“Il Grigio” di Gaber e Luporini interpretato da Elio

Il Grigio al Teatro Carcano
Il Grigio al Teatro Carcano

Una prima nazionale di grande successo quella di ieri sera al Teatro Carcano per Il Grigio, il capolavoro di Gaber e Luporini interpretato da un magistrale e sorprendente Elio, capace di essere drammatico ma con l’ironia tipica del Signor G. Lo spettacolo è stato scandito dall’alternarsi di canzoni e testi, adattamento voluto da Giorgio Gallione per il Teatro Nazionale di Genova. I presenti in sala hanno applaudito a lungo la performance impeccabile di Elio, accogliendola con entusiasmo. I brani dello spettacolo, prodotto in collaborazione con la Fondazione Gaber, sono stati riarrangiati da Paolo Silvestri. La piece teatrale sarà a Milano, al Teatro Carcano, fino al 13 ottobre; sarà poi presentato a Genova, al Teatro Gustavo Modena, dal 15 al 27 ottobre e in tutta Italia.
Al link di seguito la clip del debutto di sabato sera al Teatro Carcano de Il Grigio, lo spettacolo di Gaber e Luporini interpretato da Elio:
https://www.dropbox.com/s/witmabh0s6cqg94/IL%20GRIGIO%20Elio%203.10.19%20clip%20vers%20breve.mov?dl=0

Teatro EuropAuditorium: “Monty Python’s Spamalot”

Spamalot
Spamalot

Arriva al Teatro EuropAuditorium di Bologna il 3 e il 4 novembre la nuova produzione del Teatro Nuovo di Milano, Monty Python’s Spamalot, con nel cast l’eccezionale presenza di Elio.

Questo sarebbe già di per sé un evento interessante per il panorama teatrale italiano, dove non a caso in quarant’anni anni nessuno aveva mai osato mettere in scena i Monty Python, con la loro comicità surreale e testi pieni di riferimenti e giochi verbali spesso intraducibili o difficilmente comprensibili per un pubblico non anglosassone, ma lo è ancora di più perché a raccogliere la sfida dell’adattamento italiano del musical scritto da Eric Idle e John Du Prez è stato chiamato Rocco Tanica. Tanica non è solo il musicista, autore e personaggio televisivo a tutti noto ma anche un appassionato conoscitore dell’opera dei Monty Python.

La sua cifra comica mostra l’influenza del sestetto inglese: arduo immaginare qualcuno più adatto a cui affidare questo difficile compito. “Trentaquattro anni fa vidi al cinema Monty Python, Il senso della vita – dice Tanica – e fu una folgorazione. È un onore essere stato scelto per quest’incarico”.

Né, d’altra parte, è possibile pensare ad altri che a Elio per il ruolo principale nello spettacolo, quello di Re Artù. Il suo ingresso nel cast completa il quadro e rende questa prima messa in scena italiana di Spamalot un evento eccezionale, uno degli spettacoli teatrali più attesi e richiesti della stagione 2017/2018. Elio torna al musical dopo il successo de La Famiglia Addams e sceglie di farlo confrontandosi con coloro che sono sempre stati un punto di riferimento di Elio e le Storie Tese. Elio ricorda infatti: “Anch’io trentaquattro anni fa vidi «Il senso della vita», ma a differenza di Rocco l’unica conseguenza fu che persi le chiavi della macchina, una 127 blu che oltretutto non era veramente mia, ma di mia mamma. Tornai il giorno dopo nel parcheggio e fortunatamente le ritrovai”.

La regia è stata affidata a Claudio Insegno che ha già firmato la regia di altri successi come Jersey Boys e La febbre del sabato sera. La direzione musicale è di Angelo Racz, la coreografia è affidata a Valeriano Longoni.

“Spamalot”: Il Musical con Elio

SPAMALOT_cast
SPAMALOT_cast

Lorenzo Vitali e il Teatro Nuovo di Milano annunciano per il prossimo autunno un eccezionale debutto sullo storico palco di piazza San Babila: la prima assoluta in italiano di “Spamalot”, il musical tratto da “Monty Python e il Sacro Graal”, film-cult del più grande gruppo comico di tutti i tempi.

Questo sarebbe già di per sé un evento interessante per il panorama teatrale italiano, dove non a caso in quarant’anni anni nessuno aveva mai osato mettere in scena i Monty Python, con la loro comicità surreale e testi pieni di riferimenti e giochi verbali spesso intraducibili o difficilmente comprensibili per un pubblico non anglosassone.

Ma a raccogliere la sfida dell’adattamento in italiano del musical scritto da Eric Idle e John Du Prez è stato chiamato Rocco Tanica, e questo alza di molto il livello dell’operazione. Tanica non è solo il musicista, autore e personaggio televisivo a tutti noto ma anche un appassionato conoscitore dell’opera dei Monty Python.

La sua cifra comica mostra orgogliosamente l’influenza del sestetto inglese: difficile immaginare qualcuno più adatto a cui affidare questo difficile compito. “Trentaquattro anni fa vidi al cinema Monty Python, Il senso della vita – dice Tanica – e fu una folgorazione. È un onore essere stato scelto per quest’incarico”.

Né, d’altra parte, è possibile pensare ad altri che a Elio per il ruolo principale nello spettacolo, quello di Re Artù. Il suo ingresso nel cast completa il quadro e rende questa prima italiana di Spamalot un evento eccezionale, a breve certamente uno degli spettacoli teatrali più attesi e richiesti della stagione 2017/18.

Elio torna al musical dopo il successo de La Famiglia Addams e sceglie di farlo confrontandosi con coloro che sono sempre stati uno dei principali punti di riferimento suoi e di Elio e le Storie Tese. Ricorda infatti Elio “Anch’io trentaquattro anni fa vidi “Il senso della vita”, ma a differenza di Rocco l’unica conseguenza fu che persi le chiavi della macchina, una 127 blu che oltretutto non era veramente mia, ma di mia mamma. Tornai il giorno dopo nel parcheggio e fortunatamente le ritrovai”.

La regia è stata affidata a Claudio Insegno che ha già firmato la regia di altri successi come Jersey Boys e La febbre del sabato sera. La direzione musicale è di Angelo Racz, la coreografia è affidata a Valeriano Longoni.
Lo spettacolo debutterà a novembre al Teatro Nuovo di Milano per poi proseguire in tournée nei maggiori teatri italiani come Roma Firenze, Bologna, Genova, Torino.

Elio in “Pierino e il lupo”

Elio
Elio

Cortile d’Onore – Palazzina di Caccia di Stupinigi

Mercoledì 14 giugno 2017 ore 21.30

Elio in “Pierino e il lupo”

Favola sinfonica di Sergej Prokof’ev per voce recitante e orchestra

Accompagnato dalla Filarmonica Arturo Toscanini

diretta dal M° Alessandro Nidi

esclusiva regionale

La stagione 2016/17 del Teatro Superga si concluderà, come da tradizione delle ultime due

stagioni, con un evento in esclusiva regionale nel Cortile d’Onore della Palazzina di Caccia di

Stupinigi, organizzato da Reverse Agency, Città di Nichelino, Sistema Cultura Nichelino in

collaborazione con la Fondazione Ordine Mauriziano e con il sostegno di Fondazione CRT.

Dopo il concerto “Piano Solo” di Stefano Bollani a maggio 2016 davanti a un pubblico di 1.200

persone, la nuova sfida di Reverse Agency, associazione che dal 2015 gestisce il Teatro Superga,

sarà rappresentata dalla straordinaria presenza di Elio in “Pierino e il lupo”, la favola sinfonica

di Sergej Prokof’ev narrata dal celebre cantante, accompagnato dalla Filarmonica Arturo

Toscanini diretta dal M° Alessandro Nidi.

Mercoledì 14 giugno alle ore 21.30, Elio, nell’inconsueto ruolo dell’istrionico narratore del

capolavoro per grandi e piccini reso ancor più celebre dal cartone animato di Walt Disney,

coniugherà la sua tipica ironia con la musica classica di qualità in una serata da sogno, tra

favola e risate.

Nel Cortile d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi, una cornice incantevole per un

maestoso concerto, l’opera più conosciuta di Sergej Prokof’ev, scritta nel 1935 per raccontare in

maniera divertente gli strumenti musicali che compongono un’orchestra, sarà eseguita dalla

Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, diretta dal M° Alessandro Nidi.

Dopo due celeberrime Ouverture di Rossini, Elio racconterà, in maniera del tutto personale,

originale e unica, la vicenda di Pierino nel catturare il lupo, aiutato dall’uccellino, dall’anatra e dal

gatto, in compagnia del nonno e dei cacciatori: sette personaggi rappresentati da altrettanti

strumenti dell’orchestra. Un concerto da sogno, unica occasione del 2017 per vedere Elio e la

Filarmonica Arturo Toscanini di fronte alla Palazzina di Caccia di Stupinigi nell’interpretazione di

una favola sinfonica per grandi e piccoli.

Prezzi biglietti e pacchetti famiglia x3 (2 adulti + 1 bambino under 12):

Poltronissima Juvarra (I settore) intero € 49 – ridotto € 45 – abbonati TSN € 40 – pacchetto

famiglia x3 € 90 | Poltronissima Prunotto (II settore) intero € 43 – ridotto € 39 – abbonati TSN €

35 – pacchetto famiglia x3 € 75 | Poltrona Alfieri (III settore) intero € 36 – ridotto € 33 – pacchetto

famiglia x3 € 60 | Poltrona Bo (IV settore) intero € 25 – ridotto € 22,50 – pacchetto famiglia x3 €

45 | under 12 € 15 in ogni settore

Informazioni e prevendite biglietti: Teatro Superga, Via Superga 44 – Nichelino (To)

Orario di biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19

Acquisto biglietti ridotti e pacchetti famiglia tramite bonifico bancario con prenotazione a

biglietteria@teatrosuperga.it | 011.6279789

Acquisto online su www.teatrosuperga.it e prevendite abituali del Circuito Ticketone

In caso di maltempo il concerto si terrà all’interno della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Artune

Artune
Artune

Anche Francesco Renga ed Elio, tra gli artisti che accompagnano alla scoperta del celebre quadro “L’Ortolano” di Arcimboldo al Museo Civico di Cremona con un grande evento il 5 settembre

Francesco Renga e Elio si aggiungono agli artisti di ARTUNE; anche loro, oltre a Fiorella Mannoia, Niccolò Fabi, Caparezza, Frankie hi-nrg mc, Giuliano Sangiorgi, Franz di Cioccio e la Banda Osiris hanno realizzato una playlist ispirata alla visione del celebre quadro “L’Ortolano” di Arcimboldo, che da domani sarà disponibile su Spotify.

ARTUNE è l’innovativo progetto di storytelling musicale per l’arte (in esclusiva sulla popolare piattaforma di streaming musicale) che coinvolge capolavori, musica e web, creando una nuova forma di narrazione delle opere.

Ideato da Frankie hi-nrg mc e Materie Prime Circolari snc, ARTUNE sceglie un capolavoro dell’arte e coinvolge grandi artisti ognuno dei quali realizza una playlist di 5 brani ispirandosi alla visione del quadro, con un breve commento in voce che ne accompagni l’ascolto e la integri: le playlist ed i commenti saranno ospitati in esclusiva su Spotify.

Il percorso tracciato da ARTUNE rappresenta un’audioguida emozionale, capace di guidare gli utenti all’esplorazione di un’opera mediante le suggestioni della musica.

Per il proprio debutto, ARTUNE ha scelto “L’Ortolano” di Arcimboldo, attualmente ospitato presso il Padiglione Italia di EXPO 2015 come ispiratore della mascotte “Foody”, che il 5 settembre tornerà al Museo Civico “Ala Ponzone” di Cremona, dove avrà luogo L’ARCIMBOLDO SONORO, un grande evento di musica e spettacolo.

Con l’arrivo nel museo del quadro, grazie al WI-FI gratuito si potrà ascoltare ARTUNE anche di fronte all’opera, mediante il proprio smartphone (munito di auricolari), completando così il percorso suggerito dagli artisti ospiti.

ARTUNE non è una dunque una semplice audioguida, ma una serie di percorsi emozionali che incuriosiranno e guideranno il pubblico, in questa prima applicazione alla scoperta de “L’Ortolano”, suggerendo spunti e visioni attraverso il linguaggio universale della musica. La possibilità di fruire di ARTUNE indipendentemente dallo spazio e dal tempo della mostra lo rende un approccio unico alla divulgazione culturale, un progetto che utilizza una forma d’arte per promuoverne un’altra, sinesteticamente. Con ARTUNE sono le emozioni a guidare verso la grande arte.

Media partner d’eccezione per ARTUNE sarà Radio2.

www.artune.it