The Boys In the Band

The_boys_in_the_band con Costa
The_boys_in_the_band con Costa

The Boys In the Band
TEATRO NUOVO di Milano, dal 14 al 16 febbraio

A distanza di cinquant’anni dalla nascita del Movimento LGBT (giugno 1969, New York, Greenwich Village) e dopo le sei anteprime tenutesi a giugno allo Spazio Teatro 89 di Milano, inizia a breve la sua avventura per i teatri italiani THE BOYS IN THE BAND, l’opera teatrale del commediografo americano MartCrowley, diventata manifesto del Movimento stesso.

Pietra miliare della storia del teatro – prima commedia a tematica gay per il grande pubblico –  questo testo viene per la prima volta proposto al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che lo produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista.

Costantino della Gherardesca descrive così THE BOYS IN THE BAND: “Un testo pieno di vita e molto divertente da tradurre; le battute hanno saputo resistere al passare del tempo. La trama è ricca di sorprese, aggancia l’attenzione dello spettatore e lo trascina come un fiume in piena verso un finale rivelatorio che lascia senza fiato. I ragazzi di Crowley sono personaggi in cerca di emancipazione e di liberazione sessuale, eroi che lottano con le proprie nevrosi prima ancora che con una società che non li tollera. Sono personaggi complessi, non sono semplici maschere. Per quantonon facciano nulla per farsi amare è difficile non provare una profonda empatia nei loro confronti”.

Nella nuova versione di Costantino e Giorgio Bozzo, si è mantenuta intatta quella girandola di stati d’animo che ha segnato la cifra – e il successo – dell’originale. Una commedia estremamente ironica e divertente come una sit-com, caratterizzata da un ritmo incessante di battute, feroci e spiazzanti, che a quasi due terzi diventa un vero e proprio poderoso pugno nello stomaco, con momenti poeticamente drammatici.

I Boys di Crowleyfrugano l’uno nella vita degli altri, alzano veli, dicono l’indicibile, con cinismo, con sarcasmo, ma non senza amore e, in fondo, con la speranza di portarsi in salvo, tutti.