Out Off: stagione 2012/2013

7 motivi per scegliere di essere out:

Amleto di Shakespeare, Porno Funeral di Bavastro, Giorni felici di Beckett firmate Lorenzo Loris e poi Vecchi tempi di Pinter, Il padre di Strindberg, Lo zoo di vetro di Williams, In Exitu di Testori, rispettivamente con la regia di Roberto Trifirò, Alberto Oliva, Massimo Greco, John-Alexander Petricich.

Una lunga serie di buoni motivi per continuare ad essere off

Non solo teatro di prosa, ma anche danza (rassegna Danae, compagnia Nut), jazz (Festival Mito – SettembreMusica) e approfondimenti (Festival Teatro e Spiritualità) a cura di Giorgio Minneci. Tra gli ospiti un’attenzione particolare alla giovane scena milanese e alla drammaturgia contemporanea ( Rocco Ricciardulli; b a b y g a n g | Sanpapié | Band à Part , Scimmie nude, Carrozzeria Orfeo). E poi ancora Strindberg con “Il pellicano” di Mattia Sebastiano e “Risveglio di primavera” di Wedekind, regia Claudio Autelli. Tra gli spettacoli più attesi l’ultimo lavoro di Flavia Mastrella e Antonio Rezza , “Fratto_X”; infine, per i più piccoli, il teatro dei bambini di Luca Uslenghi.