Le pillole letterarie di Gioele Dix: Italo Calvino

Gioele Dix Laila Pozzo-
Gioele Dix Laila Pozzo-

Intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, Italo Calvino è stato uno dei narratori italiani più importanti del secondo Novecento. Nel 1972 pubblicò “Le città invisibili” nel quale ipotizzava un dialogo tra Marco Polo e l’imperatore dei Tartari Kublai Khan, che interrogava l’esploratore sulle città del suo immenso impero.

Ne uscirono cinquantacinque racconti: descrizioni estetiche e allegoriche di alcune città di fantasia, per la maggior parte surreali. Gioele Dix in questo appuntamento letterario propone al suo pubblico: “Isidora”, “Bauci” e “Sofronia”.
“Se c’è una cosa che mi manca in questo periodo è la possibilità di viaggiare, spostarsi, conoscere posti nuovi… e non solo immaginarli! Per fortuna ci sono i libri, per fortuna c’è stato uno scrittore come Italo Calvino che con la penna ha compiuto prodigi trasportandoci altrove, con leggerezza. Oggi vi portò con me in giro per “Le città invisibili” …Buon viaggio!”
Gioele Dix

Nuova pillola letteraria di Gioele Dix dedicata a Dino Buzzati

Proseguono gli appuntamenti letterari sulle pagine social di Gioele Dix che questa volta si dedica a uno dei racconti di Dino Buzzati “La ragazza che precipita”. Online da oggi sui suoi canali ufficiali.

Dino Buzzati, scrittore e giornalista, nato nel 1906, è stato autore di un grande numero di romanzi e racconti surreali e viene considerato uno dei più grandi scrittori fantastici del Novecento italiano.

Il mondo di Buzzati è un mondo magico, misterioso emolto attraente che porta il lettore al termine della lettura con il fiato sospeso, nell’attesa di conoscere quell’unica verità che capovolge tutto ciò che fino a quel momento sembrava essere vero. In particolare nei suoi racconti, che muovono per lo più da episodi tratti dalla quotidianità, improvvisamente la trama prende vita; l’atmosfera diviene surreale e in un attimo accade l’incredibile. Gioele Dix, da sempre attratto dalla prosa eccelsa e sopraffina dello scrittore, propone al proprio pubblico “La ragazza che precipita” tratto da La Boutique del Mistero.

“Voglio dedicare idealmente questo racconto a molte donne che conosco e anche ad altre che non conosco, ma che forse hanno quello stesso approccio alla vita. E in particolare lo dedico alla mia mamma perché in lei ci ho visto quello stesso spirito, quella stessa voglia di divorare la vita che appartiene alla protagonista di questa storia, la ragazza che precipita.” Gioele Dix

Le pillole letterarie di Gioele Dix sono diventate un appuntamento fisso per i fan dell’artista che ogni settimana lo seguono sui suoi social commentato e condividendo gli autori proposti. Le migliaia di visualizzazioni, condivisioni e commenti degli utenti lasciano intuire che, in questo periodo di quarantena, il pubblico apprezzi molto gli spunti letterari proposti. Dopo la Peste del Manzoni, le poesie di Wislawa Szymborska e la favola “Il paese senza punta” di Gianni Rodari, è la volta della prosa fantastica e surreale di Dino Buzzati.

Gioele Dix dà appuntamento a chi lo volesse seguire, sui suoi canali ufficiali. #iorestoacasa

 

Online le pillole letterarie di Gioele Dix

gioele dix
gioele dix

Sull’onda del successo social del suo storico monologo “Il finestrino del treno” che ha superato 3.000.000 di visualizzazioni solo su FB, Gioele Dix propone sui propri canali ufficiali, a partire da oggi, una serie di appuntamenti con la letteratura.

Il primo appuntamento è dedicato ai Promessi Sposi, e in particolare al capitolo XXXI, nel quale Alessandro Manzoni ricostruisce con straordinaria vivezza la peste del 1630.

Pagine ricche di racconti e di riflessioni che ci paiono di toccante attualità. Seguiranno, nelle prossime settimane, appuntamenti con altri autori italiani e stranieri, comici e non.

Le clip messe on line saranno interpretazioni inedite e personali delle pagine più amate dall’artista che già da tempo non fa mistero della sua passione per la letteratura.

Grande riscontro infatti aveva avuto il suo libro del 2018 “Dix Librix, La mia storia sentimentale della letteratura” e i Giovedix letterari al Teatro Franco Parenti di Milano sono stati per anni un appuntamento affollato e accolto calorosamente dal pubblico.

Numerose sono state le partecipazioni di Gioele Dix ai festival letterari più importanti come il “Festival della letteratura di Mantova” e “Tempo di Libri” a Milano.

Premettendo a tutti che in questo periodo di quarantena è importante stare a casa, Gioele Dix coglie l’occasione di condividere con il pubblico che lo segue le proprie passioni letterarie e dà appuntamento sui suoi canali ufficiali.

Gioele Dix “Vorrei essere figlio di un uomo felice”

GioeleDix
GioeleDix

Dopo aver conquistato pubblico e critica in due anni di ininterrotta tournée, arriva finalmente a Roma “Vorrei essere figlio di un uomo felice”, spettacolo di e con Gioele Dix che sarà in scena alla Sala Umberto dal 2 al 5 aprile 2020.

Prendendo spunto dalla potente e simbolica vicenda di Telemaco, figlio di Ulisse, Gioele Dix costruisce uno spettacolo di grande spessore teatrale, in bilico costante fra suggestioni letterarie e irruzioni nel quotidiano.

In “Vorrei essere figlio di un uomo felice” Gioele Dix, alla maniera dell’ineffabile Penelope, tesse e disfa la tela dei suoi ragionamenti e pensieri in una riuscita contaminazione fra alto e basso, che è diventata negli anni la sua inconfondibile cifra stilistica.

Con la sua affilata ironia, pescando sia dagli autori più amati (Paul Auster, Milan Kundera, il poeta greco contemporaneo GhiannisRitsos) che da molti ricordi personali, Gioele Dix disegna un ritratto commosso, a tratti esilarante, di padri e figli e dei loro complicati, controversi, zoppicanti rapporti d’affetto e d’amore.

“Vorrei essere figlio di un uomo felice” confessa Telemaco, figlio dell’eroe omerico, nel primo canto dell’Odissea. Parole che rivelano quanto sia consapevole del legame indissolubile fra il proprio destino e quello del padre. Ed è sempre stato così per tutti, o quasi.

Il giovane principe di Itaca è dunque l’emblema dei tanti figli ai quali è toccato fare i conti, nel bene e nel male, con un’impegnativa eredità.
Ispirato dalla dea Atena, Telemaco parte per un viaggio alla ricerca dell’eroico padre Odisseo, del quale ha atteso fin dalla nascita il ritorno perché lo guidasse e lo proteggesse.

Dopo un lungo peregrinare, al sedicesimo canto i due finalmente si ricongiungeranno e il loro incontro si consumerà fra le lacrime. Un tenero abbraccio che spazzerà via nuvole e incomprensioni.

Teatro alla Scala: Gioele Dix presenta l’Ensemble Barocco, 24/11

Gioele Dix
Gioele Dix

Concerto per bambini Ensemble Barocco con la partecipazione di Gioele Dix. Un narratore d’eccezione, Gioele Dix, per un concerto-spettacolo che porterà i piccoli in viaggio nelle atmosfere del diciassettesimo secolo.

Domenica 24 novembre alle ore 16, il ciclo “Grandi concerti per i bambini” vede sul palco del Teatro alla Scala l’Ensemble Barocco, composta da archi, tromba e clavicembalo. Il programma si apre con il Concerto per archi in sol minore di Francesco Durante e prosegue con “Un pensiero nemico di pace”, aria tratta dall’oratorio di Haendel “Il trionfo del tempo e del disinganno”. E ancora, musiche di Torelli, Vivaldi (arie da Farnace e da Griselda) e di Baldassarre Galuppi.

Le arie saranno eseguite dal mezzosoprano Anna Doris Capitelli.

Prezzi: adulti, platea e palchi 18/12 euro. Gall. 12/6 euro. Under 18, euro 1

Mezzosoprano Anna-Doris Capitelli con la partecipazione di Gioele Dix.

Programma:

Musiche di Durante, Porpora, Händel, Torelli, Caldara, Vivaldi, Galuppi

Teatro alla Scala,  Via Filodrammatici 2

24/11/2019 alle ore 16:00

Per info: http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2019-2020/giovani/concerti-per-bambini/ensemble-barocco.html

**** Ricordo che  dal 26 novembre al 1 dicembre Gioele Dix sarà in scena con il suo spettacolo “Vorrei essere figlio di un uomo felice” al Teatro Franco Parenti.