24kGoldn: “Mood”

Foto 24K G per remix Justin Bieber
Foto 24K G per remix Justin Bieber

Il successo di “Mood” è inarrestabile! La hit già al numero 1 delle classifiche di tutto il mondo del giovane rapper della West Coast 24kGoldn feat. Iann Dior esce ora in una nuova straordinaria versione remix realizzata in collaborazione con le superstar Justin Bieber e J Balvin, disponibile in radio e in digitale (https://smi.lnk.to/moodremix)

Il brano, già certificato ORO in Italia, ha acquisito una luce completamente nuova con il tocco inconfondibile di Bieber e Balvin e include anche un nuovissimo verso di Goldn.

Questo innegabile successo, che mescola generi diversi, continua a conquistare il mondo: è rimasto per 2 settimane consecutive al primo posto della Billboard Hot 100 (attualmente è al terzo posto), ha raggiunto il #1 della classifica globale di Spotify, la Top 3 della Viral globale di Spotify e della classifica globale di Shazam. In Italia Mood è entrato nella Top 5 della Viral Italia di Spotify e della Apple Music Songs, nella Top 10 della classifica FIMI/GfK dei singoli e della Spotify Italia e alla posizione #24 dell’airplay radiofonico. Con 630 milioni di stream globali, “Mood” ha raggiunto il #1 della classifiche dei singoli in 13 paesi.
Goldn e Iann hanno eseguito la canzone ieri a The Ellen DeGeneres Show, dopo un’esibizione in anteprima al Jimmy Kimmel Live la settimana prima.

24kGoldn sta lavorando al suo album di debutto, El Dorado, la cui uscita è prevista per il prossimo anno.

24kGoldn ha debuttato sulle scene nel 2019 con il suo singolo di debutto (certificato PLATINO RIAA), “Valentino”. Spinto da subito da numeri impressionanti su TikTok e superando oggi 400 milioni di riproduzioni tutto il mondo, il 19enne ha raggiunto la popolarità su larga scala conquistando oltre 40 classifiche di Spotify Viral 50 a livello internazionale. 24kGoldn ha concluso il 2019 con l’uscita del suo EP di 8 tracce, Dropped Outta College, che è rimasto per diverse settimane al numero 1 della Billboard Heatseekers Chart, firmato dal produttore “disco di PLATINO D.A.

Domani L’EP include tra gli altri “City Of Angels”, brano che è entrato in oltre 40 classifiche di Spotify Viral 50 e che conta più di 375 milioni di stream in tutto il mondo. Goldn ha letteralmente “abbandonato il college”, sapendo che era arrivato il momento di inseguire il suo sogno.

Da allora, è stato in tournée in apertura dei concerti di Landon Cube e YBN Cordae, e si è esibito al Rolling Loud. È stato protagonista di articoli su Billboard, Variety, Lyrical Lemonade, No Jumper, Complex e Rolling Stone, per citarne alcuni, oltre ad essere stato definito uno degli Artisti in ascesa su YouTube e uno degli XXL’s 2020 Freshmen.

DC FanDome: Il più grande raduno di talent

dc-fandome
dc-fandome

DC FanDome presenterà oltre 100 ore di programmazione per celebrare il passato, il presente e il futuro dei contenuti DC attraverso panel virtuali, accesso dietro le quinte, esperienze generate dai fan, grandi anticipazioni ed esclusive della DC.

Un evento globale con personaggi provenienti da 13 Paesi: Australia, Brasile, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Messico, Filippine, Sudafrica, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito.

Per il DC FanDome sono stati chiamati a raccolta più di 300 star, creatori, membri del cast artistico e tecnico dell’amatissimo mondo DC che hanno preso parte ai più grandi film del brand, alle serie live-action, alle serie TV animate, giochi, fumetti, titoli home entertainment e prodotti licenziati.

Uno schieramento elettrizzante di nomi che parteciperanno all’evento globale DC FanDome del 22 agosto, che, ricordiamo, è un’esperienza virtuale senza precedenti e totalmente gratuita, disponibile solo per 24 ore!

Riforma dell’autotrasporto in Europa

Riforma autotrasporto
Riforma autotrasporto

De Micheli: “Ok a pacchetto mobilità è successo per Italia e Ue”

Vera e propria riforma dell’autotrasporto in Europa

L’approvazione da parte del Consiglio ed oggi del Parlamento europeo del pacchetto Mobilità rappresenta un successo per l’Unione europea e anche per l’Italia, che ha visto accolte le priorità rappresentate nel corso del negoziato durato tre anni: certezza delle norme, loro controllabilità, strumenti di controllo, tutela delle condizioni dei lavoratori, criteri certi per le condizioni di accesso al mercato e alla professione, regolamentazione delle attività di cabotaggio.

Si tratta di una vera e propria riforma del settore dell’autotrasporto in Europa, che stabilisce norme chiare sulle condizioni di accesso al mercato e alla professione nel settore dell’autotrasporto, sui tempi di guida e di riposo ed in generale sulle condizioni di lavoro degli addetti del settore e sull’uso dei dispositivi per il controllo delle prestazioni di lavoro. Norme che non si prestano ad interpretazioni che consentano la loro circonvenzione e che assicurano parità di condizioni alle imprese dell’autotrasporto.

 

Focus: docufilm «Lili Marlene»

scena
scena

10 Giugno 1940 – 10 giugno 2020

80° Anniversario dell’ingresso dell’Italia nel secondo conflitto mondiale

“Focus” ricorda l’evento con «Lili Marlene»

Docufilm originale e inedito di videonews firmato Pietro Suber

In onda il 10 e 11 giugno in prima serata

Con le testimonianze di Giorgio Napolitano, Eugenio Scalfari, Gianni Letta,

Dacia Maraini, Renzo Arbore, Pippo Baudo, le Gemelle Kessler, Pupi Avati.

80 anni fa, il 10 giugno 1940, si consuma un evento che resta scolpito nella nostra Storia: l’ingresso dell’Italia nel Secondo conflitto mondiale. “Focus”, rete tematica diretta da Marco Costa al 35 del telecomando, dedica due serate all’anniversario proponendo la prima visione assoluta del docufilm «Lili Marlene – La guerra degli italiani», in onda mercoledì 10 e giovedì 11 giugno, alle ore 21.15.

160 minuti intensi e dirompenti, di un prodotto originale VideoNews firmato da Pietro Suber, con la collaborazione di Amedeo Osti Guerrazzi, storico del fascismo, collaboratore della Fondazione Museo della Shoah di Roma, e Donatella Scuderi, autrice di soggetti e sceneggiature.

Storie poco conosciute, eventi drammatici, quelli di «Lili Marlene», composti in un racconto che parte dal basso, attraverso vicende straordinarie di cittadini comuni, e le testimonianze di figure autorevoli come Giorgio Napolitano, Eugenio Scalfari, Gianni Letta, Dacia Maraini, Renzo Arbore, Pippo Baudo, le Gemelle Kessler, Pupi Avati.

«Lili Marlene» si distingue, inoltre, per rigore storiografico e intensità dei fatti narrati. Tre, gli aspetti fondamentali che ne fanno un prodotto esemplare:

· la rievocazione di molti e poco noti casi, eppure estremamente significativi per capire la guerra degli italiani in tutta la sua varietà e complessità;

· l’aver realizzato un racconto privo di retorica, crudo e, proprio per questo, struggente della guerra civile, con la carica d’odio inestinguibile che ha generato;

· l’aver provato a documentare le ragioni di tutti, vittime e carnefici, vincitori e vinti, ma con un effetto finale che non è quello dell’elisione, bensì del senso del tragico, della consapevolezza della complessità della storia, che non permette di girare pagina e andare avanti, ma obbliga a coltivare tenacemente la Memoria.

«Lili Marlene – La guerra degli italiani» è anche un nuovo e originale tentativo di tenere aperto un dialogo su eventi che ancora oggi dividono, ma stando alla larga da facili scorciatoie, da frasi fatte e slogan, usati da chi strumentalizza la storia per fare propaganda.

 

 

“Ho visto un sogno” – Silvia Nair

Silvia Nair1_ph Fabrizio Fenucci
Silvia Nair1_ph Fabrizio Fenucci

Da oggi, venerdì 5 giugno, è in radio e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “HO VISTO UN SOGNO” (Ala Bianca Records), il nuovo singolo dell’artista, cantante e compositrice SILVIA NAIR.
Il brano anticipa il terzo album di inediti in uscita in autunno che vanta la prestigiosa produzione olandese di Franck Van Der Heijden e Michael La Grouw.

“Ho visto un sogno”, scritto dalla stessa Silvia Nair insieme a Michael La Grouw, è un viaggio di riflessione sull’importanza del sogno in quanto ideale da perseguire «un sogno ha il potere di cambiare l’uomo, di superare limiti impossibili».
Il brano si caratterizza per un sound energetico arricchito da un arrangiamento rock sinfonico in cui spicca la potente vocalità dell’artista.

Sempre da oggi, è online sul canale YouTube dell’artista il video del brano.
Protagonista del videoclip è stessa Silvia Nair che in un sogno / incubo vaga sola nel deserto in un tempo e in uno spazio indefinito, mentre da un televisore scorrono delle immagini di eventi del XX secolo, come la partenza dell’Apollo 11 da Cape Canaveral per la prima missione sulla Luna, il discorso di Martin Luther King per la giustizia contro il pregiudizio etnico e le rivolte nelle città messe a ferro e fuoco, gli eventi cinesi di Piazza Tienanmen, la rivolta per l’indipendenza del Tibet dalla Cina. Avvenimenti che dimostrano come un sogno sia in grado di infondere uno straordinario potere che permettere di superare gli ostacoli e migliorare la vita di chi lo possiede.

Il video di “Ho visto un sogno” è visibile al seguente link: https://youtu.be/qevl5Uj2PQM.