Concerti nelle Marche di Krystian Zimerman, “il pianista della perfezione”

zimerman
zimerman

Personalità protesa verso l’esecuzione perfetta, considerato il più completo pianista dei nostri giorni, Krystian Zimerman è in arrivo nelle Marche per tenere a battesimo un nuovo soggetto nel panorama musicale marchigiano: Marche Concerti.

Tre importanti società di concerti, Amici della Musica “Guido Michelli” di Ancona, Appassionata di Macerata e Ente Concerti di Pesaro, si sono unite in una rete di promozione e sostegno, Marche Concerti, appunto, e uno dei primissimi risultati è questa tournée marchigiana in cui Zimerman sarà a Macerata il 2 aprile, al Teatro Lauro Rossi, alle ore 21, a Pesaro il 5, al Teatro Rossini, alle ore 21,  e ad Ancona, a chiudere, il 6 aprile, al Teatro delle Muse, alle ore 21.

Refrattario allo star-system, Zimerman calibra molto le sue uscite in pubblico tanto da non tenere più di  50 concerti l’anno: ancor più significativo diviene il fatto che ne tenga ben tre nelle Marche.

Per i programmi dei concerti e informazioni sui prezzi ecco i siti delle tre associazioni: www.appassionataonline.it; www.enteconcerti.it; www.amicimusica.an.it Krystian  Zimerman,  nato a  Zabrzc, in Polonia, nel dicembre del 1956, sale alla ribalta internazionale vincendo il Concorso “Chopin” di Varsavia a soli 18 anni: questa vittoria gli permette anche di conoscere una leggenda del pianoforte, Arthur Rubinstein, di cui diviene allievo e amico – amicizia che condivise idealmente con Szymanowski, molto legato a Rubinstein, dedicatario e primo esecutore della sua Sonata in la minore.

Zimerman, quando vinse il Concorso di Varsavia, stupì tutti per le qualità che oggi gli si riconoscono, la precisione interpretativa ed esecutiva unita ad un talento particolarissimo che rivelava una spiccata originalità e una profonda visione dell’opera musicale.

Nonostante abbia vinto molti concorsi, Zimerman è contrario a questo metodo di “selezione”, e rifiuta di far parte di qualsiasi giuria. Ha invece fondato un’orchestra, la Polish Festival Orchestra, composta da giovani musicisti, con cui ha anche inciso nel 1999, all’Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, i due concerti di Chopin per la Deutsche Grammophon.

Il suo repertorio spazia da Bach al connazionale Lutoslawski, che gli ha dedicato il suo Concerto per pianoforte e orchestra, e che ha eseguito a Varsavia, con il compositore quale direttore d’orchestra.  Zimerman, infatti, predilige eseguire le opere nei luoghi dove sono nate: musica francese a Parigi, Beethoven, Mozart e Schubert a Vienna, Brahms ad Amburgo, opere americane a New York – condotte, nel caso di Leonard Bernstein da lui stesso.

L’elenco delle collaborazioni con i direttori d’orchestra comprende i più grandi in assoluto: Leonard Bernstein, Herbert von Karajan, Claudio Abbado, Carlo Maria Giulini, Seiji Ozawa, Riccardo Muti, Lorin Maazel, André Previn, Pierre Boulez, Zubin Mehta, Bernard Haitink, Stanislaw Skrowaczewski, Sir Simon Rattle e numerosi altri.

Zimerman organizza personalmente la gestione della sua carriera, studia l’acustica delle sale da concerti, le ultimissime tecnologie di registrazione e della costruzione degli strumenti. E’ inoltre appassionato di psicologia e computer. Nel 2005 gli è stata conferita la Legione d’Onore francese.