Magazzini Musicali – replica 6a puntata

Gino Castaldo e Melissa Greta Marchetto_ph Chiara Olmi
Gino Castaldo e Melissa Greta Marchetto_ph Chiara Olmi

Stasera, martedì 9 febbraio, alle ore 01.30 andrà in onda su Rai 2 la replica della sesta puntata di MAGAZZINI MUSICALI, il programma che racconta l’attualità musicale nell’integrazione tra il linguaggio televisivo e l’universo digitale.

Gli ospiti in studio di questo appuntamento sono Manuel Agnelli feat Rodrigo D’Erasmo, Vinicio Capossela e Rancore con Margherita Vicario che, oltre ad esibirsi dal vivo, parteciperanno al talk di approfondimento che caratterizzerà settimanalmente il programma.

Magazzini Musicali è in programmazione su Rai 2 il sabato pomeriggio alle ore 15.35 e in replica il martedì in seconda serata, su Rai Radio 2 alle ore 18.00 della domenica, su Rai 4 il sabato mattina e visibile anche su Rai Play.

Nel programma lo svelarsi delle classifiche settimanali FIMI-Gfk viene intervallato e scandito da esibizioni live, approfondimenti sui temi dell’attualità musicale e da una serie di rubriche tematiche che aprono una narrazione più ampia del mondo della musica nelle sue connessioni con i linguaggi e le tendenze della società attuale.

Alla conduzione di Magazzini Musicali ci sono Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo, già voci di Rai Radio2, entrambi professionisti accreditati e con due registri complementari che raccontano la musica in modo credibile e autorevole.

Idroscalo: Albero di Natale simbolico contro la pandemia

Albero Natale
Albero Natale

Il prossimo sabato 12 dicembre, alle ore 16.45, presso il Piazzale di Porta Maggiore del Parco Idroscalo, la Città metropolitana di Milano e la Protezione Civile accenderanno le luci di un simbolico albero di Natale realizzato con i mezzi della Protezione Civile a formare l’albero, e un gruppo di volontari che lo illumineranno reggendo delle torce . Saranno presenti la vicesindaca metropolitana Arianna Censi, una rappresentanza delle organizzazioni di volontariato territoriali e una dei concessionari del Parco Idroscalo.

Questo segno natalizio si inserisce nell’articolato progetto Ci siAMO che Città metropolitana di Milano, con il Coordinamento dei volontari della Protezione Civile, ha elaborato per affrontare il protrarsi dell’emergenza sanitaria, con tutte le sue implicazioni economiche e sociali. Rispetto alla prima esperienza primaverile, dai territori sorgono nuove domande a cui si vogliono dare risposte concrete e immediate, trasformando un’azione emergenziale in un intervento inclusivo e virtuoso. Si va dalla collaborazione istituzionale per la distribuzione di DPI, kit per i medici e derrate alimentari, al sostegno per bambini e ragazzi, al servizio di ascolto per cittadini e volontari, restando aperti e flessibili a nuove sollecitazioni e richieste.

Maker Music

Maker Music pedali_ FOTO DI LUCA PERAZZOLO
Maker Music pedali_ FOTO DI LUCA PERAZZOLO

Per la sua prima edizione interamente digitale, Maker Faire Rome – European Edition 2020, il più grande spettacolo di innovazioni e creatività al mondo, per la sezione Maker Music curata da Andrea Lai e Alex Braga, porta in scena domenica 13 dicembre alle ore 20.30 il primo concerto per Pianoforte, Intelligenza Artificiale, Umani e Networks: *remote duet*.

Un’esperienza unica in cui uno dei più noti e pluripremiati autori di colonne sonore, Paolo Buonvino, e Alex Braga si cimenteranno nella prima performance in remoto a latenza zero. In due distinte location, lontani chilometri di distanza, i due musicisti duetteranno dal vivo in tempo reale grazie all’intelligenza artificiale.
Maker Music è il territorio di confine dove la passione del “fare musica” si mescola con la sperimentazione e l’ultra tecnologia, per tracciare nuove ipotesi di creatività, emozioni, linguaggi e racconti. Una frontiera dove gli artisti si incontrano per dialogare di nuove possibilità di futuro.

È così che Alex Braga, artista sperimentale, pioniere dell’intelligenza artificiale applicata all’audiovisivo, e Paolo Buonvino, sperimentano insieme un nuovo format di duetto improvvisato in remoto.
Per *remote duet* due artisti saranno in due località diverse, lontani, ma collegati in tempo reale dalla potenza dell’intelligenza artificiale e della nuova tecnologia di rete a latenza zero che gli permette di suonare insieme, di duettare, di improvvisare come se fossero nella stessa stanza.

Un viaggio di esplorazione sulle note del pianoforte di Paolo Buonvino, spedito nell’etere a distanza verso Alex Braga che con l’intelligenza artificiale A-MINT, creata da Braga con i professori Francesco Riganti e Antonino Laudani, orchestra in tempo reale la melodia di Buonvino per restituirla “aumentata” al pubblico ed al pianista stesso, innescando con lui un iperloop creativo che cresce nota dopo nota, frase dopo frase, fino a colmare con le emozioni della musica la distanza fisica che li separa. Una metafora del mondo moderno, iperconnesso ma sempre iperdistante, e un grido di allarme su quanto siano essenziali il senso della vita e le emozioni per tenerci uniti.”

“Questa collaborazione mi offre l’occasione di riflettere sul rapporto tra uomo e macchina, afferma Paolo Buonvino. La tecnologia è fondamentale per il mio lavoro, ma mi accorgo che troppo spesso ne siamo tutti quanti oppressi e fagocitati. Insieme ad Alex racconterò questo abuso e il deserto che spesso l’iperconnesione può creare fuori e dentro di noi. La musica aiuta l’uomo ad amare, dice l’etnomusicologo John Blacking: facciamo diventare la tecnologia un mezzo per potenziare questa capacità”.

Bollate. Arriva il Numero unico per le emergenze Covid

NUMERO UNICO EMERGENZA COVID
NUMERO UNICO EMERGENZA COVID

Una nuova iniziativa del Comune di Bollate per aiutare i cittadini colpiti dal Covid-19 o dalle restrizioni introdotte del Governo per contenere la pandemia. Si tratta di un Numero Unico per le Emergenze da Covid 19 che sarà attivo dal 3 dicembre e che potrà essere usato dai cittadini per una serie di necessità strettamente legate alla pandemia.

Il numero da comporre è il 800.47.47.47 e sarà attivo a partire dal 3 dicembre con i seguenti orari:
Da lunedì a giovedì dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00. il venerdì, dalle ore 9.00 alle 12.30.

Ma vediamo concretamente a cosa serve il Numero Unico e come può aiutare i cittadini di Bollate.

Innanzitutto può essere usato per informazioni di ogni tipo sul Coronavirus e sulla relativa attivazione di servizi da parte del Comune. Ad esempio per richiedere la spesa e i medicinali a domicilio, per la consegna dei pasti, per l’assistenza domiciliare in quarantena, per un aiuto con la gestione degli animali domestici e per un supporto psicologico spesso necessario in questo periodo di difficoltà.

Inoltre si potrà chiamare anche per avere informazioni sugli spostamenti e sui servizi svolti dalla Croce rossa italiana o da altri operatori presenti sul territorio.

“in questo momento difficile per molte persone abbiamo pensato a un servizio che potesse davvero dare una mano a chi è solo e in difficoltà a causa della pandemia – ha detto l’Assessore ai Servizi alla Persona Lucia Albrizio. Il nostro desiderio è di offrire un supporto alla cittadinanza che si trova a gestire diverse difficoltà, trovando risposte semplici e precise indicazioni sull’attivazione dei servizi”.

Moonage: “E in fondo, che differenza fa?”

Moonage_ph Luca D'Amelio
Moonage_ph Luca D’Amelio

L’originale band made in Italy dal sound rock internazionale Moonage torna venerdì 4 dicembre con il primo album ufficiale “E in fondo, che differenza fa?” (Sony Music Italy).
Colorati e senza filtri, con “E in fondo, che differenza fa?” i Moonage esprimono in dieci tracce la loro grande versatilità, unita dal desiderio di ricercare un sound innovativo e personale. Un semplice obiettivo: riportare in voga il sound immortale degli anni 70’-80’, fondendolo con influenze più moderne e trattando nei testi tematiche attuali, usando un linguaggio giovane e mai banale.

Tra fiati, percussioni e chitarre frenetiche, l’album si apre con tracce energiche e dallo stile un po’ retrò come “Dimmichenesai” e “Freaks”, usciti come singoli tra ottobre e novembre. Seguono tracce dalle sonorità più moderne come “La notte se ne va” e “Come stai”, dove spiccano evidenti le influenze elettroniche. C’è anche spazio per ballad più soffuse come “Ballerina del sabato sera” e la dolce “Vivida”, nel semplice incontro tra la voce di Idra (cantante della band) e un pianoforte. “Portogallo” e “Serena” hanno il volto dei primi singoli pubblicati dalla band, mostrandone la natura originaria più legata al mondo indie-rock. Nel mezzo troviamo “NANANANANARANARA”, brano che privilegia sonorità pop con un ritornello che non esce dalla testa. Il disco si chiude con la strumentale “Tesi”, a conclusione di un percorso musicale ricchissimo, un viaggio dalla musica classica ad oggi.

Il particolare titolo dell’album gioca come una provocazione dal significato tutt’altro che scontato: un invito a godersi ogni giorno con spontaneità e istintività, abbandonandosi agli imprevisti che la vita mette sul percorso di ciascuno. Perché in fondo, se le cose non vanno come avevamo immaginato, che differenza fa?

Tracklist:

1. Dimmichenesai
2. Freaks
3. Come stai
4. La notte se ne va
5. Ballerina del sabato sera
6. NANANANANARANARA
7. Serena
8. Portogallo
9. Vivida
10. Tesi