“Sound BoCS Diary”

Copertina - Sound Bocs Diary
Copertina – Sound Bocs Diary

È disponibile in tutte le librerie “Sound BoCS Diary” (di AA.VV a cura di Gennaro de Rosa, edito da Musica contro le mafie, anno 2021, euro 10,00) il libro di lettura aumentata realizzato dagli artisti residenti di Sound Bocs, la prima Music Farm a sfondo civile mai realizzata in Europa di Musica contro le mafie, che ha avuto luogo a Cosenza a settembre dello scorso anno.
Il diario, presentato martedì 2 marzo in diretta web/tv dallo studio televisivo allestito all’interno del Palafiori di Sanremo (GUARDA la presentazione) e acquistabile anche online sul sito di Musica contro le mafie, contiene racconti, fotografie, videoclip e brani (accessibili tramite QR Code) dei 10 artisti ospiti della residenza artistica (Cadmio, Cance, Ciarz, Gero Riggio, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, Le Cose Importanti, Massimonero, Misga, Poesia Potente e Chitarra Tonante), ispirati tutti alle tematiche e ai valori di “Musica contro le mafie”: diffusione di buone idee e buone prassi attraverso la musica (ascolta qui la playlist), impegno sociale, lotta alle mafie, cittadinanza attiva, critica.

In un momento come quello che stiamo vivendo, presentare un libro a Casa Sanremo nella settimana del Festival è stato un segnale importantissimo – dichiara Gennaro de Rosa, Presidente e Direttore Artistico di Musica contro le mafie) -. “Sound BoCS Diary” è un taccuino, un diario, in cui sono raccolti i pensieri, le sensazioni e le emozioni dei dieci giovani talenti che hanno partecipato a questa iniziativa in un luogo unico al mondo. Una raccolta attuale e piena di colori realizzata per contenere memorie, per puntualizzare anche a se stessi ciò che stava accadendo, per annotare i propri ricordi, le proprie esperienze. Imprimere in maniera indelebile appunti di vita vissuta, video, fotografie oltre al brano musicale che ognuno degli artisti ha realizzato. È il racconto di un esperimento sociale in “era Covid” che, grazie alla musica, ha puntato la massima attenzione al lato umano, lavorando sulla costruzione di quello che chiamiamo “NOI” con diversi corpi ma uguali nello spirito. Un’esperienza che ha esaltato la forza delle relazioni, quelle che vanno oltre i contatti. Credo che ripartendo da Sanremo e da una comunità attiva e coesa di artisti si debba provare a prendere spunto per creare un fronte più che mai unito per risollevare le sorti di migliaia di lavoratori dello spettacolo”.

Durante la presentazione è intervenuto lo storico, saggista ed esperto della criminalità organizzata Marcello Ravveduto, che ha curato la prefazione del libro: “parlo spesso di città della cultura responsabile, un luogo in cui il condividere diventano alimento per la speranza. L’esperienza stessa di Sound Bocs rappresenta questa idea di una città in cui si condivide l’arte e il pensiero, ma soprattutto si costruisce un’azione responsabile. Musica contro le Mafie ha disegnato un orizzonte, un progetto non retorico che nel tempo cresce, si trasforma e mette insieme i giovani, il NOI.”

“SOLO: CHITARRA E VOCE” – Nek

nek
nek

Quest’estate, NEK Filippo Neviani torna a suonare dal vivo. Saranno poche date speciali, che lo vedranno sul palco da solo, chitarra e voce, per provare a lanciare un piccolo messaggio di ripartenza per il settore della musica in difficoltà a cui, anche grazie a questi concerti, arriveranno alcuni sostegni concreti.

I compensi dell’Artista di queste date verranno infatti devoluti al fondo per i lavoratori dello spettacolo di MUSIC INNOVATION HUB, un’impresa Sociale che ha lo scopo di supportare musicisti e professionisti del settore musicale in questo momento di crisi globale.

“SOLO: CHITARRA E VOCE”: è questo il nome di questi concerti, in cui Nek sarà da solo con il suo pubblico e il suono delle corde del suo strumento, in una dimensione intima ed essenziale.

Così Nek ha annunciato queste date attraverso un post sui social: «Quest’estate dovevo fare un tour vero e proprio, ma abbiamo dovuto rimandare tutto, non c’era altra via.
Mi sono poi arrivate alcune proposte per suonare, naturalmente in condizioni diverse, e mi sono detto: “perché no?”.
Ho voluto coinvolgere Music Innovation Hub, una realtà che sta dando sostegno ai professionisti del mondo della musica attraverso un fondo dedicato, a cui darò anch’io un mio contributo, con i miei compensi di queste date.
Non sarà un tour, saranno poche occasioni speciali che mi faranno vivere il palcoscenico in una dimensione intima, semplice, essenziale.
Niente band, niente scenografie.
Vi guarderò negli occhi solo io con la mia chitarra.
Non a caso, questi appuntamenti, ho deciso di chiamarli “Solo: chitarra e voce”.
Non è facile oggi mettere in piedi dei concerti, e infatti resteranno pochi eventi, ma dove c’è la possibilità, io vado.
Oggi, poter dire di tornare a suonare sul palco per me è bellissimo. Ci vediamo in giro, se vorrete».

Questi al momento gli appuntamenti live confermati: martedì 28 luglio a PECCIOLI (PI) – ANFITEATRO FONTE MAZZOLA; giovedì 20 agosto a CASTIGLIONCELLO (LI) – CASTELLO PASQUINI; venerdì 21 agosto a FORTE DEI MARMI (LU) – VILLA BERTELLI.
Prevendite disponibili da giovedì alle ore 15.00. Per tutte le info: www.friendsandpartners.it

Da venerdì 26 giugno arriva in radio “SSSHH!!!”, il nuovo singolo di Nek estratto dal disco di inediti “IL MIO GIOCO PREFERITO – parte seconda” (distribuito da Warner Music Italy).

Sui suoi social Nek lo ha presentato così: «Ssshh!!! è una canzone che racconta del nostro tempo, quello delle parole, a volte troppe, a volte affilate come lame, che spesso dovrebbero lasciare spazio al silenzio e al contatto umano». “SSSHH!!!” è scritto da Nek, Andrea Bonomo e Luca Chiaravalli, e prodotto da Nek e Float.

Questa la tracklist dell’album, prodotto da NEK insieme a Luca Chiaravalli, Gianluigi Fazio, Float e Emiliano Fantuzzi: il primo singolo “Perdonare”, “Ssshh!!!”, “Imperfetta Così”, “Una Canzone Senza Nome”, “E Sarà Bellissimo”, “Amarsi Piano”, “Le Montagne”, “A Mani Nude”, “Allora Sì”, “E Da Qui (Family Version)”.

Produzione Cineaudiovisiva

Produzione cineaudiovisiva
Produzione cineaudiovisiva

Produzione Cineaudiovisiva

Siglato protocollo sanitario per i lavoratori, gli artisti, gli autori sul set per la ripresa in sicurezza

Le organizzazioni dei lavoratori, degli artisti, delle imprese di produzione cineaudiovisiva, degli autori hanno trovato oggi convergenza sul testo del protocollo di sicurezza per tutte le fasi della lavorazione di un’opera, dagli uffici al set.

Il documento è il risultato di un intenso lavoro di confronto ed è la sintesi delle proposte emerse dalle diverse categorie, nel solco di quanto già indicato nel protocollo sanitario condiviso il 24 aprile scorso dal Governo e dalle Parti Sociali, Associazioni dei datori di lavoro e Organizzazioni sindacali dei lavoratori, e delle norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro.

Il documento prevede in dettaglio i comportamenti, le responsabilità, le procedure da adottare, gli strumenti da utilizzare per evitare la possibilità di contagio da Covid-19 nella delicata fase di ripresa della produzione, in particolare sui set.

Il rigore e il buonsenso hanno guidato le parti nel trovare le soluzioni più adatte – alla luce delle conoscenze attuali, delle competenze specifiche per ogni reparto e delle raccomandazioni della comunità scientifica – per garantire la sicurezza nei processi di lavoro della produzione cineaudiovisiva.

Il fermo di tutti i set a marzo è stata una scelta di responsabilità di tutti gli operatori coinvolti e le regole condivise per la ripresa testimoniano la convinzione che si può lavorare in sicurezza sui set.

La salute di ogni persona è stata al centro dell’interesse di tutte le parti coinvolte, che confermano l’intenzione di tornare a lavorare subito, rimarcando la capacità del settore, in tutte le sue componenti, di concorrere alla crescita del benessere materiale e immateriale del Paese.

Il protocollo sarà ora sottoposto alle istituzioni preposte sulla base dell’attuale normativa.

 

Zelig Covid Edition

Bisio- Incontrada
Bisio- Incontrada

Siete tutti invitati a partecipare a Zelig Covid Edition, la grande maratona virtuale della comicità italiana organizzata da Zelig a sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici dello spettacolo.

Sabato 30 maggio, dalle ore 18.00 fino a notte fonda, Claudio Bisio e Vanessa Incontrada condurranno un show online sulla piattaforma digitale www.natlive.it che vedrà la partecipazione di oltre 300 artisti e autori.

Tanti nomi illustri, ma anche artisti emergenti, che contribuiranno non solo con il proprio talento e la partecipazione all’evento, ma anche attivamente alla campagna con donazioni per aiutare artisti in difficoltà, fonici, attrezzisti, datori luci… e tutte le categorie che consentono lo svolgimento di uno spettacolo o di una produzione. Insieme per tornare a sorridere!

Se anche voi volete partecipare alla raccolta, fin da ora è possibile donare al seguente IBAN IT 16 P 03075 02200 CC8500843267 (intestazione: conto dedicato Zelig Nuovo IMAIE – causale: Zelig Covid Edition) che verrà gestito, a titolo gratuito, da un Comitato di Garanzia composto da un rappresentante designato da ciascun promotore dell’iniziativa e da un rappresentante del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Tavolo metropolitano: i temi affrontati

Arianna Censi
Arianna Censi

Oggi si è tenuta in videoconferenza la riunione del Tavolo Metropolitano. La Città metropolitana di Milano e i rappresentanti delle principali categorie di portatori d’interesse presenti sul territorio (da Assolombarda ai Sindacati, da Confcommercio a Coldiretti, alle Cooperative, alle Università, al mondo dell’artigianato e il terzo settore) si sono confrontati sulla fase due dell’emergenza covid-19 con una particolare attenzione ai temi della mobilità, del lavoro e dell’economia.

Gli oltre cinquanta soggetti coinvolti hanno condiviso esperienze e informazioni per costruire un percorso condiviso che consenta all’area metropolitana milanese una ripartenza quanto più possibile graduale, ordinata e in sicurezza per tutti i cittadini.

Così ha commentato la Vicesindaca Arianna Censi: “Stiamo vivendo una situazione straordinaria a cui si può dare una risposta efficace solo attraverso l’attivazione di meccanismi di collaborazione innovativi, è questo quanto emerso nelle riflessioni e nelle proposte fatte alla riunione odierna. I temi di area vasta del trasporto, della salute e del lavoro saranno centrali nella ripartenza e dovranno necessariamente vedere il protagonismo della Città metropolitana, un Ente nato per governare la complessità. Anche nella cosiddetta fase due lo smart working rimarrà utilizzato in larga misura dalle grandi imprese e dagli Enti Pubblici con rientri graduali. La sfida che ci troveremo ad affrontare sarà implementare il livello di integrazione dei diversi mezzi di trasporto per garantire un sistema efficiente e spostamenti in sicurezza agli utenti, alle lavoratrici e ai lavoratori. Per fare ciò serviranno risorse aggiuntive per il trasporto pubblico locale, si dovranno individuare nuove aree di sosta, e sarà necessario progettare e realizzare nuove piste ciclopedonali anche di raccordo tra Comuni di prima e seconda fascia. Un ringraziamento particolare deve essere fatto a Siria Trezzi, consigliera delegata alla mobilità della Città metropolitana, e a Luca Tosi, Direttore dell’Agenzia di bacino del TPL, per il prezioso lavoro che stanno svolgendo in queste settimane difficili.”