Postepay Crowd: anche gli artisti lombardi fra i finalisti!

concerto di Levante
concerto di Levantea

Premessa. Ci sono ben 4 progetti musicali dalla Lombardia nella rosa dei selezionati alle prime due call di Postepay Crowd! Sono Santorosso (cantautore di Milano), Pigna (alias di Mario Marco Farinato, bluesman varesotto), l’ironica cantautrice milanese CHIBO e la milanese Eleviole?, già nota nella scena indie (i primi due già in campagna ora, le altre a partire da mercoledì 9 ottobre).
Cinque progetti musicali che si mettono in gioco insieme ad altri 30 provenienti da tutta Italia per 30 giorni di fuoco in cui cercare di dare una svolta al proprio progetto musicale… C’è chi sogna un videoclip, chi la produzione di un album, chi la possibilità di allestire un home studio… C’é chi cerca di preparare al meglio la propria partecipazione a un importante concorso, chi invece vuole, col proprio disco, raccogliere fondi da destinare ad altre cause… C’è chi è già da tanto sulla scena, magari con altre formazioni e ora prova la strada solista, c’è chi arriva da altri panorami artistici… Tutti sono accomunati dal volersi mettere alla prova e capire se là fuori qualcuno è in ascolto, e in supporto.
Di sicuro in supporto c’è quest’iniziativa, che a differenza di altri crowdfunding ‘semplici’ offre benefit davvero importanti.
Con la speranza che vogliate aiutarci a dare visibilità a questa preziosa opportunità per la loro musica, vi ringraziamo in anticipo e, per qualsivoglia ulteriore approfondimento, non esitate a chiedere! ufficiostampacrowd@eppela.com
E’ partita la fase operativa dell’importante iniziativa a sostegno della nuova musica italiana! Per 30 giorni sarà possibile contribuire al finanziamento di una quarantina di progetti musicali distribuiti su due differenti call (la seconda in partenza il 9), rendendo in questo modo anche possibile per loro l’accesso a benefit speciali fra i quali la possibilità di aprire il concerto di Levante al Mediolanum Forum di Milano il prossimo 23 novembre.
Ai blocchi di partenza l’iniziativa di co-finanziamento per giovani talenti musicali italiani.
La prima call da martedì 2 ottobre 2019 online.
Trasparenza, partecipazione dal basso, valorizzazione del talento: queste sono le caratteristiche che rendono il crowfunding in ambito musicale sempre più importante per gli artisti emergenti.
Importante se non addirittura necessario, poiché l’artista emergente, in un mercato da anni in una fase di contrazione e concentrazione, non riesce se non in casi particolari a inserirsi nel giro delle etichette che contano e che possono investire nel suo progetto. La soluzione giunge così sempre più spesso da una sorta di “mecenatismo 2.0” che, rispetto alle forme tradizionali, mostra una caratteristica inedita fondamentale: il finanziamento dal basso, basato sulla credibilità acquisita dall’artista presso la sua fan base.
Il progetto postepay crowd è nato per fare un ulteriore passo avanti in direzione di un modello di crowdfunding misto, che integra il microfinanziamento dal basso premiandolo con un contributo in grado potenzialmente di raddoppiare quanto raccolto dagli utenti.
Un cofinanziamento che non è soggetto a rigide selezioni secondo criteri arbitrariamente stabiliti dal mecenate, bensì pone come unico requisito il grado di supporto che l’artista è stato in grado di ottenere dai propri fan. “Se convinci il tuo pubblico, convinci anche me” è il principio alla base di questo progetto che vuole mettersi al servizio dei protagonisti della scena musicale di domani.
E si mette al loro servizio sotto tutti i principali aspetti della professione in cui l’artista emergente incontra i maggiori ostacoli. Tre sono infatti le cose di cui ha bisogno per avere una concreta chance di emergere. Le risorse per affrontare le spese di produzione, stampa e distribuzione di un nuovo prodotto discografico; la visibilità che solo un lavoro di comunicazione ‘professionale’ può offrirgli; l’accesso a un palcoscenico, a un pubblico che possa scoprire sul campo la qualità del progetto e divenirne fan.
E dunque, per gli artisti che partecipano a questa prima call o alla seconda in partenza il 9 ottobre, sarà innanzitutto possibile, al raggiungimento di una raccolta di finanziamenti dal basso pari al 50% del loro obiettivo, accedere al cofinanziamento di postepay per il restante 50% (fino a un massimo di 2.500 euro).
Inoltre, fra tutti coloro che riusciranno ad attivare il co-finanziamento, Levante ne sceglierà che si esibirà sul palco del Mediolanum Forum il prossimo 23 novembre in apertura del suo concerto!
E ancora: sempre fra coloro che arriveranno al co-finanziamento, 4 etichette musicali indipendenti – Hokuto Empire, Metatron, Yalla e Pioggia Rossa – sceglieranno ciascuna un progetto da pubblicare e promuovere.
Maggiore sostegno economico, un’occasione per esibirsi in un evento ad alta visibilità, comunicazione di qualità: sono chance che sinora nessun crowdfunding ha offerto, e che rendono postepay crowd un effettivo, concreto sostegno alla nuova musica italiana.
Non sorprende quindi che decine e decine di artisti abbiano già proposto la propria candidatura, e che tanti lo stiano facendo anche in questi giorni, da tutte le parti d’Italia, emergenti ma anche “emersi”…
Fra i selezionati per le prime due call troviamo infatti l’abruzzese Alex Ricci (chitarrista degli Après la Classe), gli emiliani Malvax (visti sul palco del concertone di Radio Italia in piazza Duomo lo scorso giugno), i laziali Luca Carocci (finalista a Musicultura) e Arceri (volto – e voce – noto nei maggiori musical passati dai nostri teatri), il ligure ELSO (che con la band iVenus aveva aperto concerti de Lo Stato Sociale e Negramaro), mentre dalla Lombardia arrivano Eleviole? (già molto apprezzata nella scena indie, anche con la precedente band Ariadineve) e l’originale proposta di CHIBO (che canta, fra le altre cose, le scritte sui muri di Milano…).
E poi il Piemonte con due progetti tanto diversi quanto seguiti sia in Italia che all’estero, gli Afrodream e i tolkeniani Ainur, la Toscana con Antonio Giagoni (prima con gli ZoCaffè, da solista vincitore del Premio Lucio Dalla) e ancora la Sicilia con Paolantonio (anche lui finalista di Musicultura e condiviso da tanti media col suo video per Musica Contro le Mafie) e con Roberta De Gaetano (ascoltata nel Premio Umberto Bindi e Premio Bianca D’Aponte), la Sardegna col progetto ‘corale’ di Almo (ex Almamediterranea) e tanti tanti altri.
Non resta che seguire con attenzione il percorso di questa iniziativa e sostenere i progetti più interessanti: proprio fra i ragazzi di questa campagna potrebbe nascondersi the next big thing della musica italiana!

Postepay crowd
http://www.eppela.com/it/mentors/postepaycrowd

Crowdfunding per alunni disabili

energy-backside
energy-backside

Come recita la Convenzione ONU dei diritti dell’infanzia del 1989, tutti i bambini hanno diritto a giocare. Ecco perché l’ASST Gaetano Pini-CTO sostiene la raccolta fondi di APL, Associazione Paraplegici Lombardia che, grazie a questa iniziativa, acquisterà delle carrozzine “multisport” che permettono ai bambini disabili di poter svolgere attività sportiva e migliorare, in generale, la propria mobilità grazie alla maggior maneggevolezza.

Inclusione e sostegno sono le parole chiave di questo progetto, grazie al quale le carrozzine “multisport” saranno destinate in comodato d’uso gratuito alle famiglie che le richiederanno alle scuole elementari della città di Milano. L’iniziativa è sviluppata in sinergia con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Milano che, nell’ambito del progressivo sviluppo diprocessi di inclusione, aiuta le famiglie con figli con disabilità.

Leggere, maneggevoli e regolabili, le carrozzine“multisport” sono uno strumento tecnologicamente avanzato, che favorisce il diritto al gioco e l’avvicinamento alle discipline sportive, anche agonistiche, ai bambini con disabilità. “Vorremmo dotare le scuole di queste carrozzine perché permettono ai bambini di integrarsi con le attività dei coetanei e di immaginare in grande, senza dover dare evidenza dei limiti – spiega APL –. Noi adulti abbiamo il dovere di impegnarci per garantire ai bambini una crescita serena. Lo sforzo di donazione che chiediamo agli amici dell’Associazione APL e alle persone che sosterranno questa causa va in questa direzione”.

“La nostra azienda riconosce il valore dello sport – commenta la dott.ssa Paola Maria Pirola, Direttore Socio Sanitario dell’ASST Gaetano Pini-CTO –necessario al corretto sviluppo psicofisico e come valido supporto agli interventi riabilitativi, oltre che mezzo di inclusione sociale, soprattutto per le persone più giovani, come gli alunni delle scuole elementari a cui verranno donate le carrozzine ‘multisport’. Ecco perché l’iniziativa di APL ha il nostro pieno sostegno”.

La raccolta fondi è stata lanciata su Produzioni dal Basso, prima piattaforma di crowdfunding italiana.