa e interprete prediletta e una delle più valide interpreti dello stesso personaggio oggi: sullo sfondo l’American Ballet Theatre, di cui Misty Copeland è principal dancer, lo stesso ruolo rivestito da Alessandra Ferri dal 1985.

Tutti gli eventi virtuali di Studio 5 sono trasmessi in streaming per una settimana sul canale YouTube del City Center e possono essere visualizzati anche sul sito web alla pagina

https://www.nycitycenter.org/pdps/2019-2020/live-at-home/studio-5/

Dopo il periodo di streaming di una settimana, i soci del City Center avranno accesso alla serie completa.

“Dove va Alessandra Ferri, Giulietta la segue”. Cosi commentò sui giornali la stessa Ferri alla vigilia del suo straordinario ritorno a danzare questo ruolo per una sola recita su invito del direttore dell’American Ballet Theatre Kevin McKenzie al Metropolitan di New York. Un ruolo cucito addosso a lei, fin da quando nel 1984, musa dello stesso MacMillan, entrò per la prima volta nel personaggio di Giulietta per non lasciarlo più. Non a caso fu proprio con questo ruolo che diede a New York il suo temporaneo addio alle scene, e con questo ruolo è tornata alla Scala per un’unica rappresentazione il 31 dicembre 2016. Alessandra Ferri è poi tornata al Piermarini nel 2019 con Woolf Works di Wayne McGregor accanto a Federico Bonelli con il quale in questi giorni sta partecipando al Gala di riapertura del Teatro alla danza con il passo a due del III atto da Le Parc di Angelin Preljocaj.