Rock e Natura nel Parco delle Dolomiti Friulane

C’è un luogo e un momento dell’estate prossima nel quale potebbe capitarvi di vivere un’esperienza unica in Italia: assaporare un panorama musicale fra i più ampi e interessanti offerti da un festival rock del nostro paese – dal battito industriale dei Tambours du Bronx all’electrofunk di The Cyborgs e all’electrorock dei Pink Holy Days, dal reggae di Skardy e dei Mellow Mood al noise rock de Il Teatro degli Orrori, dal dj set elettronico dei Motel Connection alle sperimentazioni tra techno, electro e trance di Tyler De Naag – circondati da uno scenario naturale di tale selvaggia e incontaminata bellezza da essere riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio Naturale dell’Umanità: il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, un territorio tra i meno conosciuti e meglio conservati dell’intero arco alpino.

Conciliare questi due mondi – apparentemente lontanissimi – e avvicinare generazioni diverse alla conoscenza e al rispetto delle più varie espressioni della musica popolare contemporanea ma anche dell’ambiente naturale che costituisce il nostro patrimonio collettivo è una delle sfide che Summerend lancia al mondo degli appassionati di musica e, contemporaneamente, ai cultori della montagna e della natura in generale.

4 giorni, 17 band, un campeggio in grado di accogliere 400 tende, stand gastronomici tradizionali ed etnici, attività culturali ed escursionistiche alla scoperta del territorio della Val Cellina e del Parco, attività ludiche e laboratori  per i bambini dai 5 agli 11 anni, tutto questo è Summerend 2012: un’esperienza unica come stendersi al sole sulle rive di un torrente di montagna o fare il bagno in vasche naturali di acqua turchese purissima con la musica del sound system che si accompagna al fruscìo del vento e del fiume.

Dove? Solo a Summerend 2012, a Claut (Val Cellina – Pordenone)

Quando? Il 22 23 24 25 agosto 2012