Castello di Cordovado – Omaggio alle rose

Cordovado
Cordovado

Sabato 14 e domenica 15 maggio torna “L’omaggio alle rose” al Castello di Cordovado (PN): si tratta della quarta edizione della festa biennale che celebra uno dei fiori più conosciuti ed amati, adesso e nel passato.
L’edizione 2016 è dedicata alle rose dell’impero celeste che, coltivate in Cina, arrivarono in Europa alla fine del 1700 attraverso le navi di trasporto del thè che partivano l’India.

In Cina la coltivazione delle rose ha radici antichissime, si dice che già ai tempi di Confucio (551 a.C. – 479 a.C.) ci fossero migliaia di volumi che parlavano di questi fiori.
Caratterizzate da colori particolari come il giallo e varie tonalità di rosso, le rose cinesi fioriscono continuamente da aprile a novembre a differenza di quelle originarie europee che fioriscono una volta all’anno: ecco perché le rose cinesi furono utilizzate nel tempo dai più importanti ibridatori per creare le varietà di rose moderne.

Nella giornata di sabato Eleonora Garlant, appassionata cultrice di rose, racconterà tutto quello che c’è da sapere su queste particolari e antichissime varietà di rosacee, Federica Gasparet, esperta di cultura cinese, illustrerà le meraviglie dei giardini cinesi, veri e propri paesaggi in miniatura mentre Silvye Malfarà presenterà “Se son rose”, la linea cosmetica ispirata proprio ai giardini di Cordovado.

Domenica interverrà una delle più celebri collezioniste di rose, Isabella Ducrot, che racconterà la propria esperienza e i suoi viaggi a “caccia” delle varietà più rare.
Per l’occasione interverrà anche Carlo Triarico, presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica che parlerà de “La Terra, giardino globale”. Sempre domenica sarà presentato anche il labirinto di rose damascene oleolifere che è stato piantato a novembre scorso all’interno del parco.

Il programma completo è disponibile sul sito www.castellodicordovado.com. La manifestazione è organizzata con il supporto del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia: inizia alle 10 di mattina e dura fino al tramonto, il biglietto di ingresso costa 10 euro, gratis per i bambini fino a 12 anni.

Castello di Cordovado
Piccolomini – Via castello 3
33075 Cordovado (PN)

 

 

 

Lonato del Garda – Mostra fiori veri e di carta

Lonato - Fiori nella Rocca
Lonato – Fiori nella Rocca

A Lonato del Garda in provincia di  Brescia, cittadina incantevole adagiata fra le colline moreniche che fanno da corona al lago di Garda  e che custodisce bellezze architettoniche quali la Basilica settecentesca e la cinquecentesca Torre Maestra, si terrà venerdì 8 e domenica 10 aprile nella Rocca viscontea-veneta la  mostra “Floreali inganni”, manifestazione dedicata alle piante rare e al giardinaggio. Sarà l’occasione per ammirare gli straordinari bouquet e fantasiose composizioni di fiori veri mescolati con fiori di carta talmente belli e realistici da sembrare veri.

A firmare le stupende creazioni sarà Giusy Ferrari Cielo, nota insegnante e giudice internazionale dell’Istituto Italiano Floreale Amatori I.I.D.F.A. di Sanremo che da anni idea le inconsuete e raffinate mostre che costituiscono uno degli elementi di attrazione di questa mostra mercato primaverile annoverata fra le manifestazioni florovivaistiche più interessanti e di qualità della penisola.

La formula che rende unica “Fiori nella Rocca”  è quella di offrire ai visitatori la possibilità di coltivare la loro passione per il verde e il giardinaggio e contemporaneamente di visitare una delle principali e più imponenti fortificazioni del Nord Italia e partecipare a incontri, corsi e varie attività per intrattenere e divertire anche i bambini.

Simbolo di Lonato e Monumento Nazionale dal 1912 è la Rocca (lodata per la sua imponenza e posizione strategica anche da Napoleone Bonaparte), che accoglierà fra le sue mura i più importanti coltivatori e ricercatori di essenze rare, tra cui i più noti produttori di erbacee perenni,  rose, peonie, piante aromatiche, medicinali e orticole particolari, agrumi, ulivi e palmizi, pelargoni a foglia profumata, imperiali e miniatura, iris, lavande, clematis, piante acquatiche, piante grasse, tillandsie, frutti antichi e piante forestali: a selezionare queste piantagioni sono il Garden Club Brescia e la Fondazione Ugo Da Como che hanno ideato otto anni fa questa rassegna divenuta in seguito  uno dei principali appuntamenti del settore.  Inoltre gli artigiani presenti non mancheranno di dimostrare  nei loro gazebo raffinati oggetti e decorazioni per il giardino.

Non mancherà l’Hortus Conclusus, area riservata ai bambini con giochi, letture, animazioni e laboratori con la preparazione dei fiorigami e un suggestivo angolo caffetteria e un ristorante a buffet;  a contorno della rassegna ci sarà anche  NATURALIA ET MIRABILIA, composizioni floreali per le stanze della nostra casa (lezioni gratuite di composizione floreale tenute da Nibel Atelier), la presentazione di raffinati volumi dedicati al giardinaggio, mini-corsi legati al verde.

Durante “Fiori nella Rocca” sarà possibile visitare l’antico borgo di Lonato attraverso un percorso multicolore e profumato che dal centro storico porta sino alla dimora che fu abitata dal Senatore Ugo Da Como, ora parte del patrimonio della sua Fondazione. Una straordinaria casa-museo composta da 20 ambienti completamente arredati, in cui sono esposte collezioni di dipinti, maioliche e porcellane.  Da non perdere  una puntatina alla sua magnifica Biblioteca che custodisce circa 50.000 volumi tra cui importanti codici miniati, autografi e libri antichi illustrati.

Orario:  9-18  == Informazioni: tel. 030.913.00.60 – Ingresso: Euro 5,00 – Bambini fino a 12 anni gratis – La visita guidata alla Casa-museo di Ugo Da Como prevede un supplemento di Euro 3,00 – Giornata speciale Garden, Euro 20 (riservato ai soci Garden Club 9-18  ==

Come arrivare: In auto: Autostrada A4 Milano-Venezia – uscita Desenzano del Garda – 4 Km in direzione Lonato – In treno: linea Milano-Venezia – stazione di Lonato oppure da Desenzano del Garda-Sirmione, proseguendo in pullman fino a Lonato.

(Carlo Torriani)

Salotto a Teatro: Serena Autieri riceve il Premio PulciNellaMente

Serena Autieri ospite de Il Salotto a Teatro teatro
Una Serena Autieri disinvolta e autentica, solare, così come ha dimostrato di essere anche sulla scena nel suo one woman show “La Sciantosa”, si è presentata al pubblico dei suoi estimatori dialogando nel Salotto a Teatro con la giornalista Maria Beatrice Crisci.

Nel consueto incontro del sabato pomeriggio con i protagonisti del weekend teatrale la brava attrice e cantante napoletana si è intrattenuta sul palcoscenico del Comunale di Caserta a conversare con la conduttrice e con i numerosi appassionati di spettacolo accorsi per l’appuntamento.

Anche nell’occasione Serena Autieri ha messo in luce tutte le sue qualità umane, la sua naturalezza, il suo amore per la professione, concedendo anche battute lusinghiere sulla stessa città di Caserta, da lei profondamente amata per le testimonianze monumentali e per il calore che i cittadini hanno sempre mostrato nei suoi riguardi.
E Terra di Lavoro ha saputo cogliere l’affetto di una protagonista dello star system nazionale tributandole anche una serie di riconoscimenti. Il primo è stato il Premio PulciNellaMente, consegnatole dal direttore della rassegna di teatro scuola Elpidio Iorio.

La statuina è un’artistica riproduzione in terracotta del Maccus, la celebre maschera delle Fabulae Atellanae, riprodotta da Roberto Di Carlo. Il direttore Elpidio Iorio ha anche consegnato all’artista partenopea una speciale penna ideata per PulciNellaMente dai fratelli Antonio e Mario Esposito della prestigiosa azienda Marlen, con sede in Sant’Arpino.

A una Serena Autieri che nel suo recital “La Sciantosa” interpreta magistralmente un classico della canzone napoletana come “Guapparia” non poteva esserci dono più calzante che una bottiglia di Guappa, l’unico liquore con latte di bufala campana prodotto dall’Antica Distilleria Petrone di Mondragone. Raffinatissimo il packaging della confezione che custodisce questa eccellenza del territorio casertano. A consegnarlo nelle mani di Serena Autieri il titolare stesso della rinomata azienda, Andrea Petrone.

Ma gli omaggi a Serena Autieri non si sono fermati qui. Per lei anche una grande polacca, il tipico dolce aversano concorrente diretto del cornetto. E poi fiori, tanti fiori, offerti anche dai giovanissimi presenti.
In sala, tra il pubblico, molti allievi del laboratorio teatrale permanente della compagnia La Mansarda, guidati dal direttore artistico Roberta Sandias, il sindaco di Cesa Enzo Guida. E, a sorpresa, anche l’autore dei testi dello spettacolo “La Sciantosa”, Vincenzo Incenzo.

A dimostrazione della sua generosità, Serena Autieri, dopo la conversazione con Maria Beatrice Crisci, si è intrattenuta a lungo con tutte le persone che le si sono avvicinate per scambiare battute e per prestarsi a infiniti scatti fotografici. Il Salotto a Teatro è anche questo!

Brixia Florum: Benvenuta Primavera!

Sabato 24 Marzo e Domenica 15 Aprile Brescia si veste di verde per dare il benvenuto alla Primavera con due mostre mercato e incontri aperti al pubblico


Due mostre mercato nel cuore di Brescia che promettono una grande esplosione di colori e profumi per salutare il risveglio della natura. E’ Brixia Florum, rassegna dedicata al florovivaismo organizzata da: Associazione Florovivaisti Bresciani, Comune di Brescia, Assessorato alle attività produttive, Commercio e Marketing territoriale, in collaborazione con la Circoscrizione Centro, che si terrà Sabato 24 Marzo in Corso Garibaldi e Domenica 15 Aprile in Corzo Zanardelli, nel centro storico della città.

Diventato ormai appuntamento fisso per tutti gli appassionati e amanti del verde è l’occasione giusta per portare in casa, sul terrazzo o in giardino, un po’ di Primavera. I veri protagonisti saranno fiori e piante con le prime fioriture di stagione: orchidee, esemplari e rarità di piante grasse e cactacee, varietà nuove di gerani, bulbi e piante stagionali e, tra le particolarità, splendidi esemplari di Nemesia, pianta perenne dai piccoli fiori molto colorati e profumati.

Nel corso delle due giornate sarà possibile non solo acquistare le più belle e particolari varietà di stagione, ma anche scoprire piccoli segreti e farsi consigliare dai produttori, veri esperti del verde, che saranno a completa disposizione del pubblico. Brixia Florum si pone infatti l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica e trasmettere una cultura del verde, perchè essa è una componente essenziale del vivere quotidiano.

Ad arricchire l’evento, Sabato 24 Marzo si terranno tre incontri gratuiti con alcuni specialisti del settore: alle ore 10,00 “Gli arbusti e le tecniche di potatura” con Silvano Torri; alle ore 15,00 “Nel nome della rosa”, tecniche e segreti del fiore più amato, con Marco Mazza di Castello Quistini; alle ore 17,00 “Il terriggio, tipologie e tecniche di impiego” con Sebastiano Guarisco di Le Georgiche. Gli incontri si terranno presso il gazebo dell’Associazione Florovivaisti Bresciani in prossimità della Pallata.

Appuntamento quindi Sabato 24 Marzo in C.so Garibaldi e Domenica 15 Aprile in C.so Zanardelli dalle ore 10,00 alle 19,00. Per maggiori informazioni potete visitare il sito web: www.florovivaistibs.it oppure telefonare ai numeri 030 3534008 / 335 7708829. 
E’ presente anche una pagina Facebook www.facebook.com/eventiverdibresciani, dove potrete essere sempre aggiornati riguardo le news e gli eventi dedicati al verde.