Una giornata da contadino tra le alpi

04-08-2020_livigno-giornata-del-contadino-2020
04-08-2020_livigno-giornata-del-contadino-2020

Una giornata da contadino tra le alpi del Piccolo Tibet
Per un soggiorno davvero unico, Livigno invita ogni ospite a scoprire le tradizioni di un tempo e a rivivere la storia livignasca tra i luoghi più antichi e affascinanti del Piccolo Tibet.

Nonostante sia una meta conosciuta soprattutto per l’offerta active, le infinite bellezze naturali che rendono unico il relax e per lo shopping esclusivo e di lusso, Livigno non è solo benessere, natura e sport, ma la storia e cultura livignasca arricchiscono il soggiorno di ogni visitatore.

Nel corso dei decenni Livigno ha saputo infatti investire nella modernità mantenendo però intatte le sue caratteristiche ambientali, naturali e architettoniche, sviluppandosi in funzione della cultura e delle tradizioni locali: proprio questo rende il Piccolo Tibet non solo il paradiso di chi ama le vacanze a contatto con la natura, lo sport, lo shopping e il relax, ma anche di chi vuole immergersi nelle tradizioni e nella storia di un luogo tutto da scoprire.

Tra le tante proposte dalla ricca offerta livignasca, da non perdere assolutamente è Una Giornata da Contadino, una fantastica esperienza per vivere la vita del contadino proprio com’era una volta, in una tipica malga dove il bestiame viene portato durante la stagione estiva.

L’esperienza permette di vivere ogni momento della vita contadina: tutto ha inizio nel pomeriggio quando, dopo aver raggiunto la Malga Federia in mountain bike, a piedi o con il servizio navetta, i partecipanti potranno cimentarsi con la mungitura e il ricovero degli animali nella stalla affiancati da un vero contadino e dalla sua famiglia, per poi cenare con loro nella malga gustando i piatti tipici e assaporando la tradizione di un tempo. La mattina successiva, dopo la sveglia all’alba, ad attendere i partecipanti sarà il pascolo degli animali, seguito dalla colazione del contadino; la giornata si concluderà con il rientro in valle, circondati dalle bellezze della Val Federia.

Oltre alla Giornata del Contadino, presso la Malga Federia, aperta tutti i giorni sia per il pranzo che per un suggestivo pernottamento, ogni martedì dal 7 luglio al 15 settembre viene organizzata una cena tipica i cui protagonisti sono ingredienti genuini cucinati secondo la tradizione. Prima della cena, gli ospiti possono visitare la malga e assistere alla lavorazione del latte e alla mungitura del bestiame, per poi proseguire la serata all’insegna del divertimento con musica dal vivo e giochi di intrattenimento.

Anche chi sceglie di raggiungere l’Alpe Mine può riscoprire la tradizione livignasca: ogni venerdì, fino al 4 settembre, dopo una piacevole tappa alla Cheséira per assistere alla mungitura del latte e alla lavorazione del formaggio, presso la malga verrà servita una cena tipica con i prodotti a km0 e a seguire un suggestivo falò all’aperto scalderà l’intera serata.

Chi è in cerca di un contatto ancora più stretto con gli animali, avrà piacere a visitare l’antica Malga Vago: qui, oltre a sperimentare l’arte della mungitura, dal lunedì al giovedì fino al 7 settembre, gli ospiti avranno la possibilità di dare da bere ai vitellini. Il martedì e il giovedì, inoltre, dopo la mungitura e la visita al caseificio, si potrà assaporare la tradizione livignasca gustando la colazione con i prodotti di “Tast”, il progetto creato dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno per conoscere da vicino i sapori e i prodotti più autentici della tradizione livignasca.

Per vivere fino in fondo la tradizione culinaria del Piccolo Tibet, non si può rinunciare infine a una mattinata dedicata alla scoperta del latte: ogni martedì, si comincia con una speciale visita al Mus!, il Museo di Livigno e Trepalle, dove sono custoditi antichi oggetti legati alla lavorazione del latte e dei suoi derivati. Dopo aver approfondito la storia del latte come cardine di un’economia agricola che ancora oggi sopravvive nel Piccolo Tibet, la mattinata prosegue con la visita alla Latteria, dove vedere da vicino la produzione casearia e i macchinari più innovativi e gustare i prodotti caseari locali.

Per prenotare la Giornata del Contadino e le diverse attività, conoscere tutti i dettagli e consultare l’intera offerta del Piccolo Tibet: livigno.eu/contadino-per-un-giorno

Nasce Check&Go, trekking senza pensieri

Livigno
Livigno

Nasce Check&Go, il nuovo progetto di Livigno per il Trekking senza pensieri
Per un’escursione in tranquillità arriva Check&Go, il nuovo modo tech, semplice e veloce per verificare il flusso di presenze sui diversi sentieri del Piccolo Tibet prima ancora della partenza, per scegliere il percorso migliore e godere così della natura senza preoccupazioni.

Per gli amanti della montagna, dell’altura e del clima fresco ma anche per chi desidera passare del tempo in famiglia o con gli amici immerso nelle bellezze della natura, l’estate diventa sinonimo di passeggiate e di escursioni.

Non serve necessariamente essere esperti di sport estremi o incorrere esperienze adrenaliniche: a Livigno la montagna è per tutti e a rendere sempre più piacevole per ogni visitatore, di qualsiasi età e livello, il soggiorno estivo nel Piccolo Tibet è l’offerta trekking, che si arricchisce quest’anno con tante novità, esperienze e attività per vivere la montagna in tutta sicurezza e senza preoccupazioni.

Prima tra tutte le novità, nasce quest’anno Check&Go, un modo semplice, veloce ed intuitivo per scegliere il sentiero migliore per la propria escursione ancora prima della partenza. All’ingresso dei sentieri più frequentati durante la stagione estiva sono stati posizionati dei pannelli raffiguranti un QRcode: ad ogni escursionista basterà inquadrarlo per effettuare il suo “check-in” sul sentiero e fare il resto ci penseranno l’App MyLivigno e il sito web ufficiale.

Prima ancora di mettersi lo zaino in spalla, infatti, gli escursionisti e i bikers potranno accedere alla pagina dedicata livigno.eu/check-and-go o all’App My Livigno per verificare in qualsiasi momento l’affluenza sui diversi percorsi e scegliere quello con meno affluenza e più adatto per la loro escursione, per godere delle bellezze del Piccolo Tibet in piena tranquillità.

Da sempre, a Livigno il trekking è un’attività adatta a tutte le età e a tutti i livelli di preparazione: gli escursionisti e gli amanti del trekking hanno infatti la possibilità di scegliere il percorso più adatto alle loro capacità ed esigenze tra i 1500km di sentieri che attraversano le bellezze del Piccolo Tibet. Da una tranquilla passeggiata lungo la ciclabile di Livigno alle cime più alte, dai sentieri d’arte ai percorsi più adrenalinici o immersi nei boschi: chiunque può trovare l’esperienza perfetta. A rendere ancora più speciale l’estate 2020 sono le novità proposte dalle Guide Alpine, che hanno stilato un programma ricco di attività da vivere immersi nella natura in compagnia della propria famiglia, come le passeggiate a tema di mezza giornata, accessibili a tutti ed organizzate ogni mercoledì e venerdì, per vivere un’esperienza unica a stretto contatto con la natura e gli animali.

L’offerta active di Livigno si completa con numerosissime attività outdoor che si abbinano alla bellezza e all’unicità del territorio: tra queste, oltre a mountain bike, hiking e trekking, le arrampicate con le Guide Alpine ma anche running, golf, tennis. Mottolino Fun Mountain, Mountain Park Carosello 3000 e Mountain Area Sitas, con i loro moderni ed efficienti impianti di risalita, collegano il centro del paese alle vette più suggestive di Livigno, permettendo di raggiungere i diversi sentieri. Da non perdere anche le attività acquatiche sul lago di Livigno con kayak, stand up paddle, barche a remi e pedalò.

Per consultare tutte le attività, le escursioni e per avere tutte le informazioni: livigno.eu/active

Nasce la “Livigno Active Challenge”

25-06-2020_livigno-active-challenge-2020
25-06-2020_livigno-active-challenge-2020

Nasce la “Livigno Active Challenge”, la sfida per superare i propri limiti tra i sentieri e le bellezze del Piccolo Tibet
Corsa, percorsi in road bike e mountain bike, triathlon, downhill e flowtrail: c’è tempo dal 1 luglio al 30 settembre per cimentarsi nelle sfide proposte dalla Livigno Active Challenge.

Da sempre, ogni anno l’estate livignasca offre agli amanti dello sport la possibilità di mettersi alla prova, di sfidarsi tra loro, di confrontarsi nelle numerosissime discipline outdoor praticabili nel Piccolo Tibet, immersi nelle bellezze della natura con panorami mozzafiato a fare da sfondo alle diverse gare.

E seppure ci troviamo tutti a vivere un momento difficile per lo sport, in cui gare amatoriali ed eventi sportivi sono sospesi e limitati alle categorie maggiori, grazie al suo spirito innovatore e sempre al passo con i tempi Livigno ha trovato il modo di dare la possibilità agli atleti più competitivi di confrontarsi non solo con gli altri, ma anche con sé stessi: nasce così la Livigno Active Challenge, la serie di sfide che il Piccolo Tibet lancia a tutti gli appassionati per mettersi alla prova sfidando i propri limiti. Dall’1 luglio al 30 settembre 2020 gli amanti dello sport e della competizione potranno gareggiare individualmente scegliendo tra una o più delle 6 discipline proposte dalla Livigno Active Challenge.

Gli amanti della corsa veloce potranno cimentarsi nel Giro della morte, 400m in velocità da correre lungo la pista di atletica di Aquagranda Active You!, un giro completo da affrontare tutto d’un fiato; i runner che amano invece percorsi lunghi in cui dosare fiato e forze potranno partecipare invece a una Stralivigno un po’ diversa dalle scorse edizioni: il percorso sarà simile, ma alle difficoltà fisiche si aggiunge quest’anno quella della corsa in solitaria, che farà percorrere agli atleti 17km e un totale di 400m di dislivello.

Anche i bikers potranno trovare la sfida che più si addice alle loro capacità: per chi ama la mountain bike, la Livigno Active Challenge propone uno dei percorsi più conosciuti del Piccolo Tibet, quello che da Livigno si spinge fino al Passo Alpisella, ai laghi di Cancano, Trela e Tort, mentre per chi vuole cimentarsi su percorsi più adrenalinici ed immersi tra le montagne ci sono le sfide di Flowtrail e Downhill; chi invece preferisce la bici da corsa può percorrere 13,5km su strada partendo dalla rotonda di Via Isola, percorrendo la S.S. 301 e raggiungendo prima il Passo d’Eira ed infine il Passo del Foscagno.

Infine, a chi non vuole rinunciare alla combinazione di nuoto, bici e corsa partecipando ad un unica sfida, la Livigno Active Challenge propone il Triathlon. La prova si svolge sul tracciato originale del “Livigno Triathlon Sprint”, la gara più corta dell’evento ICON Xtreme Triathlon: dopo la prima parte di nuoto presso la piscina semi-olimpionica di Aquagranda, l’atleta proseguirà in bici in direzione delle gallerie che costeggiano il Lago di Livigno, mentre per l’ultima frazione della gara, quella di corsa, il percorso da seguire sarà quello della pista ciclabile.

Partecipare è semplice e gratuito: basterà studiare il percorso scelto tra gli 8 proposti, armarsi di uno smartwatch o di un orologio per la rilevazione del tempo e gps e partire quando più si preferisce. La partenza e l’arrivo di ogni percorso saranno segnalati dall’apposita cartellonista che porterà il logo della Livigno Active Challenge, che aiuterà i partecipanti ad orientarsi anche durante le diverse gare. Chi non fosse in possesso del sistema per la rilevazione del tempo e del tracciato, potrà noleggiare gratuitamente un Garmin presso Aquagranda – Active You!

Una volta completata la prova scelta, ogni atleta potrà caricare i suoi dati sulla pagina della Livigno Active Challenge, indicando la disciplina scelta ed inserendo il proprio tempo: ogni mese, per ogni disciplina verrà indicato il vincitore della categoria femminile e maschile, che si aggiudicherà un massaggio sportivo presso Aquagranda Active You! Alla chiusura della challenge, verranno invece proclamati i vincitori assoluti di entrambe le categorie, che saranno ospitati a Livigno per un weekend gratuito per 2 persone nell’estate 2021.

Oltre ai premi di velocità, ogni mese verranno messi in palio 5 premi ad estrazione per ogni disciplina tra cui skipass giornalieri, bikepass giornalieri e ingressi nella zona Wellness&Relax di Aquagranda Active You!. Per partecipare e per tutte le informazioni: https://www.livigno.eu/livignoactivechallenge

Livigno a Carnevale si tinge di mille colori

14-02-2020_livigno-carnevale-2020
14-02-2020_livigno-carnevale-2020

A Carnevale, Livigno si tinge di mille colori tra giochi, sfide e appuntamenti per rivivere le tradizioni di un tempo.
Nel Piccolo Tibet, tutto è pronto per festeggiare in grande stile: a partire da giovedì 20 febbraio, Livigno aspetta grandi e piccini con giochi, carri allegorici e tanti appuntamenti che renderanno unico e indimenticabile il Carnevale 2020!

A 1816 metri, tra la cornice delle Alpi italiane, l’emozione per il tanto atteso Carnevale 2020 cresce sempre più: mancano ormai pochi giorni e Livigno, grazie all’organizzazione e all’impegno della Cooperativa Sociale L’Impronta, con il patrocinio dell’APT e del Comune di Livigno e con l’aiuto prezioso di quanti si sono adoperati per la realizzazione delle manifestazioni, si prepara ad emozionare i suoi turisti e non solo con appuntamenti, giochi, cene, sfilate ed appuntamenti davvero da non perdere, tra i quali la lotteria di carnevale.

I festeggiamenti si apriranno giovedì 20 febbraio alle ore 21.00 presso il Campo Scuola n.23 (Centrale Sci e Snowboard) con l’attesissima Staffetta delle Contrade: organizzata dal Gruppo Folk e Costumi Caratteristici di Livigno, ad aprirla sarà una sfilata in abiti tipici livignaschi che, partendo dal Comune alle ore 20.30, raggiungerà il Campo Scuola n.23. Qui avrà inizio la Staffetta, durante la quale le Contrade si sfideranno in una competizione con sci e slitte d’epoca offrendo uno spettacolo davvero unico e tradizionale, che si concluderà al ritmo di una fisarmonica al Bar Centrale.

Tantissimi invece gli appuntamenti di domenica 23 febbraio: a partire dalle ore 13.00, presso le Scuole Medie in Via dala Gesa, apriranno le iscrizioni per partecipare al tradizionale Concorso delle Mascherine, che alle ore 13.30 si uniranno ai carri per dare inizio alla Sfilata dei Carri Allegorici e delle Mascherine lungo le vie di Livigno. Alle ore 15.00 è previsto invece uno dei momenti più attesi, soprattutto dai bambini: grandi e piccini saranno attesi infatti in Plaza Placheda per la Grande Festa di Carnevale, con giochi e animazione per tutti, durante la quale saranno premiate le mascherine migliori. Dalle ore 18.30 sarà possibile cenare tutti insieme alla Cena di Carnevale preparata dal gruppo “Special AMA”; a concludere infine in bellezza la giornata di domenica, a partire dalle 20.30, sarà però la sfida delle Contrade al Palo della Cuccagna.

Anche durante la serata di lunedì 24 febbraio non mancheranno i festeggiamenti: alle ore 20.00, presso i campetti di Trepalle, si terrà un’altra delle sfide che contribuiranno alla vittoria del Trofeo delle Contrade, la Sfida Scopa d’Oro, che coinvolgerà tutti i presenti in uno spettacolo davvero imperdibile. A concludere la serata, a partire dalle ore 22.30, sarà la spaghettata per tutti i partecipanti alla sfida.

Ultima giornata di festeggiamenti sarà infine la giornata di martedì 25 febbraio: il ritrovo sarà alle ore 13.00 al Passo d’Eira, punto da cui partirà la Sfilata dei Carri Allegorici per le vie di Trepalle. Anche a Trepalle verrà eletta la Mascherina più bella: dalle 14.00 sarà possibile iscriversi presso le Scuole Elementari di Trepalle e a partire dalle 14.30 inizierà l’animazione nella Palestra delle Scuole. Alle ore 15.00 l’appuntamento sarà con la Staffetta “Van dà bot”, che alle ore 16.30 lascerà il posto alla Premiazione delle Mascherine.

A chiudere il Carnevale 2020 di Livigno saranno due momenti davvero attesissimi, alle ore 17.00: l’estrazione della Lotteria di Carnevale e l’assegnazione del Trofeo delle Contrade – Carnevale 2020. Quest’anno inoltre c’è una grande novità legata proprio alla lotteria. Con il ricavato dei biglietti della lotteria e dei giochi a pagamento, infatti, potranno essere realizzati due importanti progetti: il progetto “Assistenza h24″, attraverso il quale si potrà garantire la presenza di una figura professionale ASA per l’accompagnamento e l’assistenza agli anziani e persone fragili durante il loro soggiorno al Lago di Garda, e il “Family Project Work”, il concorso rivolto alle famiglie di Livigno e Trepalle, che potranno presentare il loro progetto rivolto alla comunità per rispondere ad alcune esigenze e bisogni sociali specifici identificati dalle famiglie stesse.

Aquagranda Active You! Livigno: Pellegrini vs Pellegrino

Pellegrini-vs-Pellegrino-a-Livigno-sfida-nuoto
Pellegrini-vs-Pellegrino-a-Livigno-sfida-nuoto

Durante i loro allenamenti in altura a Livigno, la stella del nuoto azzurro e il campione di sci fondo si sono sfidati a ritmo di bracciate nella piscina di Aquagranda Active You!. Pellegrino, poi, sfida Federica sugli sci: appuntamento al prossimo autunno a Livigno?
Non serve essere campioni dello stesso sport per sfidarsi in una gara degna di essere ricordata: è successo questa mattina a Livigno, dove la campionessa Federica Pellegrini ha lanciato una sfida all’ultima bracciata a un atleta che in comune con lei ha ben poco. A varcare la soglia del centro Aquagranda pronto a gareggiare nei 50 metri con la stella del nuoto italiano è stato il campione mondiale dello sci di fondo Federico Pellegrino, che proprio in questi giorni ha iniziato la sua preparazione sull’anello di fondo di Livigno, aperto lo scorso 19 ottobre.
Entrambi a Livigno con le proprie nazionali per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2020 l’una e alle Gare di Coppa del Mondo l’altro, Federica e Federico si sono sfidati nella piscina semi olimpionica del centro sportivo e benessere Aquagranda Active You!: nonostante gareggiasse in uno sport totalmente differente da quello che è la sua specialità, Federico non ha voluto rinunciare al suo essere un campione di sci di fondo e ha affrontato Federica indossando non solo la sua tutina da fondo, ma anche la fascetta che sempre lo accompagna quando scende in pista.
Il grande impegno e grinta di Federico nulla hanno potuto però sull’esperienza e la tecnica di Federica Pellegrini, che alla fine della sfida ha però accolto l’invito del campione di fondo ad indossare gli sci per una rivincita sulla pista di fondo di Livigno: l’appuntamento quindi al prossimo anno, dopo le Olimpiadi di Tokyo.
Accomunati non solo dal nome e dall’essere vincitori di medaglie d’oro, ma anche dalla paronomasia legata ai loro cognomi, Federica e Federico si sono incontrati nel Piccolo Tibet con uno scopo comune: prepararsi alle diverse gare che li attendono sfruttando la versatilità, le strutture e soprattutto l’altezza di Livigno. Con i suoi 1816 metri, infatti, Livigno è il luogo ideale per svolgere una preparazione atletica in quota sfruttando tutti i benefici dell’altitude training, che agisce sui meccanismi di trasporto dell’ossigeno migliorando tutte le prestazioni del corpo.
Così, da ormai diverso tempo la vasca di 25 metri di Aquagranda è sede degli allenamenti della Nazionale Italiana di Nuoto: dalla metà dello scorso settembre, oltre a Federica Pellegrini hanno raggiunto Livigno per la loro preparazione anche il resto del team, tra cui spiccano Gregorio Paltrinieri, Simona Quadrella, Margherita Panziera e Gabriele Detti.
Anche la Nazionale Italiana di Sci di Fondo, insieme a quella francese, ceca, tedesca ed estone, ha raggiunto il Piccolo Tibet per iniziare gli allenamenti: già dallo scorso sabato 19 ottobre gli atleti hanno infatti potuto mettere gli sci ai piedi e solcare la neve dell’anello di fondo, realizzato con la neve conservata durante l’estate tramite lo Snowfarm. Questa tecnica consiste in un innovativo metodo di conservazione della neve basato sull’impiego di segatura e teli geotermici, che la proteggono dalle alte temperature estive impedendone lo scioglimento: non solo lo Snowfarming permette così di anticipare nettamente le altre località sull’inizio della stagione invernale, che a Livigno si apre prima che in ogni altra destinazione sciistica, ma favorisce un sostanziale risparmio energetico e di carburante altrimenti necessario per la movimentazione e la produzione di neve artificiale.