EuroBasket Women 2019 Qualifiers: Italia-Macedonia

Italia-Macedonia
Italia-Macedonia

Un PalaRavizza vestito a festa ed esaurito in ogni ordine di posti (2.700 spettatori) ha salutato il netto successo della Nazionale Femminile sulla Macedonia (93-33). Le migliori marcatrici della squadra di Marco Crespi sono state Cecilia Zandalasini con 21 punti e Giorgia Sottana con 20, in doppia cifra anche Francesca Dotto a quota 12 e Raffaella Masciadri a 10 (oggi 1.700 punti in Azzurro per il capitano!). Importante anche la doppia doppia messa insieme da Olbis Andre con 12 punti e 11 rimbalzi.

Nel quarto impegno degli EuroBasket Women 2019 Qualifiers, le Azzurre hanno colto il secondo successo consecutivo e ora sono in testa al girone H in coabitazione con la Svezia, che oggi ha superato la Croazia 63-55. Gli ultimi impegni delle qualificazioni sono in programma nel prossimo novembre, in Croazia e in casa con la Svezia. Le sole squadre certe di giocare l’Europeo sono Serbia e Lettonia, ovvero i due Paesi ospitanti. In palio rimangono altri 14 posti: si qualificano le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde.

“Oltre al risultato è stato importante il contributo di tutta la panchina e le scelte di coach Crespi, che ha lanciato tante giocatrici anche giovani. Abbiamo giocato in un ambiente straordinario, grazie a Broni e a Pavia per l’organizzazione impeccabile del raduno e della partita”, ha commentato il Presidente della Fip Giovanni Petrucci.

Così coach Crespi a fine partita: “Se una partita diventa facile è merito di chi la fa diventare facile giocando di squadra in ogni momento. Brave le ragazze. Brave e con il sorriso. E per fotografarlo scelgo le lacrime di emozione di Elisa Ercoli”.

LA CRONACA – La partita si risolve già nel primo quarto. Il quintetto di partenza, come in Svezia, è composto da Francesca Dotto, Sottana, Zandalasini, Cinili e Andre e immediatamente le Azzurre chiudono il conto col 21-0 messo insieme grazie ai canestri di Zandalasini e Sottana. L’Italia chiude il primo quarto sul 25-4 e prima dell’intervallo lungo amplia il margine fino al +39 del 19’. Crespi amplia le rotazioni nel secondo tempo e il vantaggio dell’Italia si mantiene intorno ai 40 punti. In apertura di ultimo parziale i 5 consecutivi di Masciadri valgono il +48 (30-78), poi il PalaRavizza saluta con un’infinita standing ovation il rush finale delle Azzurre che confezionano un parziale di 22-3 nel quarto periodo. Una festa incredibile, quella di Pavia: e nel giorno di San Valentino l’Amore per questa Nazionale si è confermato fortissimo.