Primitivo Jazz Festival a Maruggio

jazz festival
jazz festival

Dal 5 al 7 agosto a Maruggio in provincia di Taranto si terrà la terza edizione di Primitivo Jazz Festival all’insegna del buon vino e della buona musica. L’evento nasce da un’idea del suo direttore artistico  Umberto Summa con il contributo del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria e il patrocinio del Comune di Maruggio.

Tra gli interpreti il Tito Schipa Percussion Academy con la direzione di Giuseppe Cacciola, primo percussionista dell’ Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e Felice Clemente Quartet (Felice Clemente al sax; Marco Pacassoni, marimba e vibrafono; Paolino Dalla Porta, contrabbasso; Massimo Manzi, batteria). Poi il piano di Mirko Signorile, il pianoforte di Soo Cho con il sax di Javier Girotto e, infine, le note del flauto di Gianluca Milanese con il basso di Richard Sinclar.

 Il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria che controlla una delle eccellenze della produzione vitivinicola pugliese e simbolo del Made in Italy presenterà a ritmo di jazz le sue perle enologiche. La realtà pugliese ha da poco ricevuto dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il prestigioso Erga Omnes, riconoscimento che gli attribuisce il ruolo di decisore e coordinatore esclusivo di tutte le politiche di valorizzazione, oltre che di tutela, delle denominazioni d’origine controllata del Primitivo.

Inoltre, accanto alla buona musica e al buon vino sarà possibile anche degustare i prodotti tipici locali e avranno spazio anche l’arte e il cinema con il  cortometraggio “Vino su tela” di Agnese Correra sull’arte enoica di Arianna Greco che dipingerà su tela con il vino, stupendo il  pubblico presente.

Il centro storico di Maruggio, detto anche “Terra murata” per essere anticamente racchiuso nelle mura medievali, già sede della Commenda Magistrale dell’Ordine dei Cavalieri di Malta ai piedi delle murge tarantine e a pochi chilometri dal mare, farà da cornice a questo festival che, come tradizione, spazierà su diversi linguaggi musicali, segno di un’inclinazione particolare verso le diverse interpretazioni del Jazz.  (c.t.)