Giuseppina Torre ospite a “Monte Carlo Nights”

Giuseppina Torre_ph Phil Travis
Giuseppina Torre_ph Phil Travis

Stasera GIUSEPPINA TORRE sarà ospite di NICK THE NIGHTFLY nel suo storico programma “MONTE CARLO NIGHTS” su RADIO MONTE CARLO (ore 23.00), da sempre un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona musica.

La pianista e compositrice siciliana verrà intervistata dall’inconfondibile “voce della notte” più famosa d’Italia ed eseguirà, in un esclusivo mini live al pianoforte, le composizioni “Rosa tra le rose”, “La Promessa” e “Never Look Back”, estratte dal suo ultimo album di inediti “LIFE BOOK”.

Prodotto da Giuseppina Torre e Davide Ferrario, missato e masterizzato da Pino “Pinaxa” Pischetola e registrato presso Griffa & Figli e Frigo Studio, l’album “LIFE BOOK” racchiude 10 composizioni inedite, con musiche composte ed eseguite da Giuseppina Torre, che raccontano le suggestioni, i pensieri e il vissuto dell’artista negli ultimi anni, come un vero e proprio “racconto di vita” in musica: “Rosa tra le rose”, “La promessa”, “Gocce di veleno”, “Dove sei”, “The golden cage”, “Siempre y para siempre”, “Mentre tu dormi”, “My miracle of love”, “Un mare di mani”, “Never look back”.

Giuseppina Torre a “Monte Carlo Nights”

Giuseppina Torre_ph Mariagiovanna Capone_
Giuseppina Torre_ph Mariagiovanna Capone_

Lunedì 10 febbraio la pianista e compositrice GIUSEPPINA TORRE sarà in onda, alle ore 23.00, su RADIO MONTE CARLO all’interno di “Monte Carlo Nights”, programma che ha da poco compiuto 30 anni e che è da sempre un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona musica, con l’inconfondibile voce di NICK THE NIGHTFLY.

Giuseppina Torre eseguirà in esclusiva live al pianoforte le composizioni “Rosa tra le rose”, “La Promessa” e “Never Look Back”, estratte dal suo ultimo album di inediti “LIFE BOOK”, e verrà intervistata da Nick The Nightfly, storico conduttore del programma.

Pubblicato da Decca Records e distribuito da Universal Music Italia, “LIFE BOOK” è disponibile in tutti i negozi, in digital download e sulle piattaforme streaming (https://udsc.lnk.to/CNP8Ab8S).

L’album “LIFE BOOK” racchiude 10 composizioni inedite, con musiche composte ed eseguite da Giuseppina Torre, che raccontano le suggestioni, i pensieri e il vissuto dell’artista negli ultimi anni, come un vero e proprio “racconto di vita” in musica: “Rosa tra le rose”, “La promessa”, “Gocce di veleno”, “Dove sei”, “The golden cage”, “Siempre y para siempre”, “Mentre tu dormi”, “My miracle of love”, “Un mare di mani”, “Never look back”.

Di quest’ultimo brano il video, girato da Umberto Romagnoli con la direzione artistica di Stefano Salvati nella meravigliosa cornice delle valli di Comacchio (Ferrara), è visibile al seguente link: www.youtube.com/watch?v=0C7wa6XFSPU.

Jazz al Piccolo: “Orchestra senza confini”

EnricoIntra_fotoAttilioMarasco
EnricoIntra_fotoAttilioMarasco

PICCOLO TEATRO GRASSI
LUNEDI’ 20 GENNAIO, ORE 21

Ventiduesima edizione di Orchestra Senza Confini
organizzata dall’Associazione Culturale Musica Oggi
in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

OMAGGIO A COUNT BASIE

Con la CIVICA JAZZ BAND
solisti Emilio Soana e Marco Mariani (tromba), Andrea Andreoli (trombone),
Giulio Visibelli (sassofoni e flauto), Paolo Tomelleri (clarinetto),
Marco Vaggi (contrabbasso), Tony Arco (batteria)
e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica C.Abbado di Milano

Direttori Enrico Intra e Luca Missiti

Programma:

Brani che percorrono l’intero cammino della big band basiana – Moten Swing, Tickle Toe, One O’Clock Jump, Jumpin’ At The Woodside, April in Paris, Lil’ Darlin, Shiny Stockings, Kid From Red Bank, Cute – scritti e arrangiati da Count Basie, Bennie Moten, Eddie Durham, Lester Young, Neal Hefti e Frank Foster

Introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco

Direttore del’orchestra più longeva della storia del jazz, la cui attività è proseguita anche dopo la sua morte, oltre che pianista, compositore e arrangiatore, Count Basie è sinonimo di swing, di colori blues, di uso del riff come elemento costitutivo di brani spesso legati a una travolgente comunicativa e a un eccezionale dinamismo.

Partita da Kansas City per diventare una delle orchestre di punta dell’era dello swing, la compagine basiana ha mantenuto sempre lo spirito del piccolo gruppo e la potenza sonora della big band, anche se dagli anni Cinquanta gli arrangiamenti hanno progressivamente conquistato uno spazio maggiore rispetto al primo periodo di vita dell’orchestra.

Giuseppina Torre in concerto a Sorrento

Giuseppina Torre_ph Mariagiovanna Capone
Giuseppina Torre_ph Mariagiovanna Capone

La pianista e compositrice Giuseppina Torre si esibirà in concerto domenica 24 novembre all’Auditorium “Don Luigi Verde” della Parrocchia N.S. di Lourdes di SORRENTO (via Capasso 1 – ore 19.00 – ingresso libero).

In scaletta le composizioni inedite del suo ultimo album di inediti “LIFE BOOK”, disponibile in tutti i negozi, in digital download e sulle piattaforme streaming

“Life Book” racchiude 10 composizioni inedite, con musiche composte ed eseguite da Giuseppina Torre, che raccontano le suggestioni, i pensieri e il vissuto dell’artista negli ultimi anni, come un vero e proprio “racconto di vita” in musica: “Rosa tra le rose”, “La promessa”, “Gocce di veleno”, “Dove sei”, “The golden cage”, “Siempre y para siempre”, “Mentre tu dormi”, “My miracle of love”, “Un mare di mani”, “Never look back”.

Di quest’ultimo brano il video, girato da Umberto Romagnoli con la direzione artistica di Stefano Salvati nella meravigliosa cornice delle valli di Comacchio (Ferrara)

Angela Hewitt : Medaglia Bach della Città di Lipsia 2020

angela hewit
angela hewit

La pianista canadese Angela Hewitt riceverà la Medaglia Bach della Città di Lipsia: del BachFest Leipzig, l’annuale festival musicale in cui viene consegnata la Medaglia Bach ad un musicista che ha promosso in modo significativo la musica di J.S. Bach.

Sarà il Sindaco di Lipsia Burkhard Jung a consegnarle la medaglia il 20 giugno 2020 durante la cerimonia di premiazione, in occasione del concerto della pianista canadese che eseguirà le “Variazioni Goldberg”.

La giuria, composta dal Presidente del Bach Archive, Prof. Ton Koopman e dal suo Direttore, Prof. Peter Wollny – dal Thomaskantor, Prof. Gotthold Schwarz – dal Direttore Musicale del Gewandhaus, Maestro Andris Nelsons – dal Rettore della Hochschule für Musik und Theater ‘Felix Mendelssohn Bartholdy’, Prof. Martin Kürschner, ha scritto nella motivazione del premio:

“… Dai tempi del canadese Glenn Gould non c’è mai stato un altro artista che abbia posto le interpretazioni di Bach sul pianoforte moderno al centro del proprio lavoro tanto quanto la sua connazionale, Angela Hewitt…”.

Saputa la notizia, la Hewitt ha dichiarato:

“Sono profondamente onorata di ricevere la Medaglia Bach della Città di Lipsia. Questa notizia mi è giunta a sorpresa e mi ha sinceramente commossa.

Ricevere un tale premio dalla città che è sinonimo di Johann Sebastian Bach, ed essere aggiunta ad un elenco di premiati così prestigioso, è più di quanto avrei mai potuto immaginare. Lipsia ha sempre occupato un posto speciale nel mio cuore, da quando ci andai per la prima volta nel 1976 come concorrente al Concorso Internazionale Bach; e la stessa cosa vale per Bach — beh, immagino non ci sia nessun’altra persona con cui ho trascorso così tanto tempo in vita mia, e ne è valso ogni minuto!

Portare le opere di Bach in tutti gli angoli del globo e vedere il conforto e la gioia che donano a persone di ogni provenienza mi ha dato una grande felicità.

Vorrei dedicare questo premio ai miei genitori, entrambi musicisti, che adoravano sia Bach che Lipsia, e in particolare a mio padre, organista, che ha reso la musica di Bach così viva per me da bambina.”