Uomo rinascimentale….oggi…

Leon Battista Alberti
Leon Battista Alberti

Continua il nostro viaggio nell’evoluzione dell’ideale pedagogico attraverso i secoli e oggi atterriamo direttamente nel periodo umanistico-rinascimentale per comprendere quali aspetti educativi derivanti da questo momento storico sono ancor oggi presenti!

È difficile tracciare un quadro generale e complessivo dell’idea pedagogica affermatasi in età umanistica e centrata sulla riscoperta dell’individualità e della creatività personale, che è un tratto culturale distintivo di questo periodo. Occorre parlare di una pluralità di voci e di modelli, che nel loro insieme rendono conto della ricchezza del movimento culturale di cui sono espressione.

Ideali già tipicamente rinascimentali si trovano nel pensiero di Leon Battista Alberti (1404-1472).

La sede privilegiata in cui attuare il processo educativo è, secondo Alberti, la famiglia, non solo in forza del modello educativo del padre di famiglia ma degli aspetti complessivi della vita in comune. I suggerimenti didattici di Alberti si possono sintetizzare nella sottolineatura di una formazione equilibrata, in cui l’esercizio fisico è accostato allo studio intellettuale, nell’ottica, tipicamente rinascimentale, di uno sviluppo integrale della personalità.

Quale migliore sintesi?

La pedagogia contemporanea si fonda proprio sul concetti dello sviluppo integrale come unione di tutte le caratteristiche che compongono un individuo.

E allora perchè oggi tutto l’ambito della comunicazione di massa porta a considerare la persona come “spezzettata”, divisa al suo interno?

Perchè l’ambito familiare è considerato separato da quello lavorativo, da quello riguardante le amicizie, i rapporti interpersonali, la conoscenza?

….La persona è una, è un’unità bio-psico-sociale, con competenze differenti, ma non disgregate!

A Voi le conclusioni!

Buona settimana

Ped. Laura Bonomo

Mail: laurabonomo.pedagogista@gmail.com