Anlaids Onlus: novità pubblicità profilattici

spot profilattici
spot profilattici

Stop alle autorizzazioni da parte del Ministero della Salute per la pubblicità dei profilattici
MARCHINI PRESIDENTE DI ANLAIDS ONLUS: “UN ATTO IMPORTANTE MA C’E’ ANCORA MOLTO DA FARE”
“ Il provvedimento che elimina l’autorizzazione preventiva del Ministero della Salute per la pubblicità sui
preservativi era un atto dovuto e francamente arriva anche un po’ tardi” commenta Bruno Marchini,
Presidente di Anlaids Onlus. “Ringraziamo gli onorevoli Gilda Sportiello e Riccardo Magi che si sono fatti
promotori dell’iniziativa e il Viceministro Pierpaolo Sileri che ha firmato; auspichiamo che questo possa essere
uno strumento in più per svolgere le nostre attività di prevenzione, ma siamo consapevoli che ancora molto va
fatto nel nostro Paese, specialmente tra i più giovani, per fare uscire il tema della sessualità alla luce del sole.”
Gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità, relativi al 2018, indicano che, nonostante i dati delle nuove
infezioni da Hiv siano in diminuzione di circa il 20% rispetto all’anno precedente, la fascia più interessata è
quella fra i giovani adulti, tra i 25 e i 29 anni, dove l’incidenza è quasi tre volte più alta che nella popolazione
generale.
Inoltre, secondo gli ultimi dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni giorno si verificano oltre
un milione di nuovi casi di infezioni sessualmente trasmissibili (IST) in persone di età compresa tra i 15 e i 49
anni; un adolescente su 20 presenta un’infezione batterica acquisita per via sessuale.
La necessità di informare la popolazione giovanile e di fornire strumenti di conoscenza indispensabili per la
tutela della prioria salute è da sempre uno degli obiettivi di Anlaids che da anni promuove l’informazione e la
prevenzione sull’infezione da Hiv e le altre infezioni a trasmissione sessuale in ambito scolastico. Nonostante
oggi gli scenari siano cambiati rispetto all’inizio della pandemia da Hiv, dai dati statistici risulta ancora una
volta importante porre l’attenzione alla trasmissione dell’infezione da Hiv e alle IST, dando una corretta
informazione soprattutto alla popolazione giovanile. Al fine di raggiungere questi obiettivi, riteniamo utile non
solo fornire le informazioni corrette mediante la consulenza di esperti, ma coinvolgere attivamente i ragazzi
nell’opera di prevenzione e di educazione alla salute attraverso programmi specifici di informazione e
formazione dei loro pari.
Il Progetto Nazionale Scuole di Anlaids, attivo dal 2003, ha, nel 2019, raggiunto circa 80 istituti superiori e
circa 20.000 studenti in tutta Italia, è per le scuole assolutamente gratuito e non ha mai ricevuto finanziamenti
dalle Istituzioni.
“Ancora oggi, nel 2020, non sempre è facile entrare nelle scuole.– prosegue Bruno Marchini- Molti Istituti sono
ormai fidelizzati e richiedono i nostri progetti di anno in anno, ma in altre scuole incontriamo ancora molta
resistenza da parte della dirigenza scolastica e delle famiglie. Di preservativi si parla, ma non si possono
distribuire. Non ci sono programmi specifici di educazione sessuale: tutto è lasciato alla buona volontà di
insegnanti referenti e dirigenti scolastici. Il provvedimento in questione è dunque sicuramente importante, ma
molto bisognerà ancora fare per uscire da una cultura che rifiuta di parlare di sesso ai e con i giovani, molti dei
quali hanno invece le prime esperienze già nella pre adolescenza.”
ANLAIDS Onlus
Anlaids – Associazione Nazionale per la lotta contro l’Aids è stata fondata nel 1985 da un gruppo di medici,
ricercatori, giornalisti, attivisti e volontari. Eretta Ente Morale con Decreto del Presidente della Repubblica nel
1988, è iscritta al registro delle Onlus dal 1998. Suoi scopi statutari sono la prevenzione dell’infezione da Hiv e
la corretta informazione; il sostegno alla ricerca, anche sociale; la tutela dei diritti delle persone con Hiv e la
lotta allo stigma.
www.anlaidsonlus.it Facebook /Instagram/Twitter info@anlaidsonlus.it

Piccolo Teatro di Milano: anticipazione orario spettacoli

piccolo-teatro-milano
piccolo-teatro-milano-

In ottemperanza all’ordinanza emanata dal Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Lombardia, da oggi, giovedì 22 ottobre, gli spettacoli in programma il mercoledì e il venerdì sono anticipati alle ore 19.30. Sono inoltre anticipati alle ore 19.30 i concerti jazz del 26 ottobre e 2 novembre.

Agens chiede chiarimenti su distanziamento

Arrigo Giana
Arrigo Giana

Agens, Agenzia confederale dei trasposti e dei servizi, esprime perplessità in relazione alle posizioni manifestate dal Comitato Tecnico Scientifico, dal Ministero della Salute e in ultimo rispetto all’ordinanza del Ministro della Salute. Come sempre le aziende di trasporto ferroviario e su gomma si atterranno scrupolosamente a quanto previsto dalle normative. Allo stesso tempo, non si può non notare come, a questo punto, sia difficile comprendere a quale norme riferirsi. Nel corso di queste settimane le disposizioni sul distanziamento si erano progressivamente allentate coerentemente con l’andamento dei contagi. Il provvedimento di oggi sembrerebbe, nello spirito, annullare tutto quanto senza considerare che anche le Regioni hanno nel frattempo a loro volta emesso ordinanze che sono andate in senso completamente opposto. Considerando che è già consentito da settimane nel settore del trasporto aereo l’occupazione da parte dei passeggeri di tutti i posti disponibili a bordo.

I mezzi di trasporto ferroviario e di trasporto pubblico locale attuano rigidissimi protocolli di igienizzazione e sanificazione di tutti i convogli e di tutte le superfici di contatto, oltre naturalmente a mantenere l’obbligo dell’uso della mascherina.

“Oggi, di fronte alle diverse ordinanze emanate negli ultimi giorni, i gestori del trasporto non sanno a quale doversi attenere”, ha affermato il Presidente di Agens, Arrigo Giana. “Chiedo quindi formalmente al Ministero della Salute di voler chiarire quali siano le disposizioni sul distanziamento da rispettare per il trasporto pubblico”, ha concluso il Presidente di Agens.

Infine, in vista di settembre, con la riapertura delle scuole, gli operatori di trasporti e servizi di mobilità hanno bisogno di disposizioni chiare e certe per poter organizzare l’attività e informare correttamente la propria clientela.

A tal proposito, le Associazioni di categoria dei gestori di trasporti sono in attesa di ricevere le necessarie indicazioni su orari e modalità di entrata degli studenti nelle scuole da parte del Ministero dell’Istruzione e del Ministero della Salute.

Bollate: sperimentazione sierologica

test sierologici
test sierologici

Bollate città campione per l’indagine sulla sieroprevalenza dell’infezione da virus SARS-COV2 avviata da Istat e Ministero della Salute. A partire dal 25 maggio, alcuni cittadini saranno contattati per sottoporsi al test che coinvolge 150mila persone in 2.015 comuni su tutto il territorio nazionale.

Croce Rossa Italiana, Regioni e medici di base saranno mobilitati per assicurare la corretta procedura di gestione dei prelievi e il contatto dei cittadini chiamati a partecipare all’indagine.

I nominativi sono stati estratti dall’Istat a partire dai propri registri statistici al fine di assicurare la rappresentatività per genere, sei fasce di età e settore di attività lavorativa a livello nazionale e regionale. Le informazioni raccolte riguardano lo stato di salute e le condizioni socio-economiche del soggetto intervistato in relazione all’evolversi dell’emergenza sanitaria in atto.

L’obiettivo dell’indagine è capire quante persone hanno sviluppato gli anticorpi al Coronavirus, anche in assenza di sintomi. Attraverso l’indagine si otterranno informazioni necessarie per stimare le dimensioni e l’estensione dell’infezione nella popolazione e descriverne la frequenza in relazione ad alcuni fattori quali il sesso, l’età, la regione di appartenenza, l’attività economica.

Per ottenere risultati più precisi, è fondamentale che le persone, inserite nel campione casuale, diano il loro contributo: partecipare non è obbligatorio ma è un bene per se stessi e per l’intera comunità.
Seguiranno informazioni più dettagliate.

Tumori testa-collo: dal 16 settembre a Milano, Brescia e Cremona la campagna “Tieni la Testa sul Collo. Un controllo può salvarti la vita”.

Tumori testa-collo - controllo di prevenzione
Tumori testa-collo – controllo di prevenzione

Dal 16 al 20 settembre anche in Italia la Make Sense Campaign, la Settimana Europea sui Tumori Testa-collo. Previste attività nelle piazze e visite gratuite presso numerosi Centri specialistici. La Lombardia in prima linea nella lotta ai tumori testa-collo con il numero maggiore di Centri aderenti all’iniziativa
Una giraffa con la testa ‘sopra le nuvole’, uno struzzo con la testa ‘sotto la sabbia’ e una lumaca che spia il mondo da dentro il proprio guscio. È l’istinto a nascondersi di fronte alla paura, quello che accomuna animali e uomini. È in occasione della Make Sense Campaign (16-20 settembre) che l’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) sceglie il mondo animale per rivolgere un invito forte e chiaro alla popolazione. Scendi dalle nuvole, Esci dal guscio, Non mettere la testa sotto la sabbia sono infatti i messaggi che invaderanno le piazze e i numerosi Centri specialistici dell’area Nord Ovest: Milano, Brescia, Candiolo, Torino, Aosta, Genova, Sassari, Lucca e Cremona per invitare i cittadini a non sottovalutare i tumori della testa e del collo e sottoporsi ai controlli diagnostici necessari.
“Tieni la testa sul collo. Un controllo può salvarti la vita” è il claim di questa campagna di sensibilizzazione che, giunta alla sua seconda edizione, scende in campo con numerose iniziative su tutto il territorio nazionale.
“Circa 30 Centri specialistici di tutta Italia apriranno le porte al pubblico per favorire una cultura della prevenzione e della diagnosi tempestiva nel trattamento dei tumori testa-collo – sottolinea il Prof. Valentino Valentini, Presidente AIOCC (Associazione Italiana Oncologia Cervico Cefalica). Anche a Milano, Brescia, Candiolo, Torino, Aosta, Genova, Sassari, Lucca e Cremona sarà possibile ricevere informazioni, effettuare uno screening gratuito e ricorrere, laddove richiesto, all’ausilio di uno specialista. I sintomi dei tumori della testa e del collo sono spesso insidiosi perché confusi con normali manifestazioni quali: gonfiore al collo, deglutizione dolorosa o faticosa, naso chiuso da una narice e/o sanguinamento dal naso, raucedine persistente, mal di gola e o bruciore alla lingua, lesioni orali e/o rosse o bianche nel cavo orale. In presenza – conclude il Prof. Valentini – di uno di questi sintomi che perdurano per almeno tre settimane, non bisogna perdere tempo e andare subito dal medico per un consulto: un controllo ed una diagnosi precoce possono salvare la vita”.
La campagna Make Sense è un’iniziativa promossa dalla Società Europea dei Tumori Testa Collo (European Head and Neck Society, EHNS). Con questa iniziativa, l’EHNS mira ad aumentare la consapevolezza dei sintomi legati ai tumori della testa e del collo e conseguentemente a promuovere un tempestivo ricorso al medico e una diagnosi precoce.
Anche se gli uomini hanno da due a tre volte più probabilità di sviluppare il cancro della testa e del collo, l’incidenza è in aumento nelle donne. Questo tumore è più comune nelle persone di età superiore ai 40 anni, ma c’è stato un recente aumento tra le persone più giovani2. Il 75% delle neoplasie di testa e collo sono causate da fumo e alcol1.
La veicolazione dei messaggi della campagna Tieni la testa sul collo così come la pubblicizzazione delle attività dei Centri avverrà anche online, attraverso i canali Social, in primo luogo la pagina Facebook di AIOCC.
La campagna sarà presentata ufficialmente il 17 settembre 2019, nel corso di una Tavola Rotonda con le Istituzioni e le Associazioni dei pazienti, organizzata su iniziativa della Senatrice Maria Rizzotti in collaborazione con AIOCC. L’evento, aperto ai giornalisti, si terrà presso il Senato della Repubblica.
Quest’anno l’iniziativa Tieni la testa del collo ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Salute e di: Associazione Italiana Laringectomizzati (AILAR Onlus), Associazione Italiana di Radioterapia ed Oncologia Clinica (A.I.R.O.), Associazione Italiana Universitaria Otorinolaringologi (AUORL) e Società Italiana di Chirurgia Maxilo – Facciale (SICMF). Inoltre, è stato richiesto il patrocinio di FIMMG, FNOMCeO e SIOeChCF.

Qui di seguito le attività presso i centri aderenti:

MILANO
Lunedì 16 e martedì 17 settembre, dalle ore 09.30 alle ore 12.30, info point presso Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione IRCCS, Via Giacomo Venezian, 1
Martedì 17, giovedì 19 e venerdì 20 settembre, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, visite gratuite fino a esaurimento posti presso Humanitas ICH IRCCS Area Medici Ovest 1, 3° Piano, Via Alessandro Manzoni, 56 – 20089 Rozzano (MI). Per prenotazioni scrivere a prenotazioniprivate.ambulatoriali@humanitas.it
Mercoledì 18 settembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.30, infopoint e visite gratuite presso Istituto Europeo di Oncologia (IEO), Unità ORL, Via Ripamonti, 435- Per prenotazioni: https://www.ieo.it/it/SCIENCE-IN- SOCIETY/Eventi-IEO/Eventi-in-corso/Giornata- della-diagnosi-precoce-dei-tumori-testa-collo-2019
Giovedì 19 settembre, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, visite gratuite presso Ospedale San Paolo, Via Antonio Di Rudinì, 8 – Blocco B, 8° Piano (Chirurgia Maxillo-Facciale). Per prenotazioni chiamare lo 02 50319019 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30
Visite gratuite venerdì 20 settembre presso IRCCS Ospedale San Raffaele. Prenotazioni su www.hsr.it. Edificio San Michele IRCCS Unità di Otorinolaringoiatria 1°ingresso, 2 Piano, Via Olgettina 60

BRESCIA
Lunedì 16 settembre, dalle ore 09.00 alle ore 20.00, presso l’ASST Spedali Civili di Brescia sarà possibile effettuare un primo colloquio informativo presso la Clinica Odontoiatrica e successiva eventuale prima visita in Otorinolaringoiatria. 3° Piano, Scala 2, Piazzale Spedali Civili, 1. Per prenotazioni scrivere a prevenzionecarcinomatestacollo@cupbrescia.it
Martedì 24 settembre, alle ore 18.00, presso l’Aula Magna della Facoltà di Economia, giornata di informazione sull’importanza dello stile di vita nella lotta ai tumori testa-collo.
Via San Faustino, fermata metro San Faustino

AOSTA
Infopoint e distribuzione materiale informativo presso il reparto l’ORL di Aosta, Viale Ginevra 3.

TORINO
26 settembre prime visite gratuite dalle ore 11:30 alle ore 12:30 presso l’Ambulatorio ORL, Citta della Salute e della Scienza di Torino – Ospedale Molinette, Via Genova, 3
piano terra

CANDIOLO
Infopoint e distribuzione materiale presso la Head and Neck Oncology Unit FPO IRCC Candiolo Cancer Institute, Strada Provinciale 142, Km 95 – Candiolo

GENOVA
18 settembre 2019 dalle ore 08 alle ore 17 prime visite gratuite, presso Ambulatori UOC Clinica ORL, Ospedale Policlinico S. Martino- Monoblocco 1° piano ponente

SASSARI
17 e 18 settembre nelle ore tra le 15 e le 17, prime visite di valutazione presso l’Istituto di Otorinolaringoiatria – Cliniche Universitarie Stecca Bianca, Viale San Pietro Scala C I Piano 12 – Sassari

LUCCA
20 settembre infopoint e iniziativa con evento locale coinvolgendo anche gli altri reparti.
Aula “Piera Sesti” Ospedale San Luca – Lucca, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, presso UOC di Otorinolaringoiatria – Direzione Sanitaria Ospedale San Luca – Lucca

CREMONA
Mercoledì 18 settembre e venerdì 20 settembre Info Point presso ASST Cremona, Viale Concordia, 1. Possibilità di visite gratuite a partire dalle ore 11.00.

I tumori testa-collo
“Tumori della testa e del collo” è un modo di descrivere qualsiasi tipo di tumore che origini nella regione della testa o del collo, ad eccezione di occhi, cervello, orecchie ed esofago. I tumori della testa e del collo sono il settimo cancro più comune in Europa.

Per maggiori informazioni:
https://makesensecampaign.eu/it/
www.aiocc.it

Bibliografia
Make Sense Campaign Toolkit 2019 (https://makesensecampaign.eu/files/documents/Make-Sense-Campaign-Toolkit.pdf)