Smog: news

polveri sottili
polveri sottili

Scattano domani, martedì 28 gennaio, le misure temporanee di 1° livello nei Comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Milano, Monza, Cremona, Pavia, Bergamo, Como, Lodi, Varese e Mantova. L’assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, commenta: “Abbiamo attivato le misure temporanee di primo livello perché le condizioni meteo per oggi non sono favorevoli alla dispersione degli inquinanti. Da domani a mercoledì si preannunciano invece condizioni atmosferiche più favorevoli alla dispersione, quindi rivaluteremo il loro mantenimento nel corso della settimana”.

L’aggiornamento dei dati relativi alla giornata di ieri ha fatto registrare il raggiungimento del 6° giorno di superamento consecutivo per la provincia di Monza, il 5° per Milano, Lodi, Cremona, Mantova e Bergamo e il 4° per Varese, Como e Pavia.
Ambiti

Le misure temporanee di primo livello riguardano il traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano, obbligo spegnimento motori in sosta), il riscaldamento domestico (limitazione all’uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore ‪alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni), l’agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all’aperto (accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio).

I dati sulla qualità dell’aria vengono esaminati ogni giorno e viene data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee. Come previsto dalle d.G.R. n. 7095 del 18 settembre 2017 e n. 712 del 30 ottobre 2018, qualora si registrassero un valore al di sotto della soglia unito a previsioni metereologiche con condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti oppure valori al di sotto della soglia per due giorni consecutivi si potrà procedere con la disattivazione delle misure temporanee.

Mantova: Food&Science Festival

mantova
mantova

Si terrà a Mantova dal 18 al 20 maggio 2018 la seconda edizione di Food&Science Festival, la manifestazione tra cibo e scienza che per tre giorni animerà la città e il centro storico con numerosi eventi dedicati ad adulti, studenti e bambini che metteranno in evidenza scienza, agricoltura, cucina.

Per il Festival, ha dichiarato Matteo Lasagna della locale Confragricultura in occasione della presentazione dell’avvenimento, che l’edizione di quest’anno sarà una circostanza in grado di soddisfare tutte le richieste del pubblico sempre più curiose e interessato in una città che si trasformerà in un luogo privilegiato per il confronto, il dibattito e il ragionamento scientifico con convegni, conferenze, laboratori per grandi e piccoli, visite guidate, assaggi, degustazioni e un particolare concerto

Quest’anno il Festival avrà un filo conduttore tematico che lega simbolicamente tutti i suoi appuntamenti cioè l’equilibrio inteso some condizione di quiete in cui si riescono a comprendere e bilanciare due o più forze contrastanti: la scienza e la società, l’agricoltura e l’ambiente, le risorse e l’economia, la tradizione e la modernità. In equilibrio anche l’approccio nei confronti fra studio del passato e scoperta del futuro come i pomodori neri (avanguardia della ricerca alimentare italiana) il mais transgenico, lo zucchero e l’alcool con i suoi effetti sull’organismo.

I numerosi appuntamenti con noti relatori si terranno in vari luoghi cittadini tra cui il Broletto, il Teatro Scientifico Bibiena, la Loggia del Grano, la Sala delle Lune e dei Nodi, piazza Mantegna, piazza Leon Battista Alberti, pazza delle Erbe, piazza Concordia, piazza Marconi, via Goito, Santa Maria della Vittoria, MAMU – Mantova Mulicentre, Cinema del Carbone. L’ingressoal Festival è gratuito (a esclusione delle proiezioni) con registrazione obbligatoria sul sito mantovafoodscience.it (c.t.)

Jamiroquai: concerto in Italia

Jamiroquai
Jamiroquai

I Jamiroquai tornano in concerto in Italia il prossimo 10 luglio a Mantova (Piazza Sordello).

I biglietti per il concerto andranno in vendita a partire dalle ore 10.00 di venerdì 15 dicembre 2017 su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

Fondata dal frontman Jay Kay nel 1992, i Jamiroquai sono i pionieri del “future funk” nonché una delle band di maggior successo di tutti i tempi. Fin dal loro album d’esordio “Emergency on Planet Earth” nel 1993, i Jamiroquai hanno completamente reinventato il suono del pop moderno, influenzando tantissimi artisti e annoverando tra i propri fan, tra gli altri, Chance the Rapper, Pharrell, Tyler the Creator e Jungle.

La band nel corso della carriera si è esibita con “mostri sacri” della musica quali Stevie Wonder e Diana Ross, che hanno contribuito a ‘consacrare’ i Jamiroquai come una delle band più rilevanti e innovatrici dei nostri giorni. Con oltre sette album che hanno raggiunto la top10 della classifica inglese (tre hanno raggiunto addirittura la #1) e un Grammy Award vinto, la band ha venduto oltre 26 milioni di dischi in tutto il mondo e ottenuto il record nel Guinnes Book of World Records per l’album funk più venduto di sempre.

“Automation” è l’ultimo disco uscito lo scorso 31 marzo a distanza di sette anni dall’ultimo lavoro discografico. Fin dai primi giorni dalla sua uscita il disco ha ricevuto il massimo supporto delle radio e catalizzato l’attenzione del pubblico. Sull’album Jay Kay ha commentato: “l’ispirazione di Automation è una sorta di riconoscimento di quanto l’intelligenza artificiale e la tecnologia abbiano accresciuto il loro ruolo nel nostro mondo oggi e di come gli uomini stanno iniziando a dimenticare le cose più piacevoli, semplici ed espressive della vita, incluse le nostre relazioni con gli altri esseri umani”.

Mantova Jazz festival

JBLEWIStrio
JBLEWIStrio

VENERDI’ 10 NOVEMBRE ALL’ARCI TOM DI MANTOVA

JAMES BRANDON LEWIS TRIO PADRINO IDEALE DELLA SEZIONE YOUNG

SABATO 10 NOVEMBRE AL LAB LUNETTA ZOE PIA E IL SUO QUARTETTO

Nel ruolo di ideale “padrino” della sezione dedicata ai musicisti sotto i trentacinque anni, sostenuta da SIAE Sillumina Bando 1 – Periferie Urbane, Mantova Jazz ha il piacere di presentare venerdì 10 novembre il trio del giovane tenorsassofonista e compositore James Brandon Lewis, tra i più creativi giovani talenti del jazz afroamericano. Nato a Buffalo, New York, nel 1983, Lewis ha raggiunto una solida maturità artistica studiando tutte le fasi della musica americana contemporanea, dal gospel alla fusion, dal rap al free jazz.

Dopo un esordio discografico ancora incerto, Lewis firma un’opera di notevole livello con Divine Travels, affiancato da grandi nomi come William Parker al basso e Gerald Cleaver alla batteria. Un disco in cui si afferma un forte rigore stilistico, con accenti che vanno da Coltrane a Redman, ma con un piglio già fortemente individuale.

Il successivo Days of FreeMan (con Jamaladeen Tacuma e Rudy Royston) sposta l’attenzione del sassofonista su un percorso volutamente autobiografico, ricordando l’adolescenza di Buffalo, a contatto con le musiche di strada e con il nascente hip-hop. Un disco anomalo e avvincente che apre la strada per il recente No Filter, che presenta il nuovo trio con Stewart e Crudup III, formazione con cui si presenterà sul palco del Mantova Jazz e che affronta una musica nuda e cruda, libera da orpelli, concentrata soltanto sull’energia e sul rapporto tra il jazz storico e le correnti più disinibite della black music.

James Brandon Lewis: sax tenore; Luke Stewart: basso elettrico; Warren Trae Crudup: batteria

Arci Tom ore 21.30 Ingresso libero con tessera Arci

Il giorno successivo, sabato 11 novembre, ci si sposta al Creative Lab Lunetta per incontrare la giovane clarinettista e compositrice Zoe Pia e il suo quartetto.

Al Mantova Jazz presenterà il suo nuovo progetto “Shardana”, che ha come punto di partenza il paesaggio sonoro della Sardegna, sua terra d’origine, attraverso registrazioni sul campo alle quali mescola il suono arcaico delle launeddas, l’elettronica, le melodie della tradizione sarda e un lavoro meticoloso di composizione e di ricerca timbrica, sull’ensemble che la accompagna. ‘Shardana’ è un coraggioso innesto di linguaggi, repertori e suoni a cavallo tra il jazz di oggi, l’improvvisazione e l’etnia.

Zoe Pia: Clarinetto, Launeddas, Live Electronics; Roberto De Nittis: Pianoforte, Rhodes, Keyboard, Toy Piano, Kalimba du Costarica; Glauco Benedetti: Basso Tuba; Sebastian Mannutza: Batteria, Violino

Ore 21.20 Creative Lab – Lunetta – Ingresso libero

Il festival prosegue con la sezione Young il 16 novembre all’Arci Virgilio con il progetto originale del soprano Gaia Mattiuzzi e del suo trio e il 18 novembre all’Arci Tom con la band padovana PCKT. L’ultimo concerto della Sezione Young si terrà il 24 novembre all’Arci Virgilio che ospiterà il quartetto della contrabbassista Rosa Brunello Y Los Fermentos, giovane realtà della scena jazz italiana.

Enrico Brignano: aggiunte nuove date alla tourné

Brignano-phmarinaalessi_light
Brignano-phmarinaalessi_light

Si aggiungono nuove date alla tournée teatrale di Enrico Brignano: il noto attore farà tappa anche a Brescia (22/02), Padova (23-24/02), Mantova (13/03), Bergamo (14/03), Varese (29/03) e Conegliano (13/04). Un lungo tour che partirà da Roma il 21 dicembre e porterà Enrico Brignano in giro per l’Italia fino ad aprile.

Il recordman torna a teatro con “ENRICOMINCIO DA ME UNPLUGGED”, scritto insieme a Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Massimiliano Giovanetti e Luciano Federico.