Negramaro: “Amore Che Torni Tour Stadi 2018″

negramaro
negramaro

Dopo la data “zero” di Lignano allo Stadio G. Teghil il 24 giugno, parte ufficialmente stasera dallo stadio San Siro di Milano “Amore Che Torni Tour Stadi 2018”, la nuova tournée dei negramaro negli stadi italiani, prodotta e organizzata da Live Nation Italia.

Due ore e mezza di grande spettacolo per ripercorrere i più grandi successi della band e presentare dal vivo i brani tratti dall’ultimo disco, “Amore che Torni”.
Lo show, che gioca con gli elementi naturali (aria, acqua, fuoco e terra), è una grande festa in cui non mancheranno momenti di pura emozione, come il ‘duetto virtuale’ con Dolores O’Riordan sulle note del brano “Senza Fiato”, collaborazione con la cantante irlandese, tragicamente scomparsa, inserita nel best of multiplatino “Una storia semplice” (2012).

“Amore che Torni Tour Stadi 2018” segue il grande successo del precedente “La Rivoluzione Sta Arrivando Tour” che ha visto i negramaro esibirsi e infiammare i principali palchi italiani nel 2015 e nel 2016 macinando un sold out dietro l’altro (ancora vivo il ricordo dello straordinario show al Circo Massimo di Roma il 31 dicembre 2015).

La band è attualmente in radio con il loro nuovo singolo “Amore Che Torni” (Sugar), terzo estratto dall’album omonimo già certificato Disco di Platino e arriva dopo che entrambi i singoli precedenti “Fino all’imbrunire” e “La prima volta” hanno conquistato la vetta della classifica Earone. Il brano è una ballata electro-soul, un inno di speranza e amore universale, in bilico tra attese e aspettative di un’estate che possa lasciare tutti senza fiato.

CALENDARIO “AMORE CHE TORNI TOUR STADI 2018”:

27 GIUGNO – MILANO – STADIO SAN SIRO
30 GIUGNO – ROMA – STADIO OLIMPICO
5 LUGLIO – PESCARA – STADIO ADRIATICO
8 LUGLIO – MESSINA – STADIO SAN FILIPPO
13 LUGLIO – LECCE – STADIO VIA DEL MARE

Teatro Libero: “Mater Certa”

mater certa
mater certa

Da giovedì 7 a martedì 12 giugno andrà in scena al Teatro Libero diMilano, Mater certa, spettacolo che racconta cosa succede quando desiderio di maternità e paternità si scontra con la realtà.

Quali sono le conseguenze di una maternità mancata su una coppia?

Intorno a queste domande ruota Mater certa. Con ironia, ma senza negare il dramma, racconta cosa succede quando desiderio di maternità e paternità si scontra con la realtà.

Si alternano esperienze di fecondazione assistita e consigli della tradizione popolare, mentre piccole angosce si insinuano nella coppia fino a metterne in crisi fiducia e intimità.

La storia si confronta con il mito rivisitando la tragedia a lieto fine di Euripide, Ione, nella quale Creusa e Xuto si recano all’oracolo di Delfi perché non riescono ad avere un figlio. Si sposta poi nel presente, puntando il focus sulla sfera femminile. In scena la protagonista, una versione moderna di Creusa, che cerca risposte in chiunque sia disposto a darle ascolto.

Prende quindi vita un forum in cui donne che vorrebbero un figlio si danno consigli, si confidano segreti, si scambiano angosce. Lo spettacolo racconta il percorso di Creusa e delle donne che le si stringono attorno, mostrando speranze e paure di un coro di madri mancate.

Carnevale di Venezia: Volo dell’Angelo 2018

carnevale 2018 - volo dell'angelo Elisa Costantini
carnevale 2018 – volo dell’angelo Elisa Costantini

Spettacolare, baciato dal sole e con un messaggio di speranza e di pace. In 20mila questa mattina hanno seguito con il naso all’insù il Volo dell’Angelo in piazza San Marco. Elisa Costantini, 19 anni, Maria dell’anno 2017, poco dopo le 11 è volata giù dal campanile verso una piazza San Marco affollata ma ordinata.

Sulle note dell’Ave Maria di Schubert cantata da Luciano Pavarotti e Dolores O’Riordan, cantante dei The Cranberries scomparsa solo pochi giorni fa. Elisa è scesa emozionatissima ma per niente intimorita indossando un abito disegnato dallo stilista Stefano Nicolao: un angelo del purgatorio, angelo della speranza colorato di rosso e blu, colori dello sponsor del volo Red Bull ma anche quelli che simboleggiano i colori del cambiamento. «Un auspicio per cambiare la rotta della violenza e di questi brutti tempi che viviamo di andare verso la pace» ha detto Nicolao.

Accolta dal Doge e dalle 12 Marie del Carnevale Elisa Costantini, accompagnata sul campanile prima del lancio dal papà e attesa giù dal resto della famiglia, non ha nascosto la grande emozione. «Pensavo che da lassù si vedesse meno gente, invece ne ho vista tantissima. Impossibile descrivere quello che si prova mentre scendi. Un’esperienza unica, irripetibile, gratificante».