IN 373 PER LAVORARE CON LORIS

 

 

AL TEATRO STABILE DELLE MARCHE

SONO ARRIVATE 373 CANDIDATURE

PER PARTECIPARE AL CASTING ATTORI

per lo spettacolo FRANCO QUINTO di Friedrich Dürrenmatt

con la regia di Lorenzo Loris

 

IL REGISTA PROVINERA’ gli 87 scelti DA curriculum

IL 20 E 21 LUGLIO ALLA SALA MELPOMENE DEL TEATRO DELLE MUSE

La Fondazione Le Città del Teatro – Teatro Stabile delle Marche è impegnata come partner nell’attuazione del progetto Archeo.S System of the Archeological Sites of the Adriatic Sea Project cofinanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Cross-Border Cooperation IPA-Adriatico.

Nell’ambito del progetto Archeo.S, la Fondazione Le Città del Teatro – Teatro Stabile delle Marche (TSM) intende produrre, come previsto da progetto, lo spettacolo FRANCO QUINTO di Friedrich Dürrenmatt, con la regia di Lorenzo Loris.

Al bando pubblicato ad inizio luglio sul sito del Teatro Stabile delle Marche hanno risposto 373 attori, il regista Lorenzo Loris ne ha selezionati 87 che sono convocati per un’audizione il 20 e 21 luglio alla sala Melpomene del Teatro delle Muse.

Per lo spettacolo che verrà allestito, FRANCO QUINTO il regista ricerca un minimo di 10 attori e attrici di età compresa tra i 18 e i 35 anni, in particolare a tutti i candidati: una buona conoscenza del testo FRANCO QUINTO di Friedrich Dürrenmatt (nella traduzione di Aloisio Rendi), esperienze formative in scuole di formazione professionale, buona preparazione fisica e senso del ritmo, buona predisposizione al canto ed eventuale capacità di suonare uno strumento musicale, abitudine al lavoro di gruppo.

info@stabilemarche.it, www.stabilemarche.it

Lorenzo Loris regista storico della compagnia del Teratro Out Off dal 1986, è anche un interprete formatosi con registi come Carlo Cecchi e Luca Ronconi. In venticinque anni di collaborazione con l’Out Off ha realizzato un originale percorso attraverso la drammaturgia contemporanea e del Novecento: da Boris Vian a Tennessee Williams, a Joe Orton e Lars Noren, da Thomas Bernhard a Bertolt Brecht per arrivare ai contemporanei, tra i quali, Peter Asmussen, scrittore danese e sceneggiatore di Lars Von Trier, Edward Bond (Premio Ubu 2005), Roberto Traverso (Premio Teatro di Roma – Per un nuovo Teatro italiano del 2000); Raffaello Baldini, uno tra i massimi poeti italiani del ‘900, Massimo Bavastro, autore, di Naufragi di Don Chisciotte, (Premio Nazionale della Critica 2002), Rodrigo Garcia. Negli ultimi anni Lorenzo Loris ha sviluppato un confronto sempre più serrato con i massimi esponenti del ‘900 (Jean Genet, Samuel Beckett, Arthur Miller, Harold Pinter). Questo confronto lo ha portato ad affrontare i grandi autori del passato (Maurice Maeterlinck, Henrik Ibsen, Marivaux, Carlo Goldoni) con un bagaglio di esperienze tali da permettergli un lavoro approfondito e rigoroso sul testo, spesso con una nuova traduzione, con l’obiettivo di mettere in sintonia, le parole dell’autore con la nostra contemporaneità.

L’ Associazione Nazionale dei Critici di Teatro assegna il Premio della Critica 2011 a Lorenzo Loris quale “specialista di messinscene pinteriane” e in particolare per la regia di “Il guardiano” di Harold Pinter. L’importante riconoscimento cade proprio nel venticinquesimo anno di regie all’Out Off di Lorenzo Loris.

 

 

 

SUBSONICA: IL TOUR ESTIVO

L’estate per il pubblico dei Subsonica si preannuncia calda: l’infaticabile band torinese, acclamata negli ultimi due anni tra Europa, Stati Uniti e Cina, a proprio agio tanto nei palazzetti quanto nei teatri e nei club elettronici, offre ai numerosissimi seguaci un tour estivo molto particolare, che toccherà Brescia sabato 21 luglio per una spettacolare data in Piazza Duomo.

A partire dalla data zero, tenuta nella comunità recupero tossicodipendenze di Don Gallo, il gruppo decide di rimettere sul palco il lato più autentico intenso e combattivo. In scaletta spiccano episodi come Sole silenzioso scritta dopo i fatti di Genova, Piombo dedicata nel 2007 a Roberto Saviano, la travolgente Perfezione, oltre a diversi accenni al primo album nel quindicesimo compleanno dalla sua uscita.

Le radici groovose e giamaicane dei Subsonica saranno la guida di questa estate tutta da ballare sotto il palco, per deliziare il pubblico delle origini e per raccontare ai più giovani la storia dal principio.

Questo tour estivo – 15 date ad ora annunciate in tutta la penisola, dal Veneto alla Puglia – sarà l’ultima occasione di vedere i Subsonica dal vivo prima di una pausa, dopo un anno e mezzo senza sosta on the road.

Ecco le prossime date del tour:

 

25 luglio – ROMA@ROCK IN ROMA – Ippodromo delle Capannelle

04 agosto – SOGLIANO AL RUBICONE (FC)@ PIAZZA MATTEOTTI

18 agosto – GALLIPOLI (LE)@PARCO GONDAR – CUBE FESTIVAL

07 settembre – LEGNANO (MI)@LAND OF LIVE URBAN SUMMER

08 settembre – REGGIO EMILIA @ CAMPOVOLO

09 settembre – TREVISO @ HOME FESTIVAL

FESTIVAL TEATRO CANZONE GIORGIO GABER 2012

Il Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber, in programma nella suggestiva cornice della Cittadella del Carnevale di Viareggio, il 21 e il 22 luglio prossimi, alle ore 20.45, si apre quest’anno all’insegna di grandi novità.

In apertura delle manifestazioni per il decennale della scomparsa di Gaber, Patti Smith sarà ospite d’eccezione la sera del 21 luglio. In tour in Italia dal 14 al 26 luglio per presentare dal vivo il suo ultimo album Banga’, (pubblicato lo scorso 5 giugno per Sony Music), Patti Smith sarà ospite alla Cittadella del Carnevale e dedicherà una performance unica ed irripetibile ad un Artista, Gaber, che non ha mai conosciuto direttamente ma con il quale ha sicuramente condiviso qualche decennio di storia della musica, oltre che l’ideale di un pensiero ‘libero’.

Dieci gli ospiti anche in questa edizione: artisti, mai intervenuti prima, che con la loro disponibilità e sensibilità stanno preparando un loro personale omaggio a Gaber, cercando tra le canzoni più nascoste, quelle meno rappresentate negli ultimi anni.

Samuele Bersani, Mario Biondi, Gigi D’Alessio, Dente, Nada, Noemi, Pacifico, Max Pezzali, Leonardo Pieraccioni e Syria compongono un cast rappresentativo di una moltitudine di generi, attraendo ogni tipo di pubblico verso l’opera di Gaber.

Ed anche grazie alla significativa interazione tra  loro e Rocco Papaleo, il risultato finale sarà un vero e proprio spettacolo “gaberiano”, confezionato e pensato esclusivamente per quel palcoscenico.

Per  la prima volta, infatti, le serate saranno presentate da Rocco Papaleo, in veste non di solo presentatore, ma accompagnato dalla band di cinque elementi con cui sta riscuotendo successo in giro per l’Italia. Papaleo era stato al Festival nel 2004 dove aveva “preteso” di essere inserito negli Artisti del Teatro Canzone (la speciale sezione che negli anni passati il Festival dedicava ai giovani esordienti) e assumerà il ruolo del padrone di casa, ricevendo il testimone da Enzo Iacchetti, affettuosissimo padrone di casa per le precedenti edizioni.

Rocco è il mio più degno successore. Gli ho dato il benvenuto nel 2004 e sono davvero felice che sia proprio lui oggi a sostituirmi. Certo, non tifa Inter, ma nonostante questo, Gaber lo apprezzerebbe moltissimo!“, ha commentato Enzo Iacchetti. “Rocco è una persona seria e colta, degna di quel palco, che onorerà Gaber come merita. Per questa edizione non potrò essere presente, ma avrò le mie spie! Lascio a Rocco una mia creatura, ma non certo il mio amore per Gaber.”

Ad affiancare Papaleo sul palco, nel ruolo di volto della Fondazione, lo storico autore del Festival, Massimo Bernardini, conduttore di Tv Talk , biografo e amico personale di Giorgio Gaber.

Autori della manifestazione saranno Raffaello Fusaro, storico collaboratore di Papaleo, e Alessandra Scotti, già nota a Viareggio per aver curato con Dalia Gaber la serata del Memorial in ricordo della strage del 29 giugno.

A sottolineare le affinità artistiche e umane tra Gaber e Dalla, applaudito ospite al Festival del 2009, Marco Alemanno e la Fondazione Gaber dedicheranno un proprio momento di riflessione. 

Il Festival continua nella sua nobile missione: mantenere vivo, attraverso la testimonianza di grandi nomi dello spettacolo, e anche attraverso la discussione, il dibattito, la polemica, il valore universale dell’opera che Gaber ci ha lasciato, costante punto di riferimento per la grande cultura, la nostra politica, lo spettacolo italiano e il nostro personale pensiero.

LECCESTATE

“Leccestate danza”, workshop internazionale di danza, dal 21 al 27 luglio 2012, festeggia i suoi primi 10 anni di attività, nell’incantevole cornice del residence “Giardini di Atena”, a soli 10 minuti dalla città di Lecce.

La manifestazione conferma la sua vocazione di contenitore di formazione professionale di alto livello e prestigio con maestri e coreografi di spessore internazionale da Drew Jacoby (
Classico, Artista Free Lance – USA) a Mauro Astolfi
 (Contemporaneo, Direttore Spellbound Contemporary Ballet – Italia) da Naomi Perlov
 (Contemporaneo, Assistente di Angelin Preljocaj – Israele) a Idan Sharabi
 (Contemporaneo, Artista Free Lance – Israele) da Ana Maria Lucaciu
 (Contemporaneo, Cedar Lake Contemporary Ballet – USA) a Adriana De Santis
 (Hatha Yoga – Italia) a Flavia Astolfi (
Musical, Performer – Italia).

Il 21 luglio alle ore 21:00 presso il Teatro Cantieri Koreja, la cerimonia di apertura prevede, nella serata dedicata alle esibizioni dei Centri di Formazione Pugliesi vicini negli anni alla manifestazione, come ospite d’eccezione la Spellbound Contemporary Ballet, compagnia diretta da Mauro Astolfi, che porta grande qualità artistica alla serata con estratti dello spettacolo Lost for words (il famoso lavoro col quale ha vinto  un NDP subsidy per cinque settimane di tour negli STATI UNITI). La Compagnia tiene inoltre, come ogni anno, le classi di tecnica modern contemporanea per i più giovani per permettere ai ragazzi delle scuole di avere sempre un confronto con chi svolge la professione di danzatore e guidarli così in un cammino didattico che li prepari adeguatamente nel tempo  alle classi adulte tenute dagli artisti ospiti.

“L’esperienza della condivisione all’insegna di un pluralismo artistico e formativo – afferma il direttore artistico Valentina Marini – è alla base di questa rassegna che, avulsa da scopi competitivi, si prefigge di raccogliere in un momento di festa e di scambio circa 20 scuole pugliesi con i propri lavori e le proprie idee di fronte a un pubblico di appassionati oltre che di tecnici ed esperti che assegneranno alcuni premi sotto forma di Borse di Studio. Lo spettacolo è il nostro nuovo modo di aprire le porte o meglio “le danze” e avviare così l’edizione 2012 con l’auspicio che sia di avvio ad una nuova decade ricca di soddisfazioni e soprattutto di stimoli sotto l’insegna della qualità. “