Festival dei Diritti Umani

Le bambine salvate.
Le bambine salvate.

Festival dei Diritti, inizia oggi 20 marzo, e Università di Milano-Bicocca insieme per raccontare le donne che si battono per le popolazioni indigene. Inka-Saara Arttjeff, rappresentante del popolo Sami, Nara Baré, leader del Coordinamento delle Organizzazioni Indigene dell’Amazzonia Brasiliana (COIAB), e Victoria Tauli-Corpuz, relatore speciale sui diritti dei popoli indigeni delle Nazioni Unite, sono tre donne da anni impegnate nelle battaglie dei diritti e in particolare di quelli dei popoli indigeni.

Insieme saranno protagoniste di due interessanti incontri del Festival dei Diritti Umani: il primo – Donne indigene: lotte per il riconoscimento locale e per i diritti globali – è promosso il 23 marzo dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca (Aula Pagani – Edificio U7), tra gli eventi per celebrare i vent’anni dell’ateneo.

Il secondo incontro – In prima linea. I popoli indigeni, vittime dei cambiamenti climatici e dell’avidità del business – si terrà alla Triennale di Milano il 24 marzo.

I due appuntamenti si svolgeranno nella settimana del Festival dei Diritti Umani (dal 20 al 24 marzo – Triennale di Milano). Il focus di quest’anno del festival sarà sulla devastazione ambientale della Terra e di come questo saccheggio incida sui diritti umani.

Quindi inquinamento, profughi ambientali, impazzimento climatico ma anche i segnali della consapevolezza di una necessaria inversione di tendenza.