Tumori testa-collo: dal 16 settembre a Milano, Brescia e Cremona la campagna “Tieni la Testa sul Collo. Un controllo può salvarti la vita”.

Tumori testa-collo - controllo di prevenzione
Tumori testa-collo – controllo di prevenzione

Dal 16 al 20 settembre anche in Italia la Make Sense Campaign, la Settimana Europea sui Tumori Testa-collo. Previste attività nelle piazze e visite gratuite presso numerosi Centri specialistici. La Lombardia in prima linea nella lotta ai tumori testa-collo con il numero maggiore di Centri aderenti all’iniziativa
Una giraffa con la testa ‘sopra le nuvole’, uno struzzo con la testa ‘sotto la sabbia’ e una lumaca che spia il mondo da dentro il proprio guscio. È l’istinto a nascondersi di fronte alla paura, quello che accomuna animali e uomini. È in occasione della Make Sense Campaign (16-20 settembre) che l’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) sceglie il mondo animale per rivolgere un invito forte e chiaro alla popolazione. Scendi dalle nuvole, Esci dal guscio, Non mettere la testa sotto la sabbia sono infatti i messaggi che invaderanno le piazze e i numerosi Centri specialistici dell’area Nord Ovest: Milano, Brescia, Candiolo, Torino, Aosta, Genova, Sassari, Lucca e Cremona per invitare i cittadini a non sottovalutare i tumori della testa e del collo e sottoporsi ai controlli diagnostici necessari.
“Tieni la testa sul collo. Un controllo può salvarti la vita” è il claim di questa campagna di sensibilizzazione che, giunta alla sua seconda edizione, scende in campo con numerose iniziative su tutto il territorio nazionale.
“Circa 30 Centri specialistici di tutta Italia apriranno le porte al pubblico per favorire una cultura della prevenzione e della diagnosi tempestiva nel trattamento dei tumori testa-collo – sottolinea il Prof. Valentino Valentini, Presidente AIOCC (Associazione Italiana Oncologia Cervico Cefalica). Anche a Milano, Brescia, Candiolo, Torino, Aosta, Genova, Sassari, Lucca e Cremona sarà possibile ricevere informazioni, effettuare uno screening gratuito e ricorrere, laddove richiesto, all’ausilio di uno specialista. I sintomi dei tumori della testa e del collo sono spesso insidiosi perché confusi con normali manifestazioni quali: gonfiore al collo, deglutizione dolorosa o faticosa, naso chiuso da una narice e/o sanguinamento dal naso, raucedine persistente, mal di gola e o bruciore alla lingua, lesioni orali e/o rosse o bianche nel cavo orale. In presenza – conclude il Prof. Valentini – di uno di questi sintomi che perdurano per almeno tre settimane, non bisogna perdere tempo e andare subito dal medico per un consulto: un controllo ed una diagnosi precoce possono salvare la vita”.
La campagna Make Sense è un’iniziativa promossa dalla Società Europea dei Tumori Testa Collo (European Head and Neck Society, EHNS). Con questa iniziativa, l’EHNS mira ad aumentare la consapevolezza dei sintomi legati ai tumori della testa e del collo e conseguentemente a promuovere un tempestivo ricorso al medico e una diagnosi precoce.
Anche se gli uomini hanno da due a tre volte più probabilità di sviluppare il cancro della testa e del collo, l’incidenza è in aumento nelle donne. Questo tumore è più comune nelle persone di età superiore ai 40 anni, ma c’è stato un recente aumento tra le persone più giovani2. Il 75% delle neoplasie di testa e collo sono causate da fumo e alcol1.
La veicolazione dei messaggi della campagna Tieni la testa sul collo così come la pubblicizzazione delle attività dei Centri avverrà anche online, attraverso i canali Social, in primo luogo la pagina Facebook di AIOCC.
La campagna sarà presentata ufficialmente il 17 settembre 2019, nel corso di una Tavola Rotonda con le Istituzioni e le Associazioni dei pazienti, organizzata su iniziativa della Senatrice Maria Rizzotti in collaborazione con AIOCC. L’evento, aperto ai giornalisti, si terrà presso il Senato della Repubblica.
Quest’anno l’iniziativa Tieni la testa del collo ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute e di: Associazione Italiana Laringectomizzati (AILAR Onlus), Associazione Italiana di Radioterapia ed Oncologia Clinica (A.I.R.O.), Associazione Italiana Universitaria Otorinolaringologi (AUORL) e Società Italiana di Chirurgia Maxilo – Facciale (SICMF). Inoltre, è stato richiesto il patrocinio di FIMMG, FNOMCeO e SIOeChCF.

Qui di seguito le attività presso i centri aderenti:

MILANO
Lunedì 16 e martedì 17 settembre, dalle ore 09.30 alle ore 12.30, info point presso Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione IRCCS, Via Giacomo Venezian, 1
Martedì 17, giovedì 19 e venerdì 20 settembre, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, visite gratuite fino a esaurimento posti presso Humanitas ICH IRCCS Area Medici Ovest 1, 3° Piano, Via Alessandro Manzoni, 56 – 20089 Rozzano (MI). Per prenotazioni scrivere a prenotazioniprivate.ambulatoriali@humanitas.it
Mercoledì 18 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.30, infopoint e visite gratuite presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO), Unità ORL, Via Ripamonti, 435- Per prenotazioni: https://www.ieo.it/it/SCIENCE-IN- SOCIETY/Eventi-IEO/Eventi-in-corso/Giornata- della-diagnosi-precoce-dei-tumori-testa-collo-2019
Giovedì 19 settembre, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, visite gratuite presso Ospedale San Paolo, Via Antonio Di Rudinì, 8 – Blocco B, 8° Piano (Chirurgia Maxillo-Facciale). Per prenotazioni chiamare lo 02 50319019 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30
Visite gratuite venerdì 20 settembre presso IRCCS Ospedale San Raffaele. Prenotazioni su www.hsr.it. Edificio San Michele IRCCS Unità di Otorinolaringoiatria 1°ingresso, 2 Piano, Via Olgettina 60

BRESCIA
Lunedì 16 settembre, dalle ore 09.00 alle ore 20.00, presso l’ASST Spedali Civili di Brescia sarà possibile effettuare un primo colloquio informativo presso la Clinica Odontoiatrica e successiva eventuale prima visita in Otorinolaringoiatria. 3° Piano, Scala 2, Piazzale Spedali Civili, 1. Per prenotazioni scrivere a prevenzionecarcinomatestacollo@cupbrescia.it
Martedì 24 settembre, alle ore 18.00, presso l’Aula Magna della Facoltà di Economia, giornata di informazione sull’importanza dello stile di vita nella lotta ai tumori testa-collo.
Via San Faustino, fermata metro San Faustino

AOSTA
Infopoint e distribuzione materiale informativo presso il reparto l’ORL di Aosta, Viale Ginevra 3.

TORINO
26 settembre prime visite gratuite dalle ore 11:30 alle ore 12:30 presso l’Ambulatorio ORL, Citta della Salute e della Scienza di Torino – Ospedale Molinette, Via Genova, 3
piano terra

CANDIOLO
Infopoint e distribuzione materiale presso la Head and Neck Oncology Unit FPO IRCC Candiolo Cancer Institute, Strada Provinciale 142, Km 95 – Candiolo

GENOVA
18 settembre 2019 dalle ore 08 alle ore 17 prime visite gratuite, presso Ambulatori UOC Clinica ORL, Ospedale Policlinico S. Martino- Monoblocco 1° piano ponente

SASSARI
17 e 18 settembre nelle ore tra le 15 e le 17, prime visite di valutazione presso l’Istituto di Otorinolaringoiatria – Cliniche Universitarie Stecca Bianca, Viale San Pietro Scala C I Piano 12 – Sassari

LUCCA
20 settembre infopoint e iniziativa con evento locale coinvolgendo anche gli altri reparti.
Aula “Piera Sesti” Ospedale San Luca – Lucca, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, presso UOC di Otorinolaringoiatria – Direzione Sanitaria Ospedale San Luca – Lucca

CREMONA
Mercoledì 18 settembre e venerdì 20 settembre Info Point presso ASST Cremona, Viale Concordia, 1. Possibilità di visite gratuite a partire dalle ore 11.00.

I tumori testa-collo
“Tumori della testa e del collo” è un modo di descrivere qualsiasi tipo di tumore che origini nella regione della testa o del collo, ad eccezione di occhi, cervello, orecchie ed esofago. I tumori della testa e del collo sono il settimo cancro più comune in Europa.

Per maggiori informazioni:
https://makesensecampaign.eu/it/
www.aiocc.it

Bibliografia
Make Sense Campaign Toolkit 2019 (https://makesensecampaign.eu/files/documents/Make-Sense-Campaign-Toolkit.pdf)

Congresso Internazionale di Posturologia

congresso foto
congresso foto

“Il Ministero della Salute ha istituito un tavolo tecnico di approfondimento per la necessità di arrivare a dare delle linee guida, delle linee normative nell’ambito della posturologia clinica. Questo convegno è nato anche sulla spinta di tale decisione ministeriale”. A dirlo sono i docenti universitari Raoul Saggini e Ciro Villani, che insieme hanno presieduto il Primo Congresso Internazionale di Posturologia Clinica, patrocinato dal Ministero della Salute. La “tre giorni”, ospitata presso l’Hotel Gli Dei di Pozzuoli, ha avuto come coordinatori Giorgio Asquini, Piero Galasso e Rosa Razzino. L’organizzazione è stata del Gruppo Editoriale.

E proprio con un confronto sul tavolo ministeriale, di cui fa parte anche Raoul Saggini, e sulle linee guida in posturologia clinica si è concluso domenica scorsa il congresso. “L’Italia – hanno sottolineato i due presidenti – è sicuramente una delle nazioni più all’avanguardia per lo studio della postura, che è momento necessario per la vita dell’essere umano in le età, dal bambino alla persona anziana. Oggi si sta sviluppando sempre più il bisogno di dare all’uomo la possibilità di essere più longevo possibile, ma perché ciò accada deve avere la migliore postura possibile. Il congresso, dunque, è stata una risposta a questa esigenza”.

Duecentotrenta i partecipanti provenienti da ogni parte della Penisola, cinquanta i relatori, tra questi alcuni stranieri. Più che soddisfatti gli organizzatori. “Abbiamo pensato a questo congresso – evidenzia la coordinatrice Rosa Razzino – per unire tutte le figure professionali che lavorano nel settore della riabilitazione, della fisioterapia e della posturologia. Con orgoglio ci piace sottolineare che siamo stati ripagati dalla grande partecipazione. Siamo riusciti a tenere insieme per tre giorni consecutivi più di duecento persone arrivate da ogni parte d’Italia. Abbiamo solo un rammarico, solo il 5% dei partecipanti era campano. Di questo siamo molto dispiaciuti, non solo per le relazioni che questo appuntamento ha stabilito, ma anche perché siamo riusciti a mettere insieme importanti esponenti della posturologia clinica. Abbiamo avuto, dunque, risposte forti, tranne che dal nostro territorio”.

Il congresso si era aperto con l’intervento del generale Franco Condò, consulente del Ministro della Salute. Tra i relatori, oltre ai presidenti Saggini e Villani, grande attenzione ha raccolto la lettura magistrale del professore Bernard Bricot, stimato ortopedico francese, riconosciuto a livello internazionale come tra i massimi esponenti nel campo degli studi e del trattamento terapeutico posturologico. E notevole interesse, misto anche a curiosità, ha suscitato l’intervento del responsabile dello staff medico del Napoli Alfonso De Nicola.

Lilt for Women Campagna Nastro Rosa 2016

ILTforWomen_NastroRosa2016-low
ILTforWomen_NastroRosa2016-low

LA PREVENZIONE È UN MESSAGGIO PER TUTTE NOI” è questo il claim che caratterizzerà la XXIV edizione della campagna “LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2016”, che sarà patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute, accompagnato da un hashtag dal messaggio chiaro e diretto #iofaccioprevenzione.

A gridarlo forte ad un ampio target femminile la testimonial dell’edizione 2016, Elisabetta Gregoraci, attrice, conduttrice televisiva e modella, che ha offerto gratuitamente la sua immagine e la sua opera per rendere sempre più consapevoli le donne sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. Un volto che rispecchia il percorso che la LILT ha intrapreso già nell’edizione 2015.

Il tumore alla mammella, che continua per la donna ad essere il “Big Killer n.1”, ha registrato infatti un aumento tra le giovani donne in età compresa tra i 35 ed i 50 anni di circa il 30%. Si tratta di una fascia di età esclusa dal programma di screening per ora previsto dal Sistema Sanitario Nazionale e riservato alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni.

Si stima inoltre che in Italia nel 2016 saranno oltre 50.000 i nuovi casi di cancro alla mammella. L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata pari ad oltre il 15% nell’ultimo quinquennio.

Ciò, pur considerando che la guaribilità del cancro al seno è oggi attestata intorno all’80-85%. “LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2016” si pone dunque l’importante obiettivo di intercettare e sensibilizzare – tra gli altri – anche e soprattutto un target giovane e sceglie di farlo attraverso un volto in grado di comunicare con immediatezza e freschezza.

La campagna, infatti, attraverso il claim e una chiara operazione di “call to action” resa dall’hashtag #iofaccioprevenzione, parla ad ogni donna, giovane e non, che abbia affrontato la patologia tumorale o che sia sana, che abbia un seno naturale o abbia subito un intervento di chirurgia estetica, abbiente e non abbiente, di ogni etnia, per sottolineare ancor più marcatamente che il messaggio è dedicato a tutte le donne.

Durante tutta la campagna, che interesserà l’intero mese di Ottobre, i circa 400 Spazi Prevenzione (ambulatori) delle 106 Sezioni Provinciali LILT, distribuiti su tutto il territorio nazionale, saranno a disposizione dell’utenza gratuitamente per informazioni, visite senologiche e controlli diagnostici clinico-strumentali.

A supporto della campagna “LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2016” e a disposizione della cittadinanza anche un importante servizio che LILT offre dal 2007 “Linea SOS LILT“, un numero verde nazionale con chiamata anonima e gratuita rivolta a tutti.

Un’équipe di esperti, composta da giuristi, medici e psicologi, risponde dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 15 e offre supporto per iter burocratici, informazioni medico-oncologiche e centri oncologici, supporta inoltre eventi nazionali come nel caso della Campagna Nastro Rosa in occasione del quale sarà a disposizione per informazioni e approfondimenti.

News riguardanti il “Fertility Day”

lorenzin
lorenzin

In relazione alle polemiche apparse sui media relative le accuse di razzismo rivolte al Ministero della salute per una immagine contenuta in uno degli opuscoli divulgativi sulla prevenzione della fertilità predisposti per il Fertility Day, il Ministro della salute Beatrice Lorenzin dichiara di aver già attivato il procedimento disciplinare e quello per la revoca dell’incarico dirigenziale nei confronti del responsabile della direzione generale della comunicazione istituzionale del suo Dicastero che ha curato la redazione e la diffusione del materiale informativo.

Il Ministro comunica altresì di avere dato mandato ai propri Uffici di accertare perché l’immagine visionata e vidimata dal Gabinetto non corrisponda esattamente a quella apparsa sul sito. Il Ministro ha dato disposizioni affinché l’immagine venga sostituita e ritirato l’opuscolo informativo.

 

 

 

Il Ministero della Salute invia gli ispettori a Mantova

ministero_della_salute
ministero_della_salute

In merito alle notizie diffuse attraverso gli organi d’informazione secondo le quali vi sarebbe un numero alto di decessi di pazienti, oltre la soglia di previsione del reparto di oncologia, il Ministero della Salute informa che ha inviato i propri ispettori presso l’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova.