“Canto la storia dell’astuto Ulisse” – al Piccolo Teatro Studio

Ulisse2_flavioalbanese_foto masiar pasquali
Ulisse2_flavioalbanese_foto masiar pasquali

Flavio Albanese veste nuovamente i panni di Ulisse per accompagnare il pubblico in un viaggio nel mito. Creature mostruose, divine e potenti, rivivono con le ombre di Emanuele Luzzati messe in scena da Teatro Gioco Vita.

Torna l’eterno mito di Ulisse, con il suo universo popolato da esseri mitici e dominato da divinità ostili, in una proposta teatrale elaborata espressamente per il pubblico più giovane (da 8 anni).

Canto la storia dell’astuto Ulisse, prodotto dal Piccolo Teatro in collaborazione con Teatro Gioco Vita e Compagnia del Sole, presenta il racconto avventuroso e ricco di scoperte dell’Odissea.

Si parte dalla fine della Guerra di Troia, si prosegue con le peripezie del guerriero dal “multiforme ingegno” nel Mediterraneo, fino al ritorno ad Itaca.

Scorrono così nello spettacolo gli episodi e i personaggi più noti del poema di Omero: il ciclope Polifemo, le ammalianti Sirene, la maga Circe, il cane Argo, Telemaco e l’amata Penelope. Tutti i personaggi e le situazione prendono vita con le figure d’ombra degli elementi scenografici creati da Emanuele Luzzati.

Ombre e luci diventano così simboli delle nostre paure, dei nostri desideri, della nostra sete di conoscenza.

Il viaggio tra il fantastico e il reale dell’eroe è la più classica metafora del percorso che ognuno di noi compie dentro e fuori di sé durante la propria esistenza.

La magia del teatro d’ombre al servizio di un testo così suggestivo genera stupore, fascinazione e non smette di regalare ogni volta spunti di riflessione sull’uomo in lotta contro il destino e soprattutto contro se stesso.