“Vangelo II Luka” – L’Elfo

Elfo
L’Elfo

“Vangelo II Luka” è il nuovo album de L’Elfo, disponibile dall’11 settembre in formato fisico e digitale su etichetta Polydor/Universal Music.

Anticipato da quattro singoli – “Made in Catania”, “Come Gesù”, Boogie Woogie” e “Si Cummati”- , il nuovo album, prodotto da Funkyman, contiene sedici tracce scritte da L’Elfo con la collaborazione di vari artisti della scena rap italiana quali Ensi, Cromo, Clementino, Vacca, Nerone e due giovani cantautrici (Ludovica Caniglia in “Filo Spinato” e Niah Steiner in “Gig Robot”). “Vangelo II Luka” è un progetto a cui L’Elfo lavora da tempo e l’idea del titolo nasce dal suo quaderno, una sorta di diario dove il rapper siciliano da sempre annota testi, pensieri e idee quasi fosse appunto un vangelo.

“Non sono mai molto bravo a parlare della mia musica e dei miei progetti però ho la sensazione che questo disco “Vangelo II Luka” sia il lavoro più maturo che ho fatto finora. – spiega il rapper siciliano -Ci sono molte cose che definirei diverse, sto prendendo una piega molto interessante artisticamente, spero e credo che questo disco ne sarà la prova. In questo disco ho messo tutta la mia essenza, il mio stile, sempre in evoluzione, e soprattutto il mio messaggio, che è sicuramente diverso dal 99% dei rapper/trapper mainstream di oggi”.

Tracklist dell’album
1. Come Gesù (intro)
2. Gigen ft Ensi
3. Vangelo II Luka
4. Contanti ft Cromo
5. Boogie Woogie ft Clementino
6. Dicembre
7. Sempre Lunedì (intermezzo)
8. Zar ft Vacca
9. Made In Catania
10. Filo Spinato ft Ludovica Caniglia
11. Bella Figa ft Nerone
12. Gig Robot ft Niah Steiner
13. Si Cummatti
14. Tester
15. James E Alissa
16. Panchina Fredda (outro)

Pierdavide Carone: “Forza e coraggio”

Pierdavide Carone 3_webcam ph Virginia Bettoja
Pierdavide Carone 3_webcam ph Virginia Bettoja

Da oggi, venerdì 22 maggio, è in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “FORZA E CORAGGIO!” (Artist First – https://artistfirst.lnk.to/ForzaeCoraggio), il nuovo singolo di PIERDAVIDE CARONE, che torna dopo oltre un anno dal successo del singolo “Caramelle” con i Dear Jack e festeggia 10 anni dal suo album d’esordio “Una Canzone Pop”, certificato multiplatino.

Sempre da oggi, è online al seguente link www.youtube.com/watch?v=VXynsyRKbu8 il video del brano, realizzato da Bastanimotion. Una clip intensa dedicata a tutti i medici, gli infermieri e i ricercatori impegnati nella lotta contro il Covid-19, i cui protagonisti sono alcuni operatori sanitari di Humanitas al lavoro nei reparti.

Scritto e composto da Pierdavide Carone, anche produttore del brano insieme a Marco Barusso, “FORZA E CORAGGIO!” è un inno alla resilienza che nasce dall’urgenza del cantautore di parlare di un momento di grande difficoltà che ha segnato la sua vita più recente, costringendolo ad un periodo di silenzio artistico.

L’invito del brano alla ripartenza è un messaggio che il cantautore lancia non solo a se stesso ma al Paese intero, ferito, in questo momento storico, dalla profonda crisi sanitaria, economica e sociale.

Un omaggio non solo simbolico: parte dei proventi ricavati dal singolo “FORZA E CORAGGIO!”, infatti, sarà devoluta ad Humanitas e Fondazione Humanitas per la Ricerca a sostegno del loro impegno quotidiano per la diagnosi, la cura e la ricerca contro il Covid-19.

«La mia scelta di donare questa canzone ad Humanitas – dichiara Pierdavide Carone – nasce dalla gratitudine, personale e non solo, nei confronti di una struttura che si è presa cura di me, fisicamente e psicologicamente, quando l’anno scorso non sono stato bene. E che allo stesso modo ha indirizzato mio padre verso un processo di cure che ora sta ottimizzando nella sua amata Puglia».

«Ringraziamo davvero di cuore Pierdavide per questa iniziativa che sostiene tutti i nostri medici e ricercatori in un momento molto particolare come quello che stiamo vivendo ora – spiega Walter Bruno, Direttore Comunicazione Humanitas – La musica è l’espressione artistica della comunicazione, e il titolo di questo brano, così come il suo messaggio, fotografa l’intensità delle sensazioni condivise da tutti i professionisti di Humanitas in questi mesi difficili. La forza ed il coraggio, così come la solidarietà, hanno sostenuto medici e ricercatori in prima linea in questa emergenza, ed ora in questo momento di nuovo inizio e di speranza».

Zucchero “Sugar” Fornaciari: aggiornamenti

Zucchero_Adelmo_Fornaciari
Zucchero_Adelmo_Fornaciari

Le 14 date di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI previste nei mesi di settembre e ottobre 2020 all’ARENA DI VERONA (22, 23, 24, 25, 26, 27, 29, 30 settembre e 1, 2, 3, 4, 6 e 7 ottobre 2020) non possono essere al momento confermate in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative. Le date definitive verranno comunicate quanto prima e comunque non oltre il 31 luglio 2020.

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi.
Per tutte le informazioni: www.friendsandpartners.it

Zucchero in questi mesi di lockdown è stato protagonista di importanti eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Ha, infatti, partecipato al live streaming mondiale “One world: together at home”, a sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella lotta al Covid-19, con una performance che ha ricevuto, tra gli altri, anche gli elogi del The Guardian, grazie alle lusinghiere parole del critico musicale Ben Beaumont-Thomas.

Si è fatto portavoce di un messaggio universale in occasione del 50° anniversario della Giornata Mondiale della terra, il 22 aprile, suonando per la prima volta davanti ad un Colosseo deserto, l’inedito “Canto la vita”, tratto da “Let Your Love Be Known” di Bono Vox, con il testo in italiano a firma di Zucchero e un featuring con Bono nell’inciso finale del brano.

E, ancora, ha preso parte alla manifestazione del Primo Maggio di Roma con un collegamento in diretta e un contributo musicale sulle note de “La canzone che se ne va”, singolo attualmente in rotazione radiofonica ed estratto dal suo ultimo disco di inediti “D.O.C.” e ha inviato un messaggio di speranza, che ha fatto il giro del mondo, eseguendo in una magica e desolata Piazza San Marco il brano“Amore adesso!”, adattamento della canzone “No Time For Love Like Now” di Michael Stipe e Aaron Dessner, con testo in italiano a firma di Zucchero.

Tiziano Ferro: “#IORESTOACASA MA SONO VICINO”

TizianoFerro_phGiovanniGastel
TizianoFerro_phGiovanniGastel

Tiziano Ferro ha abbracciato fin dal primo momento le regole per sconfiggere l’emergenza in atto per la diffusione del CoVid19, ma non per questo trascura la vicinanza con i fan. È di stamattina la condivisione tramite i propri social network, del messaggio affettuoso per l’Italia che gli ha inviato Robert Zemeckis, il vincitore di Oscar e regista di tante pellicole di culto e di cassetta come Chi ha Incastrato Roger Rabbit, Ritorno al Futuro, Cast Away, Forrest Gump, La Morte ti fa bella, per citarne solo alcune.

“#IORESTOACASA – dice Tiziano – ma voglio che il mio amore arrivi ugualmente a chi ne avverte il bisogno, a chi magari si sente solo e fragile in un momento del genere. Cerco di portare un messaggio di conforto, un po’ di musica che restituisca un momento di gioia alla quotidianità complicata che tutti stiamo vivendo”.

Prima la diretta Instagram con duetto insieme all’amica di vecchia data Laura Pausini, poi la sfida karaoke con le richieste dei fan per alcune belle cover (da John Legend a Renato Zero), poi la chiamata a raccolta di alcuni amici speciali che gli hanno inviato messaggi di sostegno per il suo Paese e gli Italiani: ha aperto la serie Marisol Nichols, la star della serie TV Riverdale (in Italia in onda su Sky e Infinity). seguita dalla popstar canadese di origine italiana Alessia Cara e ora da Robert Zemeckis, la cui madre Rosa è originaria di Arquata del Tronto nelle Marche.

Nei prossimi giorni sono attese altre sorprese, ma intanto Tiziano è fra i protagonisti della staffetta Musica Che Unisce, in onda martedì 31 marzo dalle 20.35 su Rai1, RayPlay, Radio2 e sui relativi canali youtube e facebook.

Alla serata di musica condivisa, che coinvolge tanti grandi artisti italiani uniti per raccogliere fondi a favore della Protezione Civile Italiana, Tiziano partecipa con un live di tre brani, interpretati dal suo studio casalingo a Los Angeles che definisce “il mio terreno di cura in questo periodo” aggiungendo di voler “dare qualche cosa a chi è in casa, attraverso la musica, e in particolare con una canzone che mi trasmette gioia ogni volta che la canto”.

Per scoprire di quale canzone si tratta non resta che aspettare qualche ora.

Milano: flash mob per la malattia di Huntington

Milano- flash mob
Milano- flash mob

Grande partecipazione al flash mob organizzato in Piazza del Duomo per chiudere gli Huntington’s Days, le giornate di consapevolezza della malattia di Huntington promosse da HUNTINGTON ONLUS.

Centinaia di persone si sono ritrovate nel centro di Milano per attirare l’attenzione sui problemi delle persone colpite dall’Huntington, una malattia genetica che causa il deterioramento delle cellule nervose per la quale non esiste una cura.

Le famiglie e i volontari di HUNTINGTON ONLUS, la rete Italiana della malattia di Huntington, hanno srotolato una riproduzione del gene lunga 70 metri mai realizzata finora.

L’Arciprete del Duomo, Monsignor Borgonovo, ha invitato i volontari a esporre lo striscione direttamente sul sagrato del Duomo per rendere più visibili le ragioni dei malati e fare proprio il messaggio di Papa Francesco rivolto nel maggio 2017 alla comunità della malattia di Huntington “mai più nascosta!”.

I partecipanti hanno poi fatto sfilare la lunga riproduzione del gene lungo la Galleria, raggiungendo Palazzo Marino e piazza della Scala, tra la curiosità dei tanti turisti e passanti presenti nel centro di Milano.

Si è unito al flash mob, a rappresentare Regione Lombardia, anche l’Assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini che ha promesso che la Regione ascolterà con grande attenzione i problemi delle famiglie che vedono la propria vita devastata da questa malattia.

Gli aderenti al flash mob si sono poi ritrovati nella sede Telethon di Milano per brindare alla conclusione degli Huntington’s Days che hanno riscosso quest’anno un grande successo, proponendo eventi di alta qualità scientifica uniti a momenti di comunicazione e sensibilizzazione.

Le giornate di consapevolezza della malattia di Huntington si sono aperte il 30 maggio con un convegno all’Accademia delle Scienze di Torino sul silenziamento genico, una sperimentazione in corso a cui i malati di Huntington e di tante malattie genetiche guardano con grande speranza.

“Vogliamo che l’Italia abbia un ruolo di primo piano nelle ricerche genetiche in corso” è una della principali richieste delle famiglie che hanno preso parte al flash mob di HUNTINGTON ONLUS.