Eva Henger a verissimo: ““Dire la verità non è un reato”

HENGER TOFFANIN
HENGER TOFFANIN

“Dire la verità, può essere con una tempistica sbagliata, non è un reato. Fumare canne e mettere in pericolo le altre persone lo è”.
Eva Henger, ospite domani a Verissimo, racconta la sua verità sulla vicenda Francesco Monte e il suo presunto uso di sostanze illecite nella villa di Honduras, prima della partenza de ‘L’Isola dei Famosi’.

Per le sue dichiarazioni l’ex pornostar è stata molto criticata, tanto che a Silvia Toffanin, che le chiede se nei giudizi espressi dalla gente centri un certo pregiudizio nei suoi confronti, risponde: “Certo che c’entra il mio passato. Ci sono pregiudizi nei miei confronti”

ll problema dell’uso di marijuana per Eva non è nuovo e nell’intervista racconta la difficile esperienza di suo figlio: “Un giorno Riccardino venne fermato dai carabinieri mentre stava comprando della marijuana da una persona straniera. I carabinieri mi chiamarono perché all’epoca lui era minorenne.

Per quel fatto fu assegnato per un periodo ai lavori socialmente utili. Ora Riccardino ha 23 anni e da quattro è pulito, ma quel periodo è stato un incubo per me. Quindi – chiosa Eva – vedere un altro ragazzo avere gli stessi atteggiamenti di mio figlio mi ha fatto male, non volevo rivivere la stessa situazione, volevo vivere una bella esperienza”.