“Operastracci o dell’educazione sentimentale”

Operastracci
Operastracci

Mercoledì 6 e Giovedì 7 Giugno alle ore 21.00 lo Spazio Teatro No’hma ospita Operastracci – o dell’educazione sentimentale prodotto da Cantieri Teatrali Koreja.

Nato dall’idea di Enzo Toma e Silvia Ricciardelli, Operastracci racconta il continuo trasmutare interiore ed esteriore, e rappresenta attraverso quadri teatrali il rapporto con le emozioni e con il proprio corpo. Il complesso viaggio di crescita che è la vita trova il suo posto sul palcoscenico, tra mistero e meraviglia.

Operastracci è una narrazione che non si serve di parole ma di una delicata gestualità, di una naturalezza che porta in sé la memoria delle arie del melodramma, della lirica, ma che al contempo molto attinge dal vissuto quotidiano.

Dalla storia dell’arte al melodramma, dalla danza al teatro di figura sino all’antica tecnica giapponese del Bunraku, uno spettacolo evocativo che attraversa i linguaggi delle arti.

INFORMAZIONI AL PUBBLICO: SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria — Infoline e prenotazioni: 02.45485085 / 02.26688369
È possibile prenotare anche collegandosi al sito www.nohma.org

Spazio Teatro No’hma: “Disincantate! Le più stronze del Reame”

disincantate il musical
disincantate il musical

In occasione della Festa della Donna, solo per 2 imperdibili serate, mercoledì 7 e giovedì 8 marzo 2018 alle ore 21 al Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro di Milano torna in scena l’esilarante “Disincantate! Le più stronze del Reame” musical rivelazione della stagione e vincitore del premio MIGLIOR MUSICAL EDITO DELLA STAGIONE 2016-2017 AL MUSICALDAY e vincitore della migliore direzione musicale, miglior regia e coreografia e miglior spettacolo con partitura non originale ai BroadwayWorld Awards.

Lo spettacolo è un irriverente varietà dai sapori del cabaret e del vaudeville, messo in scena proprio da Biancaneve, Cenerentola, La Bella Addormentata e la loro banda di colleghe scatenate. A ritmo di divertenti esibizioni, gag comiche e numeri da vere star, le principesse “strong” dimostreranno di essere tutt’altro che indifese.

Principesse che sono prima di tutto donne, pronte a farsi strada e a lottare per dare onore alla propria dignità, il tutto con ironia e un pizzico di malizia.
A dare voce e volto alle 10 principesse più famose delle favole, 6 attrici del teatro musicale italiano.

A partire proprio dalle tappe milanesi, torneranno nel cast Beatrice Baldaccini nelle triplici vesti de La Sirenetta, Belle e Raperonzolo, Natascia Fonzetti che si alternerà tra Pocahontas, Mulan e Badroulbadour e Martina Lunghi che tornerà nei panni di Cenerentola. Capo-banda delle principesse ribelli nel ruolo di Biancaneve sarà Laura Galigani, accanto a Claudia Belluomini che darà corpo e voce a La Bella Addormentata e Maria Dolores Diaz nelle vesti de la Principessa che baciò il Ranocchio.

L’adattamento italiano, a cura di Matteo Borghi, che firma anche la regia, con le liriche italiane di Nino Pratticò, le coreografie di Luca Peluso e la direzione musicale di Eleonora Beddini, è presentato da “i perFORMErs – produzioni artistiche” torna nuovamente in scena dopo aver convinto sia il pubblico che la critica durante la stagione 2016/2017.

DISINCANTATE! Le più stronze del Reame
SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria
Infoline e prenotazioni: 02.45485085 / 02.26688369

È possibile prenotare anche collegandosi al sito www.nohma.org

La cantante Tosca, allo Spazio Teatro No’hma

Tiziana Donati, in arte, Tosca-
Tiziana Donati, in arte, Tosca-

Mercoledì 24 e Giovedì 25 Gennaio (ore 21) lo Spazio Teatro No’hma ospita la cantante e attrice eclettica Tosca, che da sempre affascinata dalle musiche popolari del mondo, ha fatto sue quelle radici sonore che ogni cultura da lei avvicinata ha saputo donarle. Rimettendo insieme tutti questi frammenti è nato un viaggio acustico attorno alla Terra, un mosaico musicale tanto variegato quanto armonioso.

Un “racconto in musica” che passa da un fado portoghese a una ninna nanna russa, da un canto sciamano, a un tradizionale dei matrimoni Yiddish, da una ballata zingara fino ad approdare alle nostre sponde popolari napoletane, romane e siciliane, inframmezzando il tutto con le parole di grandi poeti del mondo.

Insieme a Tosca sul palco alcuni maestri polistrumentisti come Giovanna Famulari al pianoforte e violoncello, Massimo De Lorenzi alle chitarre e le giovanissime e talentuose sorelle Alessia e Fabia Salvucci, rispettivamente alle percussioni e ai cori.

In oltre vent’anni di carriera vissuta tra concerti, teatro e collaborazioni illustri, Tosca, artista eclettica e ricercatrice musicale, da sempre affascinata dalle musiche tradizionali di tutto mondo, è rimasta sempre fedele a se stessa, credendo nell’indipendenza assoluta del lavoro d’artista.

Appunti musicali dal mondo è un lungo percorso dalle molte coordinate, uno spettacolo di suoni e parole che conduce l’artista e lo spettatore attraverso esperienze anche lontane che di anno in anno ha continuato ad arricchirsi lungo i territori del teatro-canzone, toccando sponde linguistiche tra le più lontane.
Il concerto, che da pochissimo è diventato anche un album live, registrato in occasione della tappa romana che per la prima volta ha riunito alcuni grandi artisti che hanno incrociato la sua vita musicale come Nicola Piovani, Gegè Telesforo, Gabriele Mirabassi, Joe Barbieri, Danilo Rea e Germano Mazzocchetti, cattura l’idea e l’essenza del viaggio per Tosca.

Spazio Teatro No’hma: “Lettre à la Poule”

Teatro-Djungalo
Teatro-Djungalo

Con la pièce teatral-musicale “Lettre à la Poule” del Djungalo Teatro si inaugura la IX Edizione del Premio Internazionale “Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro, promosso dallo Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro e dal Comune di Milano sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con l’adesione del Ministero degli Affari Esteri.

“Lettre à la Poule”, scritto da Marcel Hognon che porta in scena l’intera famiglia formata dal padre Marcel, dalla madre Anastassia e dai figli Alexis e Tatiana, è un racconto musicale teatralizzato coinvolgente, surreale e divertente costruito su tre storie parallele, più che mai espressione di un teatro che da sempre si caratterizza per la vivacità, l’interazione con il pubblico, la semplicità e l’autenticità dei racconti e delle messe in scena.

Il teatro della famiglia Hognon, che perpetua la tradizione dei racconti in forma orale dei gitani saltimbanchi e che per la prima volta arriva in Italia, afferma l’esistenza di un’identità culturale che si affida esclusivamente alla memoria, fil rouge fra il presente e l’eredità del passato, costruita senza testi e senza scrittura, ma non per questo priva di una identità territoriale.
Le creazioni musicali che accompagnano gli spettacoli della famiglia Hognon – con chitarra, volino, clarinetto e tamburello – sono composizioni originali di melodie gitane, ricche di variazioni ritmiche e cromatiche, non ispirate ad alcun modello.

Le serate con Djungalo Teatro inaugurano la IX edizione del Premio “Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro composta da 12 appuntamenti tra Novembre 2017 e Giugno 2018: Indonesia, Giappone, Iran, Russia, India, Irlanda, Aquitania (Francia), Corea Del Sud, Colombia e Perù, sono solo alcuni dei paesi che parteciperanno. I dodici spettacoli sono stati selezionati infatti tra le moltissime candidature di compagnie internazionali di teatro e danza arrivate da tutto il mondo.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
infoline 02.45485085 / 02.26688369 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.30)

Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro: “Le amanti”

Le Amanti
Le Amanti

Per il Premio Internazionale “Il Teatro Nudo” di Teresa Pomodoro, il 4 e il 5 maggio, lo Spazio Teatro NO’HMA ospiterà LE AMANTI, spettacolo della compagnia Teatrino Giullare.

Protagoniste della pièce sono Brigitte e Paula, due giovani donne che desiderano una vita migliore: Brigitte cerca di conquistare un promettente elettricista e anche Paula confida nell’amore per dare un senso alla propria esistenza. Tra matrimoni, incontri, nascite, morti e situazioni paradossali, va in scena il racconto delle vicissitudini, dei sogni e delle speranze delle protagoniste, condotto da una narratrice e da un Eros oscuro e ambiguo. Sulla scena, un paesaggio abitato da grotteschi personaggi chiusi in scatole di cartone completa il visionario racconto.

Teatrino Giullare realizza il primo adattamento teatrale dell’omonimo romanzo del Premio Nobel per la letteratura Elfriede Jelinek, e lo fa trovando sorprendenti soluzioni sceniche. Il risultato è uno straordinario romanzo illustrato, delicato, feroce e allo stesso tempo comico, che indaga la crudeltà dei rapporti, l’insensatezza della vita lavorativa e la mistificazione che può celarsi dietro la retorica sull’Amore.

Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.
Per prenotazioni: 02.45485085/02.26688369 – nohma@nohma.it
Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro
Via Andrea Orcagna, 2 – 20131 Milano