“Favola in smoking” al Teatro delle Arti

Compagnia dell'Arte
Compagnia dell’Arte

Dopo essere scesi in piazza e aver scelto di “combattere” il fenomeno Samara Challenge” regalando a piccoli e grandi la gioia di un abbraccio con Cenerentola, la Compagnia dell’Arte torna a scommettere sul sogno e la magia della favola proponendo un Gala con effetto wow.
Tappeto rosso venerdì 4 ottobre dalle 19 al Teatro delle Arti di via Grimaldi sul quale sfileranno tutti i protagonisti della ottava stagione di “C’era una Volta”: sei appuntamenti con il family show in programma da ottobre ad aprile sempre di domenica.
In cartellone tutti titoli di produzione Compagnia dell’arte, quelli più apprezzati nel corso degli anni. Le fiabe saranno presentate nel corso di questo singolare venerdì da favola, grazie al coinvolgimento degli attori e cantanti della Compagnia che, insieme con i ballerini del Professional Ballet di Pina Testa si esibiranno live ma rigorosamente in smoking. In programma anche la proiezione dei piccoli trailer fotografici di Ilaria Rossi e l’incursione a sorpresa di quei personaggi tanto cari al pubblico della fortunata rassegna.
«Le favole sono invenzioni geniali che hanno segnato il nostro cammino – anticipa il direttore artistico e regista della compagine Antonello Ronga – continuare a tramandarle è la nostra missione: ma speriamo anche di far capire alla famiglia quanto sia importante andare a teatro e di sottolineare come una schiera di personaggi fantastici possano impartire allo spettatore i valori del rispetto e dell’uguaglianza, della coerenza e della lealtà».
Una festa da vivere insieme in allegria. Grande novità della VIII edizione di C’era una Volta sarà il “Villaggio della Favola”. Ogni domenica il Teatro delle Arti si trasformerà in un luogo incantato, in cui maghi e folletti, principi e regine accoglieranno il pubblico per traghettarli nel magico mondo della fiaba. Musiche ad affetto, costumi sbrilluccicosi e sorrisi sgargianti la squadra di attori e ballerini accompagnerà così le famiglie in platea. Tra angoli dedicati al trucca bimbo e quelli di Baloon Art, troverà spazio anche quello per tutte le piccole Cenerentole che vorranno provare a calzare la scarpetta. Parallelamente alla VIII stagione partirà anche il contest “Il disegno più bello” che dovrà raccontare un momento della favola in scena.
IL CARTELLONE Si parte il 20 ottobre con “Bella vs Bestia”: tratto dalla famosa fiaba europea di Madame Villeneuve, narra come la devozione di una donna, Belle, liberò un principe mutato in bestia da un incantesimo. Il 10 novembre la stagione prosegue con “La regina d’inverno”, tratto da una novella di Andersen la storia di due sorelle ce divise dal distino si ritroveranno per non lasciarsi mai più. Il 12 gennaio il testimone passerà a “Cenerentola”, forse la favola più conosciuta al mondo, che affonda le radici nel meridione dell’Italia del seicento in cui una gatta cenerentola perde la scarpetta quando va al ballo con il re. Il 2 febbraio toccherà agli “Aristogatti”, un viaggio nella Parigi del ‘900 insieme con la duchessa e i suoi tre cuccioli, attraverso musiche, luci, effetti e coreografie coinvolgenti. L’1 marzo sarà la volta di “Aladino”, basato sul famoso racconto persiano di Aladino e la lampada meravigliosa. Ultimo appuntamento il 19 aprile con “Il principe d’Egitto”. La storia trae spunto dai libri dell’Esodo dell’Antico Testamento, e racconta di Mosè. Sul palco salirà un cast di oltre 40 professionisti.
INFO UTILI La serata del 4 è ad ingresso libero. Sempre tre le repliche gli spettacoli: 11, 17 e 19.15. Il prezzo del singolo biglietto è di 12 euro per il bambino, 14 per l’adulto. Abbonamento 65 euro a persona, già attiva la campagna per assicurarsi un posto in platea.

Per informazioni e prenotazioni:

089 221807; 333 4547051;

compagniadellarte@libero.it.

Ucsb Dance Company

SANTA BARBARA DANCE COMPANY
SANTA BARBARA DANCE COMPANY

Si chiude venerdì 4 maggio con lo spettacolo della UCSB Dance Company diretta da Delila Moseley la rassegna Resi_Dance del Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze).

UCSB Dance Company è la compagnia di danza contemporanea residente presso l’Università della California – Santa Barbara. Composta da giovani danzatori di talento, con un repertorio che spazia tra lavori di coreografi contemporanei emergenti e importantissime ricostruzioni di capolavori della danza moderna, la compagnia offre uno sguardo sulla danza moderna e contemporanea americana.

La rassegna Resi_Dance del Teatro delle Arti di Lastra a Signa è a cura della Compagnia Simona Bucci.

Prevendite presso la biglietteria del teatro – orari: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20 – nei punti vendita del circuito BoxOffice e online su www.boxol.it.

Aperitivo teatrale
Dalle ore 20 buffet + drink a 6 euro (si consiglia la prenotazione, tel. 055 8720058 – 331 9002510). Spettacolo + aperitivo teatrale 15 euro.

Biglietti
Intero 10 euro

Info, prevendite e prenotazioni
Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
tel. 055 8720058 – 331 9002510
teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com – promozione@tparte.it – www.tparte.it
Prevendite on line www.boxol.it e nei punti vendita del circuito BoxOffice
Orari biglietteria teatro: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20
La biglietteria è aperta inoltre tutte le serate di spettacolo e di proiezione film

“L’albergo del libero scambio” al Teatro delle Arti di Lastra a Signa

L'albergo del libero scambio
L’albergo del libero scambio

Splendido esempio di commedia degli equivoci, “L’albergo del libero scambio” è un vaudeville scritto da Gerorges Feydeau nel 1894 che si pone come specchio della società parigina di fine 800.

Venerdì 26 gennaio al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze – ore 21 – biglietti 15/13/10 euro – prevendite www.boxol.it) lo spettacolo va in scena nella acclamata versione di Davide Carnevali per la Compagnia Il Mulino di Amleto, con la regia di Marco Lorenzi.

Un nuovo testo, capace di innescare la miccia dello scandalo che aveva accompagnato i primi allestimenti e di mettere lo spettatore di fronte a se stesso.

Gli attori Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Elio D’Alessandro, Federico Manfredi, Barbara Mazzi, Silvia Giulia Mendola, Raffaele Musella, Alba Maria Porto portano sul palco una borghesia ancora attuale, caratterizzata dall’immobilismo, già presente nella drammaturgia di Feydeau dove i personaggi compiono peripezie gigantesche sulla scena per poi tornare al punto di partenza.

La rilettura del Mulino di Amleto aggiunge ai caratteri qualcosa di beckettiano, a partire proprio da questa impossibilità di mutare la propria condizione. La cifra registica di Lorenzi e il linguaggio di Carnevali si fondono alla perfezione con la vitalità del congegno teatrale orchestrato da Feydeau, divertendosi a smontarlo e reinventarlo, mettendo a nudo gli ingranaggi di un meccanismo drammaturgico fondato sul vorticoso alternarsi di entrate e uscite, apparizioni, sparizioni e quiproquo, che si susseguono in un viavai di sorprese continue.

Musiche originali di Elio D’Alessandro.

Pluripremiato autore italiano e vincitore del 52° Premio Riccione, Davide Carnevali vive tra Barcellona e Berlino, e i suoi testi sono rappresentati in diversi paesi europei, soprattutto in Germania e in Francia.

Prevendite presso la biglietteria del teatro – orari: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20 – nei punti vendita del circuito BoxOffice e online su www.boxol.it.

La Danza in scena al Teatro delle Arti di Lastra a Signa

con fine light
con fine light

Danza protagonista venerdì 12 gennaio al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze – ore 21 – biglietti 15/13/10 euro – prevendite www.boxol.it) nell’ambito della rassegna Resi_Dance a cura della Compagnia Simona Bucci.

Artiste di fama internazionale, Sara Orselli (danzatrice solista e assistente di Carolyn Carlson), e Frida Vannini (già danzatrice della Compagnia La Biennale di Venezia, diretta da Carolyn Carlson) aprono la serata con lo spettacolo “Still”: «La forma, anche se è completamente astratta e assomiglia a una figura geometrica, ha un suono interiore: è un essere spirituale che ha le qualità di quella figura» (Kandinsky).

Ispirandosi a questo concetto, “Still” indaga sulla fratellanza umana attraverso la potenzialità espressiva delle forme. Questa, infatti, ci permette di alludere a tematiche attuali e a quel sentimento di solidarietà e uguaglianza che emerge nelle situazioni di emergenza attraverso i suoi simboli collettivi e universali.

A seguire “Con-fine” della danzatrice e coreografa Françoise Parlanti. Presentato nell’ambito del progetto Making-Audience, “Con-fine” è una linea astratta che separa e allo stesso tempo unisce due spazi diversi. Luoghi che si definiscono diventando uno la conseguenza dell’altro. Spazi aperti e chiusi, vuoti e pieni, densità spaziali in cui è difficile entrare o uscire. Un viaggio spazio/temporale come continua ricerca del proprio “dove”. Musiche Sadi Oortmood.

Prevendite presso la biglietteria del teatro – orari: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20 – nei punti vendita del circuito BoxOffice e online su www.boxol.it.

Biglietti
Intero 15 euro
Ridotto 13 euro per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso
Ridotto 10 euro fino a 21 anni

Info, prevendite e prenotazioni
Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
tel. 055 8720058 – 331 9002510
teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com – promozione@tparte.it – www.tparte.it
Prevendite on line www.boxol.it e nei punti vendita del circuito BoxOffice
Orari biglietteria teatro: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20
La biglietteria è aperta inoltre tutte le serate di spettacolo e di proiezione film

Teatro delle Arti – Firenze: “Piccole Commedie Rurali”

PICCOLE COMMEDIE RURALI 2 (1)
PICCOLE COMMEDIE RURALI 2 (1)

Gogmagog prosegue la sua ricerca sulla drammaturgia contemporanea affrontando un autore bretone mai tradotto né rappresentato in Italia.

“Petites Comédies Rurales” è un insieme di tredici micro-commedie di Roland Fichet, scritte e rappresentate tra il 1998 e il 2001. Insieme a Luca Scarlini, che ne ha curato la traduzione, sono stati individuati sei atti unici che compongono il corpo drammaturgico: Question d’odeur, Le petit manteau, Plus personne, Fissures, Antipodes, L’instituteur e L’animal.

Testi di fulminea sintesi e scatti di ambigua e inquietante nostalgia nei confronti di un mondo rurale dissolto dalle trasformazioni culturali, sociali, economiche. Attraverso incontri/scontri tra il mondo rurale e la modernità va in scena una serie di lancinanti stazioni di una commossa quanto sarcastica sacra rappresentazione sulla fine del mondo rurale.
Sullo sfondo rimbomba l’autostrada, spartiacque tra il passato e il futuro.

“Piccole commedie rurali” vede in scena lo stesso Cristina Abati, Carlo Salvador e Tommaso Taddei, a cui è affidata anche la regia. In programma giovedì 16 novembre al Teatro delle Arti – ore 21, biglietto posto unico 10 euro – lo spettacolo inaugura la rassegna “Il Posto delle Arti”, a cura di Roberto Caccavo, Gianfranco Pedullà, Marco Natalucci e Gianfranco Quero.

Prevendite presso la biglietteria del teatro – orari: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20 – nei punti vendita del circuito BoxOffice e online su www.boxol.it.

Aperitivo teatrale
Dalle ore 20 buffet + drink a 6 euro (si consiglia la prenotazione, tel. 055 8720058 – 331 9002510)

Biglietto
Posto unico 10 euro

Info, prevendite e prenotazioni
Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
tel. 055 8720058 – 331 9002510
teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com – promozione@tparte.it – www.tparte.it
Prevendite on line www.boxol.it e nei punti vendita del circuito BoxOffice
Orari biglietteria teatro: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20
La biglietteria è aperta inoltre tutte le serate di spettacolo e di proiezione film

Al Teatro delle Arti il nuovo spettacolo Gogmagog
Dalle “Petites Comédies Rurales” di Roland Fichet, traduzione Luca Scarlini

Giovedì 16 novembre 2017 – ore 21 – biglietto 10 euro
Teatro delle Arti – via G. Matteotti 5/8 – Lastra a Signa (Firenze)
Gogmagog