Omaggio a Georges Prêtre

Georges Pretre  Filarmonica della Scala
Il 22 febbraio il Teatro alla Scala omaggia il Maestro Georges Prêtre con un concerto straordinario con la Filarmonica della Scala e il pianista Rudolf Buchbinder. Nella scorsa stagione il Teatro aveva dovuto cancellare gli eventi celebrativi organizzati per il 90° compleanno dell’artista, nato a Waziers (Francia) il 14 agosto 1924.

Il M° Prêtre ha ripreso l’attività nello scorso dicembre con un concerto a Tolosa in occasione del quale ha dichiarato alla stampa la sua felicità di tornare alla Scala: “Quando ho cominciato a lavorare a Milano grazie al Maestro Siciliani – ha dichiarato – il rappresentante dell’orchestra gli ha detto ‘Maestro, grazie del suo regalo di Natale’. Parlava di me! Sono cose che non si possono dimenticare. La Scala rappresenta 15 anni della mia vita, con due opere l’anno, e in febbraio ci ritornerò. Come a Vienna nei mesi seguenti”.

Il concerto al Piermarini, organizzato con il supporto di American Express, segna 50 anni dal debutto di Prêtre a Milano: nell’occasione il Maestro dirigerà alcuni dei brani più significativi della sua lunghissima carriera. Il concerto si aprirà con l’ouverture da Egmont di Beethoven diretta dal M° Prêtre e proseguirà con il Concerto per pianoforte e orchestra n° 3 di Beethoven diretto ed eseguito al pianoforte dal M° Buchbinder. Nella seconda parte il M° Prêtre dirigerà l’ouverture da La forza del destino di Verdi, Barcarolle di Offenbach e Boléro di Ravel, mentre il M° Buchbinder eseguirà la parafrasi da concerto del Rigoletto di Liszt.