Cultura e spettacolo con Morgan

Morgan
Morgan

Morgan, cantautore, musicista, compositore, scrittore e personaggio televisivo italiano

“Perché ripartire? Perché parlare di ripartenza? Io non mi sono mai fermato” Così esordisce Morgan all’evento digitale Restart! Riavvia la cultura, una maratona digitale del mondo della cultura e dello spettacolo organizzata da IL, il maschile del Sole 24 Ore. “Le canzoni sono la cosa più importante del mondo. Il telefonino è meno importante delle canzoni. Il fuoco è meno importante. Il pane è meno importante. La canzone è la cosa più importante in assoluto. C’è ovunque, in ogni posto. Non esiste un mondo dove non c’è la canzone, la canzone è la realtà. Ma se provassimo a fare un esperimento, togliamo le canzoni, bene, muore l’umanità. L’arte è l’unica impronta importante che ha lasciato l’uomo sulla Terra. Le persone più importanti del mondo sono gli artisti. Pensate quanto siamo messi male in Italia! Le istituzioni italiane sono “contro” la cultura e l’arte. E’ come se al Paese mancasse un cromosoma per la civiltà. La civiltà è qualcosa che evolve. L’Italia involve. E non parlo dei governanti, non possiamo neanche dare la colpa a loro. La colpa è distribuita presso tutti. L’Italia è brutta in questo momento…”. Sul Covid: “Paura del Covid? Prima di aver paura di perdere la vita, bisognerebbe aver coscienza di qual è la vita che viviamo. E’ vita quella che stiamo vivendo in questo momento? E’ questo quello che vogliamo?” . Come proposta per la ripartenza Morgan risponde: “Artigianato e coscienza. Bello no? Sembra un convegno per filosofi e falegnami. (ridendo) E gli ospiti d’onore sono Morgan, Geppetto e anche San Giuseppe! L’artigianato è il fare concreto della pratica della musica, vale per la pittura, per la scultura la danza, la fotografia. Vale per le arti, per il fare. Sarebbe meglio che ci si dedicasse un po’ tutti al piacere puro dell’artigianato, del fare quotidiano, e vale anche per la musica, proprio del praticare la musica, non sto parlando di grandi invenzioni o grandi creazioni, ma proprio del maneggiare, del fare continuamente musica con le proprie mani. Per esempio perché si nascondono i cavi in tv? I cavi sono le vene, sono quelle che fanno funzionare la musica. E’ la parte pratica, la sua concretezza. La paura dei cavi è sciocca. E’ importante perché sono connettori. La musica è bella perché esiste la connessione”

Link a videodichiarazione di MORGAN: http://cloud.livingmedia.it/?dl=3f3ec38813880a80604e17d6bf9fffd4

RESTART! RIAVVIA LA CULTURA

Una maratona digitale in diretta streaming sul sito IlSole24Ore.com con tanti protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo: attori, registi, scrittori, musicisti per presentare idee e proposte per far ripartire la cultura dopo lo stop della pandemia.

I protagonisti della lunga maratona della cultura: per Cinema e teatro (Attori Francesco Scianna, Elio De Capitani, Stefano Accorsi; Registi Giorgio Diritti, Pupi Avati); per Arte: (Curatori: Milovan Farronato, Ilaria Bonacossa; Artisti: Nick Mauss); per Musica (Cantanti: Morgan, Samuele Bersani); per Libri (Scrittori: David Leavitt, Michela Marzano, Dacia Maraini, Diego De Silva, Remo Rapino, Helena Janeczek; Poeta: Umberto Piersanti)

IL, il maschile del Sole 24 Ore in uscita il 27 novembre, ha organizzato oggi venerdì 27 novembre dalle 12.00 alle 16.00, una no-stop di incontri e interviste online con tanti protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo: attori, registi, scrittori, musicisti per presentare idee e proposte per far ripartire la cultura dopo lo stop della pandemia.

RESTART! RIAVVIA LA CULTURA, è il tema della maratona digitale, in diretta streaming sul sito de IlSole24Ore.com, per attraversare le tante, innumerevoli seconde volte creative degli artisti coinvolti: reboot, spin-off, loop, déja vu, ripetizione e citazionismo, riedizione, seconda vita, ricostruzioni e rinascite, seconda chance, riprese, double check, riavvio. Ciascun personaggio interpreterà la sua seconda volta, con una lettura/rilettura, un’intervista, la reinterpretazione di un suo cavallo di battaglia, adottando una delle parole (il suo déjavu o la sua seconda chance o loop…) raccontandola dal suo punto di vista. L’obbiettivo per la cultura è Ripartire, riavviare, restart!

L’iniziativa no-stop va in onda sul canale web del Sole 24 Ore per rappresentare una proposta concreta da cui partire per poter ricostruire, appena finita la pandemia, il rilancio di cinema, teatro, arte e cultura.

https://stream24.ilsole24ore.com/video/il/restart-riavvia-cultura

 

“L’Audiolibro di Morgan”

Morgan
Morgan

Il controverso e geniale artista, a 13 anni dal suo ultimo album di inediti “Da A ad A”, torna con un progetto nuovo, unico e anche questa volta lo fa sorprendendo tutti.

Da oggi, giovedì 19 novembre, è disponibile “L’AUDIOLIBRO DI MORGAN” (Emons Libri & Audiolibri) che, partendo dalla sua autobiografia, ha al suo interno anche dei nuovi brani inediti.

Esce in libreria e in digitale su Emonsaudiolibri.it, Storytel.com, Itunes e Google libri. La durata dell’audiolibro è di 5 ore e 22 minuti, il prezzo del supporto fisico è di 15,90 €, mentre quello digitale è di 9,54 €.

Un’opera che non è solo un audiolibro, ma un viaggio nella musica e nella creatività di Morgan, che guida l’ascoltatore per 20 capitoli: 01 Il Grande inadattabile, 02 Stavo dormendo, 03 Le scritte sui muri, 04 Macchine, 05 Ciao ragazzi, 06 M.S., 07 Le fate, 08 La collettività, 09 Biancaneve, 10 Insetti, 11 Black Celebration, 12 Il cuore e il cluster, 13 Il talento, 14 Bach, 15 Solitudine, 16 Il Gerunzio, 17 E l’hai visto quello, 18 Preoccupazioni varie, 19 Easy listening, 20 Le parole non dette.

Nell’opera scritta, letta e musicata da Morgan si alternano parti musicali a parti narrate dallo stesso cantante, oltre a composizioni e brani inediti contiene cover, riarrangiamenti e riscritture di brani italiani e stranieri e pezzi editi tra i quali “Sovrappensiero” (originariamente dei Bluvertigo), la cover del “Cantico dei drogati” di Fabrizio De André e una versione innovativa di “O mia bela madunina”.

All’interno sono presenti due partecipazioni speciali: l’intro di Ivano Fossati e il duetto con Roberto Vecchioni sul brano “Luci a San Siro”.

“L’Audiolibro di Morgan”

Morgan_ ph Paolo Gepri
Morgan_ ph Paolo Gepri

Autore, compositore, regista, attore, scrittore, showman, cantante e polistrumentista: Morgan è tutto questo e molto di più.
Il controverso e geniale artista, a 13 anni dal suo ultimo album di inediti “Da A ad A”, torna con un progetto nuovo, unico e anche questa volta lo fa sorprendendo tutti.

Dal 19 novembre sarà disponibile “L’AUDIOLIBRO DI MORGAN” (Emons Libri & Audiolibri) che, partendo dalla sua autobiografia, avrà al suo interno anche dei nuovi brani inediti.

Uscirà in libreria e in digitale su Emonsaudiolibri.it, Storytel.com, Itunes e Google libri. La durata dell’audiolibro è di 5 ore e 22 minuti, il prezzo del supporto fisico è di 15,90 €, mentre quello digitale è di 9,54 €.

Un’opera che non è solo un audiolibro, ma un viaggio nella musica e nella creatività di Morgan, che guida l’ascoltatore per 20 capitoli: 01 Il Grande inadattabile, 02 Stavo dormendo, 03 Le scritte sui muri, 04 Macchine, 05 Ciao ragazzi, 06 M.S., 07 Le fate, 08 La collettività, 09 Biancaneve, 10 Insetti, 11 Black Celebration, 12 Il cuore e il cluster, 13 Il talento, 14 Bach, 15 Solitudine, 16 Il Gerunzio, 17 E l’hai visto quello, 18 Preoccupazioni varie, 19 Easy listening, 20 Le parole non dette.

Nell’opera scritta, letta e musicata da Morgan si alternano parti musicali a parti narrate dallo stesso cantante, oltre a composizioni e brani inediti contiene cover, riarrangiamenti e riscritture di brani italiani e stranieri e pezzi editi tra i quali “Sovrappensiero” (originariamente dei Bluvertigo), la cover del “Cantico dei drogati” di Fabrizio De André e una versione innovativa di “O mia bela madunina”.

All’interno sono presenti due partecipazioni speciali: l’intro di Ivano Fossati e il duetto con Roberto Vecchioni sul brano “Luci a San Siro”.

L’audiolibro, a cura di Flavia Gentili, è prodotto e realizzato da Morgan, che ha firmato anche le grafiche della cover e del booklet.

Legge Salva Suicidi – La critica di Morgan

Morgan
Morgan

La mattina del 3 gennaio 2020, è stato ritrovato il corpo senza vita di Franco Ciani, musicista, cantante autore e produttore musicale, primo marito di Anna Oxa, per la quale aveva scritto alcune delle sue più celebri canzoni. L’uomo si è tolto la vita poiché oppresso dai debiti e per questioni personali e professionali, come lasciato scritto in un biglietto.

Molte le persone che hanno manifestato pubblicamente il proprio dolore per la morte dell’uomo, anche attraverso i social network. Tra i post condivisi in questi giorni, anche quello di Morgan, che ha affidato a Facebook il proprio sfogo e la rabbia per quanto successo.

I particolare, il cantante si è scagliato contro la cosiddetta legge Salva Suicidi (Legge n. 3 del 2012), pensata per aiutare chi si trova in situazioni di forte indebitamento. Morgan, infatti, ha scritto “La famosissima legge anti-suicidi, un vero disastro, una legge che è una burla di fronte alle incongruenze anti uomo di cui il nostro stato ‘democratico’ è promotore e attuatore. Una legislazione a dir poco anticostituzionale piena zeppa di meccanismi inarrestabili dove una volta che il cittadino anche solo per sbaglio mette mezzo piede viene trascinato ed inghiottito, spellato vivo, vilipeso, derubato legalmente, messo in ginocchio e infine fagocitato una volta che non ha neanche più un briciolo di energia per aprire le finestre al mattino.”

Allo sfogo del cantante risponde Gianmario Bertollo, fondatore del portale Legge3.it, che da anni aiuta privati e aziende a uscire da situazioni di sovraindebitamento, proprio grazie agli strumenti normativi introdotti da questa legge. “Il post Facebook in questione è stato scritto da un uomo che sta soffrendo per una tragica perdita. – Ha commentato Gianmario Bertollo – La Legge Salva Suicidi, come ogni documento, non è perfetta, ma certamente non è affatto una burla, anzi! Da quando fu emanata, la Legge ha subito delle modifiche volte a semplificarla, e in questi anni ha permesso a moltissime persone di uscire dall’incubo dei debiti, vedendo stralciare cartelle esattoriali o ratizzare e ridurre l’importo dei debiti. Io stesso ho seguito con successo centinaia di casi in questi anni, vedendo tornare a sorridere i miei assistiti, alla fine di un percorso che, certamente, è tutt’altro che semplice”.

“Ciò che è accaduto al povero Ciani è terribile. Non conosco il suo caso e non so se egli avesse i requisiti per accedere ai benefici offerti da tale legge, ma credo che ogni volta che una persona si toglie la vita in simili circostanze, pensando di non avere altra via di fuga, è sempre una sconfitta per tutta la società. – Prosegue Bertollo – Questa vicenda pone, però, l’accento su una questione che credo sia molto importante: quella della comunicazione e della corretta informazione intorno alla Legge 3/2012. Renderne noto il contenuto, le modalità di accesso e come funziona è una cosa importantissima, così come promuovere una maggior attenzione alla gestione delle proprie finanze, invitando i cittadini a diffidare da truffe e investimenti audaci, proposti come ultrasicuri e di certo guadagno”.

Venerdì 22 novembre, alla Bocciofila, Milano

Morgan
Morgan

Morgan e i Lombroso formato da Dario Ciffo (Afterhours) e Agostino Bascimenti ci teletrasporteranno indietro nel tempo negli anni 70 omaggiando i grandi della musica italiana di quegli anni.

Un omaggio che Morgan e i Lombroso avranno il piacere di esibirsi in una location insolita in zona viale monza nata nel lontano 1967 a Milano dove tutto è rimasto molto vintage.

Si potranno prenotare con posti limitati cene a tema ispirate dalla provenienza degli artisti

interpretata dal Trio, viaggeremo indietro nel tempo cantando sulle note, poesie, e le piu’ belle canzoni di Sergio Endrigo, Luigi Tenco, De Andre’, Domenico Modugno , Lucio Battisti.

Durate lo show non mancheranno i brani scritti da Morgan e i Lombroso.

L’ingresso per il contributo Artistico è di 12 euro + Tessera ACSI 2020 al costo di 5 euro, valida per tutto il 2020.

A breve sarà presentato un menu’ che avra’ un costo di 18 euro per cenare e sarà possibile solo su prenotazione.