Achille Lauro, incredibile successo

COVER 1990
COVER 1990

Achille Lauro

1990

Debutta direttamente al numero uno della classifica Fimi/Gfk degli album e dei vinili più venduti della settimana

Incredibile successo per il primo progetto di Achille Lauro Chief Creative di Elektra records per Warner Music Italy

7 hit mondiali e 8 featuring per celebrare il suo anno di nascita

Nel frattempo il singolo Bam Bam Twist rimane ai vertici delle classifiche radiofoniche

1990, il nuovo side project di Achille Lauro, debutta direttamente al primo posto nella classifica di vendita Fimi/Gfk nella categoria album e nella categoria vinili.

Straordinario successo per il nuovo progetto di Lauro, uscito il 24 luglio per Elektra Records/Warner Music Italy, di cui l’artista è Chief Creative. Con 1990, Achille Lauro rende omaggio ai favolosi 90’s, dopo il successo di Sanremo, dopo l’uscita di 16 marzo già certificato disco d’oro e di Bam Bam Twist anche questa settimana ai vertici delle classifiche radiofoniche, e prima di un autunno che per Achille Lauro promette grandi sorprese.

1990, è disponibile in tutti gli store e le piattaforme digitali: si tratta del primo progetto di Achille Lauro come Chief Creative di Elektra Records/Warner Music Italy. E oltre a essere un geniale come back nella cultura pop anni Novanta, è un caldo abbraccio artistico da parte di molti dei più rilevanti Artisti della scena attuale, alcuni dei quali del gruppo Warner Music, con feat inediti e originali.

“Sono orgoglioso di questo risultato – afferma Achille Lauro – che sono felice di condividere con tutti coloro che hanno creduto in 1990 sin dall’inizio: da tutti i grandi artisti che vi hanno preso parte, ai co-direttori artistici Angelo Calculli e Nicolò Cerioini, a Marco Alboni e tutta Warner Music, da F&P e Goigest, ad Antony Rosati che ha realizzato il videoclip di Scat Men feat. Ghali e Gemitaiz. A loro va il mio ringraziamento per aver preso parte a questo folle progetto”.

Un side project con 7 celebri hit mondiali “rigenerate” da Achille Lauro che ha voluto coinvolgere tanti amici: dalla storia della dance italiana e mondiale (Alexia, Eiffel 65, Benny Benassi) al panorama attuale (Ghali, Capo Plaza, Gemitaiz, Massimo Pericolo e Annalisa, già con Lauro nella serata delle cover dell’ultima edizione del Festival di Sanremo). Sono loro, insieme a produttori come Dardust, Gow Tribe, DIVA e Marnik, i protagonisti di 1990: un viaggio in cassa dritta che più che un tuffo nel passato è proiettato in un futuro senza tempo, con suoni e arrangiamenti che riescono ad essere attuali e si uniscono perfettamente al linguaggio di Lauro.

Achille Lauro: Chief Creative

Achille Lauro
Achille Lauro

1990
Il primo progetto di Achille Lauro
Chief Creative di Elektra Records per Warner Music Italy
In tutti gli store e su tutte le piattaforme digitali

7 hit mondiali per celebrare il suo anno di nascita

Achille Lauro rende omaggio ai favolosi 90’s con 1990, il nuovo side project titolato proprio con l’anno della sua nascita e in arrivo dopo il successo di Sanremo, dopo l’uscita di 16 marzo già certificato disco d’oro e di Bam Bam Twist ai vertici delle classifiche radiofoniche, e prima di un autunno che per Achille Lauro promette grandi sorprese.

1990, da oggi è disponibile in tutti gli store e le piattaforme digitali, è il primo progetto di Achille Lauro come Chief Creative di Elektra Records/Warner Music Italy. E oltre a essere un geniale come back nella cultura pop anni Novanta, è un caldo abbraccio artistico da parte di molti dei più rilevanti Artisti della scena attuale, alcuni dei quali del gruppo Warner Music, con feat inediti e originali.

Gli anni 90 sono stati fondamentali per la crescita di Achille Lauro che oggi intende celebrarli con un album inaspettato e dirompente: da un lato il vuoto lasciato dalla morte di miti come Freddie Mercury (1991), Kurt Cobain (1994), 2 Pac (1996), Notorious B.I.G. (1997), dall’altra la nascita di un nuovo genere che dall’Europa ha conquistato presto tutto il mondo e che ha sicuramente travolto l’immaginario artistico di Lauro.

Un side project con 7 celebri hit mondiali “rigenerate” da Achille Lauro che ha voluto coinvolgere tanti amici: dalla storia della dance italiana e mondiale (Alexia, Eiffel 65, Benny Benassi) al panorama attuale (Ghali, Capo Plaza, Gemitaiz, Massimo Pericolo e Annalisa, già con Lauro nella serata delle cover dell’ultima edizione del Festival di Sanremo). Sono loro, insieme a produttori come Dardust, Gow Tribe, DIVA e Marnik, i protagonisti di 1990: un viaggio in cassa dritta che più che un tuffo nel passato è proiettato in un futuro senza tempo, con suoni e arrangiamenti che riescono ad essere attuali e si uniscono perfettamente al linguaggio di Lauro.

Un album che lascia senza fiato con una selezione di brani travolgente: Be My Lover dei La Bouche, Scatman’s World di Scatman John, Sweet Dreams (Are Made of This) degli Eurythmics (riportata al successo proprio negli anni Novanta da Marylin Manson), Me and You di Alexia, The Summer Is Magic di Playahitty, Blue (Da ba dee) degli Eiffel 65 e Illusion di Benny Benassi.

A dare una forma visiva alla musica, anche per questa occasione Achille Lauro propone un apparato iconografico forte declinato nelle tinte del rosa e del fuxia. L’assenza dell’artista è totale e lascia il palcoscenico al suo alter-ego giocattolo: una bambola dal look androgino, per ritrovare i segni delle sue radici musicali immerse proprio in quell’immaginario. La bambola è stata creata appositamente per l’occasione da Magia 2000, il duo di designer italiani Mario Paglino e Gianni Grossi, conosciuti in tutto il mondo e specializzati nella creazione e realizzazione di pezzi unici.

Sarà inoltre disponibile su YouTube dalle 14.00 di oggi il videoclip del primo estratto da 1990, Scat Men feat. Ghali e Gemitaiz con la produzione di DIVA, DRD, Gow Tribe & Marnik. Riprendendo l’estetica di tutto il progetto grafico dell’album, anche nel video – per la regia di Anthony Rosati – il protagonista è l’alter-ego bambola di Lauro. In pieno spirito da super eroe, si muove su una cabrio rosa (la stessa dell’artwork di copertina, il codice d’accensione? “1990”, naturalmente) in quello che è un chiaro riferimento al mondo dei videogiochi degli anni Novanta. Raggiunto dai co-protagonisti Ghali e Gemitaiz, i tre, armati di bazooka, attraversano un universo fantascientifico con le diverse prove da superare, tra unicorni e valli incantate. L’ultima, la più epica, è lo scontro finale con un mostro cibernetico, sconfitto dal trio che riemerge vittorioso tra le fiamme, sul finale.

La creatività di tutto il progetto è affidata all’ormai consolidato team composto da Achille Lauro, Nicolò Cerioni e Angelo Calculli.

LIVE 2021

Achille Lauro ha già annunciato lo spostamento del tour 2020, aderendo alle decisioni prese da tutti gli esponenti del mondo della musica, arriverà a ottobre 2021 ACHILLE LAURO LIVE 2021, il tour prodotto da F&P in cui presenterà “Achille Idol Immortale”: icona, punkrocker, popstar, l’alter-ego di Achille Lauro che torna dal passato dopo essere stato crocifisso per risorgere ad icona Glam. Concettuale, oltre il maschile e il femminile, oltre gli schemi omologati di una sessualità di genere, un inno alla pansessualità.

Il tour, previsto per ottobre 2020, si sposta con nuove date – sempre in ottobre – nel 2021 e toccherà le città di: Milano (16 ottobre 2021 – Lorenzini District), Venaria, TO (18 ottobre 2021 – Teatro Concordia), Cesena (21 ottobre 2021 – Nuovo Carisport), Napoli (23 ottobre 2021 – Casa della Musica), Firenze (26 ottobre 2021 – Tuscany Hall). Si concluderà con una doppia data a Roma, al Palazzo dello Sport, il 29 e il 30 ottobre.

I biglietti già acquistati per gli show previsti ad ottobre 2020 rimangono validi per gli show di ottobre 2021. Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link:
https://www.friendsandpartners.it/elenco-concerti-spettacoli-annullati-o-rinviati/.
Ulteriori info: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

LE DATE

Sabato 16 Ottobre 2021 – MILANO @ Lorenzini District (recupero del 17 ottobre 2020)

Lunedì 18 Ottobre 2021 – VENARIA (TO) @ Teatro della Concordia (recupero del 19 ottobre 2020)

Giovedì 21 Ottobre 2021 – CESENA @ Nuovo Carisport (recupero del 22 ottobre 2020)

Sabato 23 Ottobre 2021 – NAPOLI @ Casa della Musica (recupero del 24 ottobre 2020)

Martedì 26 Ottobre 2021 – FIRENZE @ Tuscany Hall (recupero del 28 ottobre 2020)

Venerdì 29 Ottobre 2021 – ROMA @ Palazzo dello Sport (recupero del 30 ottobre 2020)

Sabato 30 Ottobre 2021 – ROMA @ Palazzo dello Sport (recupero del 31 ottobre 2020)

Uomo rinascimentale….oggi…

Leon Battista Alberti
Leon Battista Alberti

Continua il nostro viaggio nell’evoluzione dell’ideale pedagogico attraverso i secoli e oggi atterriamo direttamente nel periodo umanistico-rinascimentale per comprendere quali aspetti educativi derivanti da questo momento storico sono ancor oggi presenti!

È difficile tracciare un quadro generale e complessivo dell’idea pedagogica affermatasi in età umanistica e centrata sulla riscoperta dell’individualità e della creatività personale, che è un tratto culturale distintivo di questo periodo. Occorre parlare di una pluralità di voci e di modelli, che nel loro insieme rendono conto della ricchezza del movimento culturale di cui sono espressione.

Ideali già tipicamente rinascimentali si trovano nel pensiero di Leon Battista Alberti (1404-1472).

La sede privilegiata in cui attuare il processo educativo è, secondo Alberti, la famiglia, non solo in forza del modello educativo del padre di famiglia ma degli aspetti complessivi della vita in comune. I suggerimenti didattici di Alberti si possono sintetizzare nella sottolineatura di una formazione equilibrata, in cui l’esercizio fisico è accostato allo studio intellettuale, nell’ottica, tipicamente rinascimentale, di uno sviluppo integrale della personalità.

Quale migliore sintesi?

La pedagogia contemporanea si fonda proprio sul concetti dello sviluppo integrale come unione di tutte le caratteristiche che compongono un individuo.

E allora perchè oggi tutto l’ambito della comunicazione di massa porta a considerare la persona come “spezzettata”, divisa al suo interno?

Perchè l’ambito familiare è considerato separato da quello lavorativo, da quello riguardante le amicizie, i rapporti interpersonali, la conoscenza?

….La persona è una, è un’unità bio-psico-sociale, con competenze differenti, ma non disgregate!

A Voi le conclusioni!

Buona settimana

Ped. Laura Bonomo

Mail: laurabonomo.pedagogista@gmail.com

 

Achille Lauro, “Bam Bam Twist”

Achille Lauro Bam Bam Twist
Achille Lauro Bam Bam Twist

Achille Lauro

Da oggi il videoclip del nuovo singolo “Bam Bam Twist” con Claudio Santamaria e Francesca Barra in un ballo all’ultimo “Glitter”

Annunciate anche le nuove date di Achille Lauro Live 2021

Milano, Torino, Cesena, Napoli, Firenze e una doppia data a Roma

Sono l’attore Claudio Santamaria e sua moglie, la giornalista, scrittrice e conduttrice Francesca Barra, i protagonisti del videoclip in uscita oggi di BAM BAM TWIST, nuovo singolo di Achille Lauro già disponibile per Elektra Records su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica. Intanto, mentre la power ballad 16 Marzo è appena stata certificata Disco D’Oro, Achille Lauro ha annunciato anche le nuove date di ACHILLE LAURO LIVE 2021, il tour prodotto da F&P che segna il suo attesissimo ritorno dal vivo.

Due moderni Vincent Vega e Mia Wallace, nell’omaggio a una delle scene più iconiche della storia del cinema mondiale: quella del coinvolgente e sensuale twist con John Travolta e Uma Thurman in Pulp Fiction, pellicola cult di Quentin Tarantino del 1994. In una sala da ballo vuota, il Malandrino Achille Lauro è il frontman di una band queer e patinata. Il ritmo di chitarre e rullante semplice ed intrigante di BAM BAM TWIST accompagna il ballo tra Santamaria e la Barra: la coppia – scalza come i protagonisti del film tarantiniano, unghie laccate di nero, proprio come Lauro – si fronteggia in una coreografia che in un crescendo di sensualità si trasforma in un duello all’ultimo glitter.

L’atmosfera è calda, ma allo stesso tempo sospesa, quasi tesa, come nella migliore tradizione pulp: è facile immaginare sparatorie e fughe rocambolesche la cui colonna sonora è questo BAM BAM TWIST, “un ballo a due, che è stato allo stesso tempo il più promiscuo ed il più elegante degli anni ‘mitici’ e ‘favolosi’ del Miracolo Economico”, come lo ha definito lo stesso Achille Lauro. Il videoclip è diretto da Antonio Usbergo e Niccolò Celaia per YouNuts!,

Achille Lauro ha annunciato inoltre lo spostamento del tour 2020, aderendo alle decisioni prese da tutti gli esponenti del mondo della musica, e ha anticipato le nuove date di ACHILLE LAURO LIVE 2021, il tour prodotto da F&P in cui presenterà “Achille Idol Immortale”: icona, punkrocker, popstar, l’alter-ego di Achille Lauro che torna dal passato dopo essere stato crocifisso per risorgere ad icona Glam. Concettuale, oltre il maschile e il femminile, oltre gli schemi omologati di una sessualità di genere, un inno alla pansessualità.

Il tour, previsto per ottobre 2020, si sposta con nuove date – sempre in ottobre – nel 2021 e toccherà le città di: Milano (16 ottobre 2021 – Lorenzini District), Venaria, TO (18 ottobre 2021 – Teatro Concordia), Cesena (21 ottobre 2021 – Nuovo Carisport), Napoli (23 ottobre 2021 – Casa della Musica), Firenze (26 ottobre 2021 – Tuscany Hall). Si concluderà con una doppia data a Roma, al Palazzo dello Sport, il 29 e il 30 ottobre.

I biglietti già acquistati per gli show previsti ad ottobre 2020 rimangono validi per gli show di ottobre 2021. Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link:
https://www.friendsandpartners.it/elenco-concerti-spettacoli-annullati-o-rinviati/.
Ulteriori info: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

ACHILLE LAURO LIVE 2021 – LE DATE

Sabato 16 Ottobre 2021 – MILANO @ Lorenzini District (recupero del 17 ottobre 2020)

Lunedì 18 Ottobre 2021 – VENARIA (TO) @ Teatro della Concordia (recupero del 19 ottobre 2020)

Giovedì 21 Ottobre 2021 – CESENA @ Nuovo Carisport (recupero del 22 ottobre 2020)

Sabato 23 Ottobre 2021 – NAPOLI @ Casa della Musica (recupero del 24 ottobre 2020)

Martedì 26 Ottobre 2021 – FIRENZE @ Tuscany Hall (recupero del 28 ottobre 2020)

Venerdì 29 Ottobre 2021 – ROMA @ Palazzo dello Sport (recupero del 30 ottobre 2020)

Sabato 30 Ottobre 2021 – ROMA @ Palazzo dello Sport (recupero del 31 ottobre 2020)

Achille Lauro, “Bam Bam Twist”

BAM BAM TWIST_COVER
BAM BAM TWIST_COVER

Achille Lauro

“Bam Bam Twist”

Da venerdì 19 giugno su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica

Achille Lauro da Reginetta del Punk a “Boss” del Twist

Achille Lauro introduce il gettone nel suo pazzo jukebox e seleziona il tasto A1: BAM BAM TWIST ed inizia un’estate anni ‘60 “Dal tramonto all’alba”.

Il “Malandrino della musica italiana, sua Eccellenza Achille Lauro”, sbanda tra richiami di atmosfere cinematografiche, in una gimcana tra Tarantino e Scorsese, tra Vincent Vega e Henry Hill, con un twist per “Bravi ragazzi”, dai tratti Pulp.

Un ritmo di chitarre e rullante semplice ed intrigante, nel quale è facile immaginare sparatorie e fughe rocambolesche, come nella migliore tradizione cinematografica, per colpa della “Donna del Boss”.

“In tempi di distanziamento sociale, la mia follia vi porta in pista con un ballo a due, che è stato allo stesso tempo il più promiscuo ed il più elegante degli anni “mitici” e “favolosi” del Miracolo Economico – ha dichiarato Achille Lauro -. Un ballo che nasce dalla gestualità dello “spegnere mozziconi di sigarette sulla pista da ballo e pulire le superfici con le estremità di un asciugamano”: il Twist, l’evoluzione sexy e sensuale dello Swing.”

Achille Lauro, artista innovativo e multiforme, viaggiatore senza tempo, ripercorre gli anni come fossero porte aperte dalle quali entra ed esce con grande disinvoltura. In pochi anni l’artista ha saputo sapientemente miscelare il suo mondo artistico e musicale con quello delle arti visive e oggi è sicuramente un importante riferimento per la musica nazionale, e tra i più contesi artisti nel mondo della scena visiva internazionale. Il suo talento ricorda quello di un alchimista, capace di fondere diversi generi musicali e visivi, rendendoli contemporanei ma sempre nell’assoluto rispetto dell’opera originale e omaggiando i riferimenti culturali della sua storia. Ispirato ed ispiratore al tempo stesso, stilista e modello, regista ed attore, in lui si fondono ruoli che lo rendono straordinariamente diverso: un no gender.