Livigno, la stagione invernale non si ferma

17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma
17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma

Livigno anche senza sci non si ferma e propone delle alternative

Tra sci di fondo, ciaspole, fat bike e attività estreme e adrenaliniche, Livigno offre tutti gli ingredienti per il soggiorno perfetto sulla neve anche con gli impianti chiusi. La stagione invernale non si ferma: molti i servizi e le policy di cancellazione ad hoc create per i visitatori.

Non basta un nuovo decreto a fermare la voglia di ripresa e rinascita del Piccolo Tibet: la notizia della non riapertura degli impianti lascia dietro di sé una scia di delusione e sogni infranti, ma grazie al duro lavoro svolto durante l’estate e nei mesi autunnali da tutti gli operatori del territorio la stagione invernale 2020/2021 di Livigno può proseguire con una ricchissima offerta di attività alternative allo sci e allo snowboard in pista e grazie ad alcune misure e policy attivate per agevolare il soggiorno di turisti e visitatori già da alcuni mesi.

Con la presenza di molti ed ampi spazi che garantiscono un naturale distanziamento, Livigno è infatti la meta perfetta per chi, nel rispetto di tutti i protocolli e le norme vigenti, non vuole rinunciare ad un soggiorno sulla neve.

Per contribuire alla tutela della salute di lavoratori, residenti e visitatori, Livigno si è attrezzata con test antigienici rapidi a cui ci si potrà sottoporre in situazioni di emergenza o incertezza. Oltre che contribuire al monitoraggio constante della situazione sanitaria nella località, ciò permetterà di avere una risposta immediata senza recarsi nei centri fuori dalla valle. In caso di turisti che risultino positivi al test, Livigno si è già strutturata per poter garantire luoghi sicuri in cui gli ospiti possano trascorrere il periodo di quarantena obbligatori

Paola Dongu

Ennesimo stop dello sci

15-02-2021_livigno-riapertura-impianti-posticipata
15-02-2021_livigno-riapertura-impianti-posticipata

Niente riapertura per gli impianti di sci
“La montagna merita sicuramente più rispetto – commenta Luca Moretti, Presidente di APT Livigno – In sole 10 ore, investimenti da migliaia di euro, ore di lavoro e la speranza di numerose famiglie sono andate in fumo con una breve nota stampa”.

Nelle ultime settimane, dopo il tanto atteso decreto del Governo che avrebbe permesso agli impianti di riaprire nella giornata di oggi, il Piccolo Tibet e tutta la montagna hanno visto diventare sempre più concreto quel sogno che tanto aveva animato le notti di impiantisti, maestri di sci, ristoratori, albergatori e lavoratori della neve. Per mesi, gli operatori di Livigno hanno lavorato senza sosta per arrivare pronti a questa giornata, durante la quale le piste del Piccolo Tibet avrebbero dovuto riprendere vita e tornare a vedere gli appassionati sfrecciare sulla neve caduta generosa nelle ultime settimane.

Ma a sole 12 ore dalla riapertura degli impianti, Livigno ha visto sfumare per l’ennesima volta i sacrifici di dure giornate, settimane e mesi di lavoro. Si torna a parlare di disdette, rimborsi, contratti stagionali firmati che di nuovo non vedranno inizio, ordini di merce e materiali che non verrano utilizzati, investimenti di tempo e denaro di imprenditori locali che non vedranno il loro sacrificio ripagato: la montagna è ferma, e tra le vie del Piccolo Tibet si respira un’aria di grande delusione.

“E’ incredibile come a pochissime ore dalla tanto attesa riapertura tutto si sia dovuto bloccare ancora una volta: sono bastate poche righe di una nota stampa per infrangere i sogni dei tantissimi lavoratori che hanno speso denaro ed energie proprio in attesa di questa mattina – commenta deluso Luca Moretti, Presidente di APT Livigno – Non ce lo aspettavamo, ci sentiamo davvero presi in giro: la montagna, i suoi lavoratori, le sue famiglie, meritano più rispetto. Livigno per prima si è messa duramente al lavoro, ormai un anno fa, per cercare di contenere la diffusione della pandemia, adeguando attività, strutture, impianti e anche la sua offerta nel rispetto dei numerosi decreti, così da diventare un luogo sempre più sicuro per gli amanti della montagna, dovere ritrovare un po’ di spensieratezza in questo momento così difficile”.

Questa mattina sono scesi in campo anche i Maestri di Sci delle scuole livignasche: una protesta pacifica li ha visti riuniti proprio su quelle piste che dovrebbero essere il loro luogo di lavoro per dare voce alle oltre 200 famiglie che vivono grazie allo sci e che fanno parte di quel numero molto più alto di persone che vivono grazie alla neve e alla montagna e che da circa un anno, ormai, vivono di speranza.

Paola Dongu

Una giornata da contadino tra le alpi

04-08-2020_livigno-giornata-del-contadino-2020
04-08-2020_livigno-giornata-del-contadino-2020

Una giornata da contadino tra le alpi del Piccolo Tibet
Per un soggiorno davvero unico, Livigno invita ogni ospite a scoprire le tradizioni di un tempo e a rivivere la storia livignasca tra i luoghi più antichi e affascinanti del Piccolo Tibet.

Nonostante sia una meta conosciuta soprattutto per l’offerta active, le infinite bellezze naturali che rendono unico il relax e per lo shopping esclusivo e di lusso, Livigno non è solo benessere, natura e sport, ma la storia e cultura livignasca arricchiscono il soggiorno di ogni visitatore.

Nel corso dei decenni Livigno ha saputo infatti investire nella modernità mantenendo però intatte le sue caratteristiche ambientali, naturali e architettoniche, sviluppandosi in funzione della cultura e delle tradizioni locali: proprio questo rende il Piccolo Tibet non solo il paradiso di chi ama le vacanze a contatto con la natura, lo sport, lo shopping e il relax, ma anche di chi vuole immergersi nelle tradizioni e nella storia di un luogo tutto da scoprire.

Tra le tante proposte dalla ricca offerta livignasca, da non perdere assolutamente è Una Giornata da Contadino, una fantastica esperienza per vivere la vita del contadino proprio com’era una volta, in una tipica malga dove il bestiame viene portato durante la stagione estiva.

L’esperienza permette di vivere ogni momento della vita contadina: tutto ha inizio nel pomeriggio quando, dopo aver raggiunto la Malga Federia in mountain bike, a piedi o con il servizio navetta, i partecipanti potranno cimentarsi con la mungitura e il ricovero degli animali nella stalla affiancati da un vero contadino e dalla sua famiglia, per poi cenare con loro nella malga gustando i piatti tipici e assaporando la tradizione di un tempo. La mattina successiva, dopo la sveglia all’alba, ad attendere i partecipanti sarà il pascolo degli animali, seguito dalla colazione del contadino; la giornata si concluderà con il rientro in valle, circondati dalle bellezze della Val Federia.

Oltre alla Giornata del Contadino, presso la Malga Federia, aperta tutti i giorni sia per il pranzo che per un suggestivo pernottamento, ogni martedì dal 7 luglio al 15 settembre viene organizzata una cena tipica i cui protagonisti sono ingredienti genuini cucinati secondo la tradizione. Prima della cena, gli ospiti possono visitare la malga e assistere alla lavorazione del latte e alla mungitura del bestiame, per poi proseguire la serata all’insegna del divertimento con musica dal vivo e giochi di intrattenimento.

Anche chi sceglie di raggiungere l’Alpe Mine può riscoprire la tradizione livignasca: ogni venerdì, fino al 4 settembre, dopo una piacevole tappa alla Cheséira per assistere alla mungitura del latte e alla lavorazione del formaggio, presso la malga verrà servita una cena tipica con i prodotti a km0 e a seguire un suggestivo falò all’aperto scalderà l’intera serata.

Chi è in cerca di un contatto ancora più stretto con gli animali, avrà piacere a visitare l’antica Malga Vago: qui, oltre a sperimentare l’arte della mungitura, dal lunedì al giovedì fino al 7 settembre, gli ospiti avranno la possibilità di dare da bere ai vitellini. Il martedì e il giovedì, inoltre, dopo la mungitura e la visita al caseificio, si potrà assaporare la tradizione livignasca gustando la colazione con i prodotti di “Tast”, il progetto creato dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno per conoscere da vicino i sapori e i prodotti più autentici della tradizione livignasca.

Per vivere fino in fondo la tradizione culinaria del Piccolo Tibet, non si può rinunciare infine a una mattinata dedicata alla scoperta del latte: ogni martedì, si comincia con una speciale visita al Mus!, il Museo di Livigno e Trepalle, dove sono custoditi antichi oggetti legati alla lavorazione del latte e dei suoi derivati. Dopo aver approfondito la storia del latte come cardine di un’economia agricola che ancora oggi sopravvive nel Piccolo Tibet, la mattinata prosegue con la visita alla Latteria, dove vedere da vicino la produzione casearia e i macchinari più innovativi e gustare i prodotti caseari locali.

Paola Dongu

Nasce Check&Go, trekking senza pensieri

Livigno
Livigno

Nasce Check&Go, il nuovo progetto di Livigno per il Trekking senza pensieri
Per un’escursione in tranquillità arriva Check&Go, il nuovo modo tech, semplice e veloce per verificare il flusso di presenze sui diversi sentieri del Piccolo Tibet prima ancora della partenza, per scegliere il percorso migliore e godere così della natura senza preoccupazioni.

Per gli amanti della montagna, dell’altura e del clima fresco ma anche per chi desidera passare del tempo in famiglia o con gli amici immerso nelle bellezze della natura, l’estate diventa sinonimo di passeggiate e di escursioni.

Non serve necessariamente essere esperti di sport estremi o incorrere esperienze adrenaliniche: a Livigno la montagna è per tutti e a rendere sempre più piacevole per ogni visitatore, di qualsiasi età e livello, il soggiorno estivo nel Piccolo Tibet è l’offerta trekking, che si arricchisce quest’anno con tante novità, esperienze e attività per vivere la montagna in tutta sicurezza e senza preoccupazioni.

Prima tra tutte le novità, nasce quest’anno Check&Go, un modo semplice, veloce ed intuitivo per scegliere il sentiero migliore per la propria escursione ancora prima della partenza. All’ingresso dei sentieri più frequentati durante la stagione estiva sono stati posizionati dei pannelli raffiguranti un QRcode: ad ogni escursionista basterà inquadrarlo per effettuare il suo “check-in” sul sentiero e fare il resto ci penseranno l’App MyLivigno e il sito web ufficiale.

Prima ancora di mettersi lo zaino in spalla, infatti, gli escursionisti e i bikers potranno accedere alla pagina dedicata livigno.eu/check-and-go o all’App My Livigno per verificare in qualsiasi momento l’affluenza sui diversi percorsi e scegliere quello con meno affluenza e più adatto per la loro escursione, per godere delle bellezze del Piccolo Tibet in piena tranquillità.

Da sempre, a Livigno il trekking è un’attività adatta a tutte le età e a tutti i livelli di preparazione: gli escursionisti e gli amanti del trekking hanno infatti la possibilità di scegliere il percorso più adatto alle loro capacità ed esigenze tra i 1500km di sentieri che attraversano le bellezze del Piccolo Tibet. Da una tranquilla passeggiata lungo la ciclabile di Livigno alle cime più alte, dai sentieri d’arte ai percorsi più adrenalinici o immersi nei boschi: chiunque può trovare l’esperienza perfetta. A rendere ancora più speciale l’estate 2020 sono le novità proposte dalle Guide Alpine, che hanno stilato un programma ricco di attività da vivere immersi nella natura in compagnia della propria famiglia, come le passeggiate a tema di mezza giornata, accessibili a tutti ed organizzate ogni mercoledì e venerdì, per vivere un’esperienza unica a stretto contatto con la natura e gli animali.

L’offerta active di Livigno si completa con numerosissime attività outdoor che si abbinano alla bellezza e all’unicità del territorio: tra queste, oltre a mountain bike, hiking e trekking, le arrampicate con le Guide Alpine ma anche running, golf, tennis. Mottolino Fun Mountain, Mountain Park Carosello 3000 e Mountain Area Sitas, con i loro moderni ed efficienti impianti di risalita, collegano il centro del paese alle vette più suggestive di Livigno, permettendo di raggiungere i diversi sentieri. Da non perdere anche le attività acquatiche sul lago di Livigno con kayak, stand up paddle, barche a remi e pedalò.

Per consultare tutte le attività, le escursioni e per avere tutte le informazioni: livigno.eu/active

 Paola Dongu

Nasce la “Livigno Active Challenge”

25-06-2020_livigno-active-challenge-2020
25-06-2020_livigno-active-challenge-2020

Nasce la “Livigno Active Challenge”, la sfida per superare i propri limiti tra i sentieri e le bellezze del Piccolo Tibet
Corsa, percorsi in road bike e mountain bike, triathlon, downhill e flowtrail: c’è tempo dal 1 luglio al 30 settembre per cimentarsi nelle sfide proposte dalla Livigno Active Challenge.

Da sempre, ogni anno l’estate livignasca offre agli amanti dello sport la possibilità di mettersi alla prova, di sfidarsi tra loro, di confrontarsi nelle numerosissime discipline outdoor praticabili nel Piccolo Tibet, immersi nelle bellezze della natura con panorami mozzafiato a fare da sfondo alle diverse gare.

E seppure ci troviamo tutti a vivere un momento difficile per lo sport, in cui gare amatoriali ed eventi sportivi sono sospesi e limitati alle categorie maggiori, grazie al suo spirito innovatore e sempre al passo con i tempi Livigno ha trovato il modo di dare la possibilità agli atleti più competitivi di confrontarsi non solo con gli altri, ma anche con sé stessi: nasce così la Livigno Active Challenge, la serie di sfide che il Piccolo Tibet lancia a tutti gli appassionati per mettersi alla prova sfidando i propri limiti. Dall’1 luglio al 30 settembre 2020 gli amanti dello sport e della competizione potranno gareggiare individualmente scegliendo tra una o più delle 6 discipline proposte dalla Livigno Active Challenge.

Gli amanti della corsa veloce potranno cimentarsi nel Giro della morte, 400m in velocità da correre lungo la pista di atletica di Aquagranda Active You!, un giro completo da affrontare tutto d’un fiato; i runner che amano invece percorsi lunghi in cui dosare fiato e forze potranno partecipare invece a una Stralivigno un po’ diversa dalle scorse edizioni: il percorso sarà simile, ma alle difficoltà fisiche si aggiunge quest’anno quella della corsa in solitaria, che farà percorrere agli atleti 17km e un totale di 400m di dislivello.

Anche i bikers potranno trovare la sfida che più si addice alle loro capacità: per chi ama la mountain bike, la Livigno Active Challenge propone uno dei percorsi più conosciuti del Piccolo Tibet, quello che da Livigno si spinge fino al Passo Alpisella, ai laghi di Cancano, Trela e Tort, mentre per chi vuole cimentarsi su percorsi più adrenalinici ed immersi tra le montagne ci sono le sfide di Flowtrail e Downhill; chi invece preferisce la bici da corsa può percorrere 13,5km su strada partendo dalla rotonda di Via Isola, percorrendo la S.S. 301 e raggiungendo prima il Passo d’Eira ed infine il Passo del Foscagno.

Infine, a chi non vuole rinunciare alla combinazione di nuoto, bici e corsa partecipando ad un unica sfida, la Livigno Active Challenge propone il Triathlon. La prova si svolge sul tracciato originale del “Livigno Triathlon Sprint”, la gara più corta dell’evento ICON Xtreme Triathlon: dopo la prima parte di nuoto presso la piscina semi-olimpionica di Aquagranda, l’atleta proseguirà in bici in direzione delle gallerie che costeggiano il Lago di Livigno, mentre per l’ultima frazione della gara, quella di corsa, il percorso da seguire sarà quello della pista ciclabile.

Partecipare è semplice e gratuito: basterà studiare il percorso scelto tra gli 8 proposti, armarsi di uno smartwatch o di un orologio per la rilevazione del tempo e gps e partire quando più si preferisce. La partenza e l’arrivo di ogni percorso saranno segnalati dall’apposita cartellonista che porterà il logo della Livigno Active Challenge, che aiuterà i partecipanti ad orientarsi anche durante le diverse gare. Chi non fosse in possesso del sistema per la rilevazione del tempo e del tracciato, potrà noleggiare gratuitamente un Garmin presso Aquagranda – Active You!

Una volta completata la prova scelta, ogni atleta potrà caricare i suoi dati sulla pagina della Livigno Active Challenge, indicando la disciplina scelta ed inserendo il proprio tempo: ogni mese, per ogni disciplina verrà indicato il vincitore della categoria femminile e maschile, che si aggiudicherà un massaggio sportivo presso Aquagranda Active You! Alla chiusura della challenge, verranno invece proclamati i vincitori assoluti di entrambe le categorie, che saranno ospitati a Livigno per un weekend gratuito per 2 persone nell’estate 2021.

Paola Dongu