Nazionale Mountain Bike Xco all’Elba

15-mtb-capoliveri
15-mtb-capoliveri

La Nazionale Mountain Bike XCO sceglie l’Isola d’Elba per i training camp

 

Tra i pini e i castagni secolari del Monte Perone e i percorsi dalle caratteristiche più diverse di tutta l’Elba, in questi giorni, tredici atleti azzurri, guidati dal Ct Mirko Celestino, in vista delle prossime sfide sportive, sono i protagonisti indiscussi dell’isola per le rifiniture tecniche. La squadra si allenerà sul nuovo tracciato XCO realizzato sul Monte Calamita per ospitare gli Internazionali d’Italia ad aprile.

 

Capoliveri (Isola d’Elba) Approdata all’Elba nei giorni scorsi, fino al 7 febbraio la nazionale italiana di mountain bike XCO animerà l’isola e i suoi variegati percorsi. I giovani atleti effettueranno prove tecniche su percorsi stradali, off road e allenamenti completi in vista delle future importanti prove agonistiche.

Accompagnati dal commissario tecnico, Mirko Celestino, che si avvarrà della collaborazione tecnica di Enrico Martello, Guido Camozzi, Stefano Brusco, Claudio Conte, Mauro Favret e Luca Musella, gli azzurri convocati sono: Martina Berta, Daniele Braidot, Luca Braidot, Nadir Colledani, Andrea Colombo, Giorgia Marchet, Nicholas Pettinà, Greta Seiwald, Mirko Tabacchi, Marika Tovo, Andreas Emanuele Vittone e Juri Zanotti.

Gli atleti si alleneranno sul nuovo tracciato XCO realizzato sul Monte Calamita per ospitare la prova degli Internazionali d’Italia ad aprile e in altre zone a discrezione delle scelte operate dal commissario tecnico.

Anche nel 2021 abbiamo deciso di affrontare il primo stage all’Elba perché è un paradiso per la mountain bike. I ragazzi già nel 2020 ne erano rimasti entusiasti per location, clima e percorsi – commenta Mirko Celestino – “Quest’anno c’è anche un motivo in più. L’allestimento del percorso XCO per la prova degli Internazionali d’Italia darà nuove motivazioni ai ragazzi che potranno allenarsi su questo tracciato spettacolare, con fondo insidioso, che bisogna conoscere molto bene. Saremo i primi in assoluto a testare il nuovo percorso e nell’occasione potremo dare informazioni agli organizzatori per eventuali modifiche o migliorie. Saranno sicuramente 10 giorni bellissimi e redditizi per gli atleti.

La squadra è ospitata dalla Gestione Associata per il Turismo all’Elba, in collaborazione con la Capoliveri Bike Park. “Il ritiro della nazionale certifica la vocazione ciclistica della nostra Isola, scenario paradisiaco per tutte le discipline delle ruote grasse.” – spiega Niccolò Censi, coordinatore della Gestione Associata Turismo dell’Isola d’Elba – “Il 2021 sarà l’anno della consacrazione attraverso un ricco calendario di eventi sportivi che si apre ad aprile con gli Internazionali di cross country e si chiuderà ad ottobre con il mondiale Marathon.

L’Elba si sta dunque avvicinando ai mondiali UCI MTB Marathon 2021, in programma il prossimo 2 ottobre, diventando sempre più un punto di riferimento internazionale per professionisti e appassionati. Tra maggio e ottobre, si organizzeranno una serie di eventi dedicati al mondo dei bikers. L’isola ospiterà una serie di giornate formative e di training rivolte agli amanti dello sport outdoor, oltre ad esibizioni ed eventi in cui saranno presentate le varie innovazioni sportive.

Scopri di più sull’Isola d’Elba su  www.visitelba.info, blog.visitelba.info e elbasmartexploring.com

Segui Visit Elba su Facebook, Instagram e Twitter @visitelbait

 

Visitare Capo Sant’Andrea “fuori stagione”

image

Capo Sant’Andrea, 5 buoni motivi per visitarlo “fuori stagione”

Esplorare la zona nord occidentale dell’Isola d’Elba nel periodo autunnale conduce in un’atmosfera suggestiva fatta di colori che tappezzano il panorama di turchese, giallo e rosso, di profumi degli ultimi tagli di fieno, di aromi di uva pigiata e d’immersioni tra le sue bellezze storiche e culturali.

Capo Sant’Andrea è famoso per le sue cote piane, la spiaggia e per il suo mare. Luogo amatissimo per le vacanze estive, questa località incastonata tra Marciana e Marina di Campo, si presta a weekend di relax, cultura e divertimento anche durante gli altri mesi dell’anno. Il caldo estivo si protrae sino ad ottobre inoltrato, e i mesi di novembre e dicembre sono molto più caldi rispetto allo stivale. L’autunno caldo di ottobre invita ancora a tuffarsi per un bagno sulla costa selvaggia o in calette segrete raggiungibili solo in barca, mentre l’inverno – generalmente mite – offre una grande varietà di passeggiate nella natura per contemplare da vicino la meraviglia del Monte Capanne ammantato di neve o i panorami sulla Corsica decorata di bianco che emerge all’orizzonte. Le attività disponibili nel periodo di bassa stagione, sorprendono il visitatore sia per la varietà sia per la qualità delle esperienze.

Millenni di vicende e di popoli che si sono succeduti hanno lasciato inestimabili testimonianze sul suolo di questa parte dell’Isola d’Elba. Autunno e inverno sono stagioni ideali per conoscere la storia di questi luoghi. Percorrendo, ad esempio, il sentiero verso il Monte Capanne fino all’antica strada lastricata che raggiunge il Santuario della Madonna del Monte, si respirerà una parte del suggestivo lascito dell’importante presenza di Napoleone sull’Isola. Qui, infatti, si trova l’Eremo della Madonna del Monte, ed è a questa Madonna che Napoleone si recò a domandare protezione per colei che una volta chiamava “la mia sposa polacca”. Dirigendosi verso la spiaggia di Cotoncello emerge, invece, il passato Etrusco dell’Isola. Qui è possibile ammirare i celebri schiumuli di ferro, testimonianza della metallurgia etrusca, ovvero dei forni usati dagli Etruschi per la riduzione del ferro, metallo che ha rappresentato una delle risorse principali dell’Isola d’Elba, portandola al centro delle rotte mediterranee.

In Autunno, i profumi del sottobosco richiamano gli appassionati in cerca di funghi e castagne. La generosa macchia regala porcini, ovuli, gallastruzzi, pinaioli, lecciotti e moltissime altre qualità di funghi, per un totale di oltre 200 specie. Gli appassionati non avranno che l’imbarazzo della scelta, a partire dai numerosi sentieri disponibili che conducono verso una moltitudine di microcosmi basati su delicati equilibri, contemplando scorci panoramici di grande effetto. Incamminandosi sul versante Nord del massiccio del Monte Capanne, tra i boschi di lecci, sarà possibile incontrare sia innumerevoli tipologie di funghi – tra cui il più ricercato è sicuramente il porcino nero – sia una folta macchia di castagni che regala meravigliosi marroni.

La tradizione vitivinicola dell’Isola d’Elba affonda le sue origini nell’antico Impero Romano e arriva fino ai giorni nostri. Le sue fertili terre hanno nutrito vitigni dalle caratteristiche uniche in virtù delle sue peculiari qualità climatiche e ambientali. Le strutture alberghiere di Capo Sant’Andrea propongono ai propri ospiti visite guidate che percorrono le cosiddette “strade del vino” elbane, apprezzando la tradizione enologica del luogo tra passiti, bianchi da uva Ansonica, rossi e rosati, ma anche addentrandosi in antichi vigneti, cantine, vinsantaie e frantoi e molte altre attrattive naturalistiche, culturali e storiche.

I viaggiatori più sportivi possono invece scegliere di intraprendere emozionanti escursioni in kayak, solcare le acque turchesi nel silenzio e nella pace di una natura magnifica ed instaurando un contatto intimo e personale con l’ambiente circostante. Percorrendo l’itinerario che da Capo Sant’Andrea conduce a Marciana Marina sarà possibile imbattersi in uno scenario mozzafiato composto da calette raggiungibili solo via mare e rocce scoscese. Scegliendo invece il percorso a ovest di Capo Sant’Andrea, verso il faro di Punta Polveraia, nelle giornate più serene si può ammirare la Corsica e, a volte, la sorpresa di poter vedere tra lo specchio d’acqua cristallino qualche resto di antiche navi appartenenti ad altre epoche, qui affondate con i loro preziosi carichi. Per coloro che non praticano kayak, sono disponibili svariate escursioni in barca, perlustrando calette, golfi e le isole vicino, in particolare Pianosa. Da quest’isola dai colori tropicali, è possibile intravedere le montagne Corse e a dominarla vi è il Forte Teglia, costruito da Napoleone Bonaparte come punto di vedetta.

La macchia mediterranea e gli scorci costieri di Capo Sant’Andrea sono luoghi privilegiati in cui ritrovare il giusto equilibrio. Qui il concetto di wellness non passa solo dai trattamenti disponibili ma anche da una natura con una vocazione innata al benessere interiore. Le strutture si fondono armoniosamente con l’ambiente circostante e sono spesso impreziosite da delicati ruscelli o affacci mozzafiato sulla costa. Nell’entroterra, minerali e macchia mediterranea si uniscono in un mix unico di profumi e panorami che ristorano lo spirito e il corpo. Le scogliere di Sant’Andrea offrono, inoltre, svariati spunti per ritrovare equilibrio: una passeggiata lungo questi giganti di granito lambiti dal mare cristallino o una sessione di yoga all’alba, rappresentano un saluto al sole indimenticabile.

Capo Sant’Andrea – piano di destinazione turistica

Il progetto di destination marketing “Capo Sant’Andrea” – nato da un’intuizione di Maurizio Testa, docente di marketing turistico, formatore, autore di numerosi libri di marketing e albergatore di lungo corso nel proprio boutique hotel di Capo Sant’Andrea – si compone di esperti operatori elbani affiancati da partner di comunicazione e sviluppo business internazionali. La presenza di esperti locali e originari del territorio conferisce al progetto una serie di valori aggiunti – profonda conoscenza del territorio, spirito di appartenenza, spirito coeso tra i professionisti – assicurando alla destinazione un processo di sviluppo strategico mirato, coerente ed efficace.

Paola Dongu

Festival Giorgio Gaber

Festival Giorgio Gaber
Festival Giorgio Gaber

Dal 12 al 16 luglio

L’Isola d’Elba e il Signor G 5 imperdibili appuntamenti

Un Festival nel Festival a Marciana Marina con Paolo Cevoli, la Compagnia I Tappezzieri, Giobbe Covatta, Paolo Rossi, Enrico Bertolino.
Da mercoledì 12 a domenica 16 luglio, il Festival Gaber, la manifestazione itinerante in programma in 8 Comuni della Toscana che proseguirà fino al 1 agosto, si trasferisce anche quest’anno nella splendida cornice dell’Isola D’Elba dopo lo straordinario successo della prima edizione. Sarà ancora la città di Marciana Marina ad ospitare 5 importanti appuntamenti che si svolgeranno in Piazza della Chiesa alle ore 21:45. Il primo artista ad inaugurare il mini festival sull’Isola mercoledì 12, sarà Paolo Cevoli, che, dopo una breve introduzione di Paolo Dal Bon, Presidente della Fondazione Gaber, con il quale commenterà alcuni importanti filmati della carriera del Signor G., intratterrà la platea con l’irriverenza che da sempre caratterizza la sua comicità, portando in scena i suoi più noti personaggi. Giovedì si svolgerà l’incontro – spettacolo “L’Isola d’ Elba e Giorgio Gaber”, e sarà il turno della compagnia teatrale dell’Isola d’Elba “I Tappezzieri”. Il gruppo, diretto dal regista Paolo Ferruzzi, si esibirà in un reading delle opere più rappresentative della produzione gaberiana e rifletterà sul valore del teatro canzone, con il supporto di contributi audiovisivi.

Venerdì sarà la volta dell’attore Giobbe Covatta. Il comico e attore partenopeo, dopo l’introduzione di Paolo Dal Bon, Presidente della Fondazione Gaber, sarà protagonista di una imperdibile esibizione, in cui omaggerà personalmente Giorgio Gaber con un video prezioso e inedito a lui dedicato. Sabato sarà la volta del comico Paolo Rossi con il suo “L’improvvisatore 2”, lo spettacolo che deriva dalla precedente performance dal medesimo titolo e che, per volontà dello stesso artista, vedrà un gran coinvolgimento di pubblico. Domenica 16 la kermesse elbana si concluderà con l’incontro – spettacolo con Enrico Bertolino, che incalzato da Paolo Dal Bon, si racconterà al pubblico commentando alcuni dei filmati più importanti della carriera gaberiana, intrattenendo la platea con il suo humor sottile e intelligente. L’ingresso è LIBERO. Le informazioni sullo svolgimento del Festival e i relativi aggiornamenti saranno disponibilisul sito internetufficiale della FONDAZIONE GIORGIO GABER, www.giorgiogaber.it

Stefano Signoroni: live all’Isola d’Elba e a Torino

Stefano Signoroni
Stefano Signoroni

Continuano gli appuntamenti live del cantante e musicista STEFANO SIGNORONI, che sta girando la penisola italiana per presentare il suo disco “GOOD TIMES”, prima del tour autunnale che lo vedrà esibirsi sui migliori palchi europei: il 23 luglio sarà all’HOTEL HERMITAGE di Biodola (Isola d’Elba) per una serata di gala e il 4 agosto al club CACAO TORINO di Torino.

È in rotazione radiofonica “STAI LONTANA DA ME (Tower of Strength)”, primo singolo estratto dal disco “GOOD TIMES”.

“STAI LONTANA DA ME (Tower of Strength)”, prodotto da Nicolò Fragile, è un brano di Burt Bacharach del 1961; il testo è del celebre Mogol che scrisse la versione in italiano per Adriano Celentano, che lo reinterpretò l’anno successivo.

“Il brano “STAI LONTANA DA ME (Tower of Strength)” parla di una storia d’amore finita – racconta Stefano Signoroni – di quando si reagisce con orgoglio ad una situazione di rottura sentimentale e si sceglie la lontananza. Nel video abbiamo scelto di rappresentare proprio questa lontananza con l’alternanza di immagini evocative di momenti belli ma passati con quelle di scene in cui ci si ritrova soli e distanti. Protagonista femminile del video è Melissa Greta Marchetto (dal cast di “Quelli Che Il Calcio”, ndr) mentre a fare da filo conduttore con una nota di ironia sono gli MC, la band che mi accompagna sempre sul palco con la direzione artistica di Flavio Scopaz, ideali narratori di questa storia!”

www.stefanosignoroni.com – www.youtube.com/user/stefanosignoroni
www.facebook.com/stefanosignoroniofficialpage/ – www.twitter.com/signoroni