Arrivano le nuove e-bike di BikeMi

nuova e-bikeMi
nuova e-bikeMi

Le nuove e-bike bikeMi sono ufficialmente in circolazione: i primi 700 mezzi sono stati distribuiti nelle stazioni della città pronte per essere utilizzate dagli utenti. Si tratta del primo step di un piano più ampio che porterà alla sostituzione completa del parco bici elettrico per poi proseguire con la sostituzione della flotta di bici tradizionali e ad un’evoluzione significativa del servizio.

Clear Channel, che gestisce il servizio, ha totalmente ripensato il modello della bicicletta a pedalata assistita avviando un progetto volto ad ottimizzare sia gli aspetti tecnici che il design, al fine di migliorare l’esperienza dell’utente e offrire un servizio ancora più green.

Le batterie, progettate per avere una maggiore autonomia, vengono ricaricate tramite un sistema alimentato a pannelli solari fotovoltaici e sono dotate di un sensore a led che permette all’utente di verificarne la carica. Il sellino è sostenuto da un tubo triangolare graduato che ne impedisce la rotazione e rende più agevole la guida. Il nuovo telaio, dal design più dinamico, prevede una riduzione del 50% di elementi in plastica. Questo aspetto, oltre a diminuire considerevolmente il peso complessivo della bicicletta (inferiore ai 25kg), completa il circolo virtuoso della sostenibilità che coinvolge tutto il servizio. Basti pensare che le sole e-bikeMi, dal loro esordio in occasione di Expo fino ad oggi, hanno portato ad un risparmio complessivo di 965 tonnellate di CO2.

Le nuove e-bikeMi, pensate per soddisfare gli utenti più esigenti, sono state concepite per essere uniche e proprio per celebrare questa caratteristica, tutte le bici sono personalizzate con i nomi dei nostri abbonati più fedeli.

In occasione del loro lancio abbiamo riservato una promozione esclusiva: per tutto il mese di dicembre, la prima mezz’ora di utilizzo sarà completamente gratuita. L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire la possibilità a tutti gli utenti di provare le e-bikeMi di ultima generazione e sperimentarne i vantaggi. Inoltre, grazie alla tessera unica ATM tutti coloro che possiedono un abbonamento annuale ai mezzi pubblici, hanno la possibilità di acquistare o rinnovare l’abbonamento a bikeMi ad un prezzo agevolato.

Più efficienti e maneggevoli, realizzate in materiali più leggeri e resistenti, le nuove bici sono dotate di un cambio a tre rapporti e di un motore centrale con cardano che rispetto al sistema tradizionale riduce l’attrito del 49% e ottimizza la pedalata. Un innovativo sistema di connessione gestisce la potenza del motore e comunica in tempo reale la posizione del mezzo, la carica residua ed eventuali disservizi.

Inizia così un nuovo capitolo nella storia di bikeMi, sempre più attento alle esigenze dei suoi utenti e proiettato al futuro.

Le nuove biciclette vi aspettano in stazione.

Buona pedalata a tutti!

Sharing. Presentate le nuove E-bike di BikeMi protagoniste a E-mob

BikeMi
BikeMi

La mobilità elettrica quale veicolo per la sostenibilità ambientale: bus, filobus e biciclette al centro della rivoluzione elettrica in mostra a Milano. Presentate oggi in anteprima a e_mob, il festival della mobilità elettrica, le nuove ebike di BikeMi, il servizio di bike sharing realizzato da Clear Channel e gestito da Atm.
“BikeMi è un servizio consolidato – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità – e proprio perché funziona bene è necessario rinnovarlo. Queste biciclette elettriche daranno nuovo slancio e si inseriscono perfettamente nell’offerta sempre più ampia di mobilità condivisa”.
“Siamo molto orgogliosi di partecipare ad un evento come e_mob – sostiene Eszter Sallai, CFO di Clear Channel – perché oltre a celebrare la mobilità elettrica, ci dà l’opportunità di confermare il consolidato rapporto con ATM e il Comune di Milano e affermare come la collaborazione proficua tra istituzioni e azienda, porti ad un beneficio per la collettività. Clear Channel gestisce sistemi di bike sharing sia in Europa che oltreoceano da più di vent’anni. Fra tutti BikeMi si distingue per essere un servizio all’avanguardia. Il modello di bici che presentiamo oggi è tecnologicamente avanzato e altamente performante. È anche grazie all’introduzione di queste nuove ebike che il servizio ancora più efficiente”.
Saranno 700 le biciclette di ultima generazione che entreranno in circolazione entro la fine di ottobre e nel corso dei successivi tre mesi sarà ultimata la sostituzione dell’intera flotta elettrica per un totale di 1.150 biciclette elettriche.
Le nuove biciclette a pedalata assistita saranno più efficienti e maneggevoli, con una batteria con più di 100 km di autonomia e un peso complessivo inferiore ai 25 kg. Un innovativo sistema di connessione gestisce la potenza del motore, ottimizza la pedalata, comunica in tempo reale posizione, carica residua ed eventuali problemi per una migliore esperienza di viaggio.
La flotta di BikeMi conta già 5.430 biciclette (4.280 bici tradizionali e 1.150 pedalata assistita di cui 150 con il seggiolino per i più piccoli) e 303 punti di prelievo sparsi per la città.
Si fa sempre più concreto l’impegno del Comune di Milano, di Atm e Clear Channel nel promuovere una mobilità sostenibile e integrata che vede l’uso della bicicletta quale mezzo più usato per percorrere “l’ultimo miglio” del tragitto casa- lavoro/scuola, unitamente ai mezzi pubblici.
Le biciclette rosse, parte integrante del panorama cittadino, dal loro esordio hanno percorso 4,7 milioni di km portando ad un risparmio complessivo di 965 tonnellate di CO2.

Mobilità. E-Mob, dal 26 al 28 settembre il festival della mobilità elettrica

Il Festival E-Mob
Il Festival E-Mob

Presentata il 12 settembre a Palazzo Marino la 3° edizione di e_mob, il Festival dell’eMobility in calendario a Palazzo Lombardia da giovedì 26 a sabato 28 settembre.
La rivoluzione elettrica è realtà, lo confermano le vendite in forte crescita dei veicoli di tutti i comparti della mobilità. Una tendenza destinata a rafforzarsi nei prossimi anni con il debutto sul mercato di modelli sempre più efficienti e dai costi sempre più accessibili. Un aumento spinto dall’esigenza di ridurre le emissioni di gas serra e inquinanti e regolamentato dall’Unione Europea con norme sempre più stringenti.
“Questo è un momento strategico per la mobilità elettrica – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità –. Percepiamo chiaramente un salto di sensibilità da parte dei cittadini e di qualità da parte di operatori e fornitori. Sono vincenti le politiche sulla mobilità urbana che fanno da propulsore, così come le nuove tecnologie, per esempio sui veicoli e sui sistemi di ricarica elettrica, che contribuiscono a guardare avanti. Importanti anche momenti come questo di e_mob, per questo ringrazio gli organizzatori degli eventi delle prossime settimane. Stiamo lavorando perché la qualità della vita e dell’aria nelle nostre città migliori sempre di più ed è interessante un costante confronto fra pratiche e esperienze”.
Ad aprire la tre giorni di conferenze sarà la piattaforma per una “Mobilità Olimpionica a basso impatto ambientale”, un decalogo elaborato dagli esperti della comunità di e_mob per rendere ‘carbon free’ i Giochi Olimpici invernali di Milano-Cortina del 2026.
Progetti “elettrici” raccontati a e_mob saranno quelli di Milano, Torino e Bologna, nonché le buone pratiche emerse dalla consultazione delle oltre 130 amministrazioni aderenti alla Carta Metropolitana della Mobilità Elettrica. Al festival in piazza Città di Lombardia ci saranno veicoli attuali e futuri, per la mobilità pubblica, privata, industriale molti dei quali da provare nell’area test. Fra questi si segnala lo spazio di A2A Energy Solutions presso il quale sarà possibile conoscere la nuova proposta di mobilità elettrica e l’area espositiva di Atm con tutta la flotta elettrica dall’autobus al nuovo filobus (prossimo ad attraversare le vie di Milano), alle auto aziendali: investimenti che rientrano nel piano full electric dell’azienda che prevede entro il 2030 la sostituzione dell’intero parco mezzi.
Sarà, inoltre, l’occasione per presentare le nuove bici elettriche di BikeMi: appuntamento il 26 settembre alle ore 13 con Comune di Milano, Atm e Clear Channel. Il programma è estremamente ricco si parla di infrastrutture, sostenibilità, modalità di ricarica, motori, tecnologie, riciclo e riutilizzo delle batterie, sharing mobility, professioni e comprende anche momenti dedicati ai ragazzi delle scuole promosse da A2a, Atm ed Edison con laboratori, giochi educational.
A chiudere e_mob 2019 sarà il raduno di veicoli elettrici di sabato 28, un’adunata allegra e silenziosa che sarà possibile incontrare per chi ha scelto di muoversi a emissioni zero. Un premio speciale sarà conferito a Giordano Vieri, in arte Jo Pesata, autore del recente Giro d’Italia elettrico. La festa proseguirà grazie al gemellaggio con la 1000 Miglia Green, la variante riservata ai modelli elettrici, ibridi e fuel cell della gara di regolarità più famosa al mondo.

Servizio notturno estivo di BikeMi

dsLabel
dsLabel

Da domenica 1° aprile sarà attivato il servizio notturno estivo di BikeMi, il servizio di biciclette condivise a stallo fisso che a Milano è gestito da Clear Channel.

Tutte le stazioni presenti in città saranno aperte fino alle 2 di notte dalla domenica al giovedì. Nei giorni di venerdì e sabato e durante la settimana del Salone del Mobile il servizio sarà invece operativo 24 ore su 24.

Gli utenti del BikeMi saranno avvisati dell’estensione notturna tramite news, newsletter e dalla pagina social.

Novità Bike Sharing

20160718_094743
20160718_094743

Il bike sharing fa gola a tutti e ogni tanto le gialle spariscono. Per questo Clear Channel, gestore del sistema, in accordo con il Comune ha istituito dal 1° luglio un vero e proprio servizio investigativo che ha permesso di risolvere 118 casi di veicoli scomparsi con il ritrovamento di 85 biciclette tradizionali e 33 a pedalata assistita.

BikeMi, il servizio di Bike sharing di Milano, dal 2008 è una valida e sostenibile alternativa ai mezzi di trasporto privato in città e colleziona numeri in continua crescita. Nel primo semestre del 2016 c’è stato un +35% di nuovi abbonati e un +40% di utilizzi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e a luglio sono stati superati i 50.000 utenti attivi anche grazie alla costante espansione verso le periferie.

“Le bici gialle e rosse del bike sharing stanno a cuore ai milanesi quanto il loro tram – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente -. Lo capiamo dal successo negli utilizzi ma anche dal numero di segnalazioni dei mezzi sottratti alla collettività. Siamo felici che Clear Channel abbia raccolto la nostra sollecitazione a porre attenzione alle sparizioni di biciclette. I risultati ottenuti dal servizio investigativo BikeMi sono una buona risposta al lavoro di queste persone. Ringrazio la Polizia locale e le forze dell’ordine per la collaborazione e soprattutto i cittadini che con il loro impegno civico contribuiscono a mantenere efficiente un prezioso bene condiviso”.

Molti utenti e cittadini riconoscono, anche sotto fantasiosi camuffamenti, le bici del servizio rubate, abbandonate  o vandalizzate e inviano segnalazioni sul web, pagine Social, email o Infoline consentendo di ritrovare i mezzi. Importante anche la collaborazione di Polizia locale e forze dell’ordine sempre attente a individuare le anomalie.

Per coordinare e rafforzare ricerche e ritrovamenti la neonata squadra degli investigatori BikeMi identifica le biciclette che ‘mancano all’appello’ alle rastrelliere e avvia le indagini attraverso sopralluoghi, appostamenti, servizi mobili di vigilanza e segue le tracce dei GPS in dotazione.

Un’attività quotidiana di recupero di biciclette abbandonate nelle strade milanesi. A luglio sono state estratte dal Naviglio quattro biciclette BikeMi, grazie ai responsabili dei Dragon Boat della Canottieri di San Cristoforo premiati con l’abbonamento annuale; grazie alla segnalazione di un cittadino è stata ritrovata una bicicletta immersa in un canale di Peschiera Borromeo; un investigatore BikeMi, seguendo le tracce GPS di una ebike, è riuscito a recuperarla e con l’intervento della Polizia locale il ladro è stato colto sul fatto. Un’altra bicicletta a pedalata assistita è stata ritrovata nel cortile di un albergo di Milano e qualche giorno fa la Guardia di Finanza ha tolto la bici gialla dalle mani di un malintenzionato.

Al momento gli investigatori del BikeMi sono sulle tracce di due biciclette elettriche che hanno lasciato l’Italia per l’Ucraina e la Romania. Una delle due è stata avvistata in un negozio di biciclette. BikeMi ha già chiesto la collaborazione delle autorità internazionali per restituirla ai milanesi.