LECCESTATE

“Leccestate danza”, workshop internazionale di danza, dal 21 al 27 luglio 2012, festeggia i suoi primi 10 anni di attività, nell’incantevole cornice del residence “Giardini di Atena”, a soli 10 minuti dalla città di Lecce.

La manifestazione conferma la sua vocazione di contenitore di formazione professionale di alto livello e prestigio con maestri e coreografi di spessore internazionale da Drew Jacoby (
Classico, Artista Free Lance – USA) a Mauro Astolfi
 (Contemporaneo, Direttore Spellbound Contemporary Ballet – Italia) da Naomi Perlov
 (Contemporaneo, Assistente di Angelin Preljocaj – Israele) a Idan Sharabi
 (Contemporaneo, Artista Free Lance – Israele) da Ana Maria Lucaciu
 (Contemporaneo, Cedar Lake Contemporary Ballet – USA) a Adriana De Santis
 (Hatha Yoga – Italia) a Flavia Astolfi (
Musical, Performer – Italia).

Il 21 luglio alle ore 21:00 presso il Teatro Cantieri Koreja, la cerimonia di apertura prevede, nella serata dedicata alle esibizioni dei Centri di Formazione Pugliesi vicini negli anni alla manifestazione, come ospite d’eccezione la Spellbound Contemporary Ballet, compagnia diretta da Mauro Astolfi, che porta grande qualità artistica alla serata con estratti dello spettacolo Lost for words (il famoso lavoro col quale ha vinto  un NDP subsidy per cinque settimane di tour negli STATI UNITI). La Compagnia tiene inoltre, come ogni anno, le classi di tecnica modern contemporanea per i più giovani per permettere ai ragazzi delle scuole di avere sempre un confronto con chi svolge la professione di danzatore e guidarli così in un cammino didattico che li prepari adeguatamente nel tempo  alle classi adulte tenute dagli artisti ospiti.

“L’esperienza della condivisione all’insegna di un pluralismo artistico e formativo – afferma il direttore artistico Valentina Marini – è alla base di questa rassegna che, avulsa da scopi competitivi, si prefigge di raccogliere in un momento di festa e di scambio circa 20 scuole pugliesi con i propri lavori e le proprie idee di fronte a un pubblico di appassionati oltre che di tecnici ed esperti che assegneranno alcuni premi sotto forma di Borse di Studio. Lo spettacolo è il nostro nuovo modo di aprire le porte o meglio “le danze” e avviare così l’edizione 2012 con l’auspicio che sia di avvio ad una nuova decade ricca di soddisfazioni e soprattutto di stimoli sotto l’insegna della qualità. “