Biagio Antonacci: “Mio fratello” – nuovo singolo

biagio antonacci
biagio antonacci

MIO FRATELLO è il nuovo singolo di Biagio Antonacci che sarà in rotazione da venerdì 6 aprile. Il brano è il nuovo singolo estratto dall’ultimo disco di inediti del cantautore, DEDICHE E MANIE, uscito lo scorso 10 novembre su etichetta IRIS e distribuito da SONY MUSIC ITALIA.

Oltre allo stesso Biagio, il brano vede la partecipazione di Mario Incudine, giovane esponente della musica popolare siciliana che duetta con lui nel dialetto della sua regione utilizzando la storica tecnica del cunto.

MIO FRATELLO è una storia universale: la storia di una e mille famiglie, in cui un fratello si perde e l’altro resiste nell’attesa di vederlo tornare. Quando questo ritorna e bussa alla porta, la certezza del perdono è così forte da scacciare via il passato. Il brano è quindi la metafora di una festa, perché quando si perdona qualcuno è sempre un giorno felice, che prelude al cambiamento e che elimina ogni dolore.

Il video di MIO FRATELLO è un piccolo film con la straordinaria partecipazione di Giuseppe e Rosario Fiorello per la prima volta insieme e per la prima volta ospiti di un videoclip e la regia di Gabriele Muccino, grande regista internazionale che ha tratteggiato con le immagini una storia, trasformando il clip in un corto cinematografico.

Rosario e Beppe Fiorello, e Gabriele Muccino, conquistati dalla canzone hanno generosamente accettato l’invito di Biagio e hanno messo a disposizione la loro eccellenza e il loro talento per raccontare una storia universale.

La storia infatti di due fratelli siciliani che si ritrovano: un nuovo incontro e un nuovo inizio. I protagonisti del video, fratelli nel cast e nella vita, parlano a tutti e per tutti quei fratelli e quelle sorelle che la vita ha portato a smarrirsi, a smettere di ricordarsi e di comunicarsi chi sono.

Il video di MIO FRATELLO è prodotto da Iblafilm s.r.l. per conto di Iris s.r.l. ed è girato a Roma nell’azienda agricola Alpa.

A breve biagio tornerà sul palco con la seconda parte di Dediche e Manie Tour, la tournée che partirà il 2 maggio prossimo da Acireale (terza data), per arrivare poi a Bari (quarta data sold out + quinta data), Napoli, Milano, Montichiari (BS), Conegliano (TV), Roma, e terminerà con un gran finale il 26 maggio all’Unipol Arena di Bologna.

“Ghetto Falsetto”, nuovo album di Bruno Belissimo

bruno belissimo
bruno belissimo

“Ghetto Falsetto” è il nuovo album di BRUNO BELISSIMO, in uscita il 4 maggio per La Tempesta/Stradischi.

Dopo l’omonimo debut album del 2016 il producer italo-canadese torna con il suo sound unico e inconfondibile, destinato ancora una volta a far ballare i più importanti dancefloor nazionali e continentali e ad animare le più prestigiose rassegne musicali.
“Ghetto Falsetto” si pone come naturale evoluzione del suono di Bruno Belissimo.

Il disco nasce dalle esperienze live degli ultimi due anni – oltre 100 sono stati i concerti in Italia e all’estero – che hanno ricoperto un ruolo fondamentale nella crescita e nella consacrazione di Bruno come producer e perfomer.

Il titolo dell’album nasce dalla ricerca di una metafora per definire il dualismo tra realtà e finzione, tra il luogo comune e l’innovazione. Questi due aspetti sono centrali in “Ghetto Falsetto”, fondato infatti sulla rielaborazione di elementi classici di un genere già codificato come la musica disco, con l’intento di dare a dei meravigliosi cliché una nuova vita.

Il risultato è un suono dichiaratamente ispirato all’italo disco e ai suoi dintorni: ai beat elettronici e alle groovy bassline, Bruno Belissimo unisce chitarre funk e riff magnetici di sassofono, a cui si aggiungono alcuni episodi maggiormente pop e atmosfere prima solo sfiorate, come la balearic.

“Questo disco, proprio come il precedente, è stato scritto di getto. Nel gennaio dell’anno scorso ho subito il furto del computer che conteneva alcuni provini ai quali stavo lavorando. Ho perso tutto, ma quando finalmente ho potuto ritornare in studio con un laptop nuovo, in meno di un mese avevo già scritto dieci pezzi, le stesse tracce che ora compongono il disco! Probabilmente per la frustrazione accumulata… Sono molto soddisfatto di questo lavoro, credo e spero che questi pezzi trasudino tutto il divertimento che ho provato scrivendoli e producendoli. Per questo non vedo l’ora di suonarli live in modo da portare finalmente queste canzoni nel loro ambiente naturale e godere vedendo la gente ascoltare e ballare ciò che ho preparato per loro in questi lunghi mesi di studio.”
(Bruno Belissimo)

TRACKLIST & CREDITS
1_This is Bruno
2_Tempi Moderni
3_Ghetto Falsetto
4_La Pampa Austral
5_Boloña Baleárica
6_Equatore (Interlude)
7_Horror Tropical
8_Urlo Libero
9_Grattis Bruno
10_Soft Porn feat. Foxy Galore
11_Don’t Bother with Hardware
Mixato da Marco Caldera al Glashaus Studio di Bologna.
Masterizzato da Giovanni Versari a La Maestà Studio di Faenza.

“Lasciati amare”, il nuovo singolo di Mario Venuti

Mario Venuti
Mario Venuti

Dopo il grande successo radiofonico di “Caduto dalle Stelle”, il cui video ufficiale conta quasi 2 milioni di visualizzazioni, e del singolo estivo “Tutto Questo Mare”, da oggi, venerdì 17 novembre, sarà in radio “LASCIATI AMARE”, il nuovo singolo di MARIO VENUTI, estratto dal suo ultimo disco di inediti “Motore di vita”!

«Amore e musica nella canzone, come nel video, scorrono su due binari paralleli ma con uguali risvolti emozionali – racconta MARIO VENUTI che ha aperto le porte di casa per girare il videoclip di “Lasciati Amare” – ­Da un lato due danzatori colti nelle loro evoluzioni amorose. Sull’altro binario io e la band come durante una prova. Amare qualcuno come si ama una canzone, un’opera d’arte, una maestosa sinfonia. Anzi è proprio la musica ad essere metafora della vita e dell’amore».

Queste le prossime date del “Motore di vita Tour”:

18 novembre al Shore di Milazzo (Messina);

23 novembre al Teatro Bibiena di S. Agata Bolognese (Bologna);

24 novembre al Teatro Salieri di Legnago (Verona);

1 dicembre “Mario meets jazz LIVE IN TOKYO” al Galà della Camera di Commercio Italiana in Giappone a Tokyo;

9 dicembre al Palazzetto Fevi di Locarno in Ticino (Svizzera).

“MOTORE DI VITA” (Microclima-Puntoeacapo/Believe Digital) è un album composto da 12 tracce, prodotto artisticamente da Mario Venuti insieme a Seba. Il disco vanta anche la collaborazione artistica di Kaballà e la presenza del batterista jazz e arrangiatore ritmico Luca Scorziello, che ha curato le percussioni del brano “Caduto dalle stelle”, scritto da Venuti e Kaballà.

«Abbandonati i temi sociologici de “Il tramonto dell’Occidente”, sentivo il bisogno di riscoprire il mio lato più terreno e sensuale – così Mario Venuti racconta il nuovo album – MOTORE DI VITA riguarda il corpo, che si riscopre nella danza (“Caduto dalle stelle”) e nei sapori (“Conservare in luogo fresco”), nella percezione della musica e dell’amore (“Lasciati amare”), nelle meraviglie del viaggio e del creato (“Tutto questo mare”), nella consapevolezza che ognuno di noi ha il potere di dare un carattere al mondo (“Spirito del mondo”). Tutto il disco emana un umore disteso e positivo, senza dare spazio a forme di autocommiserazione, al contrario, suona come un ripetuto GRAZIE per gli immensi doni che la vita può donarci».

Questa la tracklist dell’album “Motore di Vita”: “Conservare in luogo fresco”; “Caduto dalle stelle”; “La prima volta”; “Lasciati amare”; “Motore di vita”; “Spirito del mondo”; “Tutto questo mare”; “Se avessi altro amore”; “Non è peccato”; “Fuorimondo shop”; “Alza un po’ il volume”; “I peccati della luna”.

Noel Gallagher’s High Flying Birds : ““Holy Mountain”

NGHFBWhoBuiltTheMoonCOVER_media
NGHFBWhoBuiltTheMoonCOVER_media

Dopo aver rivelato frammenti delle canzoni e dell’artwork del nuovo album “Who Built The Moon?”, nei negozi e in digitale in tutto il mondo dal 24 novembre, Noel Gallagher’s High Flying Birds annunciano l’uscita di “Holy Mountain”, il primo singolo estratto dal nuovo disco da oggi in radio e in digitale.

Commenta Gallagher: “È stata una delle prime cose che ho realizzato con David, durante la prima settimana della nostra collaborazione. Ho capito subito che sarebbe stato questo il primo singolo. C’è così tanta gioia in questa canzone. Rimarrà per sempre tra i miei lavori musicali preferiti. Dal vivo suona benissimo. I miei figli lo amano, i figli dei miei amici lo amano e sono sicuro che “i ragazzi” lo ameranno”.

Il singolo è disponibile in formato digitale e in 33 giri che include “Holy Mountain” accompagnata da un’esclusiva versione strumentale del singolo, mentre la traccia B-Side è Dead In The Water (Live at RTÉ 2FM Studios, Dublin).

“Who Built The Moon?”, già disponibile per il preorder, riunisce voci e musicisti ospiti da tutto il mondo per dare vita a 11 tracce che riflettono un accurato equilibrio tra sperimentazione e un jukebox con influenze senza tempo.

Questa la tracklist del disco: “Fort knox”, “Holy mountain”, “Keep on reaching”, “It’s a beautiful World”, “She taught me how to fly”, “Be careful what you wish for”, “Black & white sunshine”, “Interlude (Wednesday Part 1)”, “If love is the law”, “The man who built the moon”, “End credits (Wednesday Part 2)”.
A questi brani si aggiunge la bonus track “Dead in the water (Live at RTÉ 2FM Studios, Dublin)”.

“Dead In The Water”, bonus track dell’album, sorprende Gallagher e il tastierista Mike Rowe tra una registrazione e l’altra di una stazione radio di Dublino. Questi momenti sono destinati a rimanere irripetibili, dato che Gallagher stesso ha promesso che in futuro non ci saranno in alcun modo ulteriori registrazioni di questa canzone.

Gallagher e la sua band torneranno in Italia, per un’unica data live, il prossimo 11 aprile al Fabrique di Milano. Il calendario completo con tutte le date dei concerti dei Noel Gallagher’s High Flying Birds è disponibile su www.noelgallagher.com.