Teatro Gerolamo: “Paparino”

Paparino-
Paparino-

Sul Corriere della Sera di sabato 15 febbraio 1964 venne pubblicata una recensione che recita: «’La Compagnia dei Giovani’ diretta da Roberto Zago ha presentato al Teatro Stella di Milano una farsa in tre atti di Dino Falconi: ‘Paparino’».
La Compagnia dei Giovani ripropone oggi la stessa commedia ma questa volta in dialetto milanese, con personaggi quali il fantasioso Stefano Marchi, l’integerrimo fratello Grand Ufficiale e sua moglie, Marta la soubrette tutta pepe, Vito Signori “il Beethoven de la canzonètta” con la gelosissima moglie, il tuttofare Agenore “lumagon express”, lo sportivo, l’attenta governante, la cameriera aspirante attrice, il barista canterino, senza dimenticare il Bertoni amis minga tropp e poi la Titti.

Durata spettacolo: 150 minuti (compresi i due intervalli da 15’ ciascuno)
PREZZI: da 10 a 25 euro
RIDUZIONI e CONVENZIONI
Il Teatro Gerolamo aderisce al programma ‘Teatro, Cinema, Concerti… in BICI biglietto ridotto’: chi dimostra di essere venuto a teatro in bicicletta ha diritto a un biglietto al prezzo di 8,00 euro.
Carnet del Teatro Gerolamo: 4 ingressi a 68 euro o 6 ingressi a 96 euro.
Continuano infine le riduzioni abituali.
Tutte le info sul sito www.teatrogerolamo.it.
INFORMAZIONI
Prenotazioni: 02 36590120 / 122 | 02 45388221 | biglietteria@teatrogerolamo.it
Scuole e Università / Gruppi organizzati: chiara.scordamaglia@teatrogerolamo.it

TEATRO GEROLAMO
Piazza Cesare Beccaria 8 – 20122 Milano
Tel. 02 36590120 / 122 (uffici) | 02 45388221 (biglietteria)
Email info@teatrogerolamo.it
www.teatrogerolamo.it

“L’Hotel degli Amori Smarriti” designato Film della Critica

L'Hotel degli Amori Smarriti
L’Hotel degli Amori Smarriti

L’Hotel degli Amori Smarriti di Christophe Honoré
con Chiara Mastroianni, Vincent Lacoste, Benjamin Biolay, Camille Cottin, Carole Bouquet

Designato film della Critica dal Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani – SNCCI

Officine UBU è orgogliosa di annunciare che L’Hotel degli Amori Smarriti di Christophe Honoré è stato designato Film della Critica – marchio di qualità attribuito dai critici cinematografici italiani ai film riconosciuti di particolare livello estetico e culturale – dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI con la seguente motivazione:

Una commedia sentimentale irresistibile e ironica, piena di spunti narrativi audaci, che si offre anche come una candida riflessione esistenziale. Trasportato dalla superba energia di Chiara Mastroianni, Christophe Honoré intreccia melodramma e favola fantastica sognando orizzonti sentimentali ed erotici tutti da sperimentare. Un film libero e fluido, fusione perfetta fra Truffaut e Jacques Demy.

Franco Montini

Dopo essere stato presentato con successo al 72° Festival di Cannes, dove la protagonista Chiara Mastroianni ha ottenuto il Premio per la Miglior Interpretazione nella sezione Un Certain Regard, L’Hotel degli Amori Smarriti sarà nei cinema da giovedì 20 febbraio.

Dopo vent’anni di matrimonio, Richard scopre che Maria lo tradisce. Lei decide di lasciare il domicilio coniugale e di trasferirsi nell’hotel di fronte, dal quale avrà una vista privilegiata sul suo appartamento, su Richard e sul loro matrimonio. Nella stanza 212 Maria riceverà delle visite inattese dal suo passato, con le quali rivivrà i ricordi di amori sognati e perduti in una magica notte che le cambierà la vita.

Dal 20 febbraio al cinema

 

“Obbligo d’infedeltà” al Martinitt dal 20 febbraio

Obbligo_scena
Obbligo_scena

“Obbligo d’infedeltà” dietro i riflettori di Hollywood.
Successo e tradimento, a che prezzo?

Ispirata a un ben celebre fatto di cronaca, la commedia accende le luci sul buio e lo squallore nascosti dietro i lustrini scintillanti del mondo dello spettacolo. I protagonisti, ognuno a suo modo, tradiscono non solo il partner, ma anche se stessi e i propri principi. Una storia di molestie non solo sessuali, tracciata con humor nero ma anche tante risate. In scena dal 20 febbraio all’8 marzo.

Dalle luci di Hollywood alla cronaca, quindi al palco del Martinitt. Una commedia aspra, a tratti amara, ma molto divertente, s’ispira a un fatto vero e di attualità, rimbalzato di media in media in tutto il mondo, e riesce a trasformare lo squallore in un’occasione di risate e riflessioni. E’ il secondo capitolo di una trilogia con cui l’autore intende mettere a crudo i difetti della società odierna. Un’analisi inclemente, che è iniziata con la commedia “Niente è come sembra”, andata in scena la scorsa stagione sempre al Martinitt e ambientata a Parigi, e prosegue ora nell’illusorio sberluccichìo di Hollywood, in attesa di approdare altrove. Le molestie sessuali sono solo il pretesto per scandagliare i rapporti di classe, quelli umani, quelli sentimentali. Nella vita, e non solo a letto, tutti sembrano cedere al compromesso e non si sa se il gioco valga la candela…

Obbligo d’Infedeltà
di Piero Ferrarini, diretto da Guido Ferrarini. Con Alessandro Fornari (Etienne), Asia Galeotti (Jolly Roger), Martina Valentini Marinaz (Madame Monassier), Aldo Sassi (Monsierur Monassier) e Andrea Zacheo (Michael Prosperi). Produzione Teatroaperto/Teatro Dehon.
Scene Fabio Sottili, Costumi Renata Fiorentini, Luci Poppy Marcolin, Musiche Piero Ferrarini.
Uno scandalo sessuale coinvolge un noto produttore cinematografico, il cui mondo a brillantini risulta coinvolto in faccende tutt’altro che brillanti. Donnaiolo incallito, questa volta si infatua di un’attricetta minorenne in cerca di facile successo. Per evitare lo scandalo, e la denuncia, si affida al suo finanziatore, in odore di mafia. Scattano i ricatti e scoppia il caos. Per salvarsi, il produttore non guarda in faccia a nessuno. Lo show business viene analizzato alla lente dello humor più nero e invita a guardarsi dentro.

Info e prenotazioni:
Teatro/Cinema Martinitt
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 26 euro intero.
Abbonamenti a partire da 62 euro.

Il Martinitt
Un teatro entusiasta, dai grandi numeri (oltre 40.000 spettatori lo scorso anno e oltre 2600 abbonamenti in 10 stagioni), che crede davvero nei talenti –consolidati o emergenti- della moderna drammaturgia di casa nostra. Riflettori sempre puntati però anche sulla danza. Al quartiere, infine, il Martinitt ha regalato anche il cinema che mancava.

Teatro Celebrazioni: “Belle Ripiene”

Belle ripiene
Belle ripiene

In scena al Teatro Celebrazioni il 7 e l’8 dicembre Belle Ripiene, la nuova commedia di Massimo Romeo Piparo che torna a firmare uno spettacolo di prosa tutto al femminile, con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo

Lo spettacolo è un esilarante spaccato di vita femminile dove protagonisti del racconto sono questa volta il cibo e gli uomini: le donne amano mangiare ma poi si costringono a infernali diete dimagranti…ci sarà un elemento in comune tra il loro rapporto col cibo e quello con gli uomini?

Questa gustosa commedia dimagrante è ambientata nel regno delle donne ovvero dentro una cucina tra pentole e fornelli. La particolarità è che, in questo caso, i fornelli e la cucina sono veri.

Le quattro performers cucineranno delle reali pietanze – ognuna ispirata dalla propria estrazione geografica, dal Salento a Napoli, da Roma all’Alta Padana – mentre “accenderanno” anche un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più o meno realizzate esistenze.

Al termine di questo racconto “dimagrante” toccherà al pubblico condividere con le attrici le pietanze cucinate ma non certo i loro uomini che rimarranno relegati tristemente nella lista dei “cibi proibiti” dal dietologo dell’amore.

PREZZI (comprensivi di prevendita): intero 29,00 € – ridotto 26,00 € – abbonato 24,00 € – smart 22,00 €
PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO CELEBRAZIONI (Via Saragozza 234, Bologna), presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione 4, Bologna), entrambe aperte dal lunedì al sabato (ore 15.00 – 19.00), attraverso il circuito TICKETONE, il circuito VIVATICKET, i punti d’ascolto delle Ipercoop, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatrocelebrazioni.it.
PER INFORMAZIONI: www.teatrocelebrazioni.it | info@teatrocelebrazioni.it | 051.4399123

“L’Arte della fuga” – Anteo Palazzo del Cinema

l'Arte della fuga
l’Arte della fuga

Sabato 26 maggio alle ore 21.30 Anteo Palazzo del Cinema presenta in anteprima il film L’ARTE DELLA FUGA, sofisticata commedia sentimentale di Brice Cauvin, in uscita nelle sale italiane giovedì 31 maggio, tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore americano Stephen McCauley.

Protagonisti sono tre fratelli in crisi. Antoine (Laurent Lafitte) vive con Adar, forse comprerà con lui una casa, ma sogna Alexis.

Louis (Nicolas Bedos) è innamorato di Mathilde, che incontra a Bruxelles dove lavora, ma sta per sposarsi con Julie.

Gérard (Benjamin Biolay), disoccupato e testardo, sogna il ritorno della moglie Helen che lo ha lasciato, ma forse cadrà tra le braccia della materna e stravagante Ariel (Agnès Jaoui).

Tre uomini confusi, tre fratelli molto legati tra loro, insofferenti ma subalterni agli ossessivi genitori (Marie- Christine Barrault e Guy Marchand), un modello di coppia che nonostante tutto resiste.

Una commedia sull’amore: tre fratelli, in piena confusione, sono alla ricerca della strada giusta per essere felici o per sfuggire alle proprie responsabilità̀. È l’arte della fuga…